testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Leggi il nostro regolamento!! Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
 MOLLUSCHI TERRESTRI E DULCIACQUICOLI
 E' veramente un alieno?
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8916 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 19 marzo 2016 : 18:04:21 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Enrico Clerici nel 1888 segnalava la presenza di Corbicula fluminalis nelle sabbie fossilifere dell'Acqua Traversa a Roma.

CLERICI E., Sulla Corbicula fluminalis dei dintorni
di Roma e sui fossili che l’accompagnano.
Boll. Soc. Geol. It., 7, Roma 1888.

Esu e Girotti, Link elencano molti rinvenimenti europei della specie ad iniziare dal pliocene.

Corbicula sembrava assente dalla fauna attuale del Lazio ma facendo una passeggiata sulle sponde del Tevere ho trovato alcune valve.


Corbicula del Tevere
E'' veramente un alieno?


Cerniera
E'' veramente un alieno?


Non sono freschissime ma neanche fossili, ed erano tra i detriti abbandonati da una piena.
Saranno un rinvigorirsi dell'antica popolazione o una nuova invasione aliena?



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro

gomphus
Moderatore


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


9844 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 19 marzo 2016 : 21:50:09 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
ok sandro, ma sei sicuro della determinazione?

lo so che io sono tutt'altro che un esperto ma a me questa ricorda tanto la C. fluminea, ormai ben insediata in nord italia

maurizio

quando l'ultimo albero sarà stato abbattuto,
l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce pescato,
allora ci accorgeremo che il denaro non si può mangiare

Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8916 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 20 marzo 2016 : 02:26:41 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Maurizio,
sulla classificazione non mi sono pronunciato se non a livello generico e non a caso, quello che mi interessava comunicare era la presenza del genere fossile in quell'area molto prima che le attività umane lo disperdessero in tutto il mondo.
Il nome fluminalis e quello usato da Clerici e da Esu e Girotti, le illustrazioni in effetti corrispondono a quella che oggi chiamiamo C. fluminea.
Questo si basa sull'interpretazione di Zhadin che considera C.fluminea più grande ed ovale mentre C. fluminalis è più piccola e triangolare.
Secondo la Esu proprio il contrario di quello che scrisse Muller nel descrivere le due specie.
Sicuramente l'argomento dovrà essere approfondito.



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12844 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 20 marzo 2016 : 20:15:10 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

P. L. Reischütz mi ha scritto che non ci sono problemi con la determinazione come C. fluminea


"Good people don't go into government" (D. Trump)

E'' veramente un alieno?
Link - nothing is more dangerous than the truth - solo chi conosce il passato, può capire il presente!
Torna all'inizio della Pagina

vill
Utente Senior

Città: Castelnovo di Sotto
Prov.: Reggio Emilia

Regione: Emilia Romagna


592 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 21 marzo 2016 : 09:21:17 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Il dubbio che Corbicula non fosse proprio un alieno, l'ho avuto dopo aver letto i lavori di Esu e Girotti, i primi ritrovamenti li ho fatti sulla costa romagnola nella seconda metà degli anni '90. Gli esemplari erano di piccole dimensioni e non superavano i 10mm , di seguito l'ho trovata anche nel Po ma sempre di piccole dimensioni 15-18mm. Negli anni successivi si è espansa nei fiumi e canali del bacino del Po raggiungendo le dimensioni medie della specie 40-45mm diventando invasiva. Nel lago di Garda convivono le due specie C. fluminea e C. fluminalis. Nei depositi Plio-Pleistocenici del torr. Stirone e del torr. Enza non ho mai rinvenuto la specie. La sua scomparsa potrebbe attribuirsi ad un cambiamento climatico, una glaciazione più o meno forte, questa specie proviene da climi più caldi del nostro. La sua reintroduzione, secondo il parere di alcuni, è avvenuta tramite il rilascio di pesce proveniente dal sud-est asiatico e di vermi limicoli usati come esca sempre dalle stesse zone. La Corbicula resiste anche in acque salmastre (segnalata viva ad alcune miglia dalla costa adriatica).
Lo stesso discorso può valere per Dreissena polymorpha, specie nord europea presente nei depositi del T. Stirone, reintrodotta nei grandi laghi insubrici tramite le barche dei turisti nordici; ma in questo caso la questione è opposta, non glaciazione ma surriscaldamento.
Rimane comunque aperta la discussione, alieno o no, nel mio peregrinare per canali e fiumi in prov. di RE prima del 1998 non l'ho mai trovata.

Viller

Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,25 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net