testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Lo sapevi che puoi aggiungere le informazioni di Google Map nel Forum? Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
 MOLLUSCHI TERRESTRI E DULCIACQUICOLI
 bivalve forse Pisidium
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

rocco il micio
Utente Senior

Città: LOREGGIA
Prov.: Padova


700 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 01 agosto 2020 : 14:20:09 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Pisidium o un cucciolo di Unio? Grazie
Da detrito di piena Torrente da Pedemontana Veneta.
mm 5,3

Immagine:
bivalve forse Pisidium
174,48 KB

vill
Utente Senior

Città: Castelnovo di Sotto
Prov.: Reggio Emilia

Regione: Emilia Romagna


582 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 01 agosto 2020 : 18:36:28 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao,
è un Pisidium, quale non so.
questi piccoli bivalvi si distinguono dai denti cardinali, in quanto alcune specie sono molto simili.
Le dimensioni portano a P.casertanum ma la forma no, potrebbe essere anche un giovanile di P.amnicum.
I denti cardinali sono difficoltosi da fotografare, ed aprire le valve si potrebbe distruggere.
Hai esemplari di valva singola sia dx che sx.
Viller

Torna all'inizio della Pagina

rocco il micio
Utente Senior

Città: LOREGGIA
Prov.: Padova


700 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 02 agosto 2020 : 13:46:30 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
anch'io penso sia un cucciolo di P.amnicum, ho cercato in rete e confrontato diverse foto e sembra quello che assomiglia di più.
aprire la conchiglietta credo non mi convenga.....sarebbe più facile romperla e valve singole non ne ho.
Ho un'altro esemplare che come forma ci assomiglia ma + grosso di spessore in proporzione.......penso possa essere un P.conventus.
stesso detrito, mm 3,5


Modificato da - rocco il micio in data 02 agosto 2020 13:49:46
Torna all'inizio della Pagina

rocco il micio
Utente Senior

Città: LOREGGIA
Prov.: Padova


700 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 02 agosto 2020 : 13:49:24 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Immagine:
bivalve forse Pisidium
72,47 KB
Torna all'inizio della Pagina

vill
Utente Senior

Città: Castelnovo di Sotto
Prov.: Reggio Emilia

Regione: Emilia Romagna


582 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 agosto 2020 : 09:33:25 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
L'esemplare dell'ultima immagine postata non mi sembra della stessa specie ma, dato la variabilità di forma di alcune specie di Pisidium, non lo posso escludere. Per quanto riguarda P. conventus non saprei.
Personalmente per aprire le valve ho utilizzato il metodo della bollitura anche in esemplari provenienti da detrito ma non sempre ha funzionato. Il metodo consiste nel mettere la conchiglia in un sacchetto fatto con una garza, per non perderlo, chiudendola con punti metallici poi farlo bollire, naturalmente in un piccolo recipiente. Se le valve non si distaccano è da evitare la forzatura.
Viller

Torna all'inizio della Pagina

garagolo
Moderatore


Città: Cerretti di Santa Maria A Monte
Prov.: Pisa

Regione: Toscana


3047 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 03 agosto 2020 : 10:12:38 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Generalmente , in esemplari così piccoli, per distaccare le valve è sufficiente una immersione in acqua , se non basta , perchè tende a crearsi una sorta di "bolla" d'aria intorno e l'acqua non riesce a penetrare, allora un po' di acqua ossigenata agevola la cosa. Altro metodo piuttosto efficace, è l'uso di una vaschetta ad ultrasuoni, le vibrazioni agevolano il distacco delle valve aiutando l'acqua a inserirsi all'interno. Personalmente sono sempre stato convinto che tutti i bivalvi debbano essere conservati con le valve aperte , se poi il numero in raccolta è sufficiente, allora niente vieta di conservarne esemplari chiusi, ma , almeno qualcuno deve essere ben ispezionabile all'interno.

Alessandro


"Tempo fa ero indeciso, ma ora non ne sono più sicuro" (Umberto Eco)
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Forum Natura Mediterraneo © 2003-2018 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,26 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Ecotrekking.it | Lynkos.net