testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Conosci la funzione scorciatoia? Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
 MOLLUSCHI TERRESTRI E DULCIACQUICOLI
 Bythiospeum calepii
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

SnailBrianza
Moderatore


Città: Besana in Brianza
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


1619 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 19 gennaio 2009 : 20:55:35 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Ciao a tutti ,
sono proprio deciso ad aggiornare la tabella Hydribiidae di ang postandovi una nuova specie Bythiospeum calepii endemica di poche stazioni in provincia di Bergamo nella val Calepio. Una specie molto simile all'altrettanto nuova Bythiospeum meratensis che vanno ad aggiungersi alle nuove specie di Hydrobiidae della Lombardia. Si può vedere il lavoro di Pezzoli al sito del Parco della Valle del Curone in cui viene accennata questa specie assieme a un'altra nuova specie Alzoniella bergomensis che vi postero al più presto.

Immagine:
Bythiospeum calepii
6,75 KB

Un saluto,
Vittorio


"La grandezza dell'uomo si misura in base a quel che cerca e all'insistenza con cui egli resta alla ricerca." (M.Heidegger)

ang
Moderatore


Città: roma

Regione: Lazio


11187 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 19 gennaio 2009 : 22:43:45 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
se continui così non passerò mai ad un'altra famiglia e continuerò ad aggiornare gli hydrobiidi... ovviamente scherzo
hai un riferimento bibliografico per B calepii e A bergomensis?

ciao

ang
Torna all'inizio della Pagina

SnailBrianza
Moderatore


Città: Besana in Brianza
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


1619 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 19 gennaio 2009 : 22:59:28 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao ang,
qualche tempo fa nello stesso Forum avevo trovato un link riguardo un lavoro sulla biodiversità delle sorgenti lombarde al sito del Parco del Monte Barro dove vengono trattate le nuove specie di Hydrobiidae della Lombardia.

Un saluto,

Vittorio


"La grandezza dell'uomo si misura in base a quel che cerca e all'insistenza con cui egli resta alla ricerca." (M.Heidegger)
Torna all'inizio della Pagina

SnailBrianza
Moderatore


Città: Besana in Brianza
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


1619 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 12 giugno 2010 : 23:10:47 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Per semplicità riporto la descrizione di Bythiospeum calepii che si può trovare nei Quaderni della Biodiversità di Enrico Pezzoli



Bythiospeum (?) calepii (= Bythiospeum sp. 1 in PEZZOLI & SPELTA, 2000 = Bythiospeum (?) calepii in PEZZOLI, 2004)
Derivatio nominis: dalla zona dal nome storico “Valli Calepio” comprendente dalla Valle di Adrara alla Valle di Vigolo, zona in cui questa specie sembra endemica.

Conchiglia: Il nicchio, rispetto a B. concii, è decisamente conico, con anfratti globosi e suture profonde, tendente ad essere più corto con 5 spire anziché 6 e più.
Dalla caratteristica forma del nicchio, conica, turricolata dalle suture profonde e dagli anfratti globosi, porterebbe essere avvicinato a Bhythiospeum (Paladilhiopsis) virei (LOCARD, 1903) specie tipica di zone più orientali a partire dalla Valle del Chiese (TOFFOLETTO, 1963; GIUSTI e PEZZOLI, 1976; PEZZOLI 1968 a; 1983).

Habitat: Presente in Valle Adrara, Valle di Vigolo e vallecole intermedie. Stabilisco il Locus Typicus nella sorgente captata “Acque Vive” di Vigolo, dalla popolazione particolarmente rigogliosa (Stazione n° 6.0877 BG).
Non si conoscono ancora le anatomie se non in parte (Bodon in litt.) effettuate su rari esemplari catturati con retinatura posta in questa stazione da E. Pezzoli nell’anno 2000. Si dovrà ritentare in futuro.

Osservazioni: Questa probabile nuova specie, scoperta per la prima volta da E. Pezzoli in Valle d’Adrara nel 1995 (st. 864 BG in questa sede) è risultata poi presente in altre numerose stazioni, sempre però ristrette tra la Valle d’Adrara e la zona di Valli Calepio comprendente la Valle di Vigolo sebina (St. 863, 865, 866, 867, 869, 870, 871, 874, 877 e 878 BG).


Vittorio




"La grandezza dell'uomo si misura in base a quel che cerca e all'insistenza con cui egli resta alla ricerca." (M.Heidegger)
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8998 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 13 giugno 2010 : 01:28:56 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Anche in questo caso non esiste una descrizione valida e la specie va considerata come manoscritto.




La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,27 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net