testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Lo sapevi che puoi aggiungere le informazioni di Google Map nel Forum? Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Piante - Natura Mediterraneo
 ORCHIDEE
 Di quale Ophrys si tratta?
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

bosconero71
Utente Senior

Città: Argenta
Prov.: Ferrara

Regione: Emilia Romagna


2467 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 14 maggio 2020 : 21:22:35 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Ciao a tutti.
Quattro piccole piantine, cresciute una accanto all'altra (Valle del Sillaro 500-600 m, Appennino Bolognese).
Di quale Ophrys si tratta? Nei dintorni cresceva un po' di tutto…

1° es.
Di quale Ophrys si tratta?
135,65 KB

Di quale Ophrys si tratta?
73,67 KB

Di quale Ophrys si tratta?
89,31 KB

2° es.
Di quale Ophrys si tratta?
93,6 KB

3° es.
Di quale Ophrys si tratta?
78,1 KB

Di quale Ophrys si tratta?
84,88 KB

4° es.
Di quale Ophrys si tratta?
89,53 KB

Ambiente
Di quale Ophrys si tratta?
137,61 KB

Grazie a chi vorrà esprimere un parere.

cianix
Utente Senior


Città: tarcento
Prov.: Udine

Regione: Friuli-Venezia Giulia


2645 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 15 maggio 2020 : 00:51:49 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Credo Ophrys tetraloniae.

Ciao!

le mie orchidee su Flickr
-----------------------
Andai nei boschi perchè volevo vivere con saggezza e in profondità e succhiare tutto il midollo della vita, per sbaragliare tutto ciò che non era vita, e per non scoprire in punto di morte che non ero vissuto...

Henry David Thoreau
Torna all'inizio della Pagina

lucyb
Utente Senior

Città: Schio
Prov.: Vicenza

Regione: Veneto


3458 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 15 maggio 2020 : 19:16:20 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Non sono convinta che si tratti di Ophrys tetraloniae. Le piantine mi sembrano troppo piccole e non si nota la consueta distanza da terra del primo fiore.
I fiori mi ricordano piuttosto un'orchidea vista e fotografata nel 2016 in Veneto, esemplare identificato come l'ibrido tra Ophrys apifera e Ophrys holosericea (Ophrys x albertiana).


Immagine:
Di quale Ophrys si tratta?
216,95 KB


Lucy

"Se ti sedessi su una nuvola non vedresti la linea di confine tra una nazione e l’altra, né la linea di divisione tra una fattoria e l’altra. Peccato che tu non possa sedere su una nuvola". (Khalil Gibran)
Torna all'inizio della Pagina

bosconero71
Utente Senior

Città: Argenta
Prov.: Ferrara

Regione: Emilia Romagna


2467 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 15 maggio 2020 : 21:05:03 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie per la risposta, Luciano e Lucy! Avevo dimenticato di aggiungere che le foto sono del 14/05/2020.
Confesso che appena visto il 1° es., ho pensato ad un ibrido che coinvolgesse Ophrys apifera e... qualcos'altro! Poi mi sono accorto delle altre piante e mi è venuto qualche dubbio. Devo però dire che ho trovato sì alcune belle stazioni di O. holosericea e di O. apifera, ma abbastanza distanti dalle Ophrys ignote…
Torna all'inizio della Pagina

bosconero71
Utente Senior

Città: Argenta
Prov.: Ferrara

Regione: Emilia Romagna


2467 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 12 maggio 2022 : 12:10:30 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Un saluto a tutti.
Ci sono importanti novità riguardo questo ritrovamento.
Tempo fa ho chiesto a Nicola Centurione, uno degli autori del libro "Orchidee spontanee dell'Emilia-Romagna", un parere in merito. Recentemente è stato sul posto e, poco distante da quel sito, ha trovato due piante - ben tipiche - di Ophrys tenthredinifera!
Il nostro parere quindi è che le piante, da me trovate due anni fa, fossero esemplari dell'ibrido O. holosericea × O. tenthredinifera.
Con l'assenso di Nicola, pubblico alcune foto del suo ritrovamento che si configura come il primo per la Provincia di Bologna ed uno dei pochissimi dell'intera Regione!

Immagine:
Di quale Ophrys si tratta?
137,01 KB

Immagine:
Di quale Ophrys si tratta?
207,7 KB

Torna all'inizio della Pagina

giampaolo
Utente Senior

Città: roma

Regione: Lazio


1425 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 13 maggio 2022 : 16:36:44 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sì sì Alessandro, non ci sono dubbi, è un ibrido tra una O.holosericea con O.tenthredinifera. Superbi esemplari entrambi! Grazie e complimenti!

Torna all'inizio della Pagina

bosconero71
Utente Senior

Città: Argenta
Prov.: Ferrara

Regione: Emilia Romagna


2467 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 13 maggio 2022 : 21:52:40 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di giampaolo:

Sì sì Alessandro, non ci sono dubbi, è un ibrido tra una O.holosericea con O.tenthredinifera. Superbi esemplari entrambi! Grazie e complimenti!


Grazie a te!
Per noi emiliani sono ritrovamenti di una certa importanza.
Mi chiedo come siano arrivate quassù... non credo grazie al vento, forse tramite animali...
Torna all'inizio della Pagina

cianix
Utente Senior


Città: tarcento
Prov.: Udine

Regione: Friuli-Venezia Giulia


2645 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 13 maggio 2022 : 22:21:58 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di bosconero71:

Messaggio originario di giampaolo:

Sì sì Alessandro, non ci sono dubbi, è un ibrido tra una O.holosericea con O.tenthredinifera. Superbi esemplari entrambi! Grazie e complimenti!


Grazie a te!
Per noi emiliani sono ritrovamenti di una certa importanza.
Mi chiedo come siano arrivate quassù... non credo grazie al vento, forse tramite animali...



Questo per quanto mi riguarda sarebbe un argomento molto interessante da approfondire. Infatti anch'io spesso mi chiedo come sia possibile trovare certi individui di determinate specie a molta distanza da altri individui della stessa specie. Forse si è estinto il ponte che faceva da tramite (per cause naturali o antropiche)? O forse non è ancora stato individuato? Oppure, ammesso che punti intermedi non ce ne siano, come sono arrivati lì i semi, quando le distanze sono di decine di km? Personalmente, riguardo a quest'ultima domanda, sono dubbioso sull'ipotesi dell'intervento animale, dovrebbero collimare troppi eventi che onestamente non ritengo probabili; più plausibile invece che a portare a spasso i semi a distanze per noi incredibili sia invece il vento; mi è capitato a volte per curiosità di scrollare manualmente delle capsule di orchidee giunte a maturazione e nonostante la mancanza assoluta anche di una bavetta d'aria, questi non sono caduti in basso ma si sono dispersi nell'aria, immaginiamoci dunque cosa può accadere se nel momento della dispersione la giornata fosse molto ventosa.

le mie orchidee su Flickr
-----------------------
Andai nei boschi perchè volevo vivere con saggezza e in profondità e succhiare tutto il midollo della vita, per sbaragliare tutto ciò che non era vita, e per non scoprire in punto di morte che non ero vissuto...

Henry David Thoreau
Torna all'inizio della Pagina

bosconero71
Utente Senior

Città: Argenta
Prov.: Ferrara

Regione: Emilia Romagna


2467 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 16 maggio 2022 : 18:08:59 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di cianix:

Messaggio originario di bosconero71:

Messaggio originario di giampaolo:

Sì sì Alessandro, non ci sono dubbi, è un ibrido tra una O.holosericea con O.tenthredinifera. Superbi esemplari entrambi! Grazie e complimenti!


Grazie a te!
Per noi emiliani sono ritrovamenti di una certa importanza.
Mi chiedo come siano arrivate quassù... non credo grazie al vento, forse tramite animali...



Questo per quanto mi riguarda sarebbe un argomento molto interessante da approfondire. Infatti anch'io spesso mi chiedo come sia possibile trovare certi individui di determinate specie a molta distanza da altri individui della stessa specie. Forse si è estinto il ponte che faceva da tramite (per cause naturali o antropiche)? O forse non è ancora stato individuato? Oppure, ammesso che punti intermedi non ce ne siano, come sono arrivati lì i semi, quando le distanze sono di decine di km? Personalmente, riguardo a quest'ultima domanda, sono dubbioso sull'ipotesi dell'intervento animale, dovrebbero collimare troppi eventi che onestamente non ritengo probabili; più plausibile invece che a portare a spasso i semi a distanze per noi incredibili sia invece il vento; mi è capitato a volte per curiosità di scrollare manualmente delle capsule di orchidee giunte a maturazione e nonostante la mancanza assoluta anche di una bavetta d'aria, questi non sono caduti in basso ma si sono dispersi nell'aria, immaginiamoci dunque cosa può accadere se nel momento della dispersione la giornata fosse molto ventosa.

Mi ero fatto l'idea che il vento non disperdesse i semi per lunghe distanze - decine e decine di km - ma può ben essere così! Avevo pensato agli animali in quanto capaci di percorrere grandi distanze e "seminare" tramite gli escrementi. A ben pensarci anche l'uomo può fare la sua parte, ad esempio pestando terreni saturi di semi e poi disperderli semplicemente camminando. Oppure riportando terreni in luoghi che non hanno mai ospitato orchidee.
La questione di come "viaggino" i semi è effettivamente affascinante!
Torna all'inizio della Pagina

tius
Utente Junior


Città: Barberino Tavarnelle
Prov.: Firenze

Regione: Toscana


87 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 17 maggio 2022 : 21:15:15 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Interessantissima discussione, mi chiedevo anche io come fa una singola piantina a trovarsi in posti a dir poco strani, antropizzati e lontano dall'abituale habitat.

Bellissimi esemplari e bellissime fotografie (ma come fate a fare delle foto così dettagliate...)
Torna all'inizio della Pagina

bosconero71
Utente Senior

Città: Argenta
Prov.: Ferrara

Regione: Emilia Romagna


2467 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 18 maggio 2022 : 07:06:21 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di tius:

Interessantissima discussione, mi chiedevo anche io come fa una singola piantina a trovarsi in posti a dir poco strani, antropizzati e lontano dall'abituale habitat.

Bellissimi esemplari e bellissime fotografie (ma come fate a fare delle foto così dettagliate...)


Ciao Luca, grazie per l'apprezzamento.
Io utilizzo - in modo piuttosto becero - una Nikon D3300. A mano libera, senza cavalletto.
Torna all'inizio della Pagina

tius
Utente Junior


Città: Barberino Tavarnelle
Prov.: Firenze

Regione: Toscana


87 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 28 maggio 2022 : 10:43:36 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
a mano libera?
io nemmeno con il cavalletto riesco
buon fine settimana
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,35 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net