testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Lo sapevi che puoi aggiungere le informazioni di Google Map nel Forum? Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Città, Montagne, Laghi, Itinerari, Immagini del Mediterraneo
 IMMAGINI DELLA NATURA
 Oasi naturalistica del Carmine
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
<< Pagina Precedente | Pagina Successiva >>
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag.di 5

picus
Utente Senior

Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


955 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 gennaio 2016 : 11:58:42 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
La versione invernale dell’oasi del Carmine è affascinante : neve e gelo non mitigano l’attrazione che la neve suscita. Il biancore della vegetazione ammantata, i rami sconnessi dal peso , le forme scheletriche di ciò che esula dall’ampio involucro bianco. La neve ha questa capacità di espandere il paesaggio o di comprimerlo con la sua distesa armonica di fondere le asperità o di renderle astratte come se in un solo attimo tutta la natura fosse possibile cancellarla o modificarla .Un esempio delle capacità che la natura ha di rendere attraente ogni sua manifestazione. Qui non ne è venuta molta ma il suo fascino tentacolare mi spinge ogni volta a raggiungere questo lembo di natura e scattare foto .


Immagine:
Oasi naturalistica del Carmine
261,97 KB

Torna all'inizio della Pagina

picus
Utente Senior

Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


955 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 14 gennaio 2016 : 12:00:07 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Immagine:
Oasi naturalistica del Carmine
248,94 KB
La neve si è sciolta è bastato un giorno solatio e tutta la zona è riapparsa nelle sue tipiche formazioni vegetazionali. Niente più linee geometriche o semplificazioni paesistiche solo apparizioni naturalistiche geo/vegetali quiescenti : alberi spogli ,arbusti con qualche bacca rimasta appesa non ancora raccolta dai turdidi , prati che riflettono un lieve tono verde come fosse un accenno stagionale un segno minimale di una incombente primavera. nelle pieghe dei prati si sono formati piccoli ristagni idrici contornati a volte da canaletti e rigoli che ondulano il terreno trascinandosi steli ed erbacee rinsecchite : nelle parti più morbide i segni e le tracce degli ungulati e uccelli che approfittano delle pozze per bere e farsi il bagno. Si.. essi lo fanno .. persino con neve e gelo . Quando la biologia ha le sue preferenze..

Torna all'inizio della Pagina

picus
Utente Senior

Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


955 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 10 febbraio 2016 : 12:54:56 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia  Controlla la Mappa di Google dal Satellite
Nazione: Italia Regione: Lombardia Provincia: PV Comune: Zavattarello Localitŕ: Carmine Bivio
il vento fa il suo giro titolo di un noto film e come il vento le stagioni tornano magari un po' diverse semplici o determinate, scomposte o avventurose comunque tornano imperterrite sui loro luoghi dove posano le atmosfere ancestrali. E così dopo un inverno del tutto strano i primi accenni di primavera si notano nei riti del tempo : vento fresco , sole tiepido, erba che spunta timida nei campi tormentati dalle intemperie precedenti e le prime api appassionate che si accalcano sui farfaracci e gli eranthis dai vistosi petali gialli.

Immagine:
Oasi naturalistica del Carmine
233,9 KB

Torna all'inizio della Pagina

picus
Utente Senior

Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


955 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 26 marzo 2016 : 15:11:14 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Immagine:
Oasi naturalistica del Carmine
209,79 KB
Primavera ormai immersa nel tepore collinare; aloni verdognoli sparsi ovunque corredano la valle secondo le priorità delle specie . I caprioli richiamano a gran voce la loro territorialità e i cinghiali portano in giro le loro numerose prole . Primi insetti soprattutto sirfìdi e api tagliano i prati diffondendosi sulle prime fioriture di pruni . Il sole è tiepido e sui sassi levigati rispecchia il suo riflesso giocoso. Cantano la tottavilla e l'allodola quasi tutto il giorno . Altri lo fanno di rado non fidandosi delle volubili giornate di marzo.
Luigi

Torna all'inizio della Pagina

picus
Utente Senior

Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


955 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 26 marzo 2016 : 20:42:58 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Immagine:
Oasi naturalistica del Carmine
226,66 KB

La poiana mentre carpisce e si allontana con i resti di una preda . le apparizioni sono frequenti .. tutto l'anno. Si è insediata stabilmente considerato il disturbo praticamente nullo nell'oasi. le parate sono iniziate e tra breve ci sarà la deposizione annuale delle uova con successivi 1 o 2 pullus a seconda della fertilità della coppia. Sono stupende da vedere quando roteano in termica o spiritano sopra i prati cercando ortotteri.
Luigi

Torna all'inizio della Pagina

Albisn
Utente Senior


Città: Seregno
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3877 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 27 marzo 2016 : 00:51:19 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sempre molto interessante il tuo reportage.

Ciao e Buona Pasqua
Alberto
Torna all'inizio della Pagina

picus
Utente Senior

Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


955 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 01 aprile 2016 : 21:44:17 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Immagine:
Oasi naturalistica del Carmine
254,28 KB
Le fioriture dei pruni ,prugnoli e cornioli sono le prime ad affacciarsi sulla nuova stagione. Petali tremolanti ,fragili sembrano mosaici incastonati nel paesaggio intorpidito delle colline ancora addormentate. I loro neri tronchi riconoscibili dalle rade scanalature li differenziano dai più grandi alberi somiglianti che la convergenza ambientale tende a massificare ; quel colore nerastro che si spalma fino alle estremità interrotto dai germogli. Alberi che in estate forniranno con le loro proprietà succosi frutti . Un ulteriore esempio naturalistico di trasformismo estetico.

Torna all'inizio della Pagina

picus
Utente Senior

Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


955 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 12 aprile 2016 : 11:25:28 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia  Controlla la Mappa di Google dal Satellite
Nazione: Italia Regione: Lombardia Provincia: PV Comune: Zavattarello Localitŕ: Carmine Bivio
Anche quest'anno è arrivata . le notizie dalle parti sud sahariane non confortano e le popolazioni faunistiche sono sempre a rischio oltre che in netta diminuzione. Può succedere anche per essa come per molte altre che non si vedono più in un contesto quello collinare dove era abitualmente avvistabile. Sulle carraie ,fra i prati incolti, nelle concimaie o più semplicemente fra i praticelli levigati delle villette residenziali ma anche aie e cortili in terriccio dove la si notava farsi il bagno di sabbia . Ora è rara e se non fosse per il suo cromatismo sgargiante e poliedrico sarebbe inosservabile . Qui all'oasi ne è rimasta una coppia oltre che a qualcuna altra di passo che non tralascia di sostare in questo periodo . Bellissima specie e confidente dalla simbologia estetica.

Immagine:
Oasi naturalistica del Carmine
209,54 KB

Torna all'inizio della Pagina

picus
Utente Senior

Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


955 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 05 maggio 2016 : 22:05:57 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
La struttura e la policromia del contesto cambiano adeguandosi alla stagione e relativo clima. Il sole più caldo e l'umidità conservata dal precedente inverno stimolano la crescita delle erbacee che con gli arbusti disegnano il paesaggio scolpendolo nelle tante vallate e crinali che compongono l'Oltrepò collinare. Le nuvole sono sempre meno e il vento tiepido soffia sui tanti fiori ormai sbocciati colorando di giallo, bianco e azzurro i prati volutamente lasciati alla loro autonomia. Nella foto si notano alcuni stagionali tipici come gli Hieracium pilosella e gli Helianthemum nummularium non più tanto comuni per i veleni utilizzati nei vigneti. L'oasi è per essi si espandano dove lo riterranno.
Luigi


Immagine:
Oasi naturalistica del Carmine
295,65 KB

Torna all'inizio della Pagina

picus
Utente Senior

Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


955 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 23 maggio 2016 : 20:01:27 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Oasi a fine maggio :sui campi fioriti volano numerose le farfalle , in questo periodo soprattutto le melitee, gli uccelli territoriali cantano di frequente e i mammiferi si fanno meno diffidenti . Caprioli al richiamo amoroso e cinghiali sempre attivi, volpi diurne e coniglietti selvatici che sgusciano dalle macchie spinose dove trovano rifugio. Ciò che risalta però è un canto ornitico quello della sterpazzolina del Moltoni ( Sylvia subalpina ) ssp identificata dal Moltoni ornitologo genovese trapiantato a Milano divenuto in seguito direttore del Museo di Storia Naturale .Da qui il nome adottivo . Il suo non è un canto flautato o particolare risulta piuttosto un cicaleccio abbastanza simile a quello del più comune canapino ( Hippolais polyglotta )da cui si differenzia per tono e alcune varianti iniziali comunque riconoscibile all'orecchio empirico. Per le abitudini di frequentazione arbustiva non sempre è facile avvistarli ma tenendo conto di abitudini e un particolare richiamo di allarme che tra l'altro lo distinguono dalla sterpazzolina più comune , si riesce comunque a sapere della sua presenza. Finora le coppie presenti risultano essere almeno 6 sparse nelle zone con folti cespugli in prossimità di alte erbacee dove cercano cibo e costruiscono i loro nidi. Migratori irriducibili arrivano verso la metà di aprile per ripartire per le regioni subsahariane dalla metà di ottobre in poi .La specie tiene bene malgrado le persecuzioni africane probabilmente per il tipo di ambiente frequentato lontano dall'uomo.

Immagine:
Oasi naturalistica del Carmine
239,76 KB

Torna all'inizio della Pagina

picus
Utente Senior

Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


955 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 15 giugno 2016 : 18:33:32 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Questa estate ha il malumore addosso. Non fa abbastanza caldo e il vento strano sembra cambiare di umore ad ogni folata dietro il crinale ; quando arriva piano e tiepido si incolla sulla faccia quando è veloce e sferzante ti porta i brividi addosso . poi tutto cambia . Basta una nuvola ,qualche cirro imbronciato ed ecco nuovamente la pioggia con i lampi e gli immancabili tuoni che dalle cime percuotono tutte le valli ; per effetto dell'atmosfera e del rimbombo collinare sembrano ancora più forti. I tuoni spaccano le colline e avvicinano la potenza universale. Sotto , il paesaggio rimane inalterato impassibile al disastro soprastante . Affari suoi se avesse voce . Il prato incolto brulica di grilli canterini e i fiori stagionali si scambiano i colori come una variante pittorica mentre nei campi vicini di erba medica svettano le grandi margherite ( Leucanthemum vulgare ).


Immagine:
Oasi naturalistica del Carmine
276,6 KB

Torna all'inizio della Pagina

Andromeda
Moderatore


Città: Viadana
Prov.: Mantova

Regione: Lombardia


11587 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 18 giugno 2016 : 12:37:14 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di picus:

Questa estate ha il malumore addosso. Non fa abbastanza caldo e il vento strano sembra cambiare di umore ad ogni folata dietro il crinale ; quando arriva piano e tiepido si incolla sulla faccia quando è veloce e sferzante ti porta i brividi addosso . poi tutto cambia . Basta una nuvola ,qualche cirro imbronciato ed ecco nuovamente la pioggia con i lampi e gli immancabili tuoni che dalle cime percuotono tutte le valli ; per effetto dell'atmosfera e del rimbombo collinare sembrano ancora più forti. I tuoni spaccano le colline e avvicinano la potenza universale. Sotto , il paesaggio rimane inalterato impassibile al disastro soprastante . Affari suoi se avesse voce . Il prato incolto brulica di grilli canterini e i fiori stagionali si scambiano i colori come una variante pittorica mentre nei campi vicini di erba medica svettano le grandi margherite ( Leucanthemum vulgare ).





La descrizione del temporale in arrivo è quasi anche più bella della foto...

Tiziana

"Osservare le farfalle è gioia pura: ...è un'attività che, se non sconfigge il tempo, almeno lo sospende, tutto il resto intorno si scolora e rimane solo l'attimo che stiamo vivendo."
Vladimir Nabokov
Torna all'inizio della Pagina

picus
Utente Senior

Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


955 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 23 agosto 2016 : 11:58:34 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia  Controlla la Mappa di Google dal Satellite
Nazione: Italia Regione: Lombardia Provincia: PV Comune: Zavattarello Localitŕ: Carmine Bivio
l'estate sta trascorrendo : il caldo opprime la vegetazione che sofferta decolora le foglie offrendole alle folate di vento secco . le linee verdi delle colline cominciano a cambiare colore e mostrano un leggero velo giallastro . Nel bosco vecchio dove cresce la pluricentenaria quercia crenata si vedono le rane agili intorpidite ma scattanti al passaggio. Qui in autunno inoltrato si fermano le beccacce a volte per qualche giorno altre fino all'arrivo della primavera. Con questa calura i canti degli uccelli sono rari e solo il picchio verde pare non soffrirne col suo richiamo stentoreo.
Ciao al prossimo report

Immagine:
Oasi naturalistica del Carmine
281,56 KB

Torna all'inizio della Pagina

picus
Utente Senior

Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


955 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 13 settembre 2016 : 12:17:56 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia  Controlla la Mappa di Google dal Satellite
Nazione: Italia Regione: Lombardia Provincia: PV Comune: Zavattarello Localitŕ: Carmine Bivio
Tra il bosco vecchio e i campi incolti si aggira l'astore . Le apparizioni sono frequenti a volte quotidiane soprattutto serali quando il sole cala e la luce riflessa si spegne sulle piante velando il paesaggio. Vola basso ,codalunga inconfondibile perlustra il terreno sottostante librandosi ogni tanto per cambiare direzione. I suoi posatoi sono abituali ; un tronco rinsecchito ai limiti del prato o un ramo spoglio da cui osservare il terreno e lo spazio circostante. A volte se ne intuisce la presenza per i richiami chiassosi prodotti dalle ghiandaie sempre all'erta dal suo principale predatore . Nel caso catturi una preda in orari crepuscolari se ne nutre fino a buio inoltrato d'altronde quegli occhi grandi e rossi sembrano proprio una specializzazione .
Luigi

Immagine:
Oasi naturalistica del Carmine
229,43 KB

Torna all'inizio della Pagina

picus
Utente Senior

Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


955 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 05 ottobre 2016 : 21:54:44 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia  Controlla la Mappa di Google dal Satellite
Nazione: Italia Regione: Lombardia Provincia: PV Comune: Zavattarello Localitŕ: Carmine Bivio
Giovani cinghiali scorrazzano nell'oasi. Sono parecchi all'incirca 40; scavano sotto la recinzione ed entrano ed escono seguendo i loro itinerari preferiti. nell'oasi il cibo per essi è scarso in estate qualche perastro , due meli selvatici un gruppetto di amarene mentre in autunno le roverelle e i cerri offrono molto più cibo preferenziale con le gustose ghiande ma il motivo che li attira all'interno è tangibile dentro non sparano e loro utilizzano il luogo soprattutto come rifugio. Certo ,la loro presenza in uno spazio tanto ristretto è fonte di guai ambientali, visto che sono peggio dei trattori in una palude ma il rischio esterno è troppo forte e le battute a rastrello che attuano i cacciatori non lasciano molte chances e da un punto di vista istintuale è comprensibile. Il problema comunque rimane anche perché da queste parti non ci sono mai stati con tutti i connessi della loro presenza invadente.
Luigi

Immagine:
Oasi naturalistica del Carmine
290,86 KB

Torna all'inizio della Pagina

picus
Utente Senior

Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


955 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 24 ottobre 2016 : 22:26:26 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia  Controlla la Mappa di Google dal Satellite
Nazione: Italia Regione: Lombardia Provincia: PV Comune: Zavattarello Localitŕ: Carmine Bivio
Stanziale , di passo autunnale primaverile nidificante in pratica lo si può notare quasi ogni giorno per tutto l'anno anche se gli individui non sono gli stessi. Una sagoma inconfondibile la coda lunga il volo planato lo scatto fulmineo laterale senza potenziali prede da inseguire . La sua caccia è astuta fuorviante umanamente subdola aspetta il momento opportuno e poi si getta fulmineo sul passero o sul piccolo uccello ignaro inseguendolo fintanto che non cade sfiancato considerata la differenza di mole e velocità. A volte usa altre tecniche come il sorvolo circolare o lo sfilamento sugli arbusti facendo involare gli uccelletti ma sono comunque eventualità dettate più dal contesto vegetazionale che dal suo sistema . Gli individui che si osservano ora sono di passo quasi tutti immaturi e per ora meno scaltri degli adulti sia nella tecnica che negli atteggiamenti . Come da foto . Luigi

Immagine:
Oasi naturalistica del Carmine
239,39 KB

Torna all'inizio della Pagina

picus
Utente Senior

Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


955 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 30 ottobre 2016 : 10:58:02 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia  Controlla la Mappa di Google dal Satellite
Nazione: Italia Regione: Lombardia Provincia: PV Comune: Zavattarello Localitŕ: Carmine Bivio
L'oasi ha raggiunto ormai i 20 ettari ed i confini approssimativi sono quelli della strada provinciale a destra e l'ex via comunale per Cascine una frazioncina quasi disabitata sotto la montagna .Dal piano si vede la totale espansione riconoscibile dall'aspetto vegetazionale spontaneo nelle varie fasi di crescita : roverelle ,perastri, frassini, ciliegi intercalati da sanguinelli prugnoli ginestre rose canine ; sono le specie più comuni quelle che si diffondono più facilmente per i frutti appetiti da molte specie di uccelli che nutrendosene li espandono. All'interno sono visibili ancora alcuni calanchi che si erano formati per la mancanza di pratiche agricole in effetti dove i terreni non sono stati lavorati la pioggia ne ha corroso le parti più scoscese modellandone le forme a strapiombo dove nemmeno un filo d'erba riesce ad arrampicarsi.

Immagine:
Oasi naturalistica del Carmine
250,07 KB

Torna all'inizio della Pagina

picus
Utente Senior

Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


955 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 22 novembre 2016 : 19:24:26 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia  Controlla la Mappa di Google dal Satellite
Nazione: Italia Regione: Lombardia Provincia: PV Comune: Zavattarello Localitŕ: Carmine Bivio
Il sole tenue del mattino sembra già stanco ancora prima di alzarsi . l'umidità di questi giorni ha impregnato tutta la vegetazione che sembra un grande catino da asciugare. Si fa forza e lentamente sale ed ad ogni raggio che colpisce la vegetazione ne illumina forme e colori. Piano , piano fino agli arbusti e poi alle fitte roverelle che svettano sui crinali. la linee dell'orizzonte si spandono sulle alte cime creando sagome alterne e nebulose . Il manto grigio si dipana e sempre più nitidamente si intravedono anche i monti e gli altipiani che fanno corolla all'oasi. I primi canti degli uccelli sono quieti solo accennati poi gradualmente con stridii e acuti si infrangono all'unisono in un contesto più tipico ed allora è persino difficile riconoscerne le specie di origine. Intanto il sole ormai alto domina la valle e vaghe ombre migratrici ne solcano il cerchio. Ciao

Immagine:
Oasi naturalistica del Carmine
203,2 KB

Torna all'inizio della Pagina

picus
Utente Senior

Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


955 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 15 dicembre 2016 : 20:58:39 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia  Controlla la Mappa di Google dal Satellite
Nazione: Italia Regione: Lombardia Provincia: PV Comune: Zavattarello Localitŕ: Carmine Bivio
La notte ghiaccia e al mattino si vedono i fili luccicanti del gelo arrampicarsi sull'erba e i rami disegnando nell'insieme una coltre che si espande fin sulle cime montane . L'aria è fredda intensa frizzante e le folate di vento che spesso scuotono gli alberi fanno precipitare le ultime foglie caduche ; resistono invece quelle delle roverelle e dei cerri notoriamente resistenti . Vola qualche crocea e delle api ronzano intorno ai corimbi delle edere come fossero le ultime opportunità dell'anno ; ma si vedono solo col sole alto e qualche grado in più. Tutto il resto appare intorpidito poca gente nelle strade e nei campi solo qualche potatore di viti che con dedizione precorre la nuova stagione. luigi

Immagine:
Oasi naturalistica del Carmine
239,96 KB

Torna all'inizio della Pagina

Andromeda
Moderatore


Città: Viadana
Prov.: Mantova

Regione: Lombardia


11587 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 10 gennaio 2017 : 21:19:51 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
La tua descrizione appassionata è sempre bella da leggere, da essa si capisce che è un posto che ami tanto.


Tiziana

"Osservare le farfalle è gioia pura: ...è un'attività che, se non sconfigge il tempo, almeno lo sospende, tutto il resto intorno si scolora e rimane solo l'attimo che stiamo vivendo."
Vladimir Nabokov
Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 5 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

<< Pagina Precedente

|
Pagina Successiva >>

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,81 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net