testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Come inserire i video di Youtube nel Forum Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Biodiversità
 FORUM BIODIVERSITA'
 Un "estate di fuoco" da non dimenticare: foto e fatti
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva >>
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag.di 3

lynkos
Con altri occhi


Città: Sant'Eufemia a Maiella
Prov.: Pescara

Regione: Abruzzo


17647 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 settembre 2007 : 14:01:43 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

1/10
C'era una volta una vallata verde.
Corpo Forestale dello Stato: "Spegni il fuoco, accendi le emozioni", questo è il messaggio lanciato dal Corpo Forestale dello Stato per la prevenzione degli incendi boschivi...

Un

lynkos
Con altri occhi


Città: Sant'Eufemia a Maiella
Prov.: Pescara

Regione: Abruzzo


17647 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 settembre 2007 : 14:02:14 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
2/20
21 agosto 2007. Un fuoco è appiccato lungo questa strada nel Parco Nazionale della Majella (Zona A, Riserva Integrale). Entro breve è visto e segnalato, ma non c'è nessun intervento. I mezzi sono tutti impegnati altrove. Tanto, lì ci sono solo alberi.
Corpo Forestale dello Stato: Dal 1° gennaio al 26 agosto 2007 si sono verificati complessivamente 7.164 incendi boschivi. Nello stesso periodo, gli incendi boschivi hanno percorso 112.740 ettari, di cui 53.698 boscati e 59.042 non boscati.
Voci del popolo: "Quando ero ragazzina, quando c'era un incendio, ci andavamo tutti per provare a spegnerlo prima che diventasse troppo grande. Adesso non interviene nessuno".

Un
Torna all'inizio della Pagina

lynkos
Con altri occhi


Città: Sant'Eufemia a Maiella
Prov.: Pescara

Regione: Abruzzo


17647 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 settembre 2007 : 14:02:31 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
3/10
22 agosto 2007. Il fuoco scappa dalla vallata e per tutto quel giorno scorrazza liberamente, senza impedimento nessuno, fra lo sterpaglio e boscaglia.
Corpo Forestale dello Stato: Rispetto allo stesso periodo del 2006, si assiste ad un aumento del 70% del numero degli incendi. In aumento (+250%) anche la superficie totale percorsa dalle fiamme. La superficie boscata andata in fumo è notevolmente aumentata (+330%) rispetto alla superficie rilevata nello stesso periodo del precedente anno.

Un
Torna all'inizio della Pagina

lynkos
Con altri occhi


Città: Sant'Eufemia a Maiella
Prov.: Pescara

Regione: Abruzzo


17647 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 settembre 2007 : 14:02:51 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
4/10
La notte di 22/23 agosto 2007. Il vento porta le fiamme giù dalla montagna fino a pochi metri da case abitate.
Voci del popolo: "E' solo sterpaglio, l'abbiamo sempre bruciato per pulire i pascoli, tutto tornerà più verde di prima in primavera e almeno ci saranno meno vipere per mordere le pecore".

Un

Un
Torna all'inizio della Pagina

lynkos
Con altri occhi


Città: Sant'Eufemia a Maiella
Prov.: Pescara

Regione: Abruzzo


17647 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 settembre 2007 : 14:03:12 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
5/10
23 agosto 2007. Il fuoco corre ancora, attraversa un'altra vallata, distrugge un'altra foresta e arriva a minacciare centri abitati più importanti. Si reagisce.
Corpo Forestale dello Stato: La mappa dei roghi nel periodo 1 gennaio-26 agosto: Calabria (1.484), Campania (1.479), Toscana (533), Lazio (532), Sardegna (511), Puglia (402), Piemonte (323), Basilicata (318), Sicilia (280), Abruzzo (225), Liguria (216), Molise (212), Lombardia (158), Umbria (112), Emilia Romagna (101), Marche (98), Veneto (90), Friuli Venezia Giulia (61), Trentino Alto Adige (23) Valle d’Aosta (6).

Un

Sarah


"... mi rendo conto anche che non possiamo vincere questa battaglia per salvare specie e ambienti senza creare un legame emozionale tra noi e la natura, poiché non lotteremo per salvare ciò che non amiamo, ma che apprezziamo solo in qualche senso astratto" (S. J. Gould)
Torna all'inizio della Pagina

lynkos
Con altri occhi


Città: Sant'Eufemia a Maiella
Prov.: Pescara

Regione: Abruzzo


17647 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 settembre 2007 : 14:03:24 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
6/10
Dopo. Nero è il colore del silenzio.
Corpo Forestale dello Stato: In Abruzzo si è avuta la più estesa superficie boscata percorsa dal fuoco (7.792 ettari). Seguono: Calabria (7.550), Sardegna (6.507), Puglia (6.440), Campania (5.591), Marche (4.907), Lazio (3.728) e Sicilia (2.598). Per quanto riguarda la superficie media degli incendi (ha/incendio), è ancora l’Abruzzo a far registrare I numeri più alti: 90,5 contro una media nazionale di 15,7.

Un

Un
Torna all'inizio della Pagina

lynkos
Con altri occhi


Città: Sant'Eufemia a Maiella
Prov.: Pescara

Regione: Abruzzo


17647 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 settembre 2007 : 14:03:48 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
7/10
Autunno prima del suo tempo.
Corpo Forestale dello Stato: Fino al 26 agosto 2007, 16 le persone che hanno perso la vita a causa degli incendi. I reati di incendio boschivo identificati risultano essere per il 92% di natura colposa e per l’8% di natura dolosa. Al 26 agosto, 261 le persone denunciate in tutta Italia per il reato di incendio boschivo

Un

Un
Torna all'inizio della Pagina

lynkos
Con altri occhi


Città: Sant'Eufemia a Maiella
Prov.: Pescara

Regione: Abruzzo


17647 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 settembre 2007 : 14:04:05 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
8/10
C'è chi ce la fa...
Corpo Forestale dello Stato: Per quanto riguarda gli incendi colposi, le principali motivazioni sono da ricercare nella cattiva conduzione delle attività agricole e forestali, nel cui ambito si fa ancora spesso ricorso al fuoco per pulizie ed eliminazione di residui vegetali (56%) e per ripulitura di incolti (14%).

Un

Un
Torna all'inizio della Pagina

lynkos
Con altri occhi


Città: Sant'Eufemia a Maiella
Prov.: Pescara

Regione: Abruzzo


17647 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 settembre 2007 : 14:04:27 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
9/10
...e chi no.
Voci del popolo: "Non ci lasciano più pulire i boschi. Guarda che succede quando la natura è lasciata a se stessa!"

Un

Un
Torna all'inizio della Pagina

lynkos
Con altri occhi


Città: Sant'Eufemia a Maiella
Prov.: Pescara

Regione: Abruzzo


17647 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 settembre 2007 : 14:04:41 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
10/10
Almeno avranno imparato qualcosa. O forse no... 31 agosto, il caldo ritorno, il vento si alza di nuovo. Ci risiamo. Un altro rogo feroce. Un paese e gruppi di case invasi dalle fiamme, macchine bruciate. E il desert nero conquista un'altra vallata.
Corpo Forestale dello Stato: Tra gli incendi dolosi, invece, la motivazione più ricorrente è quella che attiene alla ricerca di un profitto.
Voci del popolo: Silenzio. Sull'altro versante della vallata, a pochi metri di distanza, la gente guarda appena lo spettacolo delle fiamme. C'è chi lava la macchina, chi canticchia, chi torna dal forno con il pane. Tanto, l'incendio (questa volta) non è in casa loro.

Un

Un

(Statistiche dal sito del Corpo Forestale dello Stato)


Sarah


"... mi rendo conto anche che non possiamo vincere questa battaglia per salvare specie e ambienti senza creare un legame emozionale tra noi e la natura, poiché non lotteremo per salvare ciò che non amiamo, ma che apprezziamo solo in qualche senso astratto" (S. J. Gould)

Modificato da - lynkos in data 09 settembre 2007 14:05:05
Torna all'inizio della Pagina

lynkos
Con altri occhi


Città: Sant'Eufemia a Maiella
Prov.: Pescara

Regione: Abruzzo


17647 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 settembre 2007 : 14:26:17 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Altre statistiche dal sito del Corpo Forestale:
"Dall’inizio dell’anno ad oggi sono stati 679 gli incendi che hanno interessato i Parchi nazionali e oltre 19mila gli ettari di vegetazione protetta andata in fumo.
I danni maggiori si sono avuti soprattutto al Sud, nelle regioni più colpite dalle fiamme nel corso del 2007.
Il più alto numero di incendi si è verificato nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, dove ci sono stati ben 330 roghi che hanno distrutto 1.800 ettari di vegetazione, seguito dal Parco Nazionale del Pollino con circa 83 incendi e 3.265 ettari bruciati, dal Parco Nazionale del Gargano con 81 incendi e 4.500 ettari distrutti e dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia con 49 roghi e 2.788 ettari bruciati.
Ci sono stati 48 incendi che hanno distrutto quasi 1.000 ettari protetti nel Parco Nazionale dell’Aspromonte; 43 incendi hanno distrutto 156 ettari di vegetazione nel Parco Nazionale del Vesuvio; 21 incendi hanno bruciato 1.930 ettari nel Parco Nazionale della Majella.
Nel Parco Nazionale della Sila ci sono stati 10 incendi che hanno distrutto 1.600 ettari protetti; nel Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano ci sono stati 3 incendi che hanno bruciato 26 ettari di vegetazione; nel Parco Nazionale del Circeo ci sono stati 3 incendi, nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise ci sono stati 2 incendi che hanno bruciato 440 ettari; nel Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga ci sono stati 2 incendi che hanno bruciato 1.700 ettari; nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini ci sono stati 2 incendi che hanno distrutto quasi 3 ettari di vegetazione; nel Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi c’è stato un solo incendio che non ha provocato particolari danni alla vegetazione e nel Parco Nazionale della Val Grande un incendio ha mandato in fumo 30 ettari protetti."


Sarah


"... mi rendo conto anche che non possiamo vincere questa battaglia per salvare specie e ambienti senza creare un legame emozionale tra noi e la natura, poiché non lotteremo per salvare ciò che non amiamo, ma che apprezziamo solo in qualche senso astratto" (S. J. Gould)
Torna all'inizio della Pagina

Chordewa
Utente Senior


Città: Sestu
Prov.: Cagliari

Regione: Sardegna


956 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 09 settembre 2007 : 14:59:49 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
quanto dolore...quanta crudeltà...quanta indifferenza....

------
Io non capisco come si possa passare davanti ad un albero e non essere felici di vederlo (F. Dostoevskij)

-----
Non è possibile discendere due volte nello stesso fiume, nè toccare due volte una sostanza mortale nello stesso stato; per la velocità del movimento, tutto si disperde e si ricompone di nuovo, tutto viene e va. (Eraclito)
Torna all'inizio della Pagina

FOX
Moderatore


Città: Firenze

Regione: Toscana


21531 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 settembre 2007 : 18:23:09 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie Sarah per la tua documentazione...

conosco benissimo queste realtà, spesso mi sono trovata in simili situazioni in Corsica...fortunatamente quest'anno in buona parte è stata risparmiata...

La cosa peggiore che questi fuochi sono stati appiccati in maggior parte per rancori, odi e vendette...che non hanno niente vedere con l'innocenza della natura...


simo






Alto è il prezzo quando si sfida per vanità il mistero della Natura - I. Sheehan
Torna all'inizio della Pagina

lynkos
Con altri occhi


Città: Sant'Eufemia a Maiella
Prov.: Pescara

Regione: Abruzzo


17647 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 settembre 2007 : 18:40:53 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Purtroppo hai perfettamente ragione Simo. Ho l'impressione netta che in certi ambiti, il fuoco è visto più come un'arma o uno strumento che come un orrore da combattere in ogni modo.
Vorrei invitare tutti che hanno avuto esperienze con gli incendi di quest'anno (anche se già documentata in altre sezioni del forum) di aggiungere un contributo a questo post in modo che può diventare una testimonianza sempre più completa del disastro ambientale a cui abbiamo tutti assistito, direttamente o indirettamente, e che ci ha lasciato tutti un po' più poveri di prima.

Sarah


"... mi rendo conto anche che non possiamo vincere questa battaglia per salvare specie e ambienti senza creare un legame emozionale tra noi e la natura, poiché non lotteremo per salvare ciò che non amiamo, ma che apprezziamo solo in qualche senso astratto" (S. J. Gould)
Torna all'inizio della Pagina

Sirente
Moderatore


Città: Gilly ( Belgio) - - - Castel di Ieri (Italia)
Prov.: L'Aquila

Regione: Abruzzo


7176 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 settembre 2007 : 22:46:41 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
In Abruzzo .... estate 2007

Le parole perdono ogni senso davanti a questo ... >>>

Molina Aterno 18 luglio 2007
Un
147,82 KB

Molina Aterno 18 luglio 2007
Un
165,49 KB


28 Luglio 2007
Un
184,6 KB

28 Luglio 2007
Un
181,45 KB

28 Luglio 2007
Un
182,85 KB

28 Luglio 2007
Un
186,55 KB

28 Luglio 2007
Un
174,88 KB



Torna all'inizio della Pagina

Aphyllo
Moderatore

Città: firenze
Prov.: Firenze

Regione: Toscana


8941 Messaggi
Micologia

Inserito il - 09 settembre 2007 : 23:40:50 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
"Quando ero ragazzina, quando c'era un incendio, ci andavamo tutti per provare a spegnerlo prima che diventasse troppo grande. Adesso non interviene nessuno"

..pensavo...oggi se vediamo un incendio e facciamo parte della schiera dei più previdenti e coscienziosi abbiamo memorizzato il n. telefonico 1515 per l'allarme incendi, e questo è il nostro intervento: una telefonata!!
Certo se poi nessuno interviene o lo fa in ritardo per mancanza di personale o per incuria, allora sarebbe molto meglio non avere nessun n. di telefono e intervenire direttamente noi, come al tempo di quando era ragazzina quell'intervistata... non sarà da cambiare anche quella pubblicità, oltre a tutto il resto?? Anche perchè sinceramente non vedo dove sia l'emozione nel fare una telefonata per avvisare di un incendio! mah...se invece uno prova a spegnerlo, magari le emozioni ce le ha, e forse anche tante.
Quindi la pubblicità potrebbe essere:
''Spegni il fuoco, accendi le emozioni'' se vedi un incendio spegnilo, poi segnala la tua eroica impresa telefonando al 1515 (chiamata gratuita!!) Riceverai i complimenti dei vigili del fuoco.
Magari se l'incendio è colossale no, ma per piccoli incendi??
Torna all'inizio della Pagina

ametista
Moderatore


Prov.: Padova

Regione: Veneto


6209 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 10 settembre 2007 : 00:45:12 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Anche perchè sinceramente non vedo dove sia l'emozione nel fare una telefonata per avvisare di un incendio! mah...se invece uno prova a spegnerlo, magari le emozioni ce le ha, e forse anche tante.


hai ragione. però è anche vero che una persona "qualunque"
che sta passeggiando nel bosco non penso disponga
dei mezzi per poter spegnere un incendio...
quindi è sempre d'obbligo secondo me prima di tutto
chiamare il 1515. almeno così mi hanno insegnato al Servizio Forestale.
c'è invece molta gente che ha paura di comporre quel numero,
per svariati motivi. l'ignoranza di certe persone non ha mai fine.
comunque l'importante è intervenire in qualche modo,
e non pensare che altri l'abbiano già fatto.
buonanotte a tutti



Torna all'inizio della Pagina

ecolab
Moderatore

Città: lucera
Prov.: Foggia

Regione: Puglia


634 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 10 settembre 2007 : 01:28:42 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sono di passaggio sul forum a quest'ora di notte di ritorno da un sopralluogo per un disastro ambientale (di altro tipo, in altra zona) e domani mattina alle sei di nuovo in giro, in abruzzo per un altro sopralluogo per una perizia.
Ho visto le foto di Sarah e di Sirente.
è un disastro. quei luoghi e quel disastro l'ho visto di persona qualche giorno fa: da l'Aquila a Pescara è tutto bruciato senza soluzione di continuità.
Alla mia età, ormai lo spettacolo di quelle zone prima di questi criminali incendi sarà solo un ricordo. non penso di campare tanto per rivedere la situazione ripristinata (fra quante diecine di anni?)
Le foto postate sono meravigliose nella loro struggente realtà, nella denuncia del disastro, ma questa volta non ho potuto godermele: nella mia mente, ad ogni foto della distruzione, si sovrapponeva il ricordo di come era prima.
Domani (cioè oggi) sarò in un'altra zona bruciata. altra morte nel cuore.
E noi parliamo di biodiversità!!!!
quale biodiveristà è rimasta in quei luoghi?
La natura, è vero, ha una forza vitale impressionante. sicuramente risorgerà dalle sue ceneri, se le daremo questa possibilità, ma a noi rimane pur sempre la sensazione di impotenza, di fallimento, un amaro in bocca e la vergogna di appartenere ad una specie, l'uomo, capace di queste assurdità, capace di distruggere casa sua, il suo ambiente per soldi, per vendetta, per dispetto, per becera ignoranza.
a presto
giampaolo
Torna all'inizio della Pagina

lynkos
Con altri occhi


Città: Sant'Eufemia a Maiella
Prov.: Pescara

Regione: Abruzzo


17647 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 10 settembre 2007 : 08:53:44 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di ecolab:

La natura, è vero, ha una forza vitale impressionante. sicuramente risorgerà dalle sue ceneri, se le daremo questa possibilità

E' questa la chiave a tutto... se le daremo questa possibilità. Ma per quello di succedere, qualcosa di fondamentale deve cambiare, fuori ma soprattutto dentro la testa e l'anima della gente comune. E' facile per noi qui di parlare di conoscenza, della biodiversità e della necessità di salvaguardarla, ma siamo un'élite infinitamente piccola e debole di fronte ad una realtà che viene da tutt'altro retaggio culturale e sta andando in tutt'altra direzione a piena velocità. Paradossalmente, proprio il nostro modo di pensare tradotto in interventi implementati con poca sensibilità verso il contesto culturale può contribuire a peggiorare la situazione e mettere ancora più a rischio ciò che avremmo voluto invece salvaguardare, pensieri complessi che spero di approfondire in un altro post.
Messaggio originario di aphyllo:

Anche perchè sinceramente non vedo dove sia l'emozione nel fare una telefonata per avvisare di un incendio! mah...se invece uno prova a spegnerlo, magari le emozioni ce le ha, e forse anche tante.

Potrei sbagliarmi, ma secondo me il messaggio del CFS si riferiva alle emozioni e la soddisfazione di aver aiutato ad evitare un incendio potenzialmente disastroso, non quelle legate direttamente all'azione stessa.
Comunque, credo che entrambi Marco e Marghe hanno ragione. Non si può generalizzare e bisogna lasciare molto alla sensibilità e intelligenza (purtroppo non sempre presenti) della persona. Senza dubbio bisogna sempre segnalare l'incendio alle autorità il più velocemente possibile e senza dubbio è importante a quel punto di non ostacolare in nessun modo l'intervento dei professionisti e di non mettersi in situazioni di pericolo che potrebbe necessitare l'intervento delle squadre di soccorso, così distraendole dalla lotta primaria per spegnere le fiamme.
Però questo detto, nel caso di un piccolo incendio, un intervento personale intelligente, sensibile e soprattutto prudente può essere decisivo per evitare un rogo non più controllabile, soprattutto in momenti di crisi quando i mezzi antincendio sono già impegnati oltre la loro capacità.

Sarah


"... mi rendo conto anche che non possiamo vincere questa battaglia per salvare specie e ambienti senza creare un legame emozionale tra noi e la natura, poiché non lotteremo per salvare ciò che non amiamo, ma che apprezziamo solo in qualche senso astratto" (S. J. Gould)
Torna all'inizio della Pagina

Eliasoriordan
Utente Senior


Città: Rivoli
Prov.: Torino

Regione: Piemonte


2959 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 10 settembre 2007 : 15:18:14 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di aphyllo:

"Quando ero ragazzina, quando c'era un incendio, ci andavamo tutti per provare a spegnerlo prima che diventasse troppo grande. Adesso non interviene nessuno"

..pensavo...oggi se vediamo un incendio e facciamo parte della schiera dei più previdenti e coscienziosi abbiamo memorizzato il n. telefonico 1515 per l'allarme incendi, e questo è il nostro intervento: una telefonata!!
Certo se poi nessuno interviene o lo fa in ritardo per mancanza di personale o per incuria, allora sarebbe molto meglio non avere nessun n. di telefono e intervenire direttamente noi, come al tempo di quando era ragazzina quell'intervistata... non sarà da cambiare anche quella pubblicità, oltre a tutto il resto?? Anche perchè sinceramente non vedo dove sia l'emozione nel fare una telefonata per avvisare di un incendio! mah...se invece uno prova a spegnerlo, magari le emozioni ce le ha, e forse anche tante.
Quindi la pubblicità potrebbe essere:
''Spegni il fuoco, accendi le emozioni'' se vedi un incendio spegnilo, poi segnala la tua eroica impresa telefonando al 1515 (chiamata gratuita!!) Riceverai i complimenti dei vigili del fuoco.
Magari se l'incendio è colossale no, ma per piccoli incendi??


occhio a non sottovalutare il pericolo: rischi molto a tentare di spegnere un incendio da solo senza mezzi e protezioni (già i pompieri ogni tanto ci lasciano la pelle), soprattutto quando c'è vento. Meglio chiamare chi di dovere

Daniele Capello
Rivoli (TO)
Torna all'inizio della Pagina

a p
utente ritirato in data 22.02.2012



9799 Messaggi

Inserito il - 10 settembre 2007 : 15:46:12 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Amareggiato da quanto documentato da Sarah

Alessandro PD


Chi ama la Natura le lascia i suoi fiori
Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 3 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Pagina Successiva >>

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Forum Natura Mediterraneo © 2003-2018 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,64 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Ecotrekking.it | Lynkos.net