testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Conosci la funzione scorciatoia? Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
   MAMMIFERI
 Ungulati
 UNGULATI : problema zecche
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
<< Pagina Precedente | Pagina Successiva >>
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag.di 4

diatrema
Utente Junior

Città: parma
Prov.: Parma

Regione: Emilia Romagna


24 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 31 marzo 2008 : 23:59:31 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
perfetto grazie mille!
Antonio
Torna all'inizio della Pagina

ELAFO
Utente Senior


Città: Olbia
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


4216 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 aprile 2008 : 00:02:16 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di diatrema:

perfetto grazie mille!
Antonio

figurati!
Ciao!

ELAFO
Torna all'inizio della Pagina

ELAFO
Utente Senior


Città: Olbia
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


4216 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 29 aprile 2009 : 20:56:01 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Direi che sia giusto rispolverare questa discussione.... Chi è reduce dal raduno "Passione per il cervo" ha scoperto quanto è massiccia la presenza di zecche in questa zona.
Se qualcuno ha qualcosa da aggiungere a quanto già detto ne sarei felice.
Grazie!

Alessandro
"ELAFO"
___________________________


Torna all'inizio della Pagina

carolan
Utente Senior

Città: sondrio

Regione: Lombardia


1715 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 29 aprile 2009 : 21:29:08 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Il problema-zecche comincia ad interessarmi......ahimè l'ho provato sulla pelle!
Mi sto informando e sembra che dove ci sono caprioli ci siano zecche(???).....
Mah,...non rinuncio a girare solo sui sentieri per il rischio zecche,tra l'altro ho constatato che anche solo girare in un prato puoi...prenderle,
tuttavia penso che ci vuole più informazione in questo ambito e invito anch'io "qualche esperto" a darci delucidazioni sull'argomento e su,se ci sono,misure di prevenzione.... per cercare di prenderne il meno possibile!!!!!

Nella mia zona(ALPI) non ho MAI preso zecche fino ad ora in qualsiasi stagione,pur vagando spesso nel "fitto" del bosco,..probabilmente il problema è più sentito in Appennino(altitudine minore e maggior presenza di zone di transizione tra prato e bosco).

Purtroppo il rischio-infezione esiste e non è da sottovalutare,...aspetto anch'io pareri più autorevoli.



Torna all'inizio della Pagina

a p
utente ritirato in data 22.02.2012



9799 Messaggi

Inserito il - 29 aprile 2009 : 21:34:47 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Link

Alessandro PD


Chi ama la Natura le lascia i suoi fiori
Torna all'inizio della Pagina

Ste87
Utente Senior


Città: Genova
Prov.: Genova

Regione: Italy


1193 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 29 aprile 2009 : 21:43:18 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Anche io giusto settimana scorsa ad un censimento di caprioli in provincia di Genova ho avuto a che fare con le zecche.Per fortuna era una sola

Il fiore perfetto è una cosa rara...
Se si trascorresse la vita a cercarne uno,non sarebbe una vita sprecata...
Torna all'inizio della Pagina

Roberto Cobianchi
Utente Senior


Città: Bologna
Prov.: Bologna

Regione: Emilia Romagna


4220 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 30 aprile 2009 : 08:08:59 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
ho avuto riscontri , anche personali , che quest'anno almeno nelle colline attorno a Bologna ce ne sono molte.
Per anni e fino a pochi anni fa ho camminato in lungo e in largo i boschi di Castel di Casio (ora terra dell'Elafo ) e non ne ho mai VISTA una.

Ciao Roberto
Link

Modificato da - Roberto Cobianchi in data 30 aprile 2009 08:11:34
Torna all'inizio della Pagina

FOX
Moderatore


Città: BAGNO A RIPOLI

Regione: Toscana


21536 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 30 aprile 2009 : 08:22:31 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia


Quest'anno è una annata molto particolare per le zecche, sono molto più abbondanti degli scorsi anni, ovunque, sia in montagna che in pianura, ma soprattutto dove sono pascoli, diffuse soprattutto dai cinghiali più che dagli ungulati. Putroppo sono già stata colpita qualche settimana fa.
Un amico appassionato ricercatore di funghi prugnoli mi ha detto che ogni volta che si recava per la raccolta di questi, in particolare i prugnoli che crescono in prati erbosi e macchie di Biancospino e Prunulos spinosa, quando tornava a casa ne aveva sui i bracci da 10/15 alla volta, di conseguenza ha deciso di non andarci più per non incorrere nel rischio di una grave infezione da queste.

In commercio esiste un prodotto bio, che viene acquistato in farmacia, si consiglia di spruzzarlo sugli indumenti e scarponi, aiuta un pò, anche per la Trombicula autumnalis, che se ne dica c'è ancora.

Nel forum, se non erro, c'è già una discussione dove si parla di queste e quali precauzioni prendere, comunque è un problema serio che non va sottovalutato, soprattutto per le conseguenze che ne possono derivare.





simo





Alto è il prezzo quando si sfida per vanità il mistero della Natura - I. Sheehan
Torna all'inizio della Pagina

vespa90ss
Utente Super


Città: Firenze

Regione: Toscana


6416 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 30 aprile 2009 : 08:45:07 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Mah!..........ragazzi che dirvi...io quando sono in escursione, ovunque vada sono sempre buttato in terra a fotografare anche per decine di minuti, eppure fino adesso mi sono beccato solo qualche decina di punture di Trombicula autumnalis a San Rossore e di serafiche all'Uccellina...ma zecche mai avuta una sul corpo. Sarà fortuna..che dirvi...eppure nei boschi dove ci sono cinghiali, daini e cervi ci vado spesso. Il terreno è pieno zeppo di tracce che parlano di loro.
Beppe


Arriviamo alla verità, non solo con la ragione, ma anche con il cuore.
Blaise Pascal - Pensées 1670.



Torna all'inizio della Pagina

FOX
Moderatore


Città: BAGNO A RIPOLI

Regione: Toscana


21536 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 30 aprile 2009 : 08:50:26 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia


Beppe,


bisognerebbe portarti sempre appresso sei un ottimo antitodo...



simo




Alto è il prezzo quando si sfida per vanità il mistero della Natura - I. Sheehan
Torna all'inizio della Pagina

AngelaI
Utente Super


Città: Sant'Elia Fiumerapido (FR) - 03049
Prov.: Frosinone

Regione: Lazio


13740 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 30 aprile 2009 : 09:14:02 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Noi non abbiamo mai riportato zecche a casa, nè le abbiamo mai viste, ma a questo punto ci viene il dubbio che non le abbiamo notate. E' possibile?
Laviamo gli indumenti ad ogni escursione perchè stiamo spesso allungati per terra, è sufficiente?
Le zone basse che requentiamo in questo periodo sono molto umide e infangate, mentre a breve iniziamo a salire in quota. Le zecche vivono anche in questi ambienti?

Grazie

Angela e Gianni



Torna all'inizio della Pagina

FOX
Moderatore


Città: BAGNO A RIPOLI

Regione: Toscana


21536 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 30 aprile 2009 : 09:34:43 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia


Ciao Angela e Gianni,

le zecche sono in tutti gli ambienti, ovunque, anche intorno casa e in centro città portate dai piccioni.

Non è che lavando gli indumenti che queste si eliminiano, una volta prese, queste piccolissime appena si notano tipo piccolo ragnetto piatto di un paio di millimetri, attarverso gli indumenti, maniche della camicia e gambuli dei pantaloni, vanno dirette alla pelle, dove attarverso il rostro si installano nella cute e li iniziano a succhiare il sangue, normalmente non ce ne accorgiamo subito, ma solo quando questa dopo aver assunto diverso sangue si gonfia e può arrivare anche alla grandezza di 10 mm, è allora può accadere di accorgersene, spesso viene spontaneo grattarsi senza dare importanza, solo dopo ci si accorge che era una zecca, spesso si fa più danno che mai togliendo il corpo e lasciando nella cute il rostro, che nonostante le cure fatte, meglio se con pomate al Cortisone, per diversi giorni comporta un'antipatico forte prurito.
Nell'eventualità di averne una e meglio non rivolgersi all'ospedale, loro non fanno un bel niente, solo l'iniezione antitetanica, raramente tolgono la zecca.
Salvo, dove appare forte arrossamenti intorno alla parte lesa e febbre bisogna recarsi al Pronto soccorso.

E' un problema serio che spesso viene sottovalutato....


simo






Alto è il prezzo quando si sfida per vanità il mistero della Natura - I. Sheehan
Torna all'inizio della Pagina

Roberto Cobianchi
Utente Senior


Città: Bologna
Prov.: Bologna

Regione: Emilia Romagna


4220 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 30 aprile 2009 : 09:51:02 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Per darvi la misura io me ne sono trovata una piantata nel braccio e l'avevo scambiata per una crosticina dovuta ad un'unghia del mio gatto.
Il giorno dopo era uguale solo leggermente arrossata e solo con una lente di ingrandimento ho scoperto che aveva le zampette.
Levata e disinfettato... spero sia andata bene, non e' passato ancora un mese.
La cosa che mi stressa e' che era cosi' piccola che dubito che avrei potuto mai vederla anche sui vestiti

Ciao Roberto
Link
Torna all'inizio della Pagina

u / c
Utente Cancellato

Città: .


0 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 30 aprile 2009 : 10:38:51 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Lo scorso anno di questo periodo nel parco dell'Insugherata un gruppo di persone si sono ritrovate piene di zecche addosso.
Io, mia moglie e figli nulla, io ero pure a torso nudo e pantaloni corti..
In tanti anni che mi imbuco nella macchia non me ne sono mai ritrovata una, eppure sono il tipo che ama dormire per terra nell'erba alta.
Non so da cosa dipenda..
Forse emano un odore nauseabondo?!

Quanto riportato nei miei post ha solo fine di scambio informazioni ed è espressione di opinioni e conoscenze soggettive prive di valore assoluto.

Modificato da - u / c in data 30 aprile 2009 10:40:58
Torna all'inizio della Pagina

vespa90ss
Utente Super


Città: Firenze

Regione: Toscana


6416 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 30 aprile 2009 : 12:40:24 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Tartagnan:

In tanti anni che mi imbuco nella macchia non me ne sono mai ritrovata una, eppure sono il tipo che ama dormire per terra nell'erba alta.
Non so da cosa dipenda..
Forse emano un odore nauseabondo?!


semmai esattamente il contrario. Non emani odore di "cignale"....
Beppe


Arriviamo alla verità, non solo con la ragione, ma anche con il cuore.
Blaise Pascal - Pensées 1670.



Torna all'inizio della Pagina

Luciano54
Moderatore


Città: Forlì
Prov.: Forlì-Cesena

Regione: Emilia Romagna


4958 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 maggio 2009 : 08:50:47 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Pur essendo anch'io (come Beppe e Massimo) .. praticamente immune "dall'assalto" di questi piccoli parassiti, mi rendo condo di come il problema possa essere particolarmente sentito da chi è invece molto "appetito" dalle zecche; non conosco peraltro le motivazioni del diverso grado di ... "gradimento", ma presumo siano un mix di varie caratteristiche, che immagino possano andare dall'odore (non inteso come "puzza") personale, .... al tipo di pelle, ..... ecc.
Voglio però inserire (nell'intento di fare cosa utile) una sorta di riassunto di alcune slide che avevamo preparato a livello di "consigli utili" per la formazione del personale che per svariati motivi (censimenti o quant'altro) poteva venire in contatto ripetuto con le zecche.
Vorrei contemporaneamente tranquillizzare un po' tutti coloro che, per un motivo o per l'altro, si muovono in ambienti che possono essere infestati da zecche, con una semplice considerazione: la zecca potenzialmente pericolosa per la salute dell'uomo è la Ixodes ricinus ; solo una piccola quantità delle zecche presenti sul territorio fanno parte di questa specie; all'interno di questo già esiguo numero, ... solo una piccola percentuale di queste è "potenzialmente pericolosa".
Ciaoo


Cos'è e come si presenta la Borrellioso di Lyme:
UNGULATI : problema zecche
244,22 KB



Alcuni consigli pratici per evitare di essere punti, .... e per l'estrazione delle zecche:
UNGULATI : problema zecche
255,59 KB


P.s. Grazie ad Alessandro per il link molto completo e interessante ... io ho inteso fare un semplicissimo e immediato "riassunto" di alcune consigli pratici.

Link
Torna all'inizio della Pagina

sky7
Utente Senior


Città: Osoppo
Prov.: Udine

Regione: Friuli-Venezia Giulia


1947 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 01 maggio 2009 : 20:45:59 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
In Friuli le zecche sono presenti praticamente ovunque: prati, boschi, paludi... e in gran quantità. Non mancano le zecche infette della malattia di Lyme e in alcune zone della regione ci sono dei focolai di encefalite da zecche. Nelle escursioni è necessario infilare i pantaloni nei calzetti e controllarsi molto spesso i vestiti. Pur essendo piccole, sono facilmente visibili su abbigliamento chiaro perchè sono in costante movimento.
Fino a pochi anni fa non avevo mai visto una zecca, purtroppo negli ultimi anni c'è stata una vera e propria esplosione demografica.

Luciano
Torna all'inizio della Pagina

Carlmor
Moderatore Trasversale


Città: Varese
Prov.: Varese

Regione: Lombardia


8940 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 maggio 2009 : 21:19:57 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
un ottimo "riassunto" Luciano54, grazie

nei paesi nordici, dove in alcune aree il problema zecche è notevole, vendono anche degli speciali strumenti per rimuoverle tipo questo non so se sono disponibili anche in Italia ...

dalle mie parti per fortuna ce ne sono poche (una mi si è attaccata lo stesso lo scorso anno) e finora quando mi è capitato le ho tolte con una pinzetta e fortunatamente non ho avuto problemi o conseguenze, ma posso immaginare come in appennino possano rappresentare un pericolo notevole per chi si muove in un ambiente naturale ...

sky7: la mia prima zecca l'ho "raccolta" proprio in Friuli un dozzina di anni fa

Carlo
Torna all'inizio della Pagina

thebest
Utente Senior

Città: cusago
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


1679 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 01 maggio 2009 : 21:33:54 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
beh...non frequento ancora boschi di montagna e foreste,ma passo tantissimo tempo in campagna e nelle risaie...avolte anche strisciando per terra e non ho visto e non mi sono mai beccato neanche una zecca...solo una volta il morso di una scolopendra
adesso mi avete fatto venire un dubbio...e se non le avessi viste ma ce le avevo
io non avendo affatto esperienza personale con le zecche...volevo quindi sapere
da voi se le zecche "si fanno sentire"...intendo dire per esempio prurito o bruciore...così mi regolo di più...
scusate per le domade che risulteranno sicuramente stupide ma non so niente di loro
grazie
ciao

andrea

Modificato da - thebest in data 01 maggio 2009 21:34:58
Torna all'inizio della Pagina

FOX
Moderatore


Città: BAGNO A RIPOLI

Regione: Toscana


21536 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 01 maggio 2009 : 21:40:05 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia


Eccone una fresca di giornata: oggi mentre ero a pranzo sotto un gazebo, una signora mi ha fatto notare che sulla schiena sopra la mia giacca avevo una zecca, la signora alquanto imbarazzata non sapeva come fare a dirmerlo è venuta a bisbigliarmelo in orecchio. Questa era circa 5 mm, sicuramente più tardi me la sarei trovata nel collo....


UNGULATI : problema zecche


simo



Alto è il prezzo quando si sfida per vanità il mistero della Natura - I. Sheehan
Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 4 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

<< Pagina Precedente

|
Pagina Successiva >>

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,95 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net