testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Leggi il nostro regolamento!! Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Biologia Marina - Mare Mediterraneo
 MOLLUSCHI VIVI
 Loligo vulgaris
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva >>
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag.di 2

Stefano Guerrieri
Moderatore


Città: Livorno


5197 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 11 febbraio 2009 : 12:10:51 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Classe: Cephalopoda Ordine: Famiglia: Loliginidae Genere: Loligo Specie:Loligo vulgaris
Isola del Giglio - Profondità 20 metri - Immersione notturna

Loligo vulgaris, sembrava un piccolo "alieno" dai 1000 colori!


Immagine:
Loligo vulgaris
263,19 KB

Immagine:
Loligo vulgaris
202,36 KB

Immagine:
Loligo vulgaris
259,1 KB



Stefano Guerrieri

argonauta
Utente Super


Città: Guidonia
Prov.: Roma

Regione: Lazio


6664 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 11 febbraio 2009 : 13:12:29 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Che meraviglia!!!
Potrebbe essere anche Illex coindetii. Le pnne sembrano corte (arrivano ad un quarto del palio) Fabio che ne dici?
Mario

Volgi gli occhi allo sguardo del tuo cane: puoi affermare che non ha un'anima?
(Victor Hugo)

Modificato da - argonauta in data 11 febbraio 2009 13:32:12
Torna all'inizio della Pagina

rpillon
Moderatore


Città: Oderzo
Prov.: Treviso

Regione: Veneto


3825 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 11 febbraio 2009 : 13:38:58 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Molto bello!
Hai qualche trucco per non fare scappare i calamari quando li illumini?
Io sono riuscito a vederli abbastanza spesso facendo snorkeling notturno ma li ho trovati molto difficili da fotografare perché quando vengono illuminati scappano velocissimi!

Roberto Pillon
Torna all'inizio della Pagina

Stefano Guerrieri
Moderatore


Città: Livorno


5197 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 11 febbraio 2009 : 23:35:28 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Non so se era un calamaro o un totano, comunque le dimensioni erano di circa 10 cm e stava a testa in giù, l'ultima foto è girata.

Immagine:
Loligo vulgaris
232,28 KB

Questa è la posizione naturale in cui si presentava il cefalopode.

A differenza di quasi tutti i calamari (o totani) che stanno a distanza dal subacqueo, questo veniva verso la luce del faretto, fino a toccarlo e la difficoltà stava sia nell'inquadratura sia nella messa a fuoco, perchè era troppo vicino!

In altre circostanze, con calamari leggermente più grandi, 15 cm circa, sono riuscito a "rubare" altre immagini con cromatismi particolari, che solo da vivi riescono a mostrare!

Immagine:
Loligo vulgaris
182,58 KB

Immagine:
Loligo vulgaris
226,03 KB


Immagine:
Loligo vulgaris
243,45 KB

Se il primo esemplare è un totano, attendo vostra conferma, mi manca alla collezione!

Ciao



Stefano Guerrieri
Torna all'inizio della Pagina

argonauta
Utente Super


Città: Guidonia
Prov.: Roma

Regione: Lazio


6664 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 12 febbraio 2009 : 11:18:11 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
L'esemp0lare delle ultime due immagini lo darei per Illex coindetii. Spero che, prima o poi Fabio dica la sua.

Mario

Volgi gli occhi allo sguardo del tuo cane: puoi affermare che non ha un'anima?
(Victor Hugo)

Modificato da - argonauta in data 12 febbraio 2009 11:18:36
Torna all'inizio della Pagina

Stefano Guerrieri
Moderatore


Città: Livorno


5197 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 12 febbraio 2009 : 21:49:55 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Attendo impaziente le conferme relative alle determinazioni.

Ciao


Stefano Guerrieri
Torna all'inizio della Pagina

StagBeetle
Moderatore


Città: Ancona
Prov.: Ancona

Regione: Marche


6321 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 12 febbraio 2009 : 22:21:46 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Ormai è diventato superfluo farti i complimenti, ma stavolta non ci sono riuscito a non scriverli!!
E' un piacere vedere le tue foto!!!!
Complimentissimi.



Giacomo
Torna all'inizio della Pagina

argonauta
Utente Super


Città: Guidonia
Prov.: Roma

Regione: Lazio


6664 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 13 febbraio 2009 : 15:32:42 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Stefano Guerrieri:

Attendo impaziente le conferme relative alle determinazioni.

Ciao


Stefano Guerrieri


Anche a me interessrebbero la conferma o la smentita. Fabio fai un piccolo sforzo.


Mario

Volgi gli occhi allo sguardo del tuo cane: puoi affermare che non ha un'anima?
(Victor Hugo)
Torna all'inizio della Pagina

Fabiolino pecora nera
Moderatore


Città: Napoli
Prov.: Napoli

Regione: Campania


4999 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 13 febbraio 2009 : 15:41:55 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Quanti esemplari sono quelli fotografati?

Fabiolino pecora nera
...il vero, l'unico, l'originale...
Torna all'inizio della Pagina

Stefano Guerrieri
Moderatore


Città: Livorno


5197 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 13 febbraio 2009 : 17:45:39 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Due.

Il primo all'Isola del Giglio in notturna d'aprile, profondità 20 metri,
prime 4 immagini (esemplare a pancia in su). Dimensioni 10 cm.

Il secondo, Calafuria - livorno, in notturna di giugno, profondità 10 metri, ultime 3 immagini. Dimensioni 15 cm.

Ciao


Stefano Guerrieri
Torna all'inizio della Pagina

mabbond
Utente Senior

Città: Castegnato
Prov.: Brescia

Regione: Lombardia


856 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 19 marzo 2009 : 22:09:54 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Che spettacolo d'immagini. Ormai è un ritornello, ma queste son diverse. Molto bello il soggetto e lo sfondo scuro ne risalta i colori.

Michele
Torna all'inizio della Pagina

CarloAG
Moderatore


Città: Napoli
Prov.: Napoli

Regione: Campania


1664 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 20 marzo 2009 : 14:41:02 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Foto degne di National Geographic Magazine!|Splendido lavoro documentaristico!

Carlo A.G.
Torna all'inizio della Pagina

domenico capua
Utente V.I.P.

Città: Livorno
Prov.: Livorno

Regione: Toscana


198 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 21 marzo 2009 : 20:11:49 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Stefano Guerrieri:

Attendo impaziente le conferme relative alle determinazioni.

Ciao


Stefano Guerrieri



Ciao Stefano e approfitto per un ciao a tutti. Sono Domenico Capua il "cefalopodaro" come mi chiama Enzo. Ti rinnovo i complimenti per le immagini, sono davvero impressionanti (puoi credermi, ne ho viste tante, ma non così).
In merito alla determinazione si tratta di Loligo vulgaris e
Illex coindetii. Si distingue vulgaris da forbesi per le caratteristiche della clava tentacolare,il colore e la disposizione dei cromatofori, la profondità di rinvenimento, ecc. Illex si distingue da Loligo per caratteristiche tipiche del subordine Oegopsina e altri caratteri anatomici, ecc.
Sono molto contento per questo rinnovato interesse per questa importante classe di molluschi e per la sottoclasse Coleoidea che ci interessa in particolare. Nei limiti del possibile senza essere palloso posso rispondere a qualche domanda di anatomia,fisiologia, comportamento, classificazione, conservazione delle parti molli e, perchè no, la cucina.
Seguo il forum da tempo e non ho più letto il Dott.Bello che è un vero esperto, mi piacerebbe ritrovarlo.
A proposito, lo sapete che Loligo forbesi ha ancora attribuzione generica incerta?
ciao ancora a tutti.
Domenico
Torna all'inizio della Pagina

Fabiolino pecora nera
Moderatore


Città: Napoli
Prov.: Napoli

Regione: Campania


4999 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 21 marzo 2009 : 20:33:33 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Domenico, benvenuto

Fabiolino pecora nera
...il vero, l'unico, l'originale...
Torna all'inizio della Pagina

Murex76
Moderatore


Città: Palermo & Jesi (AN)


1917 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 21 marzo 2009 : 21:04:47 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Domenico,

benvenuto nel Forum!

a presto


Giuseppe
Torna all'inizio della Pagina

ang
Moderatore


Città: roma

Regione: Lazio


11310 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 21 marzo 2009 : 21:06:24 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
benvenuto anche da parte mia, è un piacere avere nel forum un esperto di cefalopodi
ne approfitto subito per farti un paio di domande su questo post: quale delle due è Loligo e quale Ilex? è normale la posizione di nuoto rovesciata a cui faceva riferimento stefano?

ciao

ang
Torna all'inizio della Pagina

domenico capua
Utente V.I.P.

Città: Livorno
Prov.: Livorno

Regione: Toscana


198 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 22 marzo 2009 : 14:59:11 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Ang e ciao a tutti, grazie per l’esperto, ma mi ritengo un grande appassionato di questa classe di molluschi.
Il vero esperto a mio avviso è Bello a cui mi riferisco per questioni più complesse.
Ma veniamo alle foto. Le prime tre riprendono molto verosimilmente un Loligo vulgaris Lamarck,1798 e le altre un Illex coindetii (Verany,1839) (Attenzione per quest’ultimo vedi osservazioni dopo fig.3).
La classificazione dei cefalopodi in vivo è sempre complicata, disponendo invece dell’esemplare catturato da esaminare si possono fare molti rilevamenti.
Allora, per non essere subito noioso per chi ha curiosità di classificare un cefalopode e non ha ancora dimestichezza, fatta una prima distinzione facile (anche se non sempre se gli esemplari sono piccoli) tra i superordini Decabrachia e Octobrachia, consiglierei di separare prima l’ordine Theutida dagli altri tre Spirulida,Sepiida,Sepiolida per le caratteristiche macroscopiche del mantello che in questi ultimi è genericamente sacciforme globoso e di dimensioni mai eccessive, la forma delle pinne o strette lungo il mantello o piccole e lobate fortemente arretrate sul mantello e per l’abitudine di vita fortemente bentonica (tranne poche eccezioni es. genere Heteroteuthis Gray,1849. bentopelagico). Praticamente l’opposto nei Theutida.
Poi passerei ad esaminare l’apparato natatorio per distinguere nei Theutida i due subordini Myopsina (Calamari) e Oegopsina (Totani). Nei primi le pinne decorrono fino a circa la metà della lunghezza del mantello, nei secondi le pinne sono arretrate e postero laterali sul mantello e comunque poco decorrenti, se si è fortunati esaminando le foto si può anche rilevare l’altra importantissima caratteristica che vede l’occhio dei Myopsina coperto da una “cornea” trasparente che non è presente negli Oegopsina (elemento di dubbio infatti per I.coindetii foto3 da mettere in confronto con alcuni Myo) e la presenza di ventose sulla membrana buccale presente nei Myo (v. foto 2) e assenti in Oego.
Comunque con l'animale in mano mi è più facile aiutare e se vedete al mercato un cefalopode strano fotografatelo in varie parti che se volete vi dirò quali, prima di mangiarvelo
Basta rischio la pallosità.
In quanto alle capriole questo è un carattere tipico dei cefalopodi pelagici che utilizzano vari sistemi di galleggiamento e propulsione che rendono questi molluschi parenti delle cozze perfette macchine da combattimento sfruttando un sistema nervoso efficientissimo per rapidità di trasmissione, per un apparato cardiocircolatorio e respiratorio ottimale che sostiene una muscolatura potente. Non parliamo poi dei comportamenti e del sistema nervoso centrale con una spiccata “cerebralizzazione”……basta mi piacciono troppo!
Ciao
Domenico

Torna all'inizio della Pagina

Murex76
Moderatore


Città: Palermo & Jesi (AN)


1917 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 22 marzo 2009 : 15:09:37 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di domenico capua:

mi piacciono troppo!


Si nota
Ma continua a scrivere, l'argomento, non è interessante, di più!
E' una Classe, di cui si conosce poco.

A presto


Giuseppe
Torna all'inizio della Pagina

Estuans Interius
Moderatore

Città: Pisa
Prov.: Pisa

Regione: Toscana


2987 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 22 marzo 2009 : 16:03:00 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di domenico capua:
Basta rischio la pallosità.


La conoscenza non è mai pallosa! Personalmente trovo estremamente interessante questo gruppo di molluschi, in fondo poco trattato, e penso dagli interventi che questo valga per tutti. Continua a metterci a disposizione le tue conoscenze!
Ah, a proposito... Benvenuto nel forum!
Torna all'inizio della Pagina

Stefano Guerrieri
Moderatore


Città: Livorno


5197 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 22 marzo 2009 : 17:47:50 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Domenico,
grazie per le preziosissime informazioni.

Visto che sei particolarmente attratto dai cefalopodi, che ne dici di esaminare questi due post?

Link

Link

Si tratta di due sepiole di specie differenti? Quali?

A presto


Stefano Guerrieri
Torna all'inizio della Pagina

domenico capua
Utente V.I.P.

Città: Livorno
Prov.: Livorno

Regione: Toscana


198 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 22 marzo 2009 : 23:13:29 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Fantastiche foto !!!!!!!!!! Incredibili !!!!
Sono sicuramente sepiolidi differenti e di difficile determinazione. Ovviamente si possono classificare in vivo soltanto dalla disposizione e colore dei cromatofori e le dimensioni dell'animale, ma solo questi caratteri sono un pò poco. Io ho imparato a riconoscere i sepiolidi esaminando molte decine di esemplari catturati in molte campagne di pesca, ma erano tutti "smontabili", infatti la classificazione si fa su particolari anatomici
quali l'ectocotile nel maschio, la bursa copulatrice nelle femmine, clave e altro che si possono vedere con l'esemplare al binoculare.
In quanto a Sepiola affinisspecie bentonica su fondali fangosi è endemica Mediterranea per Torchio (1968), segnalata da Lumare (1968)per Viareggio ma da allora nessuna segnalazione, sei sicuro quindi che sia Affinis?
In quanto alla famigerata Sepiola rondeletiinon è mai stata segnalata
per certa in acque toscane anche se Terreni la segnala in un lavoro della fine degli anni 80 su i molluschi dell'Arcip Toscano. Ma da allora tutti i sepiolidi venivano chiamati S.rondeletii
Grazie a tutti per il benvenuto, spero di accontentarvi un pò.
ciao
Domenico
Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 2 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Pagina Successiva >>

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 1,09 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net