testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: L'iscrizione al nostro Forum è gratuita e permette di accedere a tutte le discussioni.
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
 MOLLUSCHI TERRESTRI E DULCIACQUICOLI
 strana Helix ligata s.l. del Matese
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

fern
Utente Senior

Città: Vicenza


2100 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 12 marzo 2016 : 15:46:49 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Parlo di Helix ligata sensu lato, ovvero come è stata intesa finora, in attesa che sia pubblicato il lavoro di Fiorentino et al. che si annuncia rivoluzionario.
Ho trovato l'esemplare in foto, con pochi simili, in una gola del Matese (Agosto 2014) e quando l'ho visto ho esclamato, ad alta voce pur essendo solo: ma allora è vero! Mi riferivo a quanto scritto da Kobelt, il quale sosteneva che Helix pomatia scende lungo l'Appennino fino in Campania, dove l'avrebbe raccolta lui stesso.
Poi mi sono convinto che è ligata, ma con un carattere che ritengo interessante: il labbro è scuro ed io avevo sempre capito che questa è un'esclusiva delle "Helix ligata" calabresi.
Non è scuro come una H. cincta o lucorum, per intenderci, diciamo color nocciola, come spero si intravveda nella foto.

Fig. 1A
strana Helix ligata s.l. del Matese
287,34 KB

Fig. 1B
strana Helix ligata s.l. del Matese
246,01 KB

Sarebbe istruttivo riprendere i ragionamenti di Kobelt, specialmente quando sarà pubblicato il lavoro cui ho accennato. Ciao,

fern





Il n'y a de petit dans la Nature que les petits esprits.

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8914 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 12 marzo 2016 : 17:17:54 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Ci mancava anche questa, il colore di fondo rientra benissimo in H.mileti, la variabilità delle fascie nelle Helix è cosa nota ma quel labbro colorato ci toglie anche l'ultima certezza.
Purtroppo essendo un vecchio ritrovamento non si può fare un esame anatomico ma è un particolare da tenere presente nei campionamenti futuri.
Sul Pollino convivono esemplari con labbro bianco con esemplari con labbro rosato dunque è possibile che il fenomeno, anche se più raramente si manifesti anche in altre popolazioni.



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

fern
Utente Senior

Città: Vicenza


2100 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 12 marzo 2016 : 23:18:21 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Rovistando nel lavoro di Kobelt (Martini & Chemnitz, 1903) trovo la seguente descrizione di Helix pomatia. Dopo aver descritto un esemplare di Lione, per lui località tipica, aggiunge:
Differisce non poco, ma appartiene pur sempre al tipo, l’esemplare rappresentato in Tab. 362, fig. 6, che ho comprato a Napoli mescolato con Helix gussoneana dell’Abruzzo. E’ quasi interamente umbilicata, globoso-compressa, dal guscio robusto grossolanamente striato, quasi costata, verso l’apertura con una scultura spirale quasi obsoleta ma riconoscibile. Avvolgimenti convesso-schiacciati, apice relativamente piccolo, giallastro. Sutura degli ultimi avvolgimenti crenulata. Cinque avvolgimenti, i primi appena convessi, l’ultimo alquanto rigonfio, lungamente e fortemente discendente in avanti. Apertura obliqua, quasi circolare, nettamente separata, palato scuro ma con labbro ispessito dietro il bordo. Bordo columellare marrone ("color fegato"), rigonfio posteriormente quasi ad ostruire l’ombelico. Diam. maj. 38, alt. 35, alt. apert. 25, diam. 24 mm. - Che io sappia, questa forma proveniente dai monti del Matese rappresenta la località più meridionale di Helix pomatia in Italia.
Aggiungo la figura citata

Tab. 362, Fig. 6).
strana Helix ligata s.l. del Matese
107,96 KB

Una corrispondenza notevole, direi. Aggiungo un'immagine dell'esemplare più simile ad Helix ligata tipica trovato nella stessa gola,
Fig. 2
strana Helix ligata s.l. del Matese
202,56 KB
ed un esemplare di Helix cf. mileti trovato al parcheggio di Campitello Matese e di cui m'ero dimenticato: anche questa ha il labbro scuro!
Helix cf. mileti
strana Helix ligata s.l. del Matese
196,69 KB

Ciao,

fern
Torna all'inizio della Pagina

fern
Utente Senior

Città: Vicenza


2100 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 13 marzo 2016 : 14:44:38 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sono andato a vedere la descrizione originale di Helix gussoneana var. mileti (Kobelt, 1906) dove si legge
Apertura subobliqua, lunato-circularis, intus fuscescens
perciò non dovrebbe essere una novità ... Tuttavia le figure rappresentano esemplari con apertura bianca, o quasi.

Modificato da - fern in data 13 marzo 2016 14:46:21
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,16 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net