testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Hai provato la nostra ricerca tassonomica da Browser? Clicca qui per info!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Biologia Marina - Mare Mediterraneo
 PESCI D'ACQUA MARINA
 Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

rpillon
Moderatore


Città: Oderzo
Prov.: Treviso

Regione: Veneto


3764 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 28 maggio 2010 : 11:18:47 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Classe: Actinopterygii Ordine: Perciformes Famiglia: Gobiidae Genere: Gobius Specie:Gobius couchi
Krk (Croazia), 26/05/2010, profondità 5 m

Su un fondale ricco di piane marine (suppongo che siano tali avendo una sorta di radici) ho incontrato numerosi ghiozzi che, apparentemente sembravano Gobius bucchichi, ma se osservati da vicino non potevano esserlo.
Ormai ho imparato che in Croazia un "piccolo gobide" può essere di decine di specie strane, spesso rare e quindi ho imparato a fotografarli e studiarli per bene in acqua prima di snobbarli in quanto "catalogati" come banali Gobius bucchichi.

Questi ghiozzi non avevano mai la classica macchia scura a "V" sul muso quindi non dovrebbero essere i soliti Gobius bucchichi.

In acqua ho osservato questo:
- hanno due tubicini molto lunghi in prossimità delle narici anteriori (foto 1)
- hanno sempre una macchia scura nella parte superiore dell'attaccatura delle pinne pettorali (foto 2)
- scavano buche sulla sabbia (foto 3)
- vivono solo dove ci sono delle particolari piante marine (suppongo Cymodocea nodosa) (una curiosità: nella stessa spiaggia nei tratti dove c'era solo sabbia e non alghe c'erano invece tantissimi Gobius roulei che però sono ben differenti)

L'unica specie che mi sembra possa corrispondere con queste caratteristiche è Gobius couchi che dovrebbe avere tutte le caratteristiche, però è raro. Robert Patzner addirittura scrive "Also on sandy bottoms, in hole under roots of Cymodocea nodosa."
Link
Secondo voi le alghe/piante che ho fotografato sono Cymodocea nodosa?

Che ne pensate, ho beccato la specie rara?

Foto 1 - due tubicini molto lunghi in prossimità delle narici:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
295,11 KB

Foto 2 - hanno una macchia scura nell'attaccatura delle pinne pettorali:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
214,95 KB

Foto 3- scavano buchi in fondali sabbiosi fra alghe/piante marine:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
208,62 KB

Roberto Pillon



La mia galleria fotografica





Modificato da - vladim in Data 01 dicembre 2015 16:08:25

alexcacciafotosub
Utente Senior


Città: Catania
Prov.: Catania

Regione: Sicilia


701 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 28 maggio 2010 : 15:24:16 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Con molta probabilità hai fotografato, nella prima immagine, la specie citata da Patzner. Però ho una tremenda perplessità sulla seconda immagine dove l'individuo mostra un evidente sviluppo dei primi raggi della prima dorsale.
Di primo acchitto quando l'ho visto l'ho scambiato per un niger, ma l'assenza di molte delle papille facciali tipiche di questa specie mi fanno titubare. Altro particolare che noto è la pupilla che è di colore verde.

Un saluto
Alessandro

Link
Torna all'inizio della Pagina

rpillon
Moderatore


Città: Oderzo
Prov.: Treviso

Regione: Veneto


3764 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 28 maggio 2010 : 15:46:09 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Anch'io avevo avuto l'impressione che alcuni esemplari avessero la prima pinna dorsale molto sviluppata e infatti avevo pensato a Gobius roulei che era molto abbondanete ma guardando meglio le foto mi sono ricreduto...
Guardando bene le foto, come quella che allego di seguito, si nota che questi ghiozzi hanno la seconda pinna dorsale molto lunga piuttosto che la prima anche se, quando è ripiegata, non si capisce bene...

Immagine:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
254,2 KB

Roberto Pillon



La mia galleria fotografica
Torna all'inizio della Pagina

marina
Utente Senior


Città: roma


908 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 28 maggio 2010 : 19:17:24 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
e io che ero rimasta a "piccolo gobide"


mg
Torna all'inizio della Pagina

Maurizio Marino
Moderatore


Città: Trapani

Regione: Sicilia


827 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 28 maggio 2010 : 19:50:50 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Bravo Roberto!!

Penso proprio che tu possa avere ragione!!!

E' vero che l'esemplare della foto 2 possa, per via dell'altezza della prima dorsale, insinuare dei dubbi (G. roulei o G.niger) relativamente all'identificazione della specie!!
Ma queste due specie alternative non hanno assolutamente nessuna macchia scura sulla pinna pettorale come invece è chiaramente evidenziato nella foto!

Pertanto secondo me è molto alta la possibilità che si tratti di esemplari di G. couchi!!! Ai fini del riconoscimento il carattere diagnostico più evidente è costituito dalla presenza alla base della pettorale di una macchia nera più alta che lunga, bordata di chiara sul retro!

La tua dettagliata descrizione del comportamento di questi esemplari e stata molto importante perché non sono tante le specie di gobidi che costruiscono delle gallerie su fondale sabbioso in mezzo ai rizomi della Cymodocea nodosa (penso che si tratti proprio di questa fanerogama!)!

Per avere la certezza del riconoscimento sappiamo a chi ti devi rivolgere!!!

Ciao da Maurizio!!!

Modificato da - rpillon in data 28 maggio 2010 21:08:02
Torna all'inizio della Pagina

rpillon
Moderatore


Città: Oderzo
Prov.: Treviso

Regione: Veneto


3764 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 28 maggio 2010 : 21:09:17 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Vediamo se il buon Robert ha qualche risposta per me...

Roberto Pillon



La mia galleria fotografica
Torna all'inizio della Pagina

rpillon
Moderatore


Città: Oderzo
Prov.: Treviso

Regione: Veneto


3764 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 18 luglio 2010 : 17:06:03 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Il genitilisso Robert mi ha risposto che non è sicuro dell'identificazione di questi esemplari, che potrebbero essere anche giovani Gobius niger, e che è sempre molto difficile arrivare ad un'identificazione di questa specie solo da fotografia. Si è confrontato anche con il collega Marcelo Kovacic, ma anche lui ha gli stessi dubbi.

Personalmente visto il contesto dove li ho incontrati e la macchia nera su tutti gli esemplari penso sia probabile possano essere Gobius couchi ma senza una conferma di Patzner sono solo ipotesi... sicuramente alla prima occasione che tornerò a Krk vedrò di portare a casa foto in quantità e qualità tali da poter riprovare ad avere una conferma dell'identificazione dal buon Robert

Roberto Pillon



La mia galleria fotografica
Torna all'inizio della Pagina

rpillon
Moderatore


Città: Oderzo
Prov.: Treviso

Regione: Veneto


3764 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 25 maggio 2011 : 10:43:55 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Rab (Croazia), 21/05/2011, profondità 1 m.

So che è arduo avere certezze quando non ne hanno gli esperti del settore ma per l'ennesima volta ho incontrato fra le piante marine questi piccoli ghiozzi ed ho sempre più l'impressione che non possa che trattarsi di Gobius couchi.
Sono ghiozzi un po' diversi da Gobius niger ed inoltre pur essendo tutti di dimensioni ridotte, da 5 a 9 cm circa, sono sicuramente adulti perché si muovono sempre in coppia con un esemplare che sembra il maschio più grande, con la testa più grossa e le macchie nere più evidenti e un esemplare che sembra la femmina più piccolo, con la testa non più larga del corpo e le macchie nere sulla base delle pettorali meno evidenti.
Purtroppo è da impazzire per fargli delle foto decenti in quanto si fermano sempre fra le foglie delle piante. Le uniche volte che non sono celati dalle foglie sono in prossimità delle loro tane scavate sotto le piante.



Immagine:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
206,49 KB
Immagine:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
186,12 KB
Immagine:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
190,44 KB
Immagine:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
274,67 KB
Immagine:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
221,83 KB
Immagine:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
228,88 KB
Immagine:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
203,41 KB
Immagine:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
225,72 KB
Immagine:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
213,6 KB
Immagine:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
261,55 KB
Immagine:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
206,45 KB

Roberto Pillon



La mia galleria fotografica
Torna all'inizio della Pagina

rpillon
Moderatore


Città: Oderzo
Prov.: Treviso

Regione: Veneto


3764 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 12 giugno 2012 : 14:31:04 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Rab (Croazia), 29/05/2012, profondità 1 m.

Immagine:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
113,38 KB
Immagine:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
111,55 KB
Immagine:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
118,36 KB

Roberto Pillon

Le mie foto su Fishbase Le mie foto su WoRMS
Torna all'inizio della Pagina

rpillon
Moderatore


Città: Oderzo
Prov.: Treviso

Regione: Veneto


3764 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 28 giugno 2014 : 20:48:41 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Classe: Actinopterygii Ordine: Perciformes Famiglia: Gobiidae Genere: Gobius Specie:Gobius couchi
Un tempo ritenuta una specie molto rara e trovata solamente in Irlanda, Inghilterra e Ischia ora i ritrovamenti si moltiplicano, specialmente in Mediterraneo e si comprende come la diffusione di questa specie sia molto maggiore. In questi anni questa specie è stata registrata anche nella regione del Quarnero (Croazia), nel Golfo del Leone (Francia), a Corfù (Gracia), Cipro, Malta e in Liguria.

Personalmente ho incontrato questa specie sempre e solo nel Quarnero (Krk, Cres e Rab). E' una specie gregaria che forma colonie di molte decine o centinaia di esemplari concentrate in poche decine di metri quadrati ed è molto selettiva nella scelta del loro habitat: in tutte le isole, anche se ci sono molte baie spesso adiacenti con habitat simili, li ho sempre incontrati in una sola zona di una singola baia. Anche tornando negli anni le colonie si incontrano sempre e solo negli stessi posti. Il suo habitat è comunque sempre ed esclusivamente la Cymodocea nodosa da cui non si allontana mai.

Sono una specie sranamente molto attiva nelle ore centrali della giornata mentre fino a tarda mattinata gli esemplari che si possono osservare fuori dalle tane sono sono una piccola parte della colonia. Questo fatto unito alla scelta degli habitat, che in Croazia di fatto sono i pochi posti a bassa profondità con sabbia, rendono praticamente impossibile fotografare questa specie in estate per la massiccia presenza di Homo sapiens che rendono torbida l'acqua e cercano di frullarti con il motore dei gommoni.

Anche se viene descritta come una specie che si incontra a partire dai 3 m di profondità in realtà si possono incontrare cononie con tane a profondità di 50 cm.

Come spesso accade molti indizi possono far capire che si è di fronte a questa particolare specie ma occorre cogliere i caratteri distintivi per avere certezze. I principali caratteri distintivi sono una macchia nera sulla base delle pinne pettorali (carattere però che può essere presente anche in alcuni individui di molte altre specie simili come Gobius niger, Gobius bicchichi, Gobius paganellus) ma specialmente la pinna dorsale con la parte ternimale dei raggi libera. Questo secondo carattere è invece peculiare della specie, ben visibile solo nei grandi maschi, ma è sufficiente ad un'identificazione certa della specie. Quest'anno mi sono concentrato su questo carattere ed ho avuto le conferme che cercavo.

I grandi maschi sono piuttosto rari in una colonia, il 95-98% delle conolie sono formate da maschi e femmine di dimensioni attorno ai 6-7 cm.




Gobius couchi - esemplare maschio di grandi dimensioni:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
206,7 KB

Roberto Pillon

Le mie foto su Fishbase Le mie foto su WoRMS

Modificato da - vladim in data 01 dicembre 2015 16:12:56
Torna all'inizio della Pagina

rpillon
Moderatore


Città: Oderzo
Prov.: Treviso

Regione: Veneto


3764 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 28 giugno 2014 : 21:09:08 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Classe: Actinopterygii Ordine: Perciformes Famiglia: Gobiidae Genere: Gobius Specie:Gobius couchi
Questi sono tipici esemplari di maschio di questa specie con la pinna dorsale ben visibile.
L'habitat pieno di Cymodocea nodosa rende estremamente difficile la fotografia, occorre individuare nella colonia gli individui meno timidi e talvolta (molto raramente) addirittura curiosi.
I maschi hanno la testa un po' più grande del corpo ma sono più affusolati di G. niger e con colori diversi da G. bucchichi che si incontrano negli stessi habitat.

Rab (Croazia), 20/05/14, profondità 2 m, dimensione di circa 6 cm.
Gobius couchi - esemplare maschio:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
214,14 KB

Rab (Croazia), 20/05/14, profondità 2 m, dimensione di circa 6 cm.
Gobius couchi - esemplare maschio:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
257,29 KB

Rab (Croazia), 24/05/14, profondità 2 m, dimensione di circa 6 cm.
Gobius couchi - esemplari maschi:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
157 KB

Rab (Croazia), 24/05/14, profondità 2 m, dimensione di circa 6 cm.
Gobius couchi - esemplare maschio:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
204,13 KB

Roberto Pillon

Le mie foto su Fishbase Le mie foto su WoRMS
Torna all'inizio della Pagina

rpillon
Moderatore


Città: Oderzo
Prov.: Treviso

Regione: Veneto


3764 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 28 giugno 2014 : 21:20:11 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Classe: Actinopterygii Ordine: Perciformes Famiglia: Gobiidae Genere: Gobius Specie:Gobius couchi
Spesso però, anche i maschi che sono quelli con i caratteri distintivi più marcati, hanno livree poco marcate, con le macchie nere alla base delle pettorali poco visibili per cui non è sempre banale l'identificazione fino a che non ci si "fa l'occhio".

Rab (Croazia), 28/05/14, profondità 1,5 m, dimensione circa 6 cm.
Gobius couchi - esemplare maschio:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
208,36 KB

Rab (Croazia), 30/05/14, profondità 1 m, dimensione circa 6 cm.
Gobius couchi - esemplare maschio:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
136,9 KB

Roberto Pillon

Le mie foto su Fishbase Le mie foto su WoRMS
Torna all'inizio della Pagina

rpillon
Moderatore


Città: Oderzo
Prov.: Treviso

Regione: Veneto


3764 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 28 giugno 2014 : 21:33:06 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Classe: Actinopterygii Ordine: Perciformes Famiglia: Gobiidae Genere: Gobius Specie:Gobius couchi
Le femmine non sono difficili da individuare all'interno di una colonia da osservate individualmente sarebbero più difficili da riconoscere. Hanno sempre la macchia nera alla base della pinna pettorale mentre la pinna dorsale non presenta peculiarità ben visibili in fotografia.
Le femmine hanno spesso il ventre piuttosto gonfio e la testa è più piccola del corpo.
Hanno colori meno contrastati e peculiari ed hanno una dimensione minore dei maschi, in genere sono lunghe circa 5-6 cm.

Rab (Croazia), 24/05/14, lunghezza circa 5-6 cm.
Gobius couchi - esemplare femmina:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
169,54 KB
Rab (Croazia), 24/05/14, lunghezza circa 5 cm.
Gobius couchi - esemplare femmina:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
194,75 KB

Rab (Croazia), 30/05/14, lunghezza circa 6 cm.
Gobius couchi - esemplare femmina:
Gobius couchi (Miller & El-Tawil, 1974)
207,23 KB




Modificato da - vladim in data 01 dicembre 2015 16:18:13
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,58 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net