testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Come inserire i video di Youtube nel Forum Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 


ATTENZIONE! Gli Amministratori ed i Moderatori di questa sezione del Forum di Natura Mediterraneo desiderano che l'argomento caccia sia evitato perchè ritengono che Associazioni come il WWF, Legambiente e Lipu, siano molto ben organizzate e coerentemente molto attive su questo argomento.
Inutile dire che siamo completamente in linea con gli ideali di queste associazioni.

Per contribuire alle finalità di salvaguardia che il forum si propone chiediamo inoltre a tutti gli utenti di collaborare con noi affinchè si possa contribuire a diffondere un'etica di approccio all'osservazione della fauna che rechi il minor disturbo possibile agli animali.


 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
 MAMMIFERI
 La lince nell' Appennino centrale
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva >>
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag.di 33

hycanus
Utente V.I.P.


Città: Prato
Prov.: Prato

Regione: Toscana


494 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 18 luglio 2008 : 13:51:23 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Ringrazio Marco Spada ed accolgo volentieri il suo invito ad aprire un nuovo thread sulla lince. Mi ricollego quindi a quanto avevo già esposto, ovverosia alla possibilità che puo' avere questo felino di appropriarsi di nuovi spazi oltre a quelli nei quali e' gia' presente (PNALM per esempio). Chiedo quindi se la lince e' stanziale in un determinato ambiente, seppur molto vasto, oppure puo', analogamente ai lupi (ad esempio quelli in dispersione) colonizzare altri areali, quali possono essere per esempio le zone delle foreste Casentinesi o dell' Appennino Tosco Emiliano. E naturalmente mi domando se, vista la sua grande elusivita', magari e' gia' presente in queste zone pur non essendo mai stata avvistata o segnalata. Sarebbe interessante sapere inoltre se esistono dei metodi opportunistici (tipo ad esempio wolf howling) o altri che possano permettere di accertarne la sua presenza in una determinata zona.
Sono molto affascinato dai predatori e sapere che il lupo e la lince convivono o possono convivere insieme in un determinato ambiente mi affascina moltissimo...ecco che mi piacerebbe saperne...un po' di piu'!
Grazie
Luca

Modificato da - Carlmor in Data 08 aprile 2009 10:51:47

pardus
Utente Senior

Città: solaro
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


1277 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 18 luglio 2008 : 14:51:56 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao

mi occupo per passione del leopardo , ma qualcosina sulla lince posso immaginarlo.

Parto dai metodi di accertamento:
I metodi per rivelarne la presenza sono molto, i vecchi ricercatori cercavano orme (specialmente sulla neve) e feci, ora grazie alle genetica dalle feci si puo' capire se appartengono alla lince o meno senza alcun dubbio(le feci dei carnivori posso essere simili e quindi anche visivamente non si puo' essere sicuri al 100%)

Quello piu' sicuro sono le trappole fotografiche e non capisco perche' nel PNALM non e' ancora stata fatta magari utlizzando esche come fatto in Friuli, visto che a quanto sembra le tracce sono state trovate ed anche fresce a quanto ne so.

Un lince tende a spostarsi molto sul territorio che per una femmina adulta puo' essere anche di 150 km2 ed un maschio puo' superare i 400 km2 ed include territori di 2-3 femmine. I giovani quando raggiungono l'anno di eta' vengono allontanati e cercano altri territorio liberi dove stabilirsi

Per rimanere in un territorio una femmina adulta deve trovare prede e rifugi per poter allevare i piccoli, mentre i maschi tendono ad stare in territorio dove ci sono le femmine adulte.

In friuli da qualche anno sembra essersi stabilita una popolazione con documentata riprdouzione, ma ci sono voluti tanti anni, i primi esemplari provenianti dalla Slovenia si erano visti 20-30 anni fa, io che sono stato li' con un amico ricercatore nel 1998 ed allora non si aveva ancora la certazza di un nucleo stabile, ma solo di animali che transitavano lungo il confine con la Slovenia.

In trentino nel logorai decenni fa si era istituita una popolazione stabile, anche con cucciolate che poi improvvisamente e' sparita, ora sembra che qualche individuo dalla Svizzera abbia attraversato il confine e ci sono sempre piu' segnalazioni in tutto l'arco Alpino. Recentemente un maschio di 24kg e' stato catturato in trentino ed ora e' seguito con il radiocollare, proveniva dalla Svizzera.

Speriamo che ci siano sempre piu' segnalazione e che in diverse zone possa mettere radice, ma il processo per un animale cosi solitario e' piu' lungo rispetto al lupo.
Torna all'inizio della Pagina

marcospada
Utente Senior


Città: roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


1376 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 18 luglio 2008 : 15:26:19 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
bene, allora parliamone :-) innanzi tutto ricordo i link a questo stesso sito dove se ne e' parlato in varie misure:

Le bellissime foto di Luca Cavallari fatte nell'area della Lince di Civitella Alfedena (PNALM)
Link

Il lungo e discusso thread sulla foto ad un gruppo di Cervi fatta l'anno scorso da Andrea Artoni al Parco d'abruzzo:
Link

Bellissima e chiara foto di orme di Lince fatte da Angela e Gianni d'Orefice al Parco d'Abruzzo:
Link

Foto di Capriolo predato da Lince fatta da me al Parco d'Abruzzo:
Link

Ed ora alcuni tra i Link piu' interessanti pe capire cosa e' la Lince europea:

Il sito di Paolo Molinari, il maggiore, se non l'unico, ricercatore sulla Lince in Italia:
Link

Il sito dell'UFAM ente svizzero ri documentazione sulla Lince:
Link

Il sito dell'ELOIS, sito piu' dettagliato che contiene le notizie piu' aggiornate sulla Lince europea:
Link

File PDF in lingua italiana dal sito KORA (sito svizzero di ricerca sulla Lince):
Link

Il sito del Gruppo Lince Italia, promosso da Franco Tassi, ex direttore storico del Parco d'Abruzzo:
Link

Il sito "Piemonte Parchi" con una interessante monografia sulla Lince:
Link

... e ce ne sono molti altri piu' o meno interessanti.

In Italia le Linci presenti sono nel territorio alpino quelle che per dispersione territoriale sono entrate ad Ovest dalla Svizzera e ad Est dalla Slovenia.
In Svizzera c'e' un corposo nucleo di popolazione di Lince europea (Linx linx carpathicus) presente nel territorio del Giura, proveniente da una popolazione originaria importata dalla Repubblica Ceca, in Repubblica Ceca c'e' lo zoo di Otzrawa che e' il maggior distributore europeo di Linci per ripopolamento, le giovani Linci in dispersione territoriale vengono catturate nel parco nazionale di otzrawa che e' confinante col parco tedesco della foresta bavarese; queste Linci in alcuni casi sconfinano nella Val d'Aosta ed a nord del Piemonte. In Slovenia c'e' una popolazione di Linci proveniente da una importazione fatta negli anni '80 dalla Macedonia di esemplari di "Linx linx martinoi" (sottospecie endemica della Macedonia)ed attualmente alcuni esemplari si stanno spostando nella zona italiana del Tarvisiano.

In Appennino la Lince e' ufficialmente estinta nel secolo scorso a causa della caccia e delle trappole per ottenere pelliccie. Vi sono moltissimi dati storici sulla sua passata presenza non solo in Abruzzo ma anche in Matese e sul Pollino.
Attualmente "ufficialmente" non ce ne sono, ma cominciano ad essere evidenti le tracce lasciate da individui che comunque vivono in liberta' sui monti abruzzesi, soprattutto a seguito dell'esplosione demografica dei Cervi, in particolare all'interno dl PNALM. Sull'origine di questi individui ci sono opinioni contrastanti, c'e' chi dice, come Franco Tassi, che si tratta di individui endemici dell'appennino (ipotesi della Linx linx apennina) , venuti allo scoperto e riprodottisi dopo decenni di vita criptica, proprio a causa dell'abbondanza di prede; c'e' chi dice che siano individui di Lince europea immessi abusivamente o clandestinamente ( !?!) nel territorio negli anni '90.
Allo stato attuale la zoologia ufficiale (quella delle grandi universita') praticamente ignora e non si occupa della Lince in appennino, l'unico vero ricercatore, Paolo Molinari, si dedica esclusivamente alla ricerca sulla Lince alpina nel Tarvisiano, mentre le uniche ricerche serie sulla Lince appenninica sono state fatte recentemente da Universita' minori e da giovani neolaureati, in particolare da Silvia Cappiello, dell'Universita' Federico 2° di Napoli che ha fatto una interessantissima ricerca, ben documentata, sulle tracce di Lince anche recenti, sul territorio appenninico, e da Francesco Mossolin, dell'Universita' di Firenze che ha fatto una dettagliata tesi di laurea sulla Lince appenninica assistita dal Gruppo Lince Italia.

Link per scaricare il file *.exe di una sintesi della ricerca di Silvia Cappiello:
Link

Ricordo inoltre la ricerca sul territorio del PNALM eseguita a piu' riprese, gli anni scorsi, da Luc Chazel, massimo esperto europeo di Lince, nonche' scopritore della popolazione di Lince dei Pirenei, ricercatore che ho conosciuto personalmente e che ha trovato nel territorio del parco diverse tracce consistenti in marcature territoriali ed ha registrato il verso della Lince di notte sempre nel PNALM. ovviamente essendo un ricercatore estero terra' per se' e per la sua universita' i risultati della sua ricerca.

Marco
Link
La lince nell'' Appennino centrale

Modificato da - marcospada in data 18 luglio 2008 16:01:12
Torna all'inizio della Pagina

marcospada
Utente Senior


Città: roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


1376 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 18 luglio 2008 : 17:25:14 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Riporto inoltre un recente comunicato stampa del Comitato Parchi:

Nel Parco nazionale d’Abruzzo vivono 50 esemplari di orso marsicano e 15 di lince Stampa E-mail
giovedì 05 giugno 2008

Elaborati i dati relativi al periodo dal 2002 al 2007
VILLETTA BARREA. “In base ai rilievi compiuti e agli elementi da piu’ parti pervenuti, la popolazione di Orso bruno marsicano tuttora esistente nell’Appennino Centrale consisterebbe di oltre 80 individui ...

per la maggior parte gravitanti intorno allo storico Parco Nazionale d’Abruzzo, e presenti quindi essenzialmente in Abruzzo, Lazio e Molise; ma con sporadiche segnalazioni anche da Marche, Campania e Basilicata. Va tuttavia sottolineato che nello stesso periodo sono stati perduti circa 30 individui ad opera soprattutto dell’uomo, con modalita’ diverse. Non sembra avere fondamento, e comunque non e’ stata in alcun modo dimostrata, l’ipotesi dell’uccisione di giovani orsi da parte di maschi adulti (aggressione intraspecifica)”. Ad affermarlo in un comunicato a firma di Franco Tassi, e’ il Comitato Parchi, dopo aver elaborato i dati rilevati da un gruppo interdisciplinare di studiosi negli anni dal 2002 al 2007. Sempre lo stesso gruppo ha rilevato che le linci sono presenti nel Parco Nazionale d’Abruzzo e le zone limitrofe con una popolazione di oltre 15 individui, con almeno 4 tane e vari casi di riproduzione accertati. “Gli avvistamenti - si legge nel comunicato - non sono del tutto infrequenti, soprattutto in alcune zone cruciali favorite da abbondanza di prede e da grande tranquillita’. Esistono anche altri nuclei vitali, sia nell’Appennino centromeridionale (soprattutto in Basilicata e Calabria), che nell’Appennino settentrionale, dove pero’ le linci presenti sarebbero diverse, con caratteri piu’ affini alla Lince europea. Hanno partecipato alle indagini scientifiche e naturalistiche il Coordinatore Franco Tassi e i ricercatori Francesco Mossolin, Luc Chazel, Muriel Da Ros, Marie Jeanne Koffmann, Marco Visci, Lorenzo Rossi, Silvia Cappiello, Luigi Ricci, Marco Spada, Claudio Bertarelli, Emanuele Pisarra, Giuseppe Cancelliere, Matilde Crocini, Gianni Berardi, Giovanni Roviello, Francesco Bevilacqua, Matteo Marchetti, Bruno Santori, Mario Pellegrini, Aurelio Manzi e Angela Natale.


Marco
Link
La lince nell'' Appennino centrale
Torna all'inizio della Pagina

valeriocav
Utente V.I.P.

Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


227 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 18 luglio 2008 : 18:36:06 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Appartengo alla categoria degli scettici

Pardus scrive: "Quello piu' sicuro sono le trappole fotografiche e non capisco perche' nel PNALM non e' ancora stata fatta magari utlizzando esche come fatto in Friuli, visto che a quanto sembra le tracce sono state trovate ed anche fresce a quanto ne so"

sono perfettamente d'accordo, perchè dunque non agire?

Marco, da quella splendida foto fatta al gruppo di cervi tanto discussa non è seguito proprio nulla!

La presenza del felino viene periodicamente annunciata...convegni, siti, esperti....ma i risultati?

PErchè non viene presa in considerazione l'ipotesi delle trappole fotografiche? Al di là dell'aspetto puramente economico non ne vedo alcuna (e non parliamo di costi elevatissimi!)

Ovviamente spero che esistano delle linci nel cuore del PNA, ma non vorrei che venisse sfruttata l'ipotetica presenza del felino per qualche altro scopo, sorta di manovra "publicitaria" a cui ormai non abbocca più nessuno.

Risolviamo la questione monitorando il territorio e attraverso tutte le ricerche necessarie, pubblicando risultati che siano documentabili e non frutto di presunzioni







Valerio
Torna all'inizio della Pagina

marcospada
Utente Senior


Città: roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


1376 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 19 luglio 2008 : 11:55:13 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
E' quello che mi chiedo anch'io, ma chi lo fa' con successo, vedi la ricerca di Paolo Molinari in Friuli, fatta appunto utilizzando trappole fotografiche e trappole vere per mettere il radiocollare, lo fa con i fondi della propria universita' ed utilizzando il tempo per cui e' pagato. In centro italia nessuno se ne occupa, ne ho pure parlato per email con Francesco Petretti, chiedendogli se con la sua Universita' di Camerino non potesse avviare una ricerca su basi scientifiche sulla presenza della Lince nel parco dei Monti Sibillini, dove anche li' sono state avvistate tracce di presenza. I giovani zoologi come Cappiello e Mossolin che hanno fatto tesi di laurea sulla Lince in appennino purtroppo per campare devono occuparsi di altre cose e non hanno incentivi per occuparsene. L'unico ente che se ne occupa e' un ente privato, il Gruppo Lince Italia presieduto da Franco Tassi, ed essendo appunto privato non ha alcun riconoscimento da parte della zoologia ufficiale e funziona esclusivamente su basi volontarie, senza soldi tanto per intenderci. Poi e' risaputo che in Italia, tutte le iniziative di Franco Tassi (per chi non lo conosce e' stato per 30 anni il direttore del Parco nazionale d'Abruzzo prima di essere stato fatto fuori dalla politica con un colpo di mano pilotato dal ministero mentre si operava al cuore) sono viste dai zoologi ufficiali come fumo negli occhi.

Marco
Link
La lince nell'' Appennino centrale

Modificato da - marcospada in data 19 luglio 2008 11:58:12
Torna all'inizio della Pagina

hycanus
Utente V.I.P.


Città: Prato
Prov.: Prato

Regione: Toscana


494 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 19 luglio 2008 : 12:04:08 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Interessantissima documentazione...vi ringrazio per avermi permesso di saperne qualcosa in piu'. Credo, e spero che ognuno di noi possa, nel suo piccolo, alimentare questa discussione magari con elementi pratici individuabili nelle frequenti escursioni che facciamo , sebbene estremamente difficili da riscontrare (mi riferisco a impronte, fatte e quant' altro). Io faro' il possibile...del lupo credo di aver acquisito una discreta documentazione...mi impegnero' anche per la lince!
Grazie ancora
Luca
Torna all'inizio della Pagina

marcospada
Utente Senior


Città: roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


1376 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 19 luglio 2008 : 15:27:50 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Mi piacerebbe, se i gestori del forum lo ritengano opportuno, che questo thread sia sempre in primo piano, in cima alla sezione "mammiferi" come quello che riguarda l'Orso, in modo che diventi un riferimento per la segnalazione di qualsiasi indizio, foto di orme, di fatte, anche testimonianze individuali, che possano contribuire alla conoscenza della Lince e della sua eventuale presenza in ambiente appenninico. Inviterei tutti coloro che anche in altri thread passati hanno inserito testimonianze, esperienze personali e foto ad inserirle anche qui.

Marco
Link
La lince nell'' Appennino centrale
Torna all'inizio della Pagina

ELAFO
Utente Senior


Città: Olbia
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


4216 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 19 luglio 2008 : 15:43:42 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di marcospada:

Mi piacerebbe, se i gestori del forum lo ritengano opportuno, che questo thread sia sempre in primo piano, in cima alla sezione "mammiferi" come quello che riguarda l'Orso, in modo che diventi un riferimento per la segnalazione di qualsiasi indizio, foto di orme, di fatte, anche testimonianze individuali, che possano contribuire alla conoscenza della Lince e della sua eventuale presenza in ambiente appenninico. Inviterei tutti coloro che anche in altri thread passati hanno inserito testimonianze, esperienze personali e foto ad inserirle anche qui.

Marco
Link
La lince nell'' Appennino centrale



Per il mio modestissimo parere, è un'ottima idea!
Ciao!

Alessandro
"ELAFO"
Torna all'inizio della Pagina

hycanus
Utente V.I.P.


Città: Prato
Prov.: Prato

Regione: Toscana


494 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 20 luglio 2008 : 17:09:21 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ieri notte, durante una sessione di wolf howling in Mugello (monte Peschiena), ho approfondito l' argomento lince e mi è stato riferito di presunti avvistamenti del felino, sia nel parco delle foreste Casentinesi che nei boschi della valle del Sestaione (zona Campolino-Abetone (PT)...due luoghi che potrebbero essere l' habitat ideale per il predatore.

Luca

Modificato da - hycanus in data 20 luglio 2008 17:17:30
Torna all'inizio della Pagina

valeriocav
Utente V.I.P.

Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


227 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 21 luglio 2008 : 09:15:55 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Marco,
sono d'accordo, è un'ottima idea

Valerio
Torna all'inizio della Pagina

pardus
Utente Senior

Città: solaro
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


1277 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 21 luglio 2008 : 12:22:39 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
anche per me sarebbe ottimo, ma rilancio...

essendo i grossi carnivori cosi' elusivi, io farei per ognuno dei nostri grandi(orso, lupo, lince) un post dove mettere tutte le segnalazioni che arrivano da tutta italia, una specie di database.
Ad esempio al gran paradiso ho trovato 2 fatte di lupo, se ci fosse un post appositivo, intitolato semplicemente Lupo in Italia si potrebbbe mettere li'....costituirebbe un buon database sulle presenza delle varie specie.


Che ne dite??
Torna all'inizio della Pagina

hycanus
Utente V.I.P.


Città: Prato
Prov.: Prato

Regione: Toscana


494 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 21 luglio 2008 : 12:44:28 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di pardus:

anche per me sarebbe ottimo, ma rilancio...

essendo i grossi carnivori cosi' elusivi, io farei per ognuno dei nostri grandi(orso, lupo, lince) un post dove mettere tutte le segnalazioni che arrivano da tutta italia, una specie di database.
Ad esempio al gran paradiso ho trovato 2 fatte di lupo, se ci fosse un post appositivo, intitolato semplicemente Lupo in Italia si potrebbbe mettere li'....costituirebbe un buon database sulle presenza delle varie specie.


Che ne dite??



E' un' ottima proposta...aspettiamo altri consensi e poi direi di aprire i relativi post.

Modificato da - hycanus in data 21 luglio 2008 12:44:58
Torna all'inizio della Pagina

valeriocav
Utente V.I.P.

Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


227 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 21 luglio 2008 : 13:13:27 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Condivido l'iniziativa

Valerio
Torna all'inizio della Pagina

Acipenser
Utente Senior


Città: Francoforte sul Meno
Prov.: Estero

Regione: Germany


1668 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 23 luglio 2008 : 21:50:56 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Anche a me sembra davvero una bella iniziativa!

Tautò tèni zon kài
tethnekós kai egregoròs
kai kathèudon kai nèon kai
gheraiòn tade gàr
metapésonta ekéina ésti
kakèina pàlin táuta.

Eraclito, Frammenti, 88; Di passaggio, Franco Battiato.
Torna all'inizio della Pagina

hycanus
Utente V.I.P.


Città: Prato
Prov.: Prato

Regione: Toscana


494 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 27 luglio 2008 : 19:11:28 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Oggi pomeriggio ero a S. Marcello Pistoiese e parlando con una persona del luogo, il discorso e' caduto sulla lince...mi ha riferito di almeno tre avvistamenti certi di un animale con le caratteristiche morfologiche della lince proprio nei boschi della zona...naturalmente mi sono rriproposto di fare quanto prima un sopralluogo!
Torna all'inizio della Pagina

AngelaI
Utente Super


Città: Sant'Elia Fiumerapido (FR) - 03049
Prov.: Frosinone

Regione: Lazio


13740 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 28 luglio 2008 : 12:56:58 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Amici, visto che parliamo di linci vediamolo anche questo bellissimo animale.

Non vi allarmate: le immagini provengono dall'AREA FAUNISTICA DI CIVITELLA ALFEDENA (AQ) nel Parco Nazionale d'Abruzzo.

Ieri, complice il cattivo tempo che non ci ha permesso di salite in quota, abbiamo fatto un ulteriore tentativo per vedere la lince. Ci avevamo provato già tre volte con risultati deludenti perchè l'avevamo vista per pochissimo tempo da lontano e avevamo fatto alcune foto non molto belle.
Questa volta siamo stati fortunati.
Infatti, pur essendo confinata - purtroppo - in una zona delimitata da una recinzione, non è affatto semplice vederla per vari motivi: intanto la collocazione dell'area non facilita l'avvistamento, poi c'è una vegetazione fittissima con tanti alberi, arbusti e erba alta che permettono all'animale di nascondersi bene (per fortuna!), infine le abitudini della lince, che si muove furtiva soprattutto all'alba e al tramonto, rendono ancora più difficile l'avvistamento.

E' veramente uno splendido animale, che gioia sarebbe saperla vivere libera e altera, nascosta nelle foreste più inaccessibili dell'Appennino.

Angela e Gianni
Immagine:
La lince nell'' Appennino centrale
144,71 KB
Torna all'inizio della Pagina

AngelaI
Utente Super


Città: Sant'Elia Fiumerapido (FR) - 03049
Prov.: Frosinone

Regione: Lazio


13740 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 28 luglio 2008 : 12:57:34 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Immagine:
La lince nell'' Appennino centrale
181,8 KB
Torna all'inizio della Pagina

AngelaI
Utente Super


Città: Sant'Elia Fiumerapido (FR) - 03049
Prov.: Frosinone

Regione: Lazio


13740 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 28 luglio 2008 : 12:58:11 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Immagine:
La lince nell'' Appennino centrale
190,25 KB
Torna all'inizio della Pagina

AngelaI
Utente Super


Città: Sant'Elia Fiumerapido (FR) - 03049
Prov.: Frosinone

Regione: Lazio


13740 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 28 luglio 2008 : 12:58:52 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Immagine:
La lince nell'' Appennino centrale
179,45 KB
Torna all'inizio della Pagina

AngelaI
Utente Super


Città: Sant'Elia Fiumerapido (FR) - 03049
Prov.: Frosinone

Regione: Lazio


13740 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 28 luglio 2008 : 12:59:31 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Immagine:
La lince nell'' Appennino centrale
192,76 KB
Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 33 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Pagina Successiva >>

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,56 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net