testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: L'iscrizione al nostro Forum è gratuita e permette di accedere a tutte le discussioni.
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
  INSETTI
   Mantodea, Blattodea, Isoptera, Phasmatodea, Dermaptera
 Dermaptera
 Euborellia moesta e annulipes - chiave
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva >>
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag.di 2

Chordewa
Utente Senior


Città: Sestu
Prov.: Cagliari

Regione: Sardegna


956 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 26 gennaio 2008 : 20:05:35 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Classe: Hexapoda Ordine: Dermaptera Famiglia: Anisolabididae Genere: Euborellia Specie:Euborellia annulipes
Gentilmente determinata da Piergy come Euborellia sp., chiedo ulteriori conferme... e magari si può addirittura risalire alla specie?

Colgo l'occasione per porre una domanda, che magari è già stata posta e se così fosse mi scuso... come mai non esiste una sezione dedicata ai Dermaptera?

Saluti
Roberta

Euborellia moesta e annulipes - chiave
154,01 KB

------
Io non capisco come si possa passare davanti ad un albero e non essere felici di vederlo (F. Dostoevskij)

-----
Non è possibile discendere due volte nello stesso fiume, nè toccare due volte una sostanza mortale nello stesso stato; per la velocità del movimento, tutto si disperde e si ricompone di nuovo, tutto viene e va. (Eraclito)

Modificato da - elleelle in Data 01 aprile 2012 22:42:11

Hemerobius
Moderatore


Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


4855 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 26 gennaio 2008 : 20:56:22 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Chordewa:

Gentilmente deterimanata da Piergy come Euborellia sp., chiedo ulteriori conferme...e magari si può addirittura risalire alla specie?


Non sono un esperto di Dermatteri, mi ci diverto un solo un po' !
Però mi sembra Euborellia annulipes (Lucas, 1847) Anisolabidae ... maschio .
Vedi anche qui: Link


Ciao Roberto




verum stabile cetera fumus
Torna all'inizio della Pagina

Chordewa
Utente Senior


Città: Sestu
Prov.: Cagliari

Regione: Sardegna


956 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 26 gennaio 2008 : 21:32:13 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
E meno male che ti ci diverti e basta se li avessi studiati più "seriamente" scommetto che avresti saputo dirmi anche la sua data di nascita

Grazie ancora!

Roberta

------
Io non capisco come si possa passare davanti ad un albero e non essere felici di vederlo (F. Dostoevskij)

-----
Non è possibile discendere due volte nello stesso fiume, nè toccare due volte una sostanza mortale nello stesso stato; per la velocità del movimento, tutto si disperde e si ricompone di nuovo, tutto viene e va. (Eraclito)
Torna all'inizio della Pagina

Paris
Moderatore


Città: Sondrio
Prov.: Sondrio

Regione: Lombardia


5604 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 27 gennaio 2008 : 00:42:02 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
In base alla forma delle appendici caudali, propenderei piuttosto per il maschio di Euborellia moesta (Géné, 1839). Si notino gli articoli antennali prima dell'estremità che sono chiari e che sarebbero la caratteristica di questa specie sia nell'adulto che in tutti gli stadi larvali. Inoltre nell'antenna non mutilata, gli articoli mi sembrano molti, circa 18. Neppure io sono un esperto di Dermatteri, ma per curiosità e per divertimento, ho provato a confrontare i caratteri che emergono dalle varie discussioni e pubblicazioni. Ecco cosa ne ho dedotto.

Piccolo schema comparativo:

- elitre rudimentali, femori unicolori, spesso scuri alle articolazioni. Appendici caudali corte e ricurve. 18 articoli antennali, colore generalmente piuttosto scuro, brillante e più chiaro al di sotto . Larve: 3° stadio: 14/15 articoli antennali; 4° stadio: 15/16 articoli antennali; 5°stadio: 16/18 articoli antennali. Per tutti gli stadi di questa specie, le antenne hanno degli articoli bianchi prima della loro estremità ..................................Euborellia moesta (Géné, 1839)
- elitre assenti, femori con anelli scuri alle articolazioni. Appendici caudali allungate. 16 articoli antennali. Colore nero-marrone abbastanza uniforme tra la parte dorsale e quella ventrale. Larve: 3°stadio: 13 artioli antennali; 4°stadio: 14/15 articoli antennali ...................................................Euborellia annulipes (Lucas, 1847)


-----------
"La vita è l'arte dell'incontro" (Vinicius De Moraes)
Torna all'inizio della Pagina

Chordewa
Utente Senior


Città: Sestu
Prov.: Cagliari

Regione: Sardegna


956 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 27 gennaio 2008 : 12:03:46 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie mille anche a te Paride, molto utile la chiave distintiva!
E dite che non siete esperti..non sembra
Ora mi viene da fare due domande, da dilettante quale sono:
Da cosa si riconosce che è maschio?
E qual'è l'etimologia di Anisolabidae? Avevo letto il topic con le varie etimologie ma mi pare questo non ci fosse...o magari mi è sfuggito! aniso dovrebbe significare diversi, e labidae? labbra o qualcosa di simile?


Buona giornata
Roberta


------
Io non capisco come si possa passare davanti ad un albero e non essere felici di vederlo (F. Dostoevskij)

-----
Non è possibile discendere due volte nello stesso fiume, nè toccare due volte una sostanza mortale nello stesso stato; per la velocità del movimento, tutto si disperde e si ricompone di nuovo, tutto viene e va. (Eraclito)
Torna all'inizio della Pagina

Mantis
Moderatore


Città: Bologna
Prov.: Bologna

Regione: Emilia Romagna


2214 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 27 gennaio 2008 : 13:24:50 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Chordewa:
...E qual'è l'etimologia di Anisolabidae? Avevo letto il topic con le varie etimologie ma mi pare questo non ci fosse...o magari mi è sfuggito! aniso dovrebbe significare diversi, e labidae? labbra o qualcosa di simile?


Buona giornata
Roberta


Si, Roberta, infatti ànisos significa letteralmente: "disuguale".
Labidae, invece, deriva dal greco labis e significa: "pinze, tenaglie".

E quindi: "pinze disuguali", in riferimento, appunto, alla forma asimmetrica dei cerci dei maschi.

Carmine


Dare un nome agli organismi che osserviamo, identificarli, riconoscerli, è innanzitutto un esercizio che appaga l'innato desiderio di scoperta e conoscenza, insito nell'animo umano (Fontana - Cavallette, grilli, mantidi e insetti affini del Veneto).
Torna all'inizio della Pagina

Chordewa
Utente Senior


Città: Sestu
Prov.: Cagliari

Regione: Sardegna


956 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 27 gennaio 2008 : 14:17:03 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie Carmine! Quindi in pratica mi ha detto anche come si distingue il sesso

Roberta

------
Io non capisco come si possa passare davanti ad un albero e non essere felici di vederlo (F. Dostoevskij)

-----
Non è possibile discendere due volte nello stesso fiume, nè toccare due volte una sostanza mortale nello stesso stato; per la velocità del movimento, tutto si disperde e si ricompone di nuovo, tutto viene e va. (Eraclito)
Torna all'inizio della Pagina

Hemerobius
Moderatore


Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


4855 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 28 gennaio 2008 : 15:10:46 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Paris:

In base alla forma delle appendici caudali, propenderei piuttosto per il maschio di Euborellia moesta (Géné, 1839). Si notino gli articoli antennali prima dell'estremità che sono chiari e che sarebbero la caratteristica di questa specie sia nell'adulto che in tutti gli stadi larvali. Inoltre nell'antenna non mutilata, gli articoli mi sembrano molti, circa 18. Neppure io sono un esperto di Dermatteri, ma per curiosità e per divertimento, ho provato a confrontare i caratteri che emergono dalle varie discussioni e pubblicazioni. Ecco cosa ne ho dedotto.

Piccolo schema comparativo:

- elitre rudimentali, femori unicolori, spesso scuri alle articolazioni. Appendici caudali corte e ricurve. 18 articoli antennali, colore generalmente piuttosto scuro, brillante e più chiaro al di sotto . Larve: 3° stadio: 14/15 articoli antennali; 4° stadio: 15/16 articoli antennali; 5°stadio: 16/18 articoli antennali. Per tutti gli stadi di questa specie, le antenne hanno degli articoli bianchi prima della loro estremità ..................................Euborellia moesta (Géné, 1839)
- elitre assenti, femori con anelli scuri alle articolazioni. Appendici caudali allungate. 16 articoli antennali. Colore nero-marrone abbastanza uniforme tra la parte dorsale e quella ventrale. Larve: 3°stadio: 13 artioli antennali; 4°stadio: 14/15 articoli antennali ...................................................Euborellia annulipes (Lucas, 1847)


Scusate ho letto i vostri post con ritardo!

Confermo E. annulipes, e con le chiavi che ha messo in linea Paride ancora di più:
Elitre assenti = sono assenti, si vedano qui le elitre rudimentali di E. moesta Link
Femori con anelli scuri = sì, mentre le zampe di E. moesta sono quasi monocrome
Appendici caudali allungate = nella foto sono leggermente rialzate ed appaiono più brevi del reale
16 articoli antennali = si contano molto bene nell'antenna a destra nella foto (sinistra dell'insetto)
In più le antenne NON hanno degli articoli (ciascun articolo) bianchi prima della loro estremità, hanno invece un articolo completamente bianco.

E. moesta non è rara, nessuno riesce a postare una foto per fugare tutti i dubbi?

Ciao a tutti

Roberto


verum stabile cetera fumus
Torna all'inizio della Pagina

Chordewa
Utente Senior


Città: Sestu
Prov.: Cagliari

Regione: Sardegna


956 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 28 gennaio 2008 : 15:27:03 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Hemerobius:
In più le antenne NON hanno degli articoli (ciascun articolo) bianchi prima della loro estremità, hanno invece un articolo completamente bianco.


Ma non è inteso come "prima della loro estremità" dove loro=delle antenne?

Queste divergenze di pareri mi incuriosiscono sempre di più

Roberta



------
Io non capisco come si possa passare davanti ad un albero e non essere felici di vederlo (F. Dostoevskij)

-----
Non è possibile discendere due volte nello stesso fiume, nè toccare due volte una sostanza mortale nello stesso stato; per la velocità del movimento, tutto si disperde e si ricompone di nuovo, tutto viene e va. (Eraclito)
Torna all'inizio della Pagina

Hemerobius
Moderatore


Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


4855 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 28 gennaio 2008 : 16:17:06 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Queste discussioni sono fatte sempre al meglio delle nostre capacità, ma spesso vengono fatte seguendo la memoria, così come si risponderebbe ad un amico .

In realtà bisognerebbe andarsi a vedere, ad esempio, la Faune de France, cosa che io non ho fatto!

Certo che se l'interpretazione corretta è quella di Paride (possibilissimo ) non dovrebbero esserci dubbi, si tratta di E. moesta! Ma la specie scura, con zampe monocrome e senza articolo chiaro cos'é allora?

Ciao Ciao
Roberto


verum stabile cetera fumus
Torna all'inizio della Pagina

paolofon
Utente Super

Città: Reggio nell'Emilia
Prov.: Reggio Emilia

Regione: Emilia Romagna


6985 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 28 gennaio 2008 : 16:51:09 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao a tutti!

E. moesta non è rara, nessuno riesce a postare una foto per fugare tutti i dubbi?


Avevo inviato qui 2 foto identificate come E. moesta.
Ora non ci capisco più molto....




Paofon
Torna all'inizio della Pagina

hutia
Utente Senior

Città: piazze
Prov.: Siena

Regione: Toscana


860 Messaggi

Inserito il - 29 gennaio 2008 : 09:28:32 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Per quanto non conti nulla il mio parere si tratta secondo me di E.annulipes
Tutte le E.moesta che ho visto hanno elitre rudimentali e femori scuri nerastri.
Ciao
Torna all'inizio della Pagina

Hemerobius
Moderatore


Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


4855 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 29 gennaio 2008 : 09:41:43 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di paolofon:
Avevo inviato qui 2 foto identificate come E. moesta.
Ora non ci capisco più molto....


Le foto di Paolo mi sembrano chiarificatrici (ciascun articolo delle antenne è chiaro all'apice).
Confortato anche dall'opinione di Fabrizio, confermo E. annulipes.

Ciao Roberto

verum stabile cetera fumus
Torna all'inizio della Pagina

Paris
Moderatore


Città: Sondrio
Prov.: Sondrio

Regione: Lombardia


5604 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 30 gennaio 2008 : 09:34:31 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Alcune foto di confronto dei maschi delle due specie, con zampe chiare e scure. AVVERTENZA: trattandosi di materiali della collezione entomologica del MNHN di Londra, chi non volesse vedere insetti morti, è consigliato di non aprire i links.

Euborellia annulipes (Lucas, 1847)
Link
Link

Euborellia moesta (Géné, 1839) maschio
Link
Link

-----------
"La vita è l'arte dell'incontro" (Vinicius De Moraes)
Torna all'inizio della Pagina

Chordewa
Utente Senior


Città: Sestu
Prov.: Cagliari

Regione: Sardegna


956 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 febbraio 2008 : 17:42:19 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie anche a Paolo e Fabrizio!
A quanto pare ognuno resta del suo parere, giusto? Quindi ancora non c'è accordo...Qualche altro parere? Che alla fin fine sia un ibrido?

Roberta

------
Io non capisco come si possa passare davanti ad un albero e non essere felici di vederlo (F. Dostoevskij)

-----
Non è possibile discendere due volte nello stesso fiume, nè toccare due volte una sostanza mortale nello stesso stato; per la velocità del movimento, tutto si disperde e si ricompone di nuovo, tutto viene e va. (Eraclito)
Torna all'inizio della Pagina

Hemerobius
Moderatore


Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


4855 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 febbraio 2008 : 18:16:40 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
A me pare che anche Paride mi sembra si sia convinto!

Fra l'altro sono finalmente riuscito a guardare sulla Faune de France. Una delusione ! Il carattere delle antenne non è preso nemmeno in considerazione, soprattutto l'antennomero bianco di E. annulipes. Ma le elitre rudimentali di E. moesta sono inconfondibili e ben visibili.

Ciao Ciao Roberto

verum stabile cetera fumus
Torna all'inizio della Pagina

Chordewa
Utente Senior


Città: Sestu
Prov.: Cagliari

Regione: Sardegna


956 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 febbraio 2008 : 18:29:00 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Allora E. annulipes? L'accendiamo?
Ma la citata Faune de France come mai è presa come referenza? e uno dei "testi sacri"? In materia entomologica conosco la bibliografia ancor meno che tutto il resto (e figuriamoci )

Roberta

------
Io non capisco come si possa passare davanti ad un albero e non essere felici di vederlo (F. Dostoevskij)

-----
Non è possibile discendere due volte nello stesso fiume, nè toccare due volte una sostanza mortale nello stesso stato; per la velocità del movimento, tutto si disperde e si ricompone di nuovo, tutto viene e va. (Eraclito)
Torna all'inizio della Pagina

Hemerobius
Moderatore


Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


4855 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 febbraio 2008 : 18:33:53 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Chordewa:
Ma la citata Faune de France come mai è presa come referenza? e uno dei "testi sacri"? In materia entomologica conosco la bibliografia ancor meno che tutto il resto (e figuriamoci )

Roberta


Bel libro, semplice e chiaro, ben illustrato (anche con disegni a colori), fauna molto simile a quella italiana, scritto in francese [la fauna mittel-europea è in tedesco!], costa anche abbastanza poco, insomma è utilizzabile anche da non specialisti. Ma nessun libro è senza difetti !

Ciao Roberto

verum stabile cetera fumus
Torna all'inizio della Pagina

Chordewa
Utente Senior


Città: Sestu
Prov.: Cagliari

Regione: Sardegna


956 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 febbraio 2008 : 18:40:46 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sul fatto che nessun libro è senza difetti concordo appieno! Se così non fosse non sarebbe normale.
Su google ho trovato:

Faune de France
Une série d’ouvrages de référence pour les naturalistes
éditée par la Fédération Française des Sociétés de Sciences Naturelles

Depuis 1921, c’est au total 91 volumes de faunistique qui ont été publiés, sur des groupes aussi divers que les Vertébrés, les Mollusques, ou les Arthropodes de France et d’Europe de l’ouest. A ce jour, 43 titres sont encore disponibles et plusieurs sont en préparation.


...è questo, giusto?
...e tu hai tutti quanti i volumi?

Roberta

------
Io non capisco come si possa passare davanti ad un albero e non essere felici di vederlo (F. Dostoevskij)

-----
Non è possibile discendere due volte nello stesso fiume, nè toccare due volte una sostanza mortale nello stesso stato; per la velocità del movimento, tutto si disperde e si ricompone di nuovo, tutto viene e va. (Eraclito)
Torna all'inizio della Pagina

Hemerobius
Moderatore


Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


4855 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 febbraio 2008 : 18:47:23 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Chordewa:
...è questo, giusto?


Sì, certo. I volumi più vecchi e fuori commercio sono anche disponibili gratuitamente in formato pdf.

Messaggio originario di Chordewa:
...e tu hai tutti quanti i volumi?


Manco uno! Ma li hanno le biblioteche. Se gli altri mi scusano per alcune informazioni locali, sappi che quello tedesco è a Entomologia Agraria a Sassari e quello francese a Scienze forestali a Nuoro. A Cagliari non so.

Ciao Ciao

Roberto



verum stabile cetera fumus
Torna all'inizio della Pagina

Chordewa
Utente Senior


Città: Sestu
Prov.: Cagliari

Regione: Sardegna


956 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 febbraio 2008 : 18:58:13 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Magnifico! Sto già iniziando ad attingere ai pdf
A Sassari ci dovrei pure passare a breve ma non conosco il tedesco A Nuoro mi vien più fuorimana come dire...controllo a Cagliari! e poi...magari posso usufruire del prestito interbibliotecario!
Non so come ringraziarti per tutte queste informazioni!

Roberta

------
Io non capisco come si possa passare davanti ad un albero e non essere felici di vederlo (F. Dostoevskij)

-----
Non è possibile discendere due volte nello stesso fiume, nè toccare due volte una sostanza mortale nello stesso stato; per la velocità del movimento, tutto si disperde e si ricompone di nuovo, tutto viene e va. (Eraclito)
Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 2 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Pagina Successiva >>

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Forum Natura Mediterraneo © 2003-2018 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,67 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Ecotrekking.it | Lynkos.net