testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Conosci la funzione scorciatoia? Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 


Nota! La determinazione degli insetti necessita quasi sempre di un'indicazione geografica e temporale precisa.
Invitiamo quindi gli utenti ad inserire questi dati ogni volta che viene richiesta una determinazione o viene postata una foto di un insetto. I dati forniti dagli utenti ci consentiranno anche di attribuire un valore scientifico alle segnalazioni, contribuendo a migliorare e integrare le attuali conoscenze sulla distribuzione delle specie postate.


 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
   INSETTI
 Coleoptera e Strepsiptera
 Larva parassita di anfibi: Epomis circumscriptus (Carabidae)
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva >>
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag.di 2

Dr Skazz
Utente Senior


Città: Girona (Spagna)


1027 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 27 maggio 2011 : 22:47:49 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Classe: Hexapoda Ordine: Coleoptera Famiglia: Carabidae Genere: Epomis Specie:Epomis circumscriptus
Salve a tutti, giro questa foto dalla sezione anfibi.
Questo neometamorfosato di raganella meridionale (Catalogna, penisola di Cap de Creus) era uno dei tanti piccoli anuri che si portavano addosso, attaccate alla gola, queste larve parassite, piene di sangue. L'ambiente è rappresentato da macchia mediterranea con pozze d'acqua sia perenni che temporanee, in prossimità del mare.
L'ipotesi di partenza è che si tratti di larve di carabidi. Qualcuno sa dare qualche indicazione più precisa sulla determinazione e la biologia di questi parassiti?
Grazie!

Immagine:
Larva parassita di anfibi: Epomis circumscriptus (Carabidae)
270,44 KB

"Will the northern lights still play as we walk our distant days
Ocean sky, sea of blue, let the sun wash over you"

Modificato da - gomphus in Data 02 marzo 2019 13:35:08

elleelle
Moderatore Trasversale

Città: roma

Regione: Lazio


30057 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 27 maggio 2011 : 23:32:23 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Bellissima documentazione!! Completa la discussione precedente.
Vedi qui
Finora si era parlato soprattutto di rospi, non di raganelle.
luigi
Torna all'inizio della Pagina

gabrif
Moderatore


Città: Milano

Regione: Lombardia


3013 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 28 maggio 2011 : 11:01:57 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Mi spiace per le raganelle, ma è davvero un'osservazione molto interessante. Bravissimo!

Ciao G.


Troverai più nei boschi che nei libri. Gli alberi e le rocce ti insegneranno cose che nessun maestro ti dirà. (Bernardo di Chiaravalle)
Torna all'inizio della Pagina

Carlmor
Moderatore Trasversale


Città: Varese
Prov.: Varese

Regione: Lombardia


8939 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 28 maggio 2011 : 13:26:37 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
complimenti ... un documento estremamente interessante !!!!
che come dice Luigi, completa l'altra discussione, che ritrae l'adulto

Carlo
Torna all'inizio della Pagina

Dr Skazz
Utente Senior


Città: Girona (Spagna)


1027 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 29 maggio 2011 : 00:20:46 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Perfetto! Dunque si tratterebbe di Epomis sp.? In effetti sono sicuro di aver visto un coleottero adulto simile quella sera. Aggiungo altre foto. Oltre la raganella, anche Discoglossus pictus era parassitato. Non so se si possa parlare di predazione vera e propria, di fatto le larve sembrerebbero ematofaghe.

Questa si era attaccata al fianco (l'ho notata solo riguardando le foto), le altre tutte alla gola, in posizione centrale.

Immagine:
Larva parassita di anfibi: Epomis circumscriptus (Carabidae)
88,35 KB

"Will the northern lights still play as we walk our distant days
Ocean sky, sea of blue, let the sun wash over you"

Modificato da - Dr Skazz in data 29 maggio 2011 00:30:02
Torna all'inizio della Pagina

Dr Skazz
Utente Senior


Città: Girona (Spagna)


1027 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 29 maggio 2011 : 00:22:10 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Le foto purtroppo non sono eccezionali, ma la luce e l'uso del mio scarso flash non consentivano di meglio.

Immagine:
Larva parassita di anfibi: Epomis circumscriptus (Carabidae)
99,27 KB


"Will the northern lights still play as we walk our distant days
Ocean sky, sea of blue, let the sun wash over you"
Torna all'inizio della Pagina

Dr Skazz
Utente Senior


Città: Girona (Spagna)


1027 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 29 maggio 2011 : 00:22:48 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Chiedo il permesso dei moderatori per inserire foto di anfibi tenuti in mano, per meglio documentare il ritrovamento.

Immagine:
Larva parassita di anfibi: Epomis circumscriptus (Carabidae)
39,63 KB

"Will the northern lights still play as we walk our distant days
Ocean sky, sea of blue, let the sun wash over you"

Modificato da - Dr Skazz in data 29 maggio 2011 00:23:42
Torna all'inizio della Pagina

Dr Skazz
Utente Senior


Città: Girona (Spagna)


1027 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 29 maggio 2011 : 00:24:08 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Immagine:
Larva parassita di anfibi: Epomis circumscriptus (Carabidae)
74,05 KB

"Will the northern lights still play as we walk our distant days
Ocean sky, sea of blue, let the sun wash over you"
Torna all'inizio della Pagina

Carlmor
Moderatore Trasversale


Città: Varese
Prov.: Varese

Regione: Lombardia


8939 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 29 maggio 2011 : 01:09:00 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Dr Skazz:

Chiedo il permesso dei moderatori per inserire foto di anfibi tenuti in mano, per meglio documentare il ritrovamento.



Direi che visto il valore documentativo delle foto non ci sono problemi
Grazie per averle condivise .

Carlo
Torna all'inizio della Pagina

elleelle
Moderatore Trasversale

Città: roma

Regione: Lazio


30057 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 29 maggio 2011 : 10:44:14 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Chissà perché gli anfibi non cercano di liberarsi e addirittura di inghiottire la larva. Forse si attacca di sorpresa quando l'anfibio le passa sopra e, una volta attaccata, sarebbe troppo doloroso cercare di staccarla ...
luigi
Torna all'inizio della Pagina

gigi58
Moderatore Trasversale


Città: Trapani
Prov.: Trapani

Regione: Sicilia


17657 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 29 maggio 2011 : 10:56:39 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
più che ad un carabo mi fa pensare alla larva di un coleottero acquatico

Gigi
Torna all'inizio della Pagina

Dr Skazz
Utente Senior


Città: Girona (Spagna)


1027 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 29 maggio 2011 : 14:01:04 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Non riescono a staccarla perché è impossibile! Ci ho provato io e purtroppo si è aperta una grossa ferita. Solo "schiacciando" la larva è possibile staccarla senza danno per la rana, ma penso che la natura debba fare il suo corso...

"Will the northern lights still play as we walk our distant days
Ocean sky, sea of blue, let the sun wash over you"
Torna all'inizio della Pagina

gomphus
Moderatore


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


8988 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 02 marzo 2019 : 13:33:57 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
mi è capitata casualmente sott'occhio questa vecchia discussione

si tratta di Epomis circumscriptus; l'altra specie mediterranea del genere, Epomis dejeanii, ha come limite occidentale la penisola italiana

si tratta di predazione vera e propria, le larve di Epomis più che parassite sono... parassitoidi ; non si limitano a succhiare il sangue all'anfibio attaccato, lo svuotano con un processo di digestione extraorale grazie agli enzimi digestivi che vengono riversati nella ferita

maurizio

quando l'ultimo albero sarà stato abbattuto,
l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce pescato,
allora ci accorgeremo che i soldi non si possono mangiare

Torna all'inizio della Pagina

elleelle
Moderatore Trasversale

Città: roma

Regione: Lazio


30057 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 02 marzo 2019 : 15:29:29 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Interessante la distinzione tra predatore e parassitoide.
Quando il rapporto è tanti a uno (tipo Braconidae) e la preda sopravvive fino alla conclusione del ciclo vitale dei predatori, è chiaro che si tratta di parassitoidi, ma quando il rapporto è uno a uno?
Dipende da quanto sopravvive la preda?
Dipende dal fatto che venga direttamente mangiata invece di essere prima uccisa? (questo direi di no, perché sarebbero parassitoidi la mantide e la iena).
Torna all'inizio della Pagina

gomphus
Moderatore


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


8988 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 04 marzo 2019 : 22:22:39 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
in realtà i parassitoidi sono predatori a tutti gli effetti, la differenza (più che altro ai nostri occhi) è che i parassitoidi, invece che fare a pezzi brutalmente la vittima, la svuotano poco a poco, evitando di ucciderla finché non hanno terminato il loro sviluppo, o almeno finché son sono abbastanza avanti da poterlo completare con i resti della preda prima che questi divengano inutilizzabili

ci sono parassitoidi che divorano l'ospite dall'interno, come i tachinidi, i braconidi (ce ne sono anche di quelli, più grossi, in cui da ogni ospite si sviluppa un singolo individuo), gli icneumonidi, e altri che lo attaccano dall'esterno; l'attacco di una larva di Epomis su un giovane anuro non è poi così diverso da quello, che so, di una larva di Chrysura su una di Osmia, il criside si attacca alla cuticola dell'ospite e inizia quasi "con le buone" suggendo un po' di emolinfa, e quando ha terminato il suo sviluppo dell'ospite non resta che la cuticola svuotata

+ o - è quel che succede con gli Epomis, quando la larva ha completato il suo sviluppo, dell'anfibio non resta che la pelle con dentro lo scheletro... e d'altronde, di cibo gliene serve non poco, per chi non lo sapesse, un Epomis circumscriptus adulto raggiunge i 2,5 cm

p.s. qui qualche informazione in più sugli Epomis


maurizio

quando l'ultimo albero sarà stato abbattuto,
l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce pescato,
allora ci accorgeremo che i soldi non si possono mangiare

Torna all'inizio della Pagina

elleelle
Moderatore Trasversale

Città: roma

Regione: Lazio


30057 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 04 marzo 2019 : 23:53:28 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
2,5 cm mi sembra tanto.
Questo maschio che ho trovato io sarà stato massimo 15 mm.
Possibile che la femmina sia tanto più grande?

Penso anche che la larva non possa completare lo sviluppo con un solo anfibio per motivi di tempo di sviluppo e ne debba assaggiare più di uno.
Si può essere parassitoidi di più di una preda?

Non ne lascia nessuno ancora vivo, neppure quando è piccola?

Immagine:
Larva parassita di anfibi: Epomis circumscriptus (Carabidae)
232,08 KB
Torna all'inizio della Pagina

gomphus
Moderatore


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


8988 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 05 marzo 2019 : 12:05:21 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
ciao luigi

anzitutto 15 mm è insolitamente piccolo, in genere anche il maschio raggiunge o supera i 2 cm

con ogni probabilità le prede devono essere più di una, se non altro perché gli stadi larvali degli Epomis, come nella grandissima maggioranza dei carabidi, sono 3, e in occasione di ogni muta la larva deve per forza staccarsi dalla preda e poi cercarsene un'altra, a meno che il primo attacco non lasci la preda stessa talmente debilitata da non potersi allontanare più di tanto (è possibilissimo che la larva di Epomis, compiuta la muta, riesca a seguirne le tracce almeno per un certo tratto)

se gli anfibi attaccati dalle larve più giovani riescono a sopravvivere non lo so, magari se non sono a loro volta troppo minuscoli è possibile; però se effettivamente anche le larve giovani non si limitano a succhiare il sangue della vittima, ma attraverso la ferita riversano nel suo corpo enzimi che ne digeriscono i tessuti, ho qualche dubbio

bisognerebbe che qualcuno avesse di nuovo l'occasione capitata al nostro dr skazz e provasse a fare qualche allevamento, a quanto pare osservazioni dettagliate al momento sono disponibili solo per E. dejeanii (v. link)

maurizio

quando l'ultimo albero sarà stato abbattuto,
l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce pescato,
allora ci accorgeremo che i soldi non si possono mangiare

Torna all'inizio della Pagina

aug
Utente Senior


Città: Garbagnate Milanese
Prov.: Milano


1703 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 05 marzo 2019 : 14:48:07 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Posso confermare le affermazioni di Gomphus: nella mia raccolta di riferimento (che si compone di una coppia) trovasi un ex. che oltrepassa i 24 mm (è una femmina, in effetti) e anche un maschio di 18 che però, a memoria, e ne ho visti parecchi , è decisamente scarsetto rispetto alla media.
Nel loro piccolo (tutto è relativo) sono sicuramente predatori di rispetto, da larve e da adulti.

Prediction is very difficult, especially about the future (Niels Bohr)
Augusto
Torna all'inizio della Pagina

mantidron98
Utente Senior

Città: Alfonsine
Prov.: Ravenna

Regione: Emilia Romagna


1009 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 05 marzo 2019 : 21:09:34 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Per quanto riguarda l'allevamento, se mi fornite le Epomis ci provo io! Di anuri ce ne sono parecchi dalle mie parti.

CIAO
Marco

Modificato da - gomphus in data 05 marzo 2019 21:21:03
Torna all'inizio della Pagina

gomphus
Moderatore


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


8988 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 05 marzo 2019 : 21:27:05 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di mantidron98:

Per quanto riguarda l'allevamento, se mi fornite le Epomis ci provo io! Di anuri ce ne sono parecchi dalle mie parti.

se è per quello, anche dalle mie ... io parlavo di prelevare anuri neometamorfosati con già attaccate larve di Epomis di varie età, e vedere che succede

p.s. il msg precedente di marco-mantidron appare modificato per colpa mia perché invece che su "rispondi quotando" ho cliccato su "modifica", però nonostante tutto il testo dovrebbe essere ancora quello originale, se non è così ditemelo che vedo di rimediare


maurizio

quando l'ultimo albero sarà stato abbattuto,
l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce pescato,
allora ci accorgeremo che i soldi non si possono mangiare

Torna all'inizio della Pagina

elleelle
Moderatore Trasversale

Città: roma

Regione: Lazio


30057 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 06 marzo 2019 : 09:35:11 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Io purtroppo ho trovato solo adulti.
Se mi capita una larva ve lo farò sapere, perché avrei difficoltà a trovarle degli anfibi.
Si sa se attaccano anche gli urodeli?
Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 2 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Pagina Successiva >>

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Forum Natura Mediterraneo © 2003-2018 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,79 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Ecotrekking.it | Lynkos.net