testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Leggi il nostro regolamento!! Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
   ACARI, SCORPIONI E RAGNI
 Araneae
 Ragno violino Loxosceles rufescens - non usare il post per richieste di identificazioni
 Nuova Discussione  Discussione Bloccata
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
<< Pagina Precedente | Pagina Successiva >>
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag.di 25

PiErGy
Moderatore

Città: Pescara
Prov.: Pescara

Regione: Abruzzo


2195 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 18 luglio 2008 : 10:24:08 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
1- E' possibile che in altri soggetti il loro morso provochi solo delle comuni bolle (tipo zanzara ma più pruriginose?). Son stato fortunato o la reazione è sempre quella che si vede nelle foto all'inizio di questo post??
2- E' possibile che altri ragnetti somiglino a questo temuto ragno violino?


Ovviamente le reazioni al veleno possono essere più o meno violente a seconda della sensibilità dell'individuo morso. Il loxoscelismo si ha di solito solo in persone molto sensibili al veleno di questo ragno. C'è anche da dire che il discorso è controverso perché in Europa i casi segnalati di morsi di questo ragno sono esigui mentre in America per i morsi dei ragni di questo genere (le specie più note e pericolose: L. reclusa, L. laeta) si hanno moltissime segnalazioni. Può darsi che il morso non venga riconosciuto dai medici oppure che in Europa il veleno sia meno pericoloso e anche la presenza di batteri (Clostridium perfringens) nelle ghiandole velenifere sia marginale o molto limitata... Oppure dipenda dalle dimensioni inferiori degli esemplari europei (che limita la possibilità di un morso, visto che si tratta di ragni con cheliceri comunque piccoli).
Non sono ragni tendenti a mordere, possono anche camminarti sopra una gamba o una mano ma credo che mordano solo se afferrati o schiacciati inavvertitamente.

Pochi ragni somigliano davvero a questo: magari un profano può confonderlo con una piccola Tegenaria o qualche Scytodes. Anche in casa mia saltano fuori degli esemplari ogni tanto ma fino ad ora nessun problema.


...Rivuoi la scelta, rivuoi il controllo, rivoglio le mie ali nere, il mio mantello. La chiave della felicità è la disobbedienza in sé, a quello che non c'è.

Credi di far sognare e la verità è che la gente sta male...Inseguendo ogni giorno la normalità, che ci ucciderà.
Torna all'inizio della Pagina

insonne
Utente nuovo

Città: Pontassieve
Prov.: Firenze

Regione: Toscana


11 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 18 luglio 2008 : 12:01:31 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Molte grazie per le risposte e complimenti!
Giuseppe
Torna all'inizio della Pagina

gianni45
Utente Junior

Città: Verona
Prov.: Verona

Regione: Veneto


52 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 20 luglio 2008 : 19:12:45 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao a tutti,
mi sono iscritto oggi, 20/7/2008, al Vostro sito, in quanto nella mia continua ricerca di informazioni sui Loxosceles, mi sono accorto che la mia vicenda, forse, è meglio che venga conosciuta dal maggior numero di persone.
Sono uno dei rari individui che ha l'onore di avere un autografo permanente di un Loxosceles Rufescens(?) sul polpaccio, in un incontro avvenuto il 24 ottobre 2006.
In compenso, io posseggo il suo ritratto.
Credo sia importante leggere la sequenza degli avvenimenti, avendo fatto da solo sia la diagnosi, che la cura sperimentale.
Ritengo, inoltre possa essere utile vedere nel tempo l'evoluzione della ferita,tramite le foto(14 foto), come pure il ritratto del Loxosceles.
Se l'amministratore del Vostro sito pensa che possa essere interessante, sarò ben lieto di mettere il tutto a Vostra disposizione.
La mia vicenda, senza foto, l'ho messa su di un altro sito nel 2007,come pure le foto, che si trovano su di un sito americano.
Adesso desidererei che sia il racconto che le foto siano su di un unico sito.
Se l'Amministratore vorrà dare un'occhiata alla storia, come alle foto, sarò ben felice di fornire tutte le informazioni necessarie.
Ciao a tutti,
Gianfranco
Torna all'inizio della Pagina

PiErGy
Moderatore

Città: Pescara
Prov.: Pescara

Regione: Abruzzo


2195 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 20 luglio 2008 : 20:33:54 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ho chiesto un parere agli amministratori. Come sono le foto? Non è un forum medico e credo che alcuni utenti potrebbero essere suscettibili a foto di necrosi e piaghe, ho idea di cosa è capace il morso di questo ragno.

Su documentazioni e informazioni sul tuo caso, non vedo invece alcun problema di sorta. Penso anzi sia utile e importante condividerle e ti ringrazio in anticipo.

...Rivuoi la scelta, rivuoi il controllo, rivoglio le mie ali nere, il mio mantello. La chiave della felicità è la disobbedienza in sé, a quello che non c'è.

Credi di far sognare e la verità è che la gente sta male...Inseguendo ogni giorno la normalità, che ci ucciderà.
Torna all'inizio della Pagina

PiErGy
Moderatore

Città: Pescara
Prov.: Pescara

Regione: Abruzzo


2195 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 20 luglio 2008 : 20:42:57 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Istrice ha dato il via libera, puoi postare documentazione e foto.

...Rivuoi la scelta, rivuoi il controllo, rivoglio le mie ali nere, il mio mantello. La chiave della felicità è la disobbedienza in sé, a quello che non c'è.

Credi di far sognare e la verità è che la gente sta male...Inseguendo ogni giorno la normalità, che ci ucciderà.
Torna all'inizio della Pagina

gianni45
Utente Junior

Città: Verona
Prov.: Verona

Regione: Veneto


52 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 21 luglio 2008 : 16:37:22 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Immagine:
Ragno violino Loxosceles rufescens - non usare il post per richieste di identificazioni
95,36 KB

Immagine:
Ragno violino Loxosceles rufescens - non usare il post per richieste di identificazioni
101,78 KB
Immagine:
Ragno violino Loxosceles rufescens - non usare il post per richieste di identificazioni
87,72 KB

Immagine:
Ragno violino Loxosceles rufescens - non usare il post per richieste di identificazioni
104,26 KB
Immagine:
Ragno violino Loxosceles rufescens - non usare il post per richieste di identificazioni
89,31 KB
Immagine:
Ragno violino Loxosceles rufescens - non usare il post per richieste di identificazioni
67,16 KB
Immagine:
Ragno violino Loxosceles rufescens - non usare il post per richieste di identificazioni
87,95 KB
Immagine:
Ragno violino Loxosceles rufescens - non usare il post per richieste di identificazioni
73,27 KB
Immagine:
Ragno violino Loxosceles rufescens - non usare il post per richieste di identificazioni
78,49 KB
Immagine:
Ragno violino Loxosceles rufescens - non usare il post per richieste di identificazioni
71,02 KB
Immagine:
Ragno violino Loxosceles rufescens - non usare il post per richieste di identificazioni
79,78 KB
Immagine:
Ragno violino Loxosceles rufescens - non usare il post per richieste di identificazioni
99,49 KB
Torna all'inizio della Pagina

a p
utente ritirato in data 22.02.2012



9799 Messaggi

Inserito il - 21 luglio 2008 : 16:44:10 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Non trovo nessuna delle foto traumatizzanti, bensì un reportage utilissimo di cui Ti ringraziamo. Una documentazione così dettagliata può aiutare il "prossimo malcapitato" speriamo non ce ne siano, a capire come comportarsi!

Alessandro PD


Chi ama la Natura le lascia i suoi fiori
Torna all'inizio della Pagina

insonne
Utente nuovo

Città: Pontassieve
Prov.: Firenze

Regione: Toscana


11 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 22 luglio 2008 : 01:31:55 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Salve, con un po' di preoccupazione ne ho appena trovato uno sul muro di camera da letto.

Ho cercato di recuperarlo vivo, ma una mia mossa sbagliata gli è stata fatale.

Vorrei una parola di conforto perché sono un po' agitato... A vederlo sembrava assolutamente inoffensivo. Il corpo era di 5 mm, le zampe di circa 12 mm. L'ho guardato con una lente di ingrandimento e l'ho confrontato con le vostre foto. Ora non ho dubbi... é uno di loro, anche perché la mia casa è nel suo habitat, ovvero tra i tetti.

Pensate che viste le dimensioni possa essere pericoloso?

Cosa posso fare per assicurarmi di non avere altri ospiti?

Per la cronaca, in casa avevo trovato un paio di piccoli cadaveri e uno vivo che avevo liberato immaginandolo un inoffensivo e simpatico ragnetto.
Cosa mi consigliate?
Grazie infinite!

Giuseppe
Torna all'inizio della Pagina

hutia
Utente Senior

Città: piazze
Prov.: Siena

Regione: Toscana


956 Messaggi

Inserito il - 22 luglio 2008 : 10:10:53 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
grazie agli amministratori e soprattutto a te per averci fatto condividere la tua esperienza.
come già era stato detto in un post , in italia sono pochissimi i casi documentati e nulle le ricerche mediche al riguardo, quindi i medici che uno si trova di fronte sicuramente non sanno nulla di come comportarsi e questo non è bello e questo mi pare che è evidente anche dal tuo racconto.
Grazie
ma nei mitici U.S.A. cosa fanno di standard diciamo, e soprattutto i risultati sono migliori?
Grazie
Torna all'inizio della Pagina

Henry
Moderatore

Città: Cervignano del Friuli
Prov.: Udine

Regione: Friuli-Venezia Giulia


1269 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 22 luglio 2008 : 12:18:27 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di insonne:


Cosa posso fare per assicurarmi di non avere altri ospiti?

Per la cronaca, in casa avevo trovato un paio di piccoli cadaveri e uno vivo che avevo liberato immaginandolo un inoffensivo e simpatico ragnetto.
Cosa mi consigliate?
Grazie infinite!

Giuseppe



Non si può fare molto, l'unica è prendere adulti giovani ed ovisacchi e portarli all'esterno..

Ringrazio Gianni per aver fornito queste foto.
Per caso hai conservato il cadavere? Sapresti dire se superava o meno il centimetro di corpo? E' importante per caèire se è L. rufescens o una specie diversa alloctona

Mandi..!
Torna all'inizio della Pagina

gianni45
Utente Junior

Città: Verona
Prov.: Verona

Regione: Veneto


52 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 22 luglio 2008 : 17:58:59 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Alessandro,
volevo innanzitutto ringraziarti e chiederti, avendo pochissima esperienza e di forum e di foto da spedire,perchè non è possibile, una volta che le foto sono sul forum, ingrandirle?
Nella prima foto del ragno i 2 occhi si notano con difficoltà, mentre l'originale ( che misura 225 Kb)è di gran lunga superiore sia sotto l'aspetto fotografico che quello scientifico.
Non è possibile togliere la foto insulsa del ragno e magari altre per arrivare allo stesso totale di Kb?
Mi sono reso conto, adesso, che potevo mandarla senza ridurla.
Vorrei mandartela per avere un tuo parere sulla differenza che io riscontro.

Ciao,
Gianfranco


Modificato da - gianni45 in data 22 luglio 2008 18:15:58
Torna all'inizio della Pagina

Carlmor
Moderatore Trasversale


Città: Varese
Prov.: Varese

Regione: Lombardia


8940 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 22 luglio 2008 : 20:18:37 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
gianni innanzitutto mi accodo ai ringraziamenti per la documentazione molto interessante ...

per quanto riguarda le foto
le prime appaiono piccole non tanto per il "peso" in kb, ma perchè hanno come dimensioni solo 300x242 pixel e quindi più grandi di così non si possono vedere nelle discussioni,
se la foto originale che vuoi cambiare ha dimensioni maggiori puoi mandarla ad un moderatore di sezione che dovrebbe riuscire a sostituirla senza problemi


Carlo
Torna all'inizio della Pagina

gianni45
Utente Junior

Città: Verona
Prov.: Verona

Regione: Veneto


52 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 22 luglio 2008 : 20:23:47 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Henry,
certo che ho il corpo del Loxosceles.
Lo conservo in un vasetto, come una reliquia!
Misura 7 mm, ma considerato che si è piegato e non voglio raddrizzarlo per non spaccarlo, ho aggiunto 1 mm. Totale 8 mm circa. Assolutamente non arriva ad 1 cm. Dovrebbe essere un Rufescens; ma il mio amore per i ragni è nato con lui e come si sa, in amore si sbaglia facilmente!

Ho pensato, per conservarlo,senza metterlo sotto formalina, che sia sufficiente non esporlo all'aria, alla luce e all'umidità.
E' sufficiente o sbaglio??
Ciao, Gianfranco
Torna all'inizio della Pagina

gianni45
Utente Junior

Città: Verona
Prov.: Verona

Regione: Veneto


52 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 22 luglio 2008 : 21:43:06 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Carlmor,
tu sei un moderatore, provo a mandare la foto a te.
Speriamo riesca a farla passare.
Ciao.
Gianfranco
Immagine:
Ragno violino Loxosceles rufescens - non usare il post per richieste di identificazioni
231,37 KB
Torna all'inizio della Pagina

Altair
Utente V.I.P.


Città: Ariccia
Prov.: Roma

Regione: Lazio


112 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 22 luglio 2008 : 21:57:33 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie, Gianfranco, per le tue foto. Non mi ero mai preoccupata degli effetti necrotizzanti del morso di ragno e in questo modo ho potuto vedere cosa può combinare il Loxosceles e la cicatrice che resta a distanza di mesi.
Non mi è mai capitato di vederlo, in casa o fuori (zona sud ovest di Roma), ma spero di saper riconoscerlo a prima vista se mi venisse a fare visita.
Anna
Torna all'inizio della Pagina

gianni45
Utente Junior

Città: Verona
Prov.: Verona

Regione: Veneto


52 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 22 luglio 2008 : 22:34:52 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Insonne,
ti scrivo tutte le informazioni di cui sono a conoscenza, la maggior parte di esse provengono da siti U.S.A.
1)Rimuovere i L. (Loxosceles) da un'area abitativa, può richiedere 6 mesi o più, poichè essi si disperdono facilmente nella costruzione.
2) pulisci bene solaio, cantina, garage e casa calzando guanti e bloccandoti la parte terminale dei calzoni, da cui potrebbero salire! Se usi l'aspirapolvere, attento al sacchetto dove lo vuoti. Metti in sacchi tutto ciò che non utilizzi, invece di lasciare tutto sparpagliato. Elimina insetti morti,(caviale per i L.),ragnatele, ovosacco.
3) puoi usare delle trappole costituite da scatole, con base appiccicosa, non so se le vendano in Italia e quale effetto abbiano, ma io proverei a costruirle.
Gli insetticidi, li esluderei, perchè potrebbero intossicare soprattutto te e non so con quali risultati sul L.
4) non buttare calze o altro vestiario per terra; controlla il letto prima di coricarti e tienilo lontano dal muro; non lasciare che lenzuola o altro tocchino per terra, nella notte.
Scuoti bene gli indumenti prima di indossarli, scarpe comprese.
Attento ad asciugamani o altro attaccato alle pareti. Non bere coca o altro in lattina , lasciandone una parte,sul tavolo, senza metterla in frigo, perchè magari alzandoti la notte, per terminare la bevanda. potresti bere anche il L. che ti morderebbe sulla lingua (esperienza di un americano).
Controlla anche la carta igienica(esperienza di donna U.S.A.,morsa ai genitali).
Un soldato americano,forse, per par condicio, dormendo per terra, si è fatto mordere, però, ai genitali maschili.
Tieni presente che i L. non sono aggressivi ( meno male!!).
Gli amici del foro ti potranno dare altre informazioni.
Ciao.
Gianfranco

Modificato da - gianni45 in data 22 luglio 2008 22:41:13
Torna all'inizio della Pagina

insonne
Utente nuovo

Città: Pontassieve
Prov.: Firenze

Regione: Toscana


11 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 23 luglio 2008 : 01:16:59 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
X Gianni45
Grazie per le indicazioni che seguirò scrupolosamente.
Gli esemplari che ho trovato durante le pulizie di casa erano piuttosto piccoli: 5 mm. Hai idea del grado di pericolosità del morso di queste bestiole? Mi è parso di capire che più sono piccoli meno sono pericolosi. Che ne pensi?
Grazie ancora a tutti i frequentatori del forum.
Giuseppe
Torna all'inizio della Pagina

gianni45
Utente Junior

Città: Verona
Prov.: Verona

Regione: Veneto


52 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 23 luglio 2008 : 01:26:29 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao hutia,
per quello che ho letto, la situazione in Italia è questa: se escludiamo i super esperti del settore,nessuno è al corrente dell'esistenza di un ragno chiamato Loxosceles che può anche mandarti all'altro mondo o farti trovare con un arto o parte di esso in meno.
E' vero, i casi gravi sono rari, si dice siano del 10%, sul totale dei colpiti.
I mortali o gli amputati saranno forse meno dell'1%.
Apro una parentesi sulla gravità del morso che consta di 3 gradi, secondo una ricerca israeliana del 2005, che ha trattato 54 pazienti, tra il 1997 ed il 2004 :
Leggero, 1^ grado: eritema ed edema leggeri, senza necrosi
Moderato, 2^ grado: eritema, edema, vescicolazione, necrosi della pelle < 1 cm^2
Grave, 3^ grado esteso eritema, edema, bolle,ulcera,necrosi della pelle > 1 cm ^2.

Poi esiste la classificazione di Auer per i morsi di BRS( Brown Reclusa Spider)
Il Loxosceles rufescens( Mediterranean recluse) si distingue dal BRS per i suoi genitali e per la disposizione degli occhi.
Gli occhi anteriori sono separati dai laterali da 1 1/2-2 lunghezze, invece di 1 o meno del Recluse(se vi sono altre caratteristiche, gli amici del forum te le diranno);
1^ grado: leggero locale eritema nel luogo della morso;
2^a grado: area necrotica < 1 cm in diametro;
2^b grado: lesione come in 2^a accompagnata da leggera reazione sistemica(nausea, febbre);
3^ grado: necrosi misurante 1-4 cm in diametro accompagnata da moderata reazione sistemica(artralgia, brividi, febbre, prurito generalizzato,petecchie);
4^a grado: necrosi misurante più di 4 cm in diametro accompagnata da coagulopatia, grave emolisi e emoglobinuria;
4^b come in 4^a , in più insufficienza renale, infezioni secondarie e shock.

Nota: non capisco perchè adoperino una sola dimensione per le ferite.

Penso che, anche se ci sono più probabilità di essere colpiti da un fulmine, che essere morsi da un L., tutti dovrebbero essere al corrente della loro esistenza ed in primis i medici.
Chi dà l'informazione deve essere estremamente attendibile, in caso contrario, come purtroppo avviene, l'informazione porta al panico.

L'essere morsi non ha comportato solo un dolore fisico ( talune donne hanno detto che è superiore al dolore del parto), ma soprattutto non riuscire a capire cosa diavolo sia. Non poter cercare informazioni su Internet perchè non riesci a stare in piedi, nè seduto e temi effettivamente di perdere la gamba.
Ma quello che mi ha più sconcertato è stato sapere da un mio amico( non è medico) e non dal dermatologo che la puntura del tafano è dolorosa e quindi non ero stato punto, come avevo ipotizzato subito.
Poi scoprire che 3 dei 4 farmaci dati erano nefrotossici e tra questi c'era l'Aulin( Nimesulide) piuttosto epatotossico, la cui vendita è stata vietata nel 2002 in Finlandia e Spagna.
Non utilizzato in USA, Gran Bretagna, Germania e Giappone, ma molto consumato in Italia.
Sarebbe stato meglio,quindi che sia il dermatologo chel'immunologo, fossero stati informati dell'esistenza del L. e del suo morso nefrotossico.
Passiamo agli U:S.A., dove c'è una disputa tra un entomologo che ripetutamente pubblica ricerche, sostenendo che i medici sovrastimino il numero dei casi di morsi da BRS e le persone che finendo in ospedale sostengono il contrario.
In ogni caso la maggior parte dei medici sembra non riconoscere il morso da BRS, anche se con l' aumentare dei casi, la percentuale sia diminuita.
Le cure sono varie, ma principalmente: antibiotici, antistaminici, antidolorifici, cortisonici, Dapsone ( un'antilebbra),farmaco da utilizzare con estrema cautela e camera iperbarica.
Taluni preferivano il R.I.C.E, acronimo che sta per Rest( riposo), Ice(ghiaccio), Compression( compressione), Elevation (elevazione).
Come ho già detto qualche ricercatore non esiste una cura corretta per il morso di BRS.
Sino a qualche tempo fa si apriva la ferita e si faceva pulizia.
Poi per qualche caso, trapianto di pelle.che non sempre attecchiva e così si apriva una ferita da un'altra parte.
Negli U.S.A. è superiore il numero dei medici che riconoscono il morso, essendo molto più alto il numero dei casi in Italia, solo rarissimi medici ne sono al corrente.
Finale:
ho pubblicato la mia vicenda con la parte descrittiva e le foto su di un sito americano, il proprietario del sito, perfettamente d'accordo sul mio metodo, di controllare l'infezione, dopo un anno e due mesi ha tolto la parte descrittiva ed ha lasciato le foto.
Ho chiesto il perchè e non ho avuto risposta; il sito dice che io posso nodificare o togliere sia la parte descrittiva che le foto.
Ho cercato di farlo, ma è stato impossibile.
Ipotizzo che abbia avuto pressioni, ma da chi?
Ciao,
Gianfranco
Torna all'inizio della Pagina

gianni45
Utente Junior

Città: Verona
Prov.: Verona

Regione: Veneto


52 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 23 luglio 2008 : 01:43:12 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Insonne,
( io sto morendo dal sonno)
ricordo di aver letto che i Loxosceles piccoli non riescono, a differenza degli adulti, a controllare la quantità di veleno da iniettare, quindi sarebbero più pericolosi, in quanto ne inoculerebbero una quantità maggiore.
Ho letto del "morso secco" cioè senza l'introduzione del veleno,per spaventare soltanto..
Ma forse solo il James Bond dei Loxosceles riesce a farlo!
Il veleno non deve essere sprecato serve per procurarsi il cibo.
Nello stesso tempo, sarei portato a pensare che un piccolo possa sintetizzare una quantità minore e quindi dovrebbe essere meno pericoloso.
In sostanza, non so risponderti; serve l'aiuto di un amico del Forum.
Ciao,
Gianfranco





Torna all'inizio della Pagina

gianni45
Utente Junior

Città: Verona
Prov.: Verona

Regione: Veneto


52 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 23 luglio 2008 : 08:48:13 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Altair,
qualche mese fa, avevo incominciato a raccogliere inormazioni sui luoghi in cui il Loxosceles è stato fotografato, visto oppure aveva morso.
Attenzione,ad interpretare questi dati, che non vogliono indicare che la città o la regione è invasa dai Loxosceles, se no si fa la solita pessima informazione che porta le persone o ad essere superficiali e quindi ad ignorare le notizie, oppure al contrario, a farsi travolgere dal panico.
Sardegna ( pubblicazione di medici su Publimed di 3 casi; poi 1 meccanico, forse attualmente morto, in seguito al morso). In base a diverse segnalazioni, di aracnofili,apparirebbe essere la regione con più presenze di L.
Lombardia: Milano ( bambino, figlio di un aracnofilo, che inconsapevolmente aveva L.sul braccio ) + 1 donna che ha ricevuto 2 morsi sul collo; morta in 3 giorni( notizia pubblicata su di un Internet da Francesco Tomasinelli & Scoti , in lingua inglese)
Veneto: Verona(morso il sottoscritto )e Venezia
Abruzzi: Chieti (morso Majella; foto e racconto in questo sito)
Toscana: Foto di Luciana Bartolini
Liguria: Genova
Sicilia, L. raccolti da aracnofilo
Umbria.

Quindi attualmente non ho dati di ritrovamento di Loxosceles nella tua regione.
Se ne incontri uno, fammelo sapere, così lo mettiamo nell'elenco.
L. sarà felice di sapere che ha altri parenti in giro per l'Italia.
Ciao,
Gianfranco

Modificato da - gianni45 in data 23 luglio 2008 09:20:17
Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 25 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

<< Pagina Precedente

|
Pagina Successiva >>

 Nuova Discussione  Discussione Bloccata
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,57 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net