testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Leggi il nostro regolamento!! Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
 MOLLUSCHI TERRESTRI E DULCIACQUICOLI
 Ichnusomunda sacchii Giusti & Manganelli, 1998
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

garagolo
Moderatore


Città: Cerretti di Santa Maria A Monte
Prov.: Pisa

Regione: Toscana


3309 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 20 gennaio 2009 : 18:45:37 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Classe: Gastropoda Famiglia: Hygromiidae Genere: Ichnusomunda Specie:Ichnusomunda sacchii
Giusti e Manganelli nel 1998 hanno descritto un nuovo genere ed una nuova specie di Hygromiidae ( Giusti, F. & Manganelli, G. 1998. Ichnusomunda sacchii, a new hygromiid snail from Sardinia island (western Mediterranean): an intriguing case of homoplasy in the anatomical organization (Pulmonata: Hygromiidae). - The Veliger 41 (4): 319-332. )
Tale genere e di conseguenza tale specie, non sono inseriti nella checklist illustrata ed ovviamente, non vi è nessuna illustrazione della specie.
Grazie al dono dell'amico Ivano Niero, cerco di coprire tale lacuna presentando le foto di un esemplare da lui raccolto sulle retrodune di Vignola - Sassari.
Nelle foto si vedono dei peletti ma sono solo residui di cotone idrofilo usato per asciugare l'esemplare un po' oliato.
Ichnusomunda sacchii Giusti & Manganelli, 1998
Ichnusomunda sacchii Giusti & Manganelli, 1998
127,87 KB
Immagine:
Ichnusomunda sacchii Giusti & Manganelli, 1998
125,12 KB
Immagine:
Ichnusomunda sacchii Giusti & Manganelli, 1998
188,81 KB
Ciao a tutti


Ale

Modificato da - Subpoto in Data 20 gennaio 2009 23:19:23

SnailBrianza
Moderatore


Città: Besana in Brianza
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


1619 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 20 gennaio 2009 : 18:59:18 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Ale ,
una specie molto interessante che non conoscevo .

Complimenti ,
Vittorio



"La grandezza dell'uomo si misura in base a quel che cerca e all'insistenza con cui egli resta alla ricerca." (M.Heidegger)
Torna all'inizio della Pagina

fern
Utente Senior

Città: Vicenza


2243 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 20 gennaio 2009 : 19:53:37 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie mille garagolo.
Sono corso a vedere la checklist online, compresa la pagina ufficiale e come dici tu non c'e'. E io che pensavo fosse aggiornata al 2002. Ciao,

fern
Torna all'inizio della Pagina

ang
Moderatore


Città: roma

Regione: Lazio


11212 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 20 gennaio 2009 : 20:46:38 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
effettivamente non c'era, ma abbiamo provveduto subito
una curiosità, non conoscendo il lavoro, l'omoplasia nell'organizzazione anatomica è nei confronti di quale specie?

ciao

ang
Torna all'inizio della Pagina

Lepurisposu
Utente Senior


Città: Su Masu

Regione: Sardegna


1912 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 20 gennaio 2009 : 22:42:10 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ichnusomunda sacchii presenta una combinazione di caratteri anatomici unica e e ben distinta rispetto a tutti gli altri Hygromiidae: parte di questi caratteri sono comuni a Cernuella mentre altri a Xeromunda, Xerolenta e Psudoxerophila.

La specie è presente in maniera molto frammentata solo in ambienti dunali stabili: per questo motivo gli autori, seguendo la classificazione gerarchica delle minacce e cause del decremento delle specie proposte dalla IUCN (1994),considerano la specie Vulnerabile (VU).

Appena riesco posterò delle foto dell'animale vivente e degli Habitat prioritari a cui è legata questa bellissima specie.

un caro saluto a tutti,
Francesco

àiri a pinta de caddaxu. pinnicadì linna crabaxu

Modificato da - Lepurisposu in data 20 gennaio 2009 22:43:00
Torna all'inizio della Pagina

ang
Moderatore


Città: roma

Regione: Lazio


11212 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 21 gennaio 2009 : 14:41:03 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
grazie per queste informazioni

ciao

ang
Torna all'inizio della Pagina

pierlu
Utente Senior


Città: La Maddalena
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


1342 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 21 gennaio 2009 : 15:30:04 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
ciao Ale belle foto mi dici le dimensioni'
Ciao e grazie pierlu
Torna all'inizio della Pagina

garagolo
Moderatore


Città: Cerretti di Santa Maria A Monte
Prov.: Pisa

Regione: Toscana


3309 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 21 gennaio 2009 : 15:48:17 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Pierluigi, hai ragione, non ho date le dimensioni dell'esemplare postato, ha una altezza di quasi 8mm ed un diametro maggiore di 8mm.
Ciao

Ale
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


9006 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 07 marzo 2009 : 22:45:37 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Mi scuso con tutti ma nell'aggiornamento della check-list avevo saltato la riga,ora è stata inserita.
Grazie a garagolo che ci ha fatto vedere questa specie che conoscevo solo di nome.



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12844 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 08 marzo 2009 : 07:36:27 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ci serve di tenere la nostra checklist sul forum "uptodate" - cosi forse nella prossima print troviamo tutte queste nome nuove!



"La distinction des espèces de limaces est extrêmement difficile,
et aucun zoologiste n’est encore parvenu à quelque chose
d’un peu satisfaisant sous ce rapport."
H. M. DUCROTAY DE BLAINVILLE 1823

Riassunto del Forum Natura Mediterraneo degli Limax dell'Italia
Torna all'inizio della Pagina

oliv
Utente Senior


Città: Livorno
Prov.: Livorno

Regione: Toscana


607 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 08 marzo 2009 : 08:51:04 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Ale , interessante la specie che hai illustrato , mai vista.
Oliv.
Torna all'inizio della Pagina

SnailBrianza
Moderatore


Città: Besana in Brianza
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


1619 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 21 maggio 2009 : 22:34:33 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Riprendo questa discussione perchè ho trovato, dimenticati in un cassetto, degli esemplari di Hygromiidae che avevo archiviato anni fa senza determinazione provenienti da Vignola. Gli esemplari non erano stati raccolti da me ma mi sono stati dati da un amico e dunque non saprei dirvi il tipo di habitat in cui sono stati raccolti. La forma mi ricorda molto l'esemplare postato da Alessandro, i miei esemplari sono un po' più grandi e colorati e ho pensato che potessero essere Ichnusomunda sacchii. Non conosco le misure di questa specie e la variabilità di colore e vorrei capire se gli esemplari da me trovati possano riferirsi a questa specie o a quale altra.
Immagine:
Ichnusomunda sacchii Giusti & Manganelli, 1998
266,99 KB

Vittorio


"La grandezza dell'uomo si misura in base a quel che cerca e all'insistenza con cui egli resta alla ricerca." (M.Heidegger)
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


9006 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 21 maggio 2009 : 23:23:32 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Molto belle le foto,credo che questi esemplari possano essere attribuiti a Xerosecta dohrni,almeno a giudicare dalla scultura del guscio e dall'ornamentazione.
La Sardegna non è il mio forte qiundi aspettiamo qualche altro parere.



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

Juventino
Utente Super

Città: Nizza

Regione: France


10135 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 22 maggio 2009 : 10:29:27 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie mille!!!
Ciao!!!

Link
L’école buissonnière
Torna all'inizio della Pagina

SnailBrianza
Moderatore


Città: Besana in Brianza
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


1619 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 22 maggio 2009 : 14:06:53 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie Sandro,
avevo anche io pensato a Xerosecta dohrni ma, confrontandole con delle X. dohrni che ho trovato nel cagliaritano, queste mi sono sembrate molto diverse. Le dohrni della zona di Cagliari somigliano molto agli esemplari postati da Siciliaria e hanno una conchiglia più liscia e traslucida e si nota un notevole ispessimento all'interno del labbro di colore più scuro. Gli esemplari di Vignola invece sono molto più robusti e rugosi e non hanno quella callosità all'interno del labbro che si riscontra negli esemplari della zona di Cagliari. Anche la colorazione è diversa, gli esemplari di dohrni del cagliaritano sono di colore bianco sporco "beige" con disegni poco evidenti, mentre quelli di Vignola hanno una colorazione di fondo bianca con linee marroni molto marcate. La specie Ichnusomunda sacchii, leggendo la descrizione di AnimalBase, dovrebbe essere bianca con 2-8 bande interrotte marroni, una sutura ben marcata, ombelico stretto, leggermente chiuso dal margine columellare e una bocca semplice senza labbro, proprio come gli esemplari da me postati. Non voglio e non posso aggiungere altro, le mie conoscenze su questa specie si fermano qui e rimango in attesa che qualche esperto delle specie sarde mi possa illuminare.
Qui sotto vi posto l'esemplare più grande di Vignola a confronto con una dohrni di Cagliari. Ho rialzato il foglio millimetrato sul piano della loro circonferenza massima per valutarne meglio le reali dimensioni (nella foto precedente, per effetto della prospettiva, le misure risultavano sfalsate)
Immagine:
Ichnusomunda sacchii Giusti & Manganelli, 1998
148,76 KB

Vittorio




"La grandezza dell'uomo si misura in base a quel che cerca e all'insistenza con cui egli resta alla ricerca." (M.Heidegger)
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


9006 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 22 maggio 2009 : 15:27:09 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Determinare Hygrommidi solo sul guscio è sempre un azzardo,inoltre la fauna sarda è conosciuta ancora frammentariamente,mancano confronti tra popolazioni delle diverse zone effettuate su esemplari classificati con sicurezza.
Ma mettendo insieme pezzetto su pezzetto con le varie segnalazioni ala fine riusciremo ad avere un quadro generale.




La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

garagolo
Moderatore


Città: Cerretti di Santa Maria A Monte
Prov.: Pisa

Regione: Toscana


3309 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 22 maggio 2009 : 20:28:06 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Vittorio, io ho molti dubbi che i tuoi esemplari siano la I. sacchii, ne ho trovate alcune nella zona di Piscinas e sono tutte biancastre o con un po' di disegno ma non così evidente,e le dimensioni, almeno nei miei esemplari, non raggiungono quelle dei tuoi.
Hygromidi molto simili a quelli che hai trovato ne ho trovati anche io con la spira elevata come i tuoi e con la spira meno elevata, con un accenno di carena ed anche senza, anche nella zona di Vignola, per la precisione vicino alla torre che non è più ambiente retrodunale, in ogni caso dice molto bene Sandro, dalla foto si possono avere idee fuorvianti, quando rientrerò cercheremo di fare un confronto diretto fra i tuoi ed i miei esemplari.
Come ti ho anticipato personalmente, io a Vignola, in vari punti, non ho trovata la minima traccia di I. sacchii, tanto da dubitarne l'esistenza.
Come dice Sandro, gli Hygromidi sardi sono comunque ancora da conoscere bene e vi sono entità che, per i diversi habitat e per le diversità morfologiche, è difficile inquadrare nelle specie ben conosciute, per quanto possibile ho conservato, di alcune popolazioni, esemplari in alcool per poter dar modo, a chi ne abbia la capacità, di verificarne le anatomie.
Ciao

Ale
Torna all'inizio della Pagina

SnailBrianza
Moderatore


Città: Besana in Brianza
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


1619 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 22 maggio 2009 : 21:34:04 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Ale,
dopo la tua lunga permanenza in ogni parte della Sardegna sarai diventato un esperto di lumache sarde. Non vedo l'ora di vedere gli esemplari di Ichnusomunda sacchii di Piscinas per poter iniziare a capirci qualche cosa e gli esemplari da te trovati a Vignola per confrontarli con i miei che sicuramente, come presupponete tu e Sandro, non sono riferibili a questa specie . Forse sono io che ho voluto credere che lo fossero e l'ho sperato fino all'ultimo dato che Ichnusomunda sacchii, da quando l'hai postata nel Forum, è entrata a far parte delle mie curiosità. Non avendo altri riferimenti fotografici è molto difficile per me fare altre ipotesi, soprattutto con esemplari di questa famiglia con alta variabilità interspecifica. Ora che mi sono convinto che i miei esemplari non sono Ichnusomunda sacchii, rimango sempre in attesa che qualche appassionato dalla Sardegna (oltre a garagolo ) ci può dare dei suggerimenti.

Vittorio


"La grandezza dell'uomo si misura in base a quel che cerca e all'insistenza con cui egli resta alla ricerca." (M.Heidegger)
Torna all'inizio della Pagina

garagolo
Moderatore


Città: Cerretti di Santa Maria A Monte
Prov.: Pisa

Regione: Toscana


3309 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 22 maggio 2009 : 22:13:28 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Vittorio, non è detto che la tua non lo sia, io ho solo espressa l'opinione basata dalla visione della foto, può darsi che l'esame diretto dia un'altra impressione !
La I. sacchii te la farò avere e potrai fare il confronto diretto anche tu.
La Sardegna, a mio parere, e non solo, credo necessiti di una revisione notevole circa le specie presenti, un'altra specie che ritengo interessante da affrontare, è la Cochlodina kuesteri, ne è gia stato parlato sul forum, vi sono esemplari corti ed altri molto lunghi, esemplari dall'aspetto lucido e colore rosso mogano ed altri opachi e colore più chiaro, esemplari che vivono su pareti completamente ricoperte di muschio e in zone, ovviamente umide, ed altri che si trovano su rocce calcaree asciuttissime, in pieno sole o sotto sassi in pietraie assolate e prive di vegetazione.
La Hypnophila girottii, che avevo trovata a Cala Gonone, a livello del mare, perquanto in lettiera, oggi l'ho trovata a 800 mt di altezza, sempre in lettiera, alla base di roccioni calcarei, gli Hygromidi, per tornare sull'argomento del post, sono una delle cose meno chiare, vi sono sicuramente più entità, a mio parere, di quelle notoriamente descritte e anche queste, viventi in ambienti completamente diversi, dagli steli erbacei, lungostrada, alle pietre di ambiente ciottoloso delle montagne calcaree del Gruppo Corrasi, Monte Albo ecc.
Ve n'è di materiale e di argomenti da affrontare per chi nè ha voglia e capacità, molto dobbiamo ancora imparare sulla malacofauna della Sardegna e di altre regioni, ma vi è poi una regione che in tale campo possa dirsi conosciuta ?
Ma proprio questo è il bello della ricerca ed è ciò che ci fa gioire e stupire ad ogni nuova scoperta !
E con queste ultime liriche parole è meglio che vi saluti, sono stanco da una lunga giornata di arrampicate ( non come le tue , Vittorio, io sono un nonno !) e se proseguo potrei fare discorsi ancor più sconclusionati !!

Ciao

Ale
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,63 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net