testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Hai provato la nostra ricerca tassonomica da Browser? Clicca qui per info!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 


Nota! La determinazione degli insetti necessita quasi sempre di un'indicazione geografica e temporale precisa.
Invitiamo quindi gli utenti ad inserire questi dati ogni volta che viene richiesta una determinazione o viene postata una foto di un insetto. I dati forniti dagli utenti ci consentiranno anche di attribuire un valore scientifico alle segnalazioni, contribuendo a migliorare e integrare le attuali conoscenze sulla distribuzione delle specie postate.


 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
   INSETTI
 Coleoptera e Strepsiptera
 Dytiscidae: Agabus bipustulatus
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Pangur Bán
Utente Senior


Regione: Umbria


513 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 14 maggio 2022 : 20:38:27 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

11/05/22, monte Subasio (PG) a circa 600-700 metri di altezza.

Camminava sul tetto della macchina.

Immagine:
Dytiscidae: Agabus bipustulatus
176,82 KB

Immagine:
Dytiscidae: Agabus bipustulatus
207,9 KB

Immagine:
Dytiscidae: Agabus bipustulatus
157,15 KB

Immagine:
Dytiscidae: Agabus bipustulatus
142,47 KB

Immagine:
Dytiscidae: Agabus bipustulatus
181,51 KB

Modificato da - vladim in Data 21 maggio 2022 05:20:14

Stregatto
Utente Senior


Città: Arezzo


1696 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 16 maggio 2022 : 19:20:09 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Pangur Bán,
scorrendo la nostra galleria azzarderei Agabus, ma non me la sento di sbilanciarmi, non conoscendo i caratteri distintivi del genere: meglio attendere gli esperti. Che dimensioni aveva? In attesa di un parere sicuro e definitivo, dai un'occhiata qui per un confronto:
Link
Link

Enzo



Modificato da - Stregatto in data 16 maggio 2022 19:21:56
Torna all'inizio della Pagina

Pangur Bán
Utente Senior


Regione: Umbria


513 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 16 maggio 2022 : 20:42:36 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Credo fosse di circa 1 cm, forse meno. Stavo usando il tubo dell'acqua e ho visto questo affarino nero che si dimenava sul tetto della macchina, investito dal getto. E' quindi arrivato volando presumo, a meno che non sia caduto da un albero.

Ambiente intorno: boschivo, prati distanti e niente corsi d'acqua o stagni nelle vicinanze.

Torna all'inizio della Pagina

Stregatto
Utente Senior


Città: Arezzo


1696 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 16 maggio 2022 : 21:44:14 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Pangur Bán:

Credo fosse di circa 1 cm, forse meno. Stavo usando il tubo dell'acqua e ho visto questo affarino nero che si dimenava sul tetto della macchina, investito dal getto. E' quindi arrivato volando presumo, a meno che non sia caduto da un albero.

Ambiente intorno: boschivo, prati distanti e niente corsi d'acqua o stagni nelle vicinanze.



Molto frequentemente i Dytiscidae spiccano il volo proprio per trasferirsi in stagni o raccolte d'acqua diversi da quelli d'origine, soprattutto quando questi si prosciugano. Potrebbe benissimo provenire da qualche raccolta d'acqua distante, oppure situata nelle vicinanze e prosciugatasi a causa di questa siccità diffusa. Per quanto riguarda le dimensioni, dipendono dalla specie ma anche dall'età del soggetto. Attendiamo una conferma sicura, sperando di arrivare a genere e specie.

Enzo

Torna all'inizio della Pagina

Pangur Bán
Utente Senior


Regione: Umbria


513 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 16 maggio 2022 : 22:09:30 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Capito. Forse quindi era in viaggio verso un piccolo stagno che si trova più in alto. In linea d'aria non è lontanissimo. Oppure cercava qualche fosso o abbeveratoio abbandonato qui e là. Troverà la strada.


Torna all'inizio della Pagina

gomphus
Moderatore


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


10177 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 16 maggio 2022 : 22:57:38 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
è possibile che sia un Agabus, ma il dorso mi sembra un po' troppo convesso

potrebbe invece essere Ilybius ater?

p.s.

Messaggio originario di Stregatto:
... Per quanto riguarda le dimensioni, dipendono dalla specie ma anche dall'età del soggetto...

???


maurizio

quando l'ultimo albero sarà stato abbattuto,
l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce pescato,
allora ci accorgeremo che il denaro non si può mangiare

Torna all'inizio della Pagina

Stregatto
Utente Senior


Città: Arezzo


1696 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 16 maggio 2022 : 23:08:55 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Pangur Bán:

Capito. Forse quindi era in viaggio verso un piccolo stagno che si trova più in alto. In linea d'aria non è lontanissimo. Oppure cercava qualche fosso o abbeveratoio abbandonato qui e là. Troverà la strada.




Già, anche gli abbeveratoi hanno un peso di tutto rispetto. E proprio in molti siti naturali dell'Umbria (soprattutto nel Sibillini), numerosi abbeveratoi che ormai da decenni versavano in stato di grave abbandono sono stati ripristinati e restaurati a causa della loro importanza ecologica: tali manufatti costituiscono infatti dei fondamentali siti riproduttivi per varie specie di anfibi e, al tempo stesso, dei preziosissimi habitat per numerose specie invertebrate.

Enzo

Torna all'inizio della Pagina

Stregatto
Utente Senior


Città: Arezzo


1696 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 16 maggio 2022 : 23:27:55 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di gomphus:

è possibile che sia un Agabus, ma il dorso mi sembra un po' troppo convesso

potrebbe invece essere Ilybius ater?

p.s.

Messaggio originario di Stregatto:
... Per quanto riguarda le dimensioni, dipendono dalla specie ma anche dall'età del soggetto...

???




Ciao Maurizio,
scusami, mi sono espresso male e in modo non chiaro.
Intendevo dire questo: ho fatto riferimento a questa discussione: Link in cui le dimensioni del soggetto in questione (Agabus bipustulatus) sono stimate sui 7-8 mm.; l'esemplare fotografato da Pangur misura invece circa 1 cm. Ho quindi ipotizzato che, qualora si tratti di un Agabus, o appartiene ad un'altra specie oppure potrebbe dipendere da altri fattori come sesso, età, ecc. Pensandoci bene, però, ho scritto troppo frettolosamente: se non ricordo male, una volta completata la metamorfosi il coleottero adulto ha terminato completamente il suo sviluppo ed ha raggiunto già le sue dimensioni definitive, non avendo più margine di crescita. E' così?

Enzo


Modificato da - Stregatto in data 17 maggio 2022 00:32:19
Torna all'inizio della Pagina

Chalybion
Moderatore

Città: Bagnacavallo
Prov.: Ravenna

Regione: Emilia Romagna


11193 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 20 maggio 2022 : 23:38:37 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Le maglie lunghe e strette delle elitre per me lo identificano come Agabus bipustulatus. Talora se in volo, atterrano su ciò che riflette la luce come una superfice bagnata o ... un laghetto.
Ovviamente le dimensioni di ogni insetto adulto sono immutabili, mentre possono variare a seconda del sesso: quasi sempre sono le femmine le più grandi, ma non sempre. Le dimensioni citate, "un cm, forse meno" sono compatibili.

"Impegnarsi per volere a tutti i costi piacere a tutti è il peggior modo di sprecare tempo". (Chalybion)
Torna all'inizio della Pagina

Pangur Bán
Utente Senior


Regione: Umbria


513 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 21 maggio 2022 : 13:51:01 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Quindi può darsi che non sia stato casuale il suo atterraggio sulla macchina. Il tetto bagnato lo ha ingannato.



Torna all'inizio della Pagina

Stregatto
Utente Senior


Città: Arezzo


1696 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 21 maggio 2022 : 16:17:59 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Chalybion:

Le maglie lunghe e strette delle elitre per me lo identificano come Agabus bipustulatus. Talora se in volo, atterrano su ciò che riflette la luce come una superfice bagnata o ... un laghetto.
Ovviamente le dimensioni di ogni insetto adulto sono immutabili, mentre possono variare a seconda del sesso: quasi sempre sono le femmine le più grandi, ma non sempre. Le dimensioni citate, "un cm, forse meno" sono compatibili.


Grazie per la conferma, Giorgio!
Ero quasi certo si trattasse di A. bipustulatus ma, basandomi sul solo aspetto generale, non me la sono sentita di sbilanciarmi: non conosco purtroppo i precisi caratteri distintivi della specie, e il solo habitus può trarre in inganno.
È vero: sulle dimensioni ho risposto di getto: non ho riflettuto sul fatto che si tratta di insetti a metamorfosi completa, dove l'accrescimento si concentra nella fase larvale: una volta compiuta la metamorfosi, le dimensioni sono ormai definitive.

Enzo


Modificato da - Stregatto in data 21 maggio 2022 16:20:10
Torna all'inizio della Pagina

Stregatto
Utente Senior


Città: Arezzo


1696 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 21 maggio 2022 : 16:43:38 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Pangur Bán:

Quindi può darsi che non sia stato casuale il suo atterraggio sulla macchina. Il tetto bagnato lo ha ingannato.





Sì, non possiamo dirlo con certezza matematica ma mi sembra un'ipotesi molto valida.

Enzo

Torna all'inizio della Pagina

Chalybion
Moderatore

Città: Bagnacavallo
Prov.: Ravenna

Regione: Emilia Romagna


11193 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 21 maggio 2022 : 22:36:35 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Pangur Bán:

Quindi può darsi che non sia stato casuale il suo atterraggio sulla macchina. Il tetto bagnato lo ha ingannato.




Qualche giorno fa ero in Sardegna, al passo di Arcu Correboi; al ritorno all'auto, che è di colore bianco, l'ho trovata con molte decine di Helophorus spp. e Hydroporus spp., acquatici che devo ancora identificare. Ne atterravano in continuazione, rivoltandosi, ripartendo e riatterrando. Non so se fossero attratti dal bianco in quanto colore ma sono più propenso a pensare perchè il colore era rilucente al sole e, sotto certe angolazioni, sicuramente di aspetto riflettente.

"Impegnarsi per volere a tutti i costi piacere a tutti è il peggior modo di sprecare tempo". (Chalybion)
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,7 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net