testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Conosci la funzione scorciatoia? Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
 MOLLUSCHI TERRESTRI E DULCIACQUICOLI
 Pellegrino Strobel
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

iperione
Utente Senior

Città: Cremona


2208 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 22 maggio 2012 : 12:48:24 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Probabilmente molti la conosceranno già, ma volevo segnalare la biografia di Pellegrino Strobel, famoso naturalista che personalmente stimo molto e di cui ho apprezzato i lavori che sono riuscito a leggere; altre note bibliografiche su questo Autore si ritrovano in rete su diversi siti, ma questa linkata sopra mi sembrebbe la più estesa.

Strobel non c’è ancora fra le “Biografie e bibliografie di malacologi italiani” elencate nell'apposita sezione (a proposito, ho visto che non c’è ancora neanche Giovanni Battista Adami, oggetto di un recente post di Fern nella sezione generale... ); colgo l’occasione per incrementare anche i suoi lavori consultabili dal Forum, visto che su internet c’è parecchia roba, ma nella sezione “indirizzi di carattere malacologico” ci sono solo alcune cose sue (anche se significative).

Recentemente ho trovato “Sui molluschi viventi del lembo orientale del Piemonte, dalla Toce alla Trebbia” del 1853, che graficamente non è bellissimo, ma contiene comunque dati interessanti.

C'è anche "Notizie malacostatiche sul Trentino" del 1851.

Qui invece si trova il testo delle “Note malacologiche d’una gita in Valbrembana nel Bergamasco” riunito in unica pubblicazione , mentre sugli "Indirizzi..." ce l'abbiamo già, ma in forma meno comoda perchè suddiviso nei vari fascicoli del "Giornale dell'I. R. Istituto Lombardo di Scienze Lettere ed Arti".

(P. s.: di Strobel mi ha colpito anche il riscontrare, personalmente, anche se immodestamente, una curiosa coincidenza di interessi e vedute:le scienze naturali, le terremare, la Patagonia, il pacifismo, …)




ciao

Iperione

PaoloMarenzi
Utente Senior


Città: Cremona
Prov.: Cremona

Regione: Lombardia


2807 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 22 maggio 2012 : 14:44:08 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
grazie Damiano!
ma per terremare intendi la civiltà dell'età del bronzo??
se si avremo cose interessanti di cui discutere...ciao
paolo

___________________________________________________________________________

"Cosa vorresti diventare da grande ?"

"....sono molto ambizioso sai...punto in alto, in altissimo...vorrei diventare un essere umano"
(Mino Noa,Il Mio Nome è Nessuno)
Torna all'inizio della Pagina

marco palmieri
Utente Senior

Città: bologna


1511 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 22 maggio 2012 : 15:00:58 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
ah, ma in questa discussione ci devo proprio mettere lo zampino!!!
io lavoro nel campo dell'archeologia, e nello specifico mi occupo della civiltà terramaricola.
devo al mestiere che faccio il mio primo approccio con il mondo della tassonomia e della malacologia.
Torna all'inizio della Pagina

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12844 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 22 maggio 2012 : 15:01:50 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Metto qui una specie dedicata da Pini a Strobel nel 1876:

Gestroa (Limax) strobeli Pini 1876 - (N) Lombardia (LC, SO) - specie endemica

L. strobeli da Esino-Lario (LC):
Pellegrino Strobel


Penso ch'è una buona specie - l'accoppiamento è molto diverso degli altri. C'è anche un sito nel Wiki su Pellegrino de Strobel.

Qui si trova info sulla sua vita a Piacenza.



"La distinction des espèces de limaces est extrêmement difficile,
et aucun zoologiste n’est encore parvenu à quelque chose
d’un peu satisfaisant sous ce rapport."
H. M. DUCROTAY DE BLAINVILLE 1823

Vieni nel mondo dei Limax d'Italia o raggiungimi dagli Opiliones d'Italia o Dermaptera d'Italia

Pellegrino Strobel

Torna all'inizio della Pagina

iperione
Utente Senior

Città: Cremona


2208 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 22 maggio 2012 : 15:32:43 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di marco palmieri:

ah, ma in questa discussione ci devo proprio mettere lo zampino!!!
io lavoro nel campo dell'archeologia, e nello specifico mi occupo della civiltà terramaricola.
devo al mestiere che faccio il mio primo approccio con il mondo della tassonomia e della malacologia.



Se consideri che Luigi Pigorini è stato allievo di Strobel, ho già detto tutto...

ciao

Iperione
Torna all'inizio della Pagina

marco palmieri
Utente Senior

Città: bologna


1511 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 22 maggio 2012 : 15:38:21 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
come non essere d'accordo con te.. ma sono curioso: a cosa si deve il tuo interesse per la protostoria? sembri abbastanza ferrato sull'argomento!
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8897 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 22 maggio 2012 : 16:22:54 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Ho aggiornato i nuovi gli indirizzi utili con i nuovi lavori di Pellegrino Strobel segnalati da iperione a cui va un grande ringraziamento.
Il link su STROBEL P. 1850 - Note malacologiche d'una gita in Valbrembana nel Bergamasco.- Giornale dell'I.R.Istituto Lombardo di Scienze Lettere ed Arti. 1850 volume II porta solo alla prima parte del lavoro che consta di tre parti, i vecchi link su Google non funzionavano più, ora è collegato ad un unico link con cui si può facilmente accedere alle tre parti del lavoro.
Ho aggiunto anche:
STROBEL P. 1844 - Delle conchiglie terrestri dei dintorni d'Innsbruck.
STROBEL P. 1850 - Studi su la malacologia Ungherese.

ad essendomi capitato non ho resistito ad aggiungere:
DE MORTILLET G. -1862 - Etude sur les Zonites de l'Italie septentrionale.

Niente sulle terremare che tanto vi interessano, solo alcuni titoli ma niente on-line.

Per le bibliografie dopo una grande richiesta nessuno se ne è più interessato, se qualcuno si offfre per curare il settore cercheremo di ottenere la autorizzazioni necessarie per poterci lavorare.
Buona lettura a tutti.



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

iperione
Utente Senior

Città: Cremona


2208 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 22 maggio 2012 : 16:45:12 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di marco palmieri:

come non essere d'accordo con te.. ma sono curioso: a cosa si deve il tuo interesse per la protostoria? sembri abbastanza ferrato sull'argomento!


In realtà la mia è una vecchia "cotta" dovuta al ritrovamento casuale da parte mia di un sito terramaricolo delle mie parti (sito che poi ho scoperto essere in realta assai ben conosciuto dagli addetti ai lavori e dai "cercatori"...); dopo di che è seguito un momento di febbrile e vorace ricerca di informazioni sull'argomento, di cui porto ancora oggi i "segni" anche se l'amore iniziale si è un po' stemperato col tempo.
Torna all'inizio della Pagina

iperione
Utente Senior

Città: Cremona


2208 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 22 maggio 2012 : 17:43:35 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Subpoto:


Ho aggiornato i nuovi gli indirizzi utili con i nuovi lavori di Pellegrino Strobel segnalati da iperione a cui va un grande ringraziamento.
Il link su STROBEL P. 1850 - Note malacologiche d'una gita in Valbrembana nel Bergamasco.- Giornale dell'I.R.Istituto Lombardo di Scienze Lettere ed Arti. 1850 volume II porta solo alla prima parte del lavoro che consta di tre parti, i vecchi link su Google non funzionavano più, ora è collegato ad un unico link con cui si può facilmente accedere alle tre parti del lavoro.
Ho aggiunto anche:
STROBEL P. 1844 - Delle conchiglie terrestri dei dintorni d'Innsbruck.
STROBEL P. 1850 - Studi su la malacologia Ungherese.
...

Sandro[/size=1][/red][/i]


Grazie Sandro di aver sistemato i link che avevo proposto, io spesso non riesco a collegare direttamente la pubblicazione, invece ora vedo che si arriva direttamente ai testi.
Ho letto che in "Delle conchiglie terrestri dei dintorni d'Innsbruck", del 1844, uno dei primi lavori del Nostro, allora ventitreenne, nell'intestazione c'è scritto "Pellegrino de Strobel" (versione italiana del suo nome completo), all'interno del testo l'autore si firma "Pellegrino Strobel" (rinunciando al "de" di sapore nobiliare) ed anche nel lavoro in tedesco "Beitrag zur Mollusken-Fauna von Tirol" il cognome resta comunque parzialmente italianizzato (l'autore è indicato come "Peregrin von Strobel"). Figlio di un funzionario asburgico tirolese, Peregrin von Strobl, pur legato all'Austria per motivi familiari e studi formativi, credo abbia voluto manifestare fin dalla giovinezza una scelta di italianità anche attraverso il nome con cui firmò i suoi lavori (chissà se avrebbe fatto lo stesso anche ai giorni nostri...).
Torna all'inizio della Pagina

Ezallot
Utente Senior

Città: Monster

Regione: Netherlands


785 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 22 maggio 2012 : 21:15:17 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Finalmente la descrizione originale del Cochlostoma henricae!...grazie!
Torna all'inizio della Pagina

Fabiomax
Moderatore


Città: Cefalù
Prov.: Palermo

Regione: Sicilia


2180 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 22 maggio 2012 : 21:33:10 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
interessantissimo lavoro,
scusate per l'Adami.
Le biografie adesso dovrebbero essere lincate.

grazie
Fabio


Sicilia: bellissima per natura
Torna all'inizio della Pagina

fern
Utente Senior

Città: Vicenza


2098 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 23 maggio 2012 : 14:33:52 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Bravo Iperione! Cosi' potro' contribuire senza preoccuparmi di fare un intervento sistematico, che e' piuttosto dispendioso. Aggiungo un contributo che non riguarda la fauna italiana
Materiali per una malacostatica ... dell'Argentina meridionale - 1874
ma che può essere di interesse. Confesso che la parola malacostatica, ricorrente in Strobel, mi faceva venire in mente "perche', c'e' anche la malacodinamica?". In realta' Strobel indicava con questo termine una "statistica malacologica", ovvero l'associazione fra la distribuzione dei molluschi e l'ambiente in cui vivono, considerato in tutte le sue componenti. Ciao,

fern



Il n'y a de petit dans la Nature que les petits esprits.
Torna all'inizio della Pagina

iperione
Utente Senior

Città: Cremona


2208 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 23 maggio 2012 : 15:37:16 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di fern:
Confesso che la parola malacostatica, ricorrente in Strobel, mi faceva venire in mente "perche', c'e' anche la malacodinamica?". In realta' Strobel indicava con questo termine una "statistica malacologica", ovvero l'associazione fra la distribuzione dei molluschi e l'ambiente in cui vivono, considerato in tutte le sue componenti.


E' proprio questa sua particolare attenzione per la "Statica" (come dice lui...), cioè per la distribuzione geografica e l'ambiente di vita dei molluschi, che lo rende uno degli autori ottocenteschi per me più interessanti; la mia impressione è che, a differenza di alcuni altri studiosi che, a mio parere, hanno fornito dati distributivi piuttosto approssimativi, Strobel si mostri invece particolarmente preciso ed attendibile.

Modificato da - iperione in data 23 maggio 2012 15:38:54
Torna all'inizio della Pagina

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12844 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 23 maggio 2012 : 20:28:47 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di iperione:

Ho letto che in "Delle conchiglie terrestri dei dintorni d'Innsbruck", del 1844, uno dei primi lavori del Nostro, allora ventitreenne, nell'intestazione c'è scritto "Pellegrino de Strobel" (versione italiana del suo nome completo), all'interno del testo l'autore si firma "Pellegrino Strobel" (rinunciando al "de" di sapore nobiliare) ed anche nel lavoro in tedesco "Beitrag zur Mollusken-Fauna von Tirol" il cognome resta comunque parzialmente italianizzato (l'autore è indicato come "Peregrin von Strobel"). Figlio di un funzionario asburgico tirolese, Peregrin von Strobl, pur legato all'Austria per motivi familiari e studi formativi, credo abbia voluto manifestare fin dalla giovinezza una scelta di italianità anche attraverso il nome con cui firmò i suoi lavori (chissà se avrebbe fatto lo stesso anche ai giorni nostri...).


Non è da dimenticare: la sua gioventù era nel area del post-Napoleone (liberté - fraternité - equalité - nessun ha capito niente...), la guerra Parma/Piacenza contro gli absburgi (e lui educato nella monarchia in tirolo) - i primi giorni del risorgimento - la fuga (?) verso argentina - il ritorno in un Italia unificata....



"La distinction des espèces de limaces est extrêmement difficile,
et aucun zoologiste n’est encore parvenu à quelque chose
d’un peu satisfaisant sous ce rapport."
H. M. DUCROTAY DE BLAINVILLE 1823

Vieni nel mondo dei Limax d'Italia o raggiungimi dagli Opiliones d'Italia o Dermaptera d'Italia

Pellegrino Strobel

Torna all'inizio della Pagina

fern
Utente Senior

Città: Vicenza


2098 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 24 maggio 2012 : 14:12:18 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Clemens, quel che dici è interessante ma, hai dati concreti da proporci? Faccio alcuni esempi
e lui educato nella monarchia in tirolo
P.Strobel è nato a Milano e mi pare che abbia trascorso in Italia gran parte della sua gioventù. Il fatto che abbia studiato a Innsbruck non deve farci dimenticare che si laureò a Pavia (seconda laurea o prosecuzione?) e per quanto ne so rimase a Pavia (bibliotecario, poi insegnante di scuola superiore, vi fondò il Giornale di Malacologia ...) prima di essere chiamato all'università di Parma.
i primi giorni del risorgimento - la fuga (?) verso argentina - il ritorno in un Italia unificata....

Strobel si trasferì in Argentina nel 1864, ben dopo l'annessione di Parma al regno d'Italia, quindi non lo vedrei proprio come un esule politico, mi sembra più probabile una ragione personale (sentimentale?)
Quanto ai primi giorni del risorgimento, mi sono chiesto anch'io dove e come abbia trascorso il fatidico 1848. Forse era a Pavia, e gli andò bene che in quella città non vi fu una vera insurrezione come a Milano o a Brescia. Però nel 1851 pubblicò le "Notizie malacostatiche sul Trentino" e ciò mi fa sospettare che anche lui, come De Betta, potrebbe aver trovato "rifugio" in Trentino per sfuggire ai momenti peggiori di quegli anni. Il padre di E. De Betta, fedelissimo alla casa d'Austria, lamentava un diffuso sentimento di odio anti-austriaco. Forse era solo opposizione politica, ma non sempre i confini sono netti.
Tuttavia sono solo supposizioni. Dopo tutto un altro austriaco, Giorgio (Georg) Jan che a quanto pare si sentiva italiano, non mi risulta abbia avuto problemi, e forse restò a Milano addirittura durante le "5 giornate". Ciao,

fern



Il n'y a de petit dans la Nature que les petits esprits.
Torna all'inizio della Pagina

iperione
Utente Senior

Città: Cremona


2208 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 24 maggio 2012 : 15:30:35 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di fern:
nel 1851 pubblicò le "Notizie malacostatiche sul Trentino" e ciò mi fa sospettare che anche lui, come De Betta, potrebbe aver trovato "rifugio" in Trentino per sfuggire ai momenti peggiori di quegli anni.


Anche le pubblicazioni segnalate da Sandro (STROBEL P. 1844 - Delle conchiglie terrestri dei dintorni d'Innsbruck, STROBEL P. 1850 - Studi su la malacologia Ungherese) mostrano che in quel periodo Strobel, forse ancora soggetto alle "influenze" familiari, bazzicava i territori dell'Impero. Sto cercando di recuperare una biografia curata dal nipote Victor, chissà che riporti notizie chiarificatrici. Se ce la faccio, vi rendo edotti.

ciao

Iperione
Torna all'inizio della Pagina

PaoloMarenzi
Utente Senior


Città: Cremona
Prov.: Cremona

Regione: Lombardia


2807 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 07 agosto 2013 : 17:29:13 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
non so se lo stesso sito sia già stato segnalato, lo linko perchè trovo molto comoda la gestione online: si possono aprire i singoli articoli senza caricare l'intero volume:

Link

amatoeridano.blogspot.it
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,44 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net