testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Come inserire i video di Youtube nel Forum Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
 MOLLUSCHI TERRESTRI E DULCIACQUICOLI
 Ritrovamenti in Abruzzo
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva >>
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag.di 3

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8998 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 04 giugno 2011 : 00:19:31 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia


Daudebardia rufa non è rara nella lettiera del bosco di faggio, anche se è difficile da vedere per le sue dimensioni minute.
L'esemplare fotografato proviene dai boschi sopra Alfedena nel PNA poco prima del Lago di Barrea.

Daudebardia rufa
Ritrovamenti in Abruzzo


Ritrovamenti in Abruzzo


Altri esemplari sono stati avvistati anche in Val Foro (1000 m) e nella faggeta sopro Passo Lanciano (1500 m).



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8998 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 giugno 2011 : 15:29:53 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

C'era anche Aegopis italicus che passeggiava di notte tra le pietre nella faggeta a circa 1500 m sopra Passo Lanciano.


Aegopis italicus foto CMB
Ritrovamenti in Abruzzo


Questa è la segnalazione più orientale per questa specie.



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8998 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 giugno 2011 : 15:38:11 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Sulle stesse rocce erano presenti anche una forma piuttosto piccola di Chilostoma planospira ed una forma scura di Leucostigma candidescens.
Quest'ultima specie sulla Maiella si trova fin oltre i 2000 m di quota.
foto CMB
Ritrovamenti in Abruzzo




La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8998 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 giugno 2011 : 15:46:52 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

e c'era anche una Macrogastra cf. attenuata vicino ai muschi

foto CMB
Ritrovamenti in Abruzzo




La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8998 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 giugno 2011 : 16:05:44 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

La stessa faggeta di giorno con Clemens che poi ci illustrerà i Limax.



Ritrovamenti in Abruzzo




La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

Juventino
Utente Super

Città: Nizza

Regione: France


10135 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 giugno 2011 : 17:32:04 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie mille!!

Link
L’école buissonnière
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8998 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 giugno 2011 : 18:11:29 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

L'avevamo sentita nominare grazie a Clemens ma almeno io non l'avevo mai vista la Ruthenica filograna della Maiella.


Ruthenica filograna
Ritrovamenti in Abruzzo


Ha un aspetto molto simile a quella del Gran Sasso ma si differenzia nettamente dagli esemplari del nord per una strutttura più esile, lamelle spaziate e prominenti ed in media un maggior numero di giri.
Su questa specie si aprono degli interrogativi: potrebbe essere stata introdotta con il rimboschimento di conifere non autoctone che ha coperto ampie estensioni sia sulla Maiella che sul Gran Sasso oppure potrebbe essere un relitto o di fauna nordica oppure transadriatica, in entrambi i casi data la separazione degli areali potrebbe trattarsi di una valida sottospecie appenninica.
Solo un esame genetico su varie popolazioni potrebbe darci una risposta.



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8998 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 giugno 2011 : 18:26:03 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ecco Daniela nel biotopo di Ruthenica filograna e Charpentieria piceata


Daniela nel biotopo
Ritrovamenti in Abruzzo


Charpenteria picceata
Ritrovamenti in Abruzzo


Il colore è più scuro di quello della forma laziale, le papille un po' più evidenti ma non si notano grandi differenze.



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro


Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8998 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 giugno 2011 : 18:39:22 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ancora una sorpresa in questo spazio aperto a 1350 m presso Passo Lanciano, una vera rarità per la Maiella.



Ritrovamenti in Abruzzo



Siciliaria gibbula
Ritrovamenti in Abruzzo


credo che sia la quota maggiore a cui è stata reperita questa specie in habitat naturale.



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro

Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8998 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 giugno 2011 : 19:11:45 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Nelle Gole di Bocca di Valle(PE) abbiamo avuto la fortuna di trovare simpatriche C.gibbula e C.piceata, la prima occupava gli spazi più aperti della parete mentre la seconda preferiva le zone più umide ed ombreggiate.
La località è situata nella valle del Foro vicino allo spartiacque con il bacino idrografico del Sangro.


Siciliaria di Bocca di Valle
Ritrovamenti in Abruzzo




La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8998 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 giugno 2011 : 19:32:18 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ulteriore sorpresa, alla ricerca di C.piceata sangroensis mi sono recato nell'alta Valle del Sangro sopra Alfedena sulla strada per Barrea a 1100 m di quota ma non ho trovato nessuna piceata, nel suo habitat era vicariata da C.paestana. Altro ritrovamento è stato effettuato sempre sopra Alfedena a 900 m sempre sul versante adriatico lungo la strada che conduce alla Valle del Volturno.

Siciliaria paestana
Ritrovamenti in Abruzzo


Anche nell'alto corso del Sangro la paestana ha valicato lo spartiacque dalla Valle del Volturno a quella del Sangro come avevamo già segnalato sul forum ciò è avvenuto anche nella Valle del Biferno presso Campobasso, e più a sud dalla Valle del Calore in quella dell'Ofanto e del Torrente Cervaro presso Ariano Irpino.

Con questi ritrovamenti restiamo ancora in dubbio se la fantomatica Delima piceata sangroensis sia una C.piceata proveniente dalla Maiella oppure una paestana discesa dall'alta valle del Sangro come sostenuto da Nordsieck.



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12844 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 06 giugno 2011 : 20:16:22 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Oggi sono stato a casa di Gerhard Falkner e abbiamo guardato i nostri "tesori" di Limax. Grazie a Sandro Hallgass abbiamo (Daniela ed io) avuto la possibilità di viaggare nella Maiella.

Abbiamo fatto 1.700 foto sulle insetti, le piante e paesaggi. Il nostro sede era l'area della locanda "Lumapuzz" sopra il paese Lettomanoppello gia nel "parco nazionale della Majella". Grazie a la famiglia Adelaide e Peppino Caldoso del ristorante non era possibile di magrire, anche con escursione di 12 e 16 km al giorno! Vi posso consigliare questo posto!!

Nelle prossime giorni vorrei mettere qui l'info sulle Limax!





"La distinction des espèces de limaces est extrêmement difficile,
et aucun zoologiste n’est encore parvenu à quelque chose
d’un peu satisfaisant sous ce rapport."
H. M. DUCROTAY DE BLAINVILLE 1823

Vieni nel mondo dei Limax d'Italia
Torna all'inizio della Pagina

fern
Utente Senior

Città: Vicenza


2214 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 06 giugno 2011 : 21:17:12 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Complimenti, una vera raffica di osservazioni interessanti.
Vedo che le foto notturne sono di Clemens, quelle diurne di Sandro: avete fatto i turni?

fern
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8998 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 giugno 2011 : 22:42:52 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Le foto sul campo sono tutte di Clemens e Daniela, le mie sono quelle da studio.
I ritrovamenti non sono casuali(anche se un po' di fortuna non guasta) ma il giro era programmato proprio per trovare aree di sovrapposizione dell'areale delle diverse specie e coprire il buco che c'è sulla mappa delle Siciliaria.
La pioggia ci ha un po' rallentato e non ho potuto studiare altre località, ma frugare con l'acqua il sottobosco pieno di rovi non è divertente.



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

papuina
Utente Senior


Città: SAN PIETRO IN CASALE
Prov.: Bologna

Regione: Emilia Romagna


4515 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 giugno 2011 : 22:57:24 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
La pioggia vi ha rallentato.....secondo me vi hanno rallentato abbacchio scottadito e vino rosso.
Ma che non vi conosciamo??
Beppe
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8998 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 07 giugno 2011 : 00:06:14 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

No Beppe,abbiamo lasciato qualcosa da trovare anche per te quando ti libererai.
Ma per non deluderti ti invio delle immagini dall'album privato di Clemens(Mi ha autorizzato)

Vino
Ritrovamenti in Abruzzo



...e abbacchio
Ritrovamenti in Abruzzo


ma questo era il carburante per la ricerca.



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

ang
Moderatore


Città: roma

Regione: Lazio


11187 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 07 giugno 2011 : 10:00:13 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
molte sorprese, in qualche modo incoraggianti, bravissimi!

ciao

ang
Torna all'inizio della Pagina

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12844 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 07 giugno 2011 : 13:16:04 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sandro, ho pensato anche io a questa foto - grazie che hai fato il lavoro per me





"La distinction des espèces de limaces est extrêmement difficile,
et aucun zoologiste n’est encore parvenu à quelque chose
d’un peu satisfaisant sous ce rapport."
H. M. DUCROTAY DE BLAINVILLE 1823

Vieni nel mondo dei Limax d'Italia
Torna all'inizio della Pagina

Estuans Interius
Moderatore

Città: Pisa
Prov.: Pisa

Regione: Toscana


2987 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 07 giugno 2011 : 13:54:28 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Certo che con un carburante del genere, dodici o sedici chilometri non sono niente...

Joachim
Torna all'inizio della Pagina

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12844 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 07 giugno 2011 : 20:59:53 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sono tornato a casa e vorrei mettere qualche info sulle lumache che abbiamo trovato. Io commincio con il "mio" Limax della Maiella:

Limax brandstetteri Falkner 2008

Tutta la storia si trova qui: Link

I Limax erano solo da trovare vicino neve - la temperatura era bassa: +7°C con un bel vento!

Questo Limax da circa 1.750m ha mangiato Viola eugeniae Parl. - non solo muschio, licheni e funghi! Ogna escursione porta una sopresa:

Cosa mangiano i Limax?:
Ritrovamenti in Abruzzo
290,18 KB



"La distinction des espèces de limaces est extrêmement difficile,
et aucun zoologiste n’est encore parvenu à quelque chose
d’un peu satisfaisant sous ce rapport."
H. M. DUCROTAY DE BLAINVILLE 1823

Vieni nel mondo dei Limax d'Italia
Torna all'inizio della Pagina

papuina
Utente Senior


Città: SAN PIETRO IN CASALE
Prov.: Bologna

Regione: Emilia Romagna


4515 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 07 giugno 2011 : 21:49:27 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Vi conosco come le mie tasche....azzeccato il menù!! come sparare sulla crocerossa!!
Sandro con barba e capelli corti.....mumble mumble....qui gatta ci cova!?!?!
Beppe
Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 3 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Pagina Successiva >>

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,55 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net