testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: L'iscrizione al nostro Forum è gratuita e permette di accedere a tutte le discussioni.
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Micologico Natura Mediterraneo
   ASCOMYCETES
 Schede di Ascomycetes
 Le Cordyceps
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva >>
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag.di 4

Lipo
Utente Senior


Città: Desio
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3330 Messaggi
Micologia

Inserito il - 22 febbraio 2009 : 16:53:17 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Ordine: Hypocreales Famiglia: Clavicipitaceae Genere: Cordyceps Specie:Cordyceps
Cordyceps (Fr.) Link


Presentazione

Position in classification:
Clavicipitaceae, Hypocreales, Hypocreomycetidae, Sordariomycetes, Ascomycota, Fungi

I funghi del genere Cordyceps (Fr.) Link sono ascomiceti appartenenti ai cosiddetti Pirenomiceti.
L’ordine dei funghi Pirenomiceti si divide in Clavicipetacee e Xylariacee.
Delle Clavicipetacee fanno parte le Claviceps (Claviceps purpurea) e le Cordyceps su cui soffermeremo la nostra attenzione.
Questi funghi sono caratterizzati da elementi con un habitus inconfondibile e quindi facilmente riconoscibili direttamente sul campo, si tratta di specie parassite (simbionti?) che si adattano ad substrati davvero sorprendenti, si insediano sia su funghi ipogei del genere Elaphomyces Nees (tartufi dei cervi) ed anche su carcasse di insetti (ragni, formiche, vespe, coleotteri, farfalle etc.) e di larve e bruchi interrati.
Quindi li possiamo dividere in due gruppi principali: il primo che parassita funghi ipogei ed è composto a livello mondiale da una quindicina di specie ed il secondo che parassita insetti vari ed in numero molto maggiore del precedente. Si valutano circa 18 specie conosciute in Europa, mentre nel mondo, secondo studi recenti, il conteggio arriva ben oltre le 400 specie [“ Phylogenetic classification of Cordyceps and the clavicipitaceous fungi” (2007)]. Abbondanti soprattutto nelle foreste tropicali, in particolar modo in Asia (Giappone, Cina, Tailandia e Corea,) dove alcune di queste specie vengono addirittura utilizzate da un migliaio di anni nella medicina tradizionale cinese (Cordyceps sinensis s.l.).
Ricordiamo anche, che la Claviceps purpurea (segale cornuta) citata precedentemente, è stata nell’antichità la responsabile di avvelenamenti alimentari (ergotismo). Ed anche che dalla sintesi di un suo acido (acido lisergico) è stato sintetizzato un composto chimico chiamato LSD (A.Hoffmann 1943), uno dei più potenti allucinogeni.



Modificato da - Andrea in Data 26 aprile 2009 12:50:51

Lipo
Utente Senior


Città: Desio
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3330 Messaggi
Micologia

Inserito il - 22 febbraio 2009 : 16:53:42 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Argomenti

--Parassitismo dei Funghi
--Cordyceps sp.
--Composizione delle Cordyceps
--Cordyceps sp. nella medicina
--Forma asessuale
Torna all'inizio della Pagina

Lipo
Utente Senior


Città: Desio
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3330 Messaggi
Micologia

Inserito il - 22 febbraio 2009 : 16:59:00 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Parassitismo dei Funghi

I Funghi sono organismi eterotrofi, cioè che si nutrono di sostanze organiche preparate da altri esseri viventi, contrariamente agli autotrofi ( le piante ) che sono in grado di produrre da sole la sostanza organica necessaria per vivere (fotosintesi). Oltre a questo necessitano ovviamente di sostanze minerali quali composti inorganici di azoto, fosforo, zolfo etc. ma soprattutto di acqua ed alcune vitamine. Non esiste luogo in terra, acqua ed aria immune da funghi a condizione che ci sia della sostanza organica.
Ora stiamo considerando i funghi parassiti, quindi che si nutrono a spese di organismi viventi.
Essi possono nutrirsi di piante legnose ed erbacee , di alghe, altri funghi, animali ed insetti ed anche di esseri umani.
La presenza di un parassita comporta un’alterazione dei tessuti contaminati portando le cellule più o meno velocemente verso la morte. Come ad esempio nelle piante, se la contaminazione è estesa e non si interviene preventivamente, si avrà la perdita della pianta intera.

Il maggior fungo parassita conosciuto è l’ Armillaria (Chiodino) [FOTO 1] che può causare infezioni a più di 500 (cinquecento!!!) tra piante forestali, sia di conifere che di latifoglie ed anche a diverse coltivazione di piante erboree.
Negli animali e anche nell’uomo esistono funghi parassiti come la Candida e la Tinea (micosi),
su insetti Nectria e le “nostre” Cordyceps (il perché siano parassiti di insetti è semplice da spiegare, sono una rilevante fonte di azoto) e sui funghi come ad esempio Xerocomus parasiticus su Scleroderma citrinum [FOTO 2], Asterophora lycoperdoides su Russulacee [FOTO 3] o come anche la “nostra” Cordyceps capitata su Elaphomyces sp. [FOTO 4].

Parassiti o Simbionti ??

Anche se le spore sono la causa del contagio, alcuni ricercatori ultimamente ipotizzano che il fungo (micelio) abbia un rapporto simbiotico con la larva, reciprocamente favorevole, piuttosto che patogeno. In questo modo la larva ricaverebbe energia indispensabile nella sua sopravvivenza sotterranea molto lunga. Pensate che la vita in forma di larva di alcune specie può arrivare anche a 5 anni contro la sua trasformazione in farfalla di appena 15 giorni.


Torna all'inizio della Pagina

Lipo
Utente Senior


Città: Desio
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3330 Messaggi
Micologia

Inserito il - 22 febbraio 2009 : 17:01:37 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia


Immagine:
Le Cordyceps
86,88 KB

Armillaria mellea (Vahl) P. Kumm. [FOTO 1]
Torna all'inizio della Pagina

Lipo
Utente Senior


Città: Desio
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3330 Messaggi
Micologia

Inserito il - 22 febbraio 2009 : 17:03:38 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia


Immagine:
Le Cordyceps
121,43 KB

Xerocomus parasiticus (Bull.) Quél. su Scleroderma citrinum Pers. [FOTO 2]
Torna all'inizio della Pagina

Lipo
Utente Senior


Città: Desio
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3330 Messaggi
Micologia

Inserito il - 22 febbraio 2009 : 17:04:59 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia


Immagine:
Le Cordyceps
119,11 KB

Asterophora lycoperdoides (Bull.) Ditmar su Russula sp. [FOTO 3]
Torna all'inizio della Pagina

Lipo
Utente Senior


Città: Desio
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3330 Messaggi
Micologia

Inserito il - 22 febbraio 2009 : 17:08:24 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Immagine:
Le Cordyceps
121,69 KB

Cordyceps capitata (Holmsk.) Link su Elaphomyces sp. [FOTO 4]
[foto gentile concessione by Ron Kerner]


Torna all'inizio della Pagina

Lipo
Utente Senior


Città: Desio
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3330 Messaggi
Micologia

Inserito il - 22 febbraio 2009 : 17:23:24 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Cordyceps sp.


Le specie appartenenti al genere Cordyceps sono funghi bizzarri e colorati famosi soprattutto per la capacità di uccidere larve, ragni, formiche ed altri insetti e di utilizzare il loro corpo come alimento di crescita e base a volte itinerante per la propagazione delle spore. Ad esempio nelle foreste tropicali si può reperire la C. unilateralis (Tul.) Sacc. ( cliccare sui link) che parassita le formiche. Le ife del fungo crescono lentamente all’interno tra le cellule degli insetti indebolendoli e portandoli alla pazzia. Le altre formiche si accorgono di questo comportamento anomalo e le allontanano dalla colonia per proteggere la comunità, ma esse, come ultimo disperato tentativo di fuga dalla “malattia” risalgono gli alberi trovando una morte atroce finendo "inchiodate" sui rami dalle Cordyceps, anche a diversi metri d’altezza. In questo modo lo stroma del fungo sviluppandosi a maturazione avrà la possibilità di disperdere le spore da una posizione privilegiata e la potenzialità di contaminare un grosso numero di insetti sottostanti e tutto questo per la conservazione e divulgazione della specie (fungina). Molti di questi funghi hanno il compito in natura di moderare la propagazione, nelle foreste impenetrabili, degli insetti ove altrimenti, visto il grande numero, non avrebbero nemici e potrebbero raggiungere quantità con devastazioni bibliche. Da noi in Europa le specie presenti conosciute infestano soprattutto crisalidi o larve di coleotteri interrate e quindi ci si chiede come possono essere stati contaminati se le spore vengono proiettate nell’aria a maturità e si depositano sulla superficie del suolo? E’ la larva che inghiotte involontariamente la spora o è la spora che trascinata dall’acqua raggiunge la larva. Il sistema di contaminazione delle larve interrate non è ancora stato sufficientemente approfondito e studiato ma si suppone che quando una spora raggiunga un insetto “compatibile” e le condizioni ambientali (temperatura, umidità ed altri fattori naturali indispensabili per qualsiasi fungo), germina e penetra all’interno del corpo. Da questo momento le cellule del fungo si propagano all’interno del malcapitato succhiando le sue sostanze nutritive uccidendolo in alcuni casi anche in pochi giorni. In seguito il fungo vivrà al suo interno utilizzandolo come dispensa alimentare e lasciando intatto solo l’involucro esterno che appare come mummificato. Quando le condizioni ambientali lo permetteranno da questi insetti compariranno i corpi fruttiferi che raggiungeranno la superficie e libereranno nell’aria le spore. Attualmente è possibile fare una divisione delle varie specie esistenti in base all’ospite. La bibliografia attualmente distingue indicativamente per l’Europa le seguenti specie:




Torna all'inizio della Pagina

Lipo
Utente Senior


Città: Desio
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3330 Messaggi
Micologia

Inserito il - 22 febbraio 2009 : 17:50:23 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ospitante................................Specie Cordyceps
Elaphomyces sp. e.....................C. capitata, C. intermedia,C. longisegmentis,
saltuariamente Rhizopogon sp......C. japonica ,C. ophioglossoides, C. rouxii
Crisalide di farfalla.....................C. bifusispora, C. militaris, C. tuberculata
Bruco di farfalla.........................C. gracilis, C. militaris (rara)
Farfalla adulta...........................C. militaris, C. tuberculata
Larve di coleottero.....................C. entomorrhiza, C. gracilis, C. larvicola, C. stylophora
Coleottero adulto.......................C. entomorrhiza (rara)
Cocciniglia................................C. clavulata
Mosca.....................................C. forquignonii, C. sphecocephala (rara)
Vespa.....................................C. sphecocephala
Formica...................................C. formicivora, C. myrmecophila


Oltre all’habitus di crescita ed ai caratteri morfologici è tassonomicamente molto importante microscopicamente la grandezza dei frammenti sporali che vedremo in seguito.

Ma come mai le Cordyceps possono parassitare sia insetti che funghi?
Il Giappone è il maggior paese per numero di specie conosciute e di altrettanti studi in merito.
Alcuni ricercatori giapponesi per capire il processo di evoluzione e per cercare l’anello della catena di unione, hanno fatto alcuni studi filo-genetici basati sulle sequenze nucleari e mitocondriali rDNA analizzando 22 specie di Cordyceps di cui 4 parassite di Elaphomyces sp.. I risultati ottenuti hanno evidenziato che l’habitat ipogeo comune di crescita tra le crisalidi di cicala Cordyceps paradoxa ed i funghi simbiosi Elaphomyces sp. (Cordyceps ophioglossoides), complici le connessioni radicali degli alberi con i loro fluidi, è stato il responsabile del salto tra il Regno Animale e quello dei Funghi (o viceversa).


Immagine:
Le Cordyceps
36,23 KB




Torna all'inizio della Pagina

Lipo
Utente Senior


Città: Desio
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3330 Messaggi
Micologia

Inserito il - 22 febbraio 2009 : 17:52:01 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia


Immagine:
Le Cordyceps
98,36 KB

Cordyceps ophiogossoides (Ehrh.)
[foto by Ron Kerner]
Torna all'inizio della Pagina

Lipo
Utente Senior


Città: Desio
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3330 Messaggi
Micologia

Inserito il - 22 febbraio 2009 : 17:54:11 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ecco alcune esempi delle specie che possiamo ritrovare nei nostri ambienti con occhi attenti.


Immagine:
Le Cordyceps
124,01 KB

Cordyceps capitata (Holmsk.)
[Foto by E. Musumeci]
Torna all'inizio della Pagina

Lipo
Utente Senior


Città: Desio
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3330 Messaggi
Micologia

Inserito il - 22 febbraio 2009 : 17:55:31 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Immagine:
Le Cordyceps
104,81 KB

Cordyceps capitata (Holmsk.)
[foto by Ron Kerner]

Torna all'inizio della Pagina

Lipo
Utente Senior


Città: Desio
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3330 Messaggi
Micologia

Inserito il - 23 febbraio 2009 : 19:42:23 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia


Immagine:
Le Cordyceps
112,3 KB

Cordyceps capitata (Holmsk.)
[foto by Ron Kerner]
Torna all'inizio della Pagina

Lipo
Utente Senior


Città: Desio
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3330 Messaggi
Micologia

Inserito il - 23 febbraio 2009 : 19:43:24 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia


Immagine:
Le Cordyceps
92,93 KB

Cordyceps capitata (Holmsk.)
[foto by Ron Kerner]
Torna all'inizio della Pagina

Lipo
Utente Senior


Città: Desio
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3330 Messaggi
Micologia

Inserito il - 23 febbraio 2009 : 19:44:16 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia


Immagine:
Le Cordyceps
76,57 KB

Cordyceps larvicola Quélet [Foto by E. Musumeci]
Torna all'inizio della Pagina

Lipo
Utente Senior


Città: Desio
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3330 Messaggi
Micologia

Inserito il - 23 febbraio 2009 : 19:45:16 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia


Immagine:
Le Cordyceps
82,12 KB

Cordyceps larvicola Quélet
[Foto by E. Musumeci]
Torna all'inizio della Pagina

Lipo
Utente Senior


Città: Desio
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3330 Messaggi
Micologia

Inserito il - 23 febbraio 2009 : 19:46:35 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Immagine:
Le Cordyceps
81,99 KB

Cordyceps gracilis (Grev.) Durieu & Mont.[/
[Foto by E. Musumeci]

Torna all'inizio della Pagina

Lipo
Utente Senior


Città: Desio
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3330 Messaggi
Micologia

Inserito il - 23 febbraio 2009 : 19:47:23 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Immagine:
Le Cordyceps
76,26 KB

Cordyceps gracilis (Grev.) Durieu & Mont.
[Foto by E. Musumeci]
Torna all'inizio della Pagina

Lipo
Utente Senior


Città: Desio
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3330 Messaggi
Micologia

Inserito il - 23 febbraio 2009 : 19:48:34 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Immagine:
Le Cordyceps
98,42 KB

Cordyceps gracilis Dureau & Montagne
[Foto by E. Musumeci]
Torna all'inizio della Pagina

Lipo
Utente Senior


Città: Desio
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3330 Messaggi
Micologia

Inserito il - 23 febbraio 2009 : 19:49:22 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Immagine:
Le Cordyceps
92,57 KB

Cordyceps gracilis Dureau & Montagne
[Foto by E. Musumeci]
Torna all'inizio della Pagina

Lipo
Utente Senior


Città: Desio
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3330 Messaggi
Micologia

Inserito il - 23 febbraio 2009 : 19:50:09 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Immagine:
Le Cordyceps
99,74 KB

Cordyceps gracilis Dureau & Montagne
[Foto by E. Musumeci]
Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 4 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Pagina Successiva >>

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Forum Natura Mediterraneo © 2003-2018 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,67 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Ecotrekking.it | Lynkos.net