testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: L'iscrizione al nostro Forum è gratuita e permette di accedere a tutte le discussioni.
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 


Nota! La determinazione degli insetti necessita quasi sempre di un'indicazione geografica e temporale precisa.
Invitiamo quindi gli utenti ad inserire questi dati ogni volta che viene richiesta una determinazione o viene postata una foto di un insetto. I dati forniti dagli utenti ci consentiranno anche di attribuire un valore scientifico alle segnalazioni, contribuendo a migliorare e integrare le attuali conoscenze sulla distribuzione delle specie postate.


 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
   INSETTI
 Hymenoptera
 Vespe a difesa del favo
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
<< Pagina Precedente
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag.di 2

ClaudioPorcellana
Utente V.I.P.


Città: Villarbasse
Prov.: Torino

Regione: Piemonte


391 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 14 agosto 2019 : 20:37:59 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
ultimo aggiornamento esattamente 1 mese dopo:

area totalmente abbandonata

Link
Torna all'inizio della Pagina

robybar
Utente Senior

Città: Catanzaro
Prov.: Catanzaro

Regione: Italy


1235 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 20 marzo 2020 : 18:54:38 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao! Rispondo solo ora, non avevo visto la discussione.
Dunque, partiamo dalla specie che è Polistes nimpha.
La disposizione del favo non è assolutamente anomala, infatti i Polistes sono perfettamente in grado di sviluppare i favi in orizzontale e in verticale (e tutte le gradazioni in mezzo). L'unica configurazione "tabù" pare sia quella a celle rivolte verso l'alto.


Visto il periodo, cioè la piena estate, questa abbastanza ovviamente non può essere una fondazione "classica" primaverile, bensì molto probabilmente un caso di "absconding", cioè un gruppo di femmine che hanno perso il nido originale e stanno cercando di riavviare la colonia tramite la fondazione di un nuovo nido. La perdita del nido originale può avere varie cause, primi fra tutti predatori e parassiti. Nel caso di absconding il nucleo principale di esemplari può persino frammentarsi in vari gruppetti, ad esempio anni fa osservai il processo di absconding di una ingente colonia di Polistes gallicus che era stata abbattuta. Gli adulti, oltre una 40ina, crearono vari piccoli grappoli nei dintorni del sito originale (precisamente da 10 cm a 2 metri di distanza dal peduncolo del nido originale) e finirono per fondare ben 5 nuovi nidi, dei quali chiaramente solo uno aveva la fondatrice originale (gli altri quattro svilupparono operaie riproduttive, che come da manuale generarono solo esemplari maschi), per cui una nidificazione estiva come questa può benissimo essere composta da sole operaie.

Un'altra cosa che potrebbe essere successa è la formazione di un nido-satellite, cioè una sorta di scissione che avviene quando una colonia viene fondata da più femmine a inizio stagione. In questo caso si crea una gerarchia nella quale c'è una fondatrice dominante e una o più fondatrici subordinate. Alla nascita delle prime operaie, le subordinate vengono espulse o uccise. Alcune di esse la scampano e scelgono di fondare un nido secondario, detto appunto nido-satellite, proprio accanto a quello principale o nei suoi paraggi. Questi nidi-satellite in genere si sviluppano poco, perché fondati più in là nella stagione e da femmine che già avevano precedentemente investito tutte le loro energie nella fondazione del nido principale. A volte le fondazioni-satellite sono accompagnate da operaie, rendendole di fatto una sorta di sciamature, o meglio gemmazioni.

La struttura del nido di per sé non è strana. Questa specie, a differenza di altri Polistes, crea caratteristici peduncoli molto robusti. Da qui l'aspetto a fungo. Anche la posizione delle uova, normalmente deposte non appena il fondo della cella è completo, mi pare abbastanza regolare.

Credo che il nido sia stato abbandonato perché le femmine hanno giudicato non idonea la nuova location, oppure hanno "ritrovato" il resto del nucleo iniziale, che magari stava ri-nidificando altrove.

Modificato da - robybar in data 20 marzo 2020 18:56:47
Torna all'inizio della Pagina

ClaudioPorcellana
Utente V.I.P.


Città: Villarbasse
Prov.: Torino

Regione: Piemonte


391 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 20 marzo 2020 : 20:22:07 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Credo che il nido sia stato abbandonato perché le femmine hanno giudicato non idonea la nuova location, oppure hanno "ritrovato" il resto del nucleo iniziale, che magari stava ri-nidificando altrove.

WOW, che miniera di notizie!
grazie

beh, spero si siano davvero trovata una casa migliore

come detto, queste vespe stanno a distanza sufficiente da non creare problemi e pertanto le lasciamo tranquille

in passato mia cognata che è un po' fifona si lamentava che non le scacciavamo
ma ora non può più venire quindi le vespe sono salve



Link
Torna all'inizio della Pagina

elleelle
Moderatore Trasversale

Città: roma

Regione: Lazio


30860 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 21 marzo 2020 : 16:01:14 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
L'estate scorsa ho sollevato una lamiera buttata per terra cercando ragni e non mi sono accorto che c'era un bel nido di Polistes.
Concentrato su un ragnetto, non le ho viste e mi sono avvicinato a meno di 40 cm, e loro me lo hanno fatto notare.
Due mi hanno punto, su una guancia e sul braccio, ma dopo un paio d'ore era tutto passato.
Niente a che vedere con le punture di Vespula.



Modificato da - elleelle in data 21 marzo 2020 16:02:32
Torna all'inizio della Pagina

Chalybion
Moderatore

Città: Bagnacavallo
Prov.: Ravenna

Regione: Emilia Romagna


8339 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 26 marzo 2020 : 19:58:50 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di elleelle:

L'estate scorsa ho sollevato una lamiera buttata per terra cercando ragni e non mi sono accorto che c'era un bel nido di Polistes.
Concentrato su un ragnetto, non le ho viste e mi sono avvicinato a meno di 40 cm, e loro me lo hanno fatto notare.
Due mi hanno punto, su una guancia e sul braccio, ma dopo un paio d'ore era tutto passato.
Niente a che vedere con le punture di Vespula.




Mi pare d'aver letto molto tempo fa da qualche parte che esiste sensibilizzazione incrociata al veleno di Polistes e Vespa ma non Polistes con Vespula e Dolichovespula; ovvero se ricordo bene, alla prima puntura di una Polistes si risulta sensibilizzati, ovvero con reazione allergica, anche in caso di prima puntura di Vespa e viceversa, ma non si reagisce alla prima puntura degli altri generi di vespe (e viceversa). Qualcuno mi conferma?

"Ogni tanto si legge che l'uomo deriverebbe da animali diversi da un essere scimmiesco; penso che l'inquietudine per una tale conferma interessi solo quegli animali! (Chalybion)
Giorgio.
Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 2 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

<< Pagina Precedente

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Forum Natura Mediterraneo © 2003-2018 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,39 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Ecotrekking.it | Lynkos.net