testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Come inserire i video di Youtube nel Forum Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
 UCCELLI
 Falco di palude
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

vespa90ss
Utente Super


Città: Firenze

Regione: Toscana


6416 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 settembre 2007 : 23:03:33 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Classe: Aves Ordine: Falconiformes Famiglia: Accipitridae Genere: Circus Specie:Circus aeruginosus
Al padule della Diaccia Botrona, il 2/9/07 ho avuto modo di fotografare, un falco delle paludi, credo, di cui vi allego la sequenza di predazione che purtroppo non è ben a fuoco. Potreste confermare la determinazione?
Mi ha colto di sorpresa e non ho avuto modo di prepararmi per tempo allo scatto. ISO 800 - 1/500 - MTO500mm catadiottrico.

Ciao Beppe




Immagine:
Falco di palude
218,61 KB



Immagine:
Falco di palude
209,38 KB



Immagine:
Falco di palude
209,83 KB




A volte Madre Natura decide di lanciare una palla ad effetto. (Charles Bronson)

cliccami:
codice di comportamento del Birdwatcher

Modificato da - vladim in Data 31 dicembre 2016 21:26:47

Osprey56
Utente Senior


Città: Lodi
Prov.: Lodi

Regione: Lombardia


1031 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 10 settembre 2007 : 12:30:19 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Si, Beppe, si tratta proprio di (nome corretto) un Falco di palude, Circus aeruginosus, probabilmente (almeno da quello che si vede) una femmina, che cercava di acchiappare qualcosa in acqua.....,a proposito, hai notato se teneva qualcosa tra le zampe quando se ne andata?
Ciao
Luca

"La natura non fa niente di inutile" (Aristotele)
Torna all'inizio della Pagina

vespa90ss
Utente Super


Città: Firenze

Regione: Toscana


6416 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 10 settembre 2007 : 15:50:09 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie Luca per la tua cortesia nell'aver determinato correttamente il falco.
Mi chiedi se avesse avuto qualcosa tra gli artigli...
. Ero a grande distanza (circa duecento metri) e stavo traguardando nel mirino molto buio per cui la visione esatta della sequenza non miè stata molto chiara. Ma la sensazione è stata che l'animale avesse preso un muggine di buona taglia e che subito dopo l'avesse rilasciato. Probabilmente perchè non sufficientemente vitale
In quel punto c'era una fortissima concentrazione di muggini come fossero stati rinchiusi in quella sacca e non potessero più uscire. Le garzette e gli aironi cinerini li stavano mattando come in una camera della morte.
Probabilmente quel muggine era sopravvissuto ad un attacco e gironzolava moribondo. Il falco non lo ha ritenuto sufficientemente adatto come cibo per la sua nidiata e l'ha mollato.
Un saluto,
Beppe





A volte Madre Natura decide di lanciare una palla ad effetto. (Charles Bronson)

cliccami:
codice di comportamento del Birdwatcher
Torna all'inizio della Pagina

Fabribor
Utente Senior


Città: Savarna
Prov.: Ravenna

Regione: Emilia Romagna


1547 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 10 settembre 2007 : 20:42:18 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Il Falco di palude non è un predatore di grosse taglie. Diciamo che al massimo si "butta" su una Gallinella d'acqua.
Dunque un grosso pesce, preda non troppo abituale, può essere troppo pesante da sollevare (diversamente dallo specialista Falco pescatore).
Idea ghiotta quella di calarsi su prede intrappolate, ma forse la fatica era eccessiva e ha dovuto desistere.

Fabribor.
Gli uccellini nel vento non si fanno mai male, hanno ali più grandi di me... [F.De Gregori]
Torna all'inizio della Pagina

vespa90ss
Utente Super


Città: Firenze

Regione: Toscana


6416 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 10 settembre 2007 : 22:46:12 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie per la tua chiave di lettura Fabribor anche se ritengo che quei muggini pesassero meno di una gallinella d'acqua pur essendo abbastanza grandi.
Il comportamento m'è sembrato quello di un animale demotivato, non aggressivo al punto giusto, quasi fosse andato a veder bene di cosa si trattasse.
Un animale in piena azione di caccia è rapido, violento e rabbioso quasi.
Lui mi è sembrato piuttosto placido e flemmatico nel suo atteggiamento...
E' un'impressione come ti ripeto, ma l'ho già verificata negli aironi cinerini e nelle garzette che sputavano gli animali già morti, pur andando a verificare
per istinto la loro mole ed il peso con il becco.
Magari Fabribor, se tu potessi correggere il nome così come ha sottolineato luca te ne sarei grato. Inoltre se puoi inserire il solito discorsino della tassonomia... (peccato che per questa opzione non sia consentito di accedere senza limiti di tempo - perchè non lo proponi in area moderatori?)
Grazie per la tua attenzione,
Beppe



A volte Madre Natura decide di lanciare una palla ad effetto. (Charles Bronson)

cliccami:
codice di comportamento del Birdwatcher
Torna all'inizio della Pagina

Osprey56
Utente Senior


Città: Lodi
Prov.: Lodi

Regione: Lombardia


1031 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 11 settembre 2007 : 13:19:17 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Figurati Beppe, fa sempre piacere "aiutare" o spiegare queste cose a chi meno ne sa. Concordo con Fabrizio sulle sue conclusioni in merito alle dimensioni della preda e ritengo, anche al di là del peso del muggine, che gli artigli del Falco di palude non siano adatti x acchiappare dei pesci, comunque, di una certa dimensione, non dimentichiamo che anche il Nibbio bruno(un pò + grande del nostro), quando cattura dei pesci (e lo fa spesso), questi non sono mai troppo grandi.
Saluti
Luca

"La natura non fa niente di inutile" (Aristotele)
Torna all'inizio della Pagina

vespa90ss
Utente Super


Città: Firenze

Regione: Toscana


6416 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 05 maggio 2008 : 21:29:49 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Altre foto del Falco di Palude scattate il 26/4/08 alla Diaccia Botrona. Una documentazione che intende semplicemente confermare la presenza di questo rapace a distanza di sette mesi dall'ultimo mio avvistamento, senza peraltro voler minimamente offrirsi come foto documentativa data la scarsa qualità dell'immagine. La giornata era un po' velata (erano le 07,44) con un catadiottrico MTO 500mm f/5,6 a ISO 800 ed 1/125 appoggiato sul legno della finestrella del capanno. Non è assolutamente facile mettere bene a fuoco in quelle condizioni, nemmeno da fermo. Perdonate

ciao Beppe




Falco di palude





Falco di palude






Falco di palude





La Natura è vibrazione e ci pervade: ingrato compito coglierne la Luce e condividerla.

beppe miceli


Modificato da - vespa90ss in data 05 maggio 2008 21:36:16
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,42 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net