testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: L'iscrizione al nostro Forum è gratuita e permette di accedere a tutte le discussioni.
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Città, Montagne, Laghi, Itinerari, Immagini del Mediterraneo
 ITINERARI IN ITALIA    Regione Lombardia
 Da San Pietro in Lamosa alla Balota del Coren
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
<< Pagina Precedente | Pagina Successiva >>
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag.di 3

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 18 dicembre 2008 : 21:50:35 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Al centro Montisola, l' isola lacustre più grande d' Europa, fra il Golem e la Presolana.


Da San Pietro in Lamosa alla Balota del Coren
105,38 KB

marz
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 18 dicembre 2008 : 21:54:46 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Adesso una curiosità. Questo paese, alle pendici nord-occidentali del Golem è Zone, con le sue famose piramidi, che si intravedono al centro in basso.


Da San Pietro in Lamosa alla Balota del Coren
193,14 KB


marz
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 18 dicembre 2008 : 22:02:02 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Queste, per capirci, sono le Piramidi di Zone.


Da San Pietro in Lamosa alla Balota del Coren
228,82 KB

marz
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 18 dicembre 2008 : 22:08:45 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Il Monte Bronzone, 1334 metri, sulla parte meridionale della sponda bergamasca. Sotto il paese di Predore.


Da San Pietro in Lamosa alla Balota del Coren
117,25 KB

marz
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 18 dicembre 2008 : 22:10:37 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
La singolare croce sul Monte Bronzone. C'è anche una campana.


Da San Pietro in Lamosa alla Balota del Coren
172,5 KB

marz
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 18 dicembre 2008 : 22:14:59 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ma non è tutto, perchè dalla Balota del Coren lo sguardo spazia anche parecchio più lontano.
Sul Monte Rosa, per esempio (si intravedono anche i colli di Bergamo).


Da San Pietro in Lamosa alla Balota del Coren
114,2 KB

marz
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 18 dicembre 2008 : 22:19:49 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
E, volendo esagerare, anche su Alphubel, Taschhorn e Dom (siamo nel vallese, in Svizzera). Al centro, verso destra, la chiesa di San Giovanni delle formiche.


Da San Pietro in Lamosa alla Balota del Coren
103,67 KB

marz
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 28 dicembre 2008 : 14:48:20 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
E dopo le montagne, adesso il lago, come si vede dalla Balota del Coren. In questa si vede parte del lungolago di Iseo, la cittadina che dà il nome al lago.
In basso sulla destra è visibile il bellissimo campanile romanico della Pieve di Sant' Andrea, che è uno dei rari esempi in Italia di campanile integrato nella facciata.


Da San Pietro in Lamosa alla Balota del Coren
275,42 KB


marz
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 28 dicembre 2008 : 14:51:01 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Questa invece è Predore, sulla sponda bergamasca del lago.


Da San Pietro in Lamosa alla Balota del Coren
281,78 KB


marz
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 28 dicembre 2008 : 14:53:08 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Clusane, sponda bresciana.


Da San Pietro in Lamosa alla Balota del Coren
247,66 KB

marz
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 28 dicembre 2008 : 14:55:39 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
In primo piano l' isoletta di San Paolo, dietro Montisola. Si riconosce la Rocca Martinengo e l' abitato di Senzano.


Da San Pietro in Lamosa alla Balota del Coren
204,76 KB

marz
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 28 dicembre 2008 : 14:58:33 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
A sinistra la frazione di Peschiera Maraglio in Montisola, al centro e a destra l' abitato di Sale Marasino.


Da San Pietro in Lamosa alla Balota del Coren
210,86 KB

marz
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 28 dicembre 2008 : 15:11:32 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Uno dei battelli che collega i paesi del lago di Iseo. Dovrebbe essere il "Rovato".


Da San Pietro in Lamosa alla Balota del Coren
260,57 KB

marz
Torna all'inizio della Pagina

giova80
Utente Senior




1390 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 28 dicembre 2008 : 22:25:54 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
stupende queste foto

ma soprattuto vedo le bellissime torbiere del sebino che resistono a tutto e a tutti !

tra l'altro vedo che sono in ottimo stato ,sarei curioso di sapere la storia evolutiva di queste torbiere.. se sono o meno in regressione !

Giovanni A difesa della natura..
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 28 dicembre 2008 : 22:52:52 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie Giovanni per il tuo intervento. Le torbiere d' Iseo sono un posto veramente particolare che merita di essere visitato.
Per la loro salvaguardia (sebbene siano situate in un' area molto antropizzata) adesso non ci sono più particolari problemi, perchè è stata costituita la Riserva naturale delle torbiere d' Iseo.
Molto interessante è anche la loro storia: dalla fine del settecento iniziò l’estrazione massiccia della torba da utilizzarsi come combustibile nelle filande di Iseo e come combustibile per uso domestico. La torba divenne nell' ottocento un materiale prezioso per l'economia della zona dato che era in grado di sostituire quasi completamente l'utilizzo del carbone, che era molto costoso (all' epoca non c' era nè petrolio, nè energia elettrica). E il suo utilizzo è durato fino ad oltre la seconda guerra mondiale.
Per saperne di più e soprattutto per conoscere la flora e la fauna dell' area è consigliabile visitare il sito ufficiale della riserva: Link



marz

Modificato da - marz in data 28 dicembre 2008 23:01:28
Torna all'inizio della Pagina

giova80
Utente Senior




1390 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 29 dicembre 2008 : 00:34:52 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
ti ringrazio per le precisazioni, sono due anni che sto studiando le torbiere italiane sia da laureando che da appassionato, e ritengo che in Italia sappiamo molto poco su questi splendidi biotopi( ovviamente parlo in generale), che vanno oltre l'aspetto puramente ambientale - ecosistemico, bisognerebbe dargli maggiore importanza perche rappresentano una bella fetta della nostra storia.

Pensa che ho fatto delle ricerche e ho notato che dalla Toscana in giu le torbiere che ancora oggi resistono alla forte urbanizzazione,si contano sulle dita di una mano e tutte o quasi sono in forte regressione, e sono prossime all'estinzione.

I motivi sono vari : costruzione di strade, drenaggio con alti canali di scolo, bonifica,estrazione del materiale torboso per convertirle in pascoli o campi da coltivare ecc..

Nelle marche per es. c'era una Torbiera grandissima a Montelago( vicino Camerino) e' stata quasi completamente cancellata negli anni 70-80( oggi e' rimasto qualche piccolissimo lembo) per essere convertita in campi per la coltivazione del grano, in seguito però si sono accorti che la produzione era scarsissima in quanto sia il clima che l'altitudine non permettevano un suo sviluppo e ed ora questi prati sono usati quasi esclusivamente per la fienagione ,che tra l'altro e' un processo che se fatto in certi modi aiuta lo sviluppo delle torbiere e non le danneggia.Quindi se in quella torbiera tutto ciò si fosse capito prima, oggi nelle Marche avevamo una delle aree torbose piu grandi d'Italia e non solo..un vero peccato. Questo e' stato solo uno degli errori piu comuni che hanno causato la scomparsa delle torbiere nel centrosud.

Considerando che poi qusti posti sono ricchissimi di specie vegetali e animali che si trovano solo in questi ambienti ,la loro estinzione ha portato ovviamente ad una forte diminuizione della biodiveristà .

Forse sarò uno dei pochi a pensarla cosi, ma io trovo che questa sia una grave perdita . Se avessi una torbiera vicino casa ci passerei anche le notti.

Invidio molto chi abita nel nord,(anche se la riduzione di questi biotopi riguarda anche voi ),perche forse una diversa cultura ambientale ed una maggior presenza nel territorio ha permesso che gran parte di loro siano ancora oggi salve.

Spero davvero che si continuerà a proteggerle e a conservarle sempre di piu.

p.s. grazie del sito Marz , come puoi immaginare l'ho gia visitato ma non solo ho anche una guida che ho ordinato recentemente .

Giovanni A difesa della natura..

Modificato da - giova80 in data 29 dicembre 2008 01:05:35
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 29 dicembre 2008 : 22:18:47 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Non penso purtroppo che la Lombardia sia particolarmente avanti nella tutela dell' ambiente (per lo meno non più delle regioni dell' Italia centrale), anche se forse le torbiere di Iseo sono state salvaguardate abbastanza bene.
Hanno anche il vantaggio di essere inserite in una zona paesaggisticamente molto piacevole (come credo si sia potuto vedere dalle foto), anche se parecchio densamente popolata.
Le torbiere in generale mi piaciono molto, anche se me per la loro conoscenza è solo un hobby, mentre vedo che per te sarà probabilmente qualcosa di più, magari legato alla tua futura professione.


marz
Torna all'inizio della Pagina

giova80
Utente Senior




1390 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 29 dicembre 2008 : 23:25:55 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
..e' una passione che e' nata grazie ai miei studi, prima son sincero, non sapevo nemmeno che cosa fosse una torbiera ,ora che ho avuto la fortuna di studiarlo ,vorrei che ci rendessimo davvero conto di cosa rischiamo di perdere per sempre,e' giusto che tutti sappiano dell'importanza di questi luoghi.Poi divulgare le proprie conoscenze per quanto mi riguarda e' un dovere.

Fortunatamente ci sono diverse persone che hanno studiato tutt'altro ,ma che grazie alla loro forte passione per la natura sono venuti a conoscenza dell'importanza che hanno questi luoghi per l'intero ecosistema naturale.






Giovanni A difesa della natura..

Modificato da - giova80 in data 29 dicembre 2008 23:33:08
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 giugno 2009 : 17:02:37 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Inserisco una foto aerea dove possono essere visualizzate in modo completo le torbiere del Sebino e può anche essere intuito il percorso effettuato (cliccando sulla foto è possibile vederla ingrandita).

Immagine:
Da San Pietro in Lamosa alla Balota del Coren
292,17 KB

marz
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 giugno 2009 : 20:12:44 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Le torbiere del Sebino.


Da San Pietro in Lamosa alla Balota del Coren
249,55 KB

marz
Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 3 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

<< Pagina Precedente

|
Pagina Successiva >>

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Forum Natura Mediterraneo © 2003-2018 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,57 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Ecotrekking.it | Lynkos.net