testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Come inserire i video di Youtube nel Forum Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 


Nota! La determinazione degli insetti necessita quasi sempre di un'indicazione geografica e temporale precisa.
Invitiamo quindi gli utenti ad inserire questi dati ogni volta che viene richiesta una determinazione o viene postata una foto di un insetto. I dati forniti dagli utenti ci consentiranno anche di attribuire un valore scientifico alle segnalazioni, contribuendo a migliorare e integrare le attuali conoscenze sulla distribuzione delle specie postate.


 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
   INSETTI
 Coleoptera e Strepsiptera
 Geotrupidae: Anoplotrupes stercorosus
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

ESant
Utente Senior

Città: L'Aquila
Prov.: L'Aquila

Regione: Abruzzo


1821 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 18 novembre 2020 : 18:56:00 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Ho fotografato questo coleottero in un bosco di faggi nei pressi della Piana del Voltigno (AQ) il 28 giugno 2020 ad una quota di circa 1500-1600m s.l.m. Era lungo circa 20-23mm. Credo si tratti di un Geotrupidae, ma sarebbe possibile determinarne la specie?

Grazie

Purtroppo ho solo queste due foto.
Immagine:
Geotrupidae: Anoplotrupes stercorosus
160,8 KB

Modificato da - Chalybion in Data 20 novembre 2020 17:31:59

ESant
Utente Senior

Città: L'Aquila
Prov.: L'Aquila

Regione: Abruzzo


1821 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 18 novembre 2020 : 18:56:34 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Immagine:
Geotrupidae: Anoplotrupes stercorosus
280,16 KB

Torna all'inizio della Pagina

Stregatto
Utente Senior


Città: Arezzo


1458 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 18 novembre 2020 : 19:21:26 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Emanuele!
Per quanto riguarda la famiglia sembrerebbe anche a me un Geotrupidae; l'aspetto generale mi farebbe pensare a Geotrupes stercorarius ma sinceramente non me la sento di sbilanciarmi. Attendiamo come sempre il parere degli specialisti.
Nel frattempo, ti mando questi link che potrebbero esserti utili:
Link
Link

Enzo


Modificato da - Stregatto in data 18 novembre 2020 19:31:52
Torna all'inizio della Pagina

gomphus
Moderatore


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


9751 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 19 novembre 2020 : 08:24:53 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
come aspetto generale, propenderei per Anoplotrupes stercorosus

ma neanch'io sono un esperto di Geotrupidae

maurizio

quando l'ultimo albero sarà stato abbattuto,
l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce pescato,
allora ci accorgeremo che il denaro non si può mangiare

Torna all'inizio della Pagina

Stregatto
Utente Senior


Città: Arezzo


1458 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 19 novembre 2020 : 13:13:07 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di gomphus:

come aspetto generale, propenderei per Anoplotrupes stercorosus

ma neanch'io sono un esperto di Geotrupidae


Ciao Maurizio! Effettivamente l'aspetto generale è quello. L'unica mia piccola perplessità è sui "solchi dorsali", che in questo individuo mi sembrano un po' troppo "marcati". Questo esemplare postato sul nostro Forum partner appare più "liscio":
Link
ma capisco anche che potrebbe dipendere dall'inquadratura o da altri possibili fattori. Che ne pensi?

Emanuele, hai fatto caso se aveva riflessi bluastri?

Enzo



Modificato da - Stregatto in data 19 novembre 2020 13:14:43
Torna all'inizio della Pagina

ESant
Utente Senior

Città: L'Aquila
Prov.: L'Aquila

Regione: Abruzzo


1821 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 19 novembre 2020 : 17:06:10 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie ad entrambi per gli interventi. Sono anch'io propenso verso i generi Anoplotrupes o Geotrupes, ma non so quali sono le caratteristiche che permettono di distinguerli.

Emanuele, hai fatto caso se aveva riflessi bluastri?

Sì, anche se dalle foto non è ben visibile dalle foto l'esemplare aveva dei riflessi bluastri sul dorso, ma non ho controllato se li aveva anche sul ventre.


Modificato da - ESant in data 19 novembre 2020 17:06:27
Torna all'inizio della Pagina

vladim
Moderatore trasversale


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


30564 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 19 novembre 2020 : 18:12:20 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di ESant:

Grazie ad entrambi per gli interventi. Sono anch'io propenso verso i generi Anoplotrupes o Geotrupes, ma non so quali sono le caratteristiche che permettono di distinguerli...

Qui c'è un raffronto tra alcune caratteristiche dei due generi Link
Torna all'inizio della Pagina

Stregatto
Utente Senior


Città: Arezzo


1458 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 19 novembre 2020 : 18:48:06 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di vladim:

Messaggio originario di ESant:

Grazie ad entrambi per gli interventi. Sono anch'io propenso verso i generi Anoplotrupes o Geotrupes, ma non so quali sono le caratteristiche che permettono di distinguerli...

Qui c'è un raffronto tra alcune caratteristiche dei due generi Link



Grazie Vladim! Ho dato un'occhiata al raffronto delle caratteristiche: la striatura elitrale mi farebbe propendere leggermente per Geotrupes , mentre le altre caratteristiche non riesco a identificarle con chiarezza. Comunque non sono un esperto e non mi sbilancio: attendiamo una determinazione definitiva da qualche esperto in questo gruppo.

Enzo

Torna all'inizio della Pagina

Chalybion
Moderatore

Città: Bagnacavallo
Prov.: Ravenna

Regione: Emilia Romagna


9444 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 20 novembre 2020 : 17:31:38 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
è una femmina di Anoplotrupes stercorosus: nessun altro geotrupidae italiano simile ha protorace con punti grossi e distribuiti irregolarmente. Altro carattere peculiare è l'avere interstrie elitrali con fini "solcature" più o meno trasversali. Però le dimensioni citate sono un po' sovrastimate: 11-19 mm è il range e, tra quelli simili, solo i Geotrupes arrivano oltre i 2 cm.

"Impegnarsi per volere a tutti i costi piacere a tutti è il peggior modo di sprecare tempo". (Chalybion)
Torna all'inizio della Pagina

Stregatto
Utente Senior


Città: Arezzo


1458 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 20 novembre 2020 : 17:43:03 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie Giorgio! Andrò ad osservare con attenzione i caratteri distintivi che hai indicato. Mi ero lasciato ingannare dalla striatura elitrale, che mi sembra piuttosto marcata. Una domanda da ignorante in materia: la striatura varia in base all'età del soggetto? I solchi delle elitre sono più o meno profondi e marcati in funzione dell'età?

Enzo


Modificato da - Stregatto in data 20 novembre 2020 17:44:05
Torna all'inizio della Pagina

ESant
Utente Senior

Città: L'Aquila
Prov.: L'Aquila

Regione: Abruzzo


1821 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 20 novembre 2020 : 17:49:05 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie mille! Non l'ho effettivamente misurato, quindi è molto probabile che le dimensioni siano sovrastimate.

Torna all'inizio della Pagina

Stregatto
Utente Senior


Città: Arezzo


1458 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 22 novembre 2020 : 22:01:19 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di ESant:

Grazie mille! Non l'ho effettivamente misurato, quindi è molto probabile che le dimensioni siano sovrastimate.


Ciao Emanuele, non preoccuparti: con gli insetti è molto facile sovrastimare le dimensioni e si tende sempre a farlo...
Potrei sbagliarmi, ma molto probabilmente è un "fatto psicologico": non appena supera dimensioni anche modeste, un insetto ci appare già "gigantesco". Per questo motivo l'ideale sarebbe avere sempre un calibro a portata di mano.

Enzo

Torna all'inizio della Pagina

Chalybion
Moderatore

Città: Bagnacavallo
Prov.: Ravenna

Regione: Emilia Romagna


9444 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 25 novembre 2020 : 23:08:09 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Stregatto:

Grazie Giorgio! Andrò ad osservare con attenzione i caratteri distintivi che hai indicato. Mi ero lasciato ingannare dalla striatura elitrale, che mi sembra piuttosto marcata. Una domanda da ignorante in materia: la striatura varia in base all'età del soggetto? I solchi delle elitre sono più o meno profondi e marcati in funzione dell'età?

Enzo

Ciao, ovviamente no, un coleottero adulto conserva le caratteristiche che ha allo sfarfallamento (il colore però può inscurire con la pigmentazione progressiva della cuticola nei primi momenti soltanto però); solo l'usura potrebbe in minima parte levigare ad esempio una microscultura, nei colotteri che scavano nel terreno ad esempio, come questo, ma non in modo da alterare molto l'aspetto originale.

"Impegnarsi per volere a tutti i costi piacere a tutti è il peggior modo di sprecare tempo". (Chalybion)
Torna all'inizio della Pagina

Chalybion
Moderatore

Città: Bagnacavallo
Prov.: Ravenna

Regione: Emilia Romagna


9444 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 25 novembre 2020 : 23:12:25 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di ESant:

Grazie mille! Non l'ho effettivamente misurato, quindi è molto probabile che le dimensioni siano sovrastimate.

Consigli su come valutare le dimensioni correttamente sono qui Link , topic in rilievo sulla pagina Coleoptera.

"Impegnarsi per volere a tutti i costi piacere a tutti è il peggior modo di sprecare tempo". (Chalybion)
Torna all'inizio della Pagina

Stregatto
Utente Senior


Città: Arezzo


1458 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 25 novembre 2020 : 23:18:34 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Chalybion:

Messaggio originario di Stregatto:

Grazie Giorgio! Andrò ad osservare con attenzione i caratteri distintivi che hai indicato. Mi ero lasciato ingannare dalla striatura elitrale, che mi sembra piuttosto marcata. Una domanda da ignorante in materia: la striatura varia in base all'età del soggetto? I solchi delle elitre sono più o meno profondi e marcati in funzione dell'età?

Enzo

Ciao, ovviamente no, un coleottero adulto conserva le caratteristiche che ha allo sfarfallamento (il colore però può inscurire con la pigmentazione progressiva della cuticola nei primi momenti soltanto però); solo l'usura potrebbe in minima parte levigare ad esempio una microscultura, nei colotteri che scavano nel terreno ad esempio, come questo, ma non in modo da alterare molto l'aspetto originale.


Grazie mille!! Mi è capitato di osservare varie foto della stessa specie trovate in rete e ho notato che i solchi sembrano più o meno marcati nelle diverse foto: immagino che ciò dipenda dall'inquadratura, la luminosità o altri fattori del genere che influiscono sull'immagine.
Grazie ancora!

Enzo

Torna all'inizio della Pagina

Stregatto
Utente Senior


Città: Arezzo


1458 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 25 novembre 2020 : 23:27:31 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Chalybion:

Messaggio originario di ESant:

Grazie mille! Non l'ho effettivamente misurato, quindi è molto probabile che le dimensioni siano sovrastimate.

Consigli su come valutare le dimensioni correttamente sono qui Link , topic in rilievo sulla pagina Coleoptera.


Davvero molto utile, grazie! Infatti non sempre è possibile avere un calibro a portata di mano, specialmente quando ci capita di osservare certi insetti nei momenti e nei luoghi più impensati, quando meno ce l'aspettiamo.

Enzo

Torna all'inizio della Pagina

Chalybion
Moderatore

Città: Bagnacavallo
Prov.: Ravenna

Regione: Emilia Romagna


9444 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 26 novembre 2020 : 21:21:26 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Grazie mille!! Mi è capitato di osservare varie foto della stessa specie trovate in rete e ho notato che i solchi sembrano più o meno marcati nelle diverse foto: immagino che ciò dipenda dall'inquadratura, la luminosità o altri fattori del genere che influiscono sull'immagine.
Grazie ancora!

Enzo

Può capitare ma è pur vero che la profondità delle strie è variabile nei vari individui, nei maschi e nelle femmine che tendono ad avere più spesso strie più profonde; anche la vermicolatura trasversale nelle interstrie varia, ora più ora meno evidente ed anche la punteggiatura del pronoto, ma l'insieme di questi caratteri e la taglia inferiore ai Geotrupes/Sericotrupes facilitano il riconoscimento. Più difficile che in altri geotrupini riconoscere in A. stercorosus i sessi; i maschi hanno una carena crenellata alla faccia inferiore delle metatibie.

"Impegnarsi per volere a tutti i costi piacere a tutti è il peggior modo di sprecare tempo". (Chalybion)
Torna all'inizio della Pagina

Stregatto
Utente Senior


Città: Arezzo


1458 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 26 novembre 2020 : 22:47:42 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Chalybion:


Grazie mille!! Mi è capitato di osservare varie foto della stessa specie trovate in rete e ho notato che i solchi sembrano più o meno marcati nelle diverse foto: immagino che ciò dipenda dall'inquadratura, la luminosità o altri fattori del genere che influiscono sull'immagine.
Grazie ancora!

Enzo

Può capitare ma è pur vero che la profondità delle strie è variabile nei vari individui, nei maschi e nelle femmine che tendono ad avere più spesso strie più profonde; anche la vermicolatura trasversale nelle interstrie varia, ora più ora meno evidente ed anche la punteggiatura del pronoto, ma l'insieme di questi caratteri e la taglia inferiore ai Geotrupes/Sericotrupes facilitano il riconoscimento. Più difficile che in altri geotrupini riconoscere in A. stercorosus i sessi; i maschi hanno una carena crenellata alla faccia inferiore delle metatibie.


Ciao Giorgio, grazie mille!
Ora mi è tutto più chiaro. Tempo fa ho postato un Geotrupidae pressoché "liscio" sul nostro Forum partner, che è stato poi determinato come Jekelius (Jekelius) intermedius : in questa specie le strie sono pressoché inesistenti:
Link
Grazie ancora!

Enzo

Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,45 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net