testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Conosci la funzione scorciatoia? Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Micologico Natura Mediterraneo
 SCHEDE DI FUNGHI
 Laucoagaricus serenus
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

HOMBRE QUE CORRE
Utente Junior

Città: falconara marittima
Prov.: Ancona

Regione: Italy


26 Messaggi
Micologia

Inserito il - 12 marzo 2017 : 21:38:44 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Ordine: Agaricales Famiglia: Agaricaceae Genere: Leucoagaricus Specie:Leucoagaricus serenus

Leucoagaricus serenus(Fr.) Bon & Boiffard in Bull.Trim. Soc. Bot. Fr. 90: 301. 1974
Decisamente una giornata proficua, quel novembre 2011 nelle pinete ravennati con Merrisiano Caldironi: a poca distanza dal Leucoagaricus sublittoralis di cui al precedente intervento, tre altri esemplari, a prima vista ascrivibili allo stesso Genere, ma di dimensioni più piccole, con diam. di circa 30 mm.il grande, poi 20 e 15 mm. il piccolo; una colorazione bianca, mantenuto negli exsiccata, con scarsissima feltrosità, anzi una superficie quasi sericea, piccolo bulbillo non pronunciato né marginato, anello piccolo, libero, quasi ascendente; delicato, fragile..caratteri che hanno fatto sbilanciare il mio amico in un Leucoagaricus holosericeus che mi son guardato bene dal contestare, vista l'esperienza di quegli ambienti dell'amico Merrisiano, e con tale epiteto i nostri funghetti sono rimasti per sei anni, finché non mi son deciso a ficcare il naso in quella bustina. La prima cosa che mi ha insospettito è l'evidenza di una sinonimia choccante in quell'epiteto: in sostanza L. holosericeus è un sinonimo eterotipico usato da E.Fries (Agaricus holosericeus) e ripreso da M. Moser in Röhrlinge, Blätterpilze, 1967 del precedente Agaricus leucothites di Vittadini del 1835, ripreso da Wasser in Ukr. Bot. Zh. del 1977, e trasferito in Leucoagaricus leucothites, epiteto con cui, appunto, oggi è conosciuto!! Dunque proprio niente a che fare con i miei reperti, determinati un pò troppo frettolosamente, visto che non solo della ex Lepiota naucina(Fr.) Kumm. non hanno l'aspetto macroscopico (dimensioni, lamelle, anello, robustezza,ingiallimento....) ma assolutamente neanche quello microscopico, dato che la sua epicutis non ha alcun elemento (o pochissimi) che emergono dalla piattezza di una cutis per "imitare" un sub-tricoderma, come succede in L. leucothites, né possiede spore munite di poro germinativo, né i suoi cheilocistidi sono sub-utriformi/lageniformi come in quest'ultima! Dunque marcia indietro dalla prima, affrettata determinazione e presa d'atto delle vicissitudini nomenclaturali del nostro: Agaricus serenus è del buon Fries del 1874, in Hymenomyc. Eur.e L. Quélet, nel 1880 lo trasferisce a Lepiota e infine Bon e Boiffard lo trasferiscono a Leucoagaricus nel 1974 nel n°90 del Boll. Trim. Soc. Mycol. Fr.; fin qui tutto bene, senonché quattro anni più tardi Heinemann in Bull. Jard. Bot. Natn. Belg, osservando che l'epicute di un certo gruppo di funghetti bianchi, piuttosto gracili, ha una cutis banale, ben diversa da quella sub-tricodermica di Leucoagaricus, non gli venisse in mente di trasferire il vecchio Agaricus serenus di Fries in un nuovo genere Sericeomyces!! Così il nostro diventa Sericeomyces serenus (Fr.) Heinem. 1978. E la cosa convince talmente anche M. Bon che nel suo ottimo contributo del 1993 alle Lepiota, ritiene il nostro un Sericeomyces, assieme ad una decina di altre specie simili (cygneoaffinis, subvolvatus, medullatus, menieri, viscidulus, ecc....); ovviamente sarà un fattore nomenclaturale a ristabilire la validità di Leucoagaricus per tutto il gruppo su Sericeomyces ed oggi la ottima monografia del Vol. V Flora Agaricina Neerland. di E. C. Vellinga riporta la corretta e finale denominazione di Leucoagaricus serenus (Fr.) Bon & Boiffard 1974. I dati microscopici, rilevati dalla allegata microscopia, riferiscono di spore ovoidali, sub-amigdaliformi, con accenno raro a papilla apicale, a parete spessa, assenza di poro germinativo, dim. 7,30-8,80 X 4,34- 5,55; cheilocistidi solo claviformi, non muricati (Vellinga ha descritto in Persoonia nel 2000 la specie crystallifer che differisce giusto per i cistidi con cristalli all'apice, mentre Bon prevede la presenza nello stesso serenus di alcuni cistidi muricati, da noi non rilevati!!) con dimensioni 35-60 X 8-13; la pileipellis è una cutis con ife di piccolo calibro, raramente emergenti. Si è così ristabilito, crediamo, un corretto riconoscimento di questi interessanti reperti del 2011.
Immagine:
Laucoagaricus serenus
60,31 KB
Immagine:
Laucoagaricus serenus
128,17 KB
Immagine:
Laucoagaricus serenus
119,62 KB
Immagine:
Laucoagaricus serenus
172,8 KB
Immagine:
Laucoagaricus serenus
177,68 KB
Immagine:
Laucoagaricus serenus
171,94 KB
Immagine:
Laucoagaricus serenus
205 KB
Immagine:
Laucoagaricus serenus
84,88 KB
Immagine:
Laucoagaricus serenus
114,1 KB
Immagine:
Laucoagaricus serenus
93,92 KB

MAXPANK

giancarlo
Moderatore

Città: Perugia
Prov.: Perugia

Regione: Umbria


3025 Messaggi
Micologia

Inserito il - 13 marzo 2017 : 12:10:25 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
10 messaggi tutti interessantissimi
Benvenuto tra di noi

un saluto

Torna all'inizio della Pagina

HOMBRE QUE CORRE
Utente Junior

Città: falconara marittima
Prov.: Ancona

Regione: Italy


26 Messaggi
Micologia

Inserito il - 13 marzo 2017 : 16:56:39 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie, Giancarlo...peccato per la scarsa partecipazione alle discussioni (ricordo un Forum di Natura Mediterraneo dove non facevi in tempo ad inserire qualcosa che arrivava un mare di discussione......ma tutto cambia e nuovi metodi più immediati, anche se più banali, hanno la preferenza di molti appassionati), occorrerà darsi da fare per incrementare l'interesse. ciao MAX PANK

MAXPANK
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,96 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net