testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: L'iscrizione al nostro Forum è gratuita e permette di accedere a tutte le discussioni.
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 


Nota! La determinazione degli insetti necessita quasi sempre di un'indicazione geografica e temporale precisa.
Invitiamo quindi gli utenti ad inserire questi dati ogni volta che viene richiesta una determinazione o viene postata una foto di un insetto. I dati forniti dagli utenti ci consentiranno anche di attribuire un valore scientifico alle segnalazioni, contribuendo a migliorare e integrare le attuali conoscenze sulla distribuzione delle specie postate.


 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
   INSETTI
 Lepidoptera
 Piccoli bruchi crescono...(Chrysodeixis chalcites)
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

vladim
Moderatore trasversale


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


30703 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 19 novembre 2008 : 15:04:46 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Con l’ultimo intervento in una mia vecchia discussione
(Link), lo scorso 28 ottobre avevo detto che era mia intenzione allevare due bruchi, trovati su foglie di Althaea in un vaso sul balcone.
Ho cambiato parere, ho rimesso i bruchi al “loro posto”, ed ho portato in casa il vaso con l’Althaea, lasciando che la natura facesse il suo corso.
Ben mimetizzati sulla pagina inferiore delle foglie c’erano altri due bruchi, per cui ora in realtà sono quattro, stanno divorando le foglie, e stanno aumentando di dimensioni.

Immagine:
Piccoli bruchi crescono...(Chrysodeixis chalcites)
105,52 KB
Immagine:
Piccoli bruchi crescono...(Chrysodeixis chalcites)
149,12 KB
Immagine:
Piccoli bruchi crescono...(Chrysodeixis chalcites)
64,92 KB
Immagine:
Piccoli bruchi crescono...(Chrysodeixis chalcites)
103,18 KB

Intanto però la pianta sembra attaccata anche da altri parassiti (funghi ? afidi?), per cui alcune foglie stanno anche avvizzendo, e non so se sopravviverà tanto a lungo da permettere ai bruchi di giungere all’ora dell’imbozzolamento…

Che ve ne pare?
E’ già possibile identificare i bruchi o è necessario attendere…la farfalla?
Ora li ho in casa, quindi se occorressero foto di altri particolari, dovrei riuscire ad ottenerle.
Ciao e grazie
Vladim

Modificato da - vladim in Data 14 giugno 2020 05:52:42

vladim
Moderatore trasversale


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


30703 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 19 novembre 2008 : 15:06:53 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Immagine:
Piccoli bruchi crescono...(Chrysodeixis chalcites)
100,62 KB
Immagine:
Piccoli bruchi crescono...(Chrysodeixis chalcites)
115,58 KB
Immagine:
Piccoli bruchi crescono...(Chrysodeixis chalcites)
98,66 KB
Immagine:
Piccoli bruchi crescono...(Chrysodeixis chalcites)
162,02 KB

“…il signore Iddio ….condusse tutti gli animali da Adamo, per vedere con quali nomi li avrebbe chiamati, poiché il nome che egli avrebbe imposto ad ogni animale vivente, quello doveva essere il suo vero nome. Adamo dunque diede il nome ad ogni animale…”
(Genesi, 2,19-20)

Torna all'inizio della Pagina

ospitone
Utente Senior

Città: Cagliari
Prov.: Cagliari

Regione: Sardegna


1518 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 19 novembre 2008 : 15:56:06 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Dovrebbero essere bruchi di una Plusina
Torna all'inizio della Pagina

vladim
Moderatore trasversale


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


30703 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 19 novembre 2008 : 19:12:35 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di ospitone:

Dovrebbero essere bruchi di una Plusina


Accipicchia, Roberto,
mi hai fatto un po’ penare…
Io non sono esperto, e prima di arrivare a realizzare che con “Plusina” NON indicavi il nome di una farfalla, ma l’appartenenza alle Plusiinae (sottofamiglia delle Noctuidae) ho impiegato un bel po’ di tempo!!!.
Però mi è stato utilissimo, perché la ricerca ha fatto sì che trovassi una “discussione” di Paolo/Mazzeip risalente all’aprille 2006 (Link), dove è raffigurato il bruco della Chrysodeixis chalcites (appunto una “Plusina”) che pare proprio del tutto simile ai “miei” bruchi.
E così mi sono anche reso conto che questi bruchi, anche se trovati sulla stessa pianta, non sono della stessa specie di quelli dell’altra discussione (Link), in quanto questi hanno due coppie di false zampe, mentre quelli ne avevano almeno quattro (già allora me l’aveva fatto notare Daniel /Ossossino, ma me n’ero dimenticato)!.

Quindi, GRAZIE!
Ciao
Vladimiro


Modificato da - vladim in data 02 novembre 2016 15:11:37
Torna all'inizio della Pagina

ospitone
Utente Senior

Città: Cagliari
Prov.: Cagliari

Regione: Sardegna


1518 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 19 novembre 2008 : 21:20:35 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Cavolo, scusa in effetti potevo darti qualche indicazione più precisa: hai perfettamente ragione, anche a me ora sembrano larve di Chrysodeixis chalcites: a casa mia pare gradisca molto il basilico, ogni volta in estate trovo sempre delle larve in abbondanza: tra l'altro avrai visto che l'adulto è anche molto bello, ha varie dorature sulle ali anteriori!

Modificato da - vladim in data 02 novembre 2016 15:11:59
Torna all'inizio della Pagina

mazzeip
Moderatore


Città: Rocca di Papa
Prov.: Roma

Regione: Lazio


13525 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 19 novembre 2008 : 21:44:11 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Già, o è lei o è una Autographa gamma, e in antrambi i casi mangia una tale verietà di piante diverse che non c'è proprio problema ad allevarlo, inclusa la lattuga, il tarassaco, l'ortica e tantissime altre.



Piccoli bruchi crescono...(Chrysodeixis chalcites) Paolo Mazzei   Link   Link
Torna all'inizio della Pagina

vladim
Moderatore trasversale


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


30703 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 20 novembre 2008 : 13:48:20 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di mazzeip:

Già, o è lei o è una Autographa gamma, ......


Perfetto, Paolo.
Visto che ora ho costantemente "a disposizione" ben quattro bruchi,
potrei cercare di individuare, se esiste, quel "qualcosa" che distingue
le larve delle due specie, a meno che ovviamente le differenze non siano accertabili solo ricorrendo...al microscopio.
Puoi darmi qualche suggeimento in proposito?
Ciao e GRAZIE
Vladim
Torna all'inizio della Pagina

mazzeip
Moderatore


Città: Rocca di Papa
Prov.: Roma

Regione: Lazio


13525 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 20 novembre 2008 : 14:14:06 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Mmmhhh...

- "trattino" nero ai due lati della "testa" (capsula cefalica);

- fine punteggiatura chiara latero-ventrale;

- qualche sottile differenza nella bande chiare laterali;

Immagino che dei caratteri diagnostici ci siano, ma personalmente non li ho mai trovati...



Piccoli bruchi crescono...(Chrysodeixis chalcites) Paolo Mazzei   Link   Link
Torna all'inizio della Pagina

vladim
Moderatore trasversale


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


30703 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 20 novembre 2008 : 19:14:10 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di mazzeip:

Mmmhhh...
- "trattino" nero ai due lati della "testa" (capsula cefalica);
- fine punteggiatura chiara latero-ventrale;
- qualche sottile differenza nella bande chiare laterali;
...


Bene Paolo, questo è il max dettaglio a cui son potuto arrivare lasciando i bruchi lì dov'erano...
Il "trattino nero" ai lati della testa si nota, ma per il resto...non oso pronunciarmi.
Se necessario, posso spostare i bruchi, in modo da avere dettagli maggiori.
Pensi che ne valga la pena?
Ciao
Vladim

Immagine:
Piccoli bruchi crescono...(Chrysodeixis chalcites)
98,46 KB
Immagine:
Piccoli bruchi crescono...(Chrysodeixis chalcites)
43,87 KB
Immagine:
Piccoli bruchi crescono...(Chrysodeixis chalcites)
45,1 KB
Immagine:
Piccoli bruchi crescono...(Chrysodeixis chalcites)
110,25 KB
Torna all'inizio della Pagina

vladim
Moderatore trasversale


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


30703 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 21 novembre 2008 : 17:13:00 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Classe: Hexapoda Ordine: Lepidoptera Famiglia: Noctuidae Genere: Chrysodeixis Specie:Chrysodeixis chalcites
I quattro bruchi sono divenuti…tre!
Ieri sera erano quattro: uno su una foglia, un secondo su un’altra foglia, e gli ultimi due su una terza foglia.
Stamane invece, sulla terza foglia ce n’era uno solo, quello di maggiori dimensioni; l’altro, il più esile dei quattro, era letteralmente scomparso. E non c’è stato verso di trovarlo su altre foglie ; d’altra parte, così esile com’era, direi che sia da escludere che si sia interrato per imbozzolarsi.

Gli altri tre, ben più “in carne”, misurano dai 25 ai 35 mm. e rimangono al loro posto, continuando a nutrirsi delle foglie.

Nel primo pomeriggio, ricontrollandoli, ho visto come “fuoruscire” da quello che era sulla foglia insieme “allo scomparso” una banda biancastra che imitava forma e “false zampe” della sua coda, a modo di parziale muta (v. foto), che dopo un’ora …non c’era più, come se si fosse dissolta!

Qualcuno può dare una spiegazione a questi misteri?

Ciao e grazie
Vladimiro

Immagine:
Piccoli bruchi crescono...(Chrysodeixis chalcites)
99,86 KB
Immagine:
Piccoli bruchi crescono...(Chrysodeixis chalcites)
85,85 KB


Modificato da - vladim in data 02 novembre 2016 15:15:30
Torna all'inizio della Pagina

mazzeip
Moderatore


Città: Rocca di Papa
Prov.: Roma

Regione: Lazio


13525 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 21 novembre 2008 : 17:34:13 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
La "parziale muta" era una muta vera e propria, e la vecchia pelle da cui il bruco è uscito è stata semplicemente mangiata, come molto spesso succede... Nelle quattro foto di prima in effetti era evidente il fatto che il bruco fosse in muta: fai caso a quella specie di "rigonfiamento" dietro la testa che rende il bruco come un po' gobbo: è la nuova capsula cefalica, ovviamente più grande, che sostituirà la vecchia, la quale rimarrà invece attaccata alla vecchia pelle e verrà mangiata pure lei



Piccoli bruchi crescono...(Chrysodeixis chalcites) Paolo Mazzei   Link   Link
Torna all'inizio della Pagina

vladim
Moderatore trasversale


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


30703 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 21 novembre 2008 : 19:03:55 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di mazzeip:

La "parziale muta" era una muta vera e propria, e la vecchia pelle da cui il bruco è uscito è stata semplicemente mangiata, come molto spesso succede...



E così è spiegato l'arcano!
A questo punto si può ipotizzare che il mangione si sia cannibalizzato anche l'altro "fratellino" scomparso, o è da escludere?
Un'ultima domanda (almeno per ora): il "trattino nero" delle foto precedenti è sufficiente per identificare la specie o no?
Grazie di tutto
Vladim
Torna all'inizio della Pagina

mazzeip
Moderatore


Città: Rocca di Papa
Prov.: Roma

Regione: Lazio


13525 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 21 novembre 2008 : 23:19:49 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sei sicuro di aver cercato bene? Ho un vasetto con due piantine di Brachipodium sul quale ci sono sei bruchi di Melanargia arge: a volte ne vedo solo due, gli altri quattro scompaiono, eppure quando ci riguardo dopo un'ora magari li trovo tutti, le plusiine da piccole si mettono lungo le nervature delle foglie e spariscono letteralmente.

Quanto al trattino, forse è sufficiente ma non a me , ho parecchie foto di queste larve ma confesso di aver fatto una gran confusione e di riuscire ad associarle a stento alla specie a cui appartengono, vediamo se insieme ci capiamo qualcosa...



Piccoli bruchi crescono...(Chrysodeixis chalcites) Paolo Mazzei   Link   Link
Torna all'inizio della Pagina

vladim
Moderatore trasversale


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


30703 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 22 novembre 2008 : 09:05:02 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di mazzeip:

Sei sicuro di aver cercato bene? Ho un vasetto con due piantine di Brachipodium sul quale ci sono sei bruchi di Melanargia arge: a volte ne vedo solo due, gli altri quattro scompaiono, eppure quando ci riguardo dopo un'ora magari li trovo tutti, le plusiine da piccole si mettono lungo le nervature delle foglie e spariscono letteralmente....


Ti stavo rispondendo: "Ma è ovvio che ho cercato bene!", quando, per un ultimo scrupolo, sono tornato a guardare la pianta, e...sorpresa! Il quarto bruco se ne stava lì ben mimetizzato tra i resti di una foglia mangiucchiata.
Come al solito, avevi ragione tu!
Ciao
Vladim
Immagine:
Piccoli bruchi crescono...(Chrysodeixis chalcites)
237,76 KB
Torna all'inizio della Pagina

vladim
Moderatore trasversale


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


30703 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 24 novembre 2008 : 12:06:47 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Visto che l'appetito vien mangiando, ma la curiosità viene osservando,
mi sono posto due domande .

Se prendo un bruco e lo sposto sulla pagina superiore di una foglia, non passa molto tempo che lui invariabilmente torna sulla pagina inferiore. Perchè è più tenera, o perchè l'istinto gli dice che così è quasi invisibile ad eventuali predatori?

In questi giorni la temperatura è calata attorno agli 0°C, e stanotte è sceso un po' di nevischio. Se avessi lasciato il "loro" vaso sul balcone, i bruchi sarebbero morti, o avrebbero cercato di interrarsi anche se non ancora pronti per la metamorfosi?

Grazie
Ciao
Vladim
Torna all'inizio della Pagina

Bigo
Utente Senior

Città: La Spezia
Prov.: La Spezia

Regione: Liguria


524 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 25 novembre 2008 : 23:34:13 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Infatti preferiscono stare di sotto dove sono meno visibili. Ti conviene iniziare a nutrirli con l'insalata. Quando sono piccoli mangiano solo la pianta sulla quale sono nati, ma poi diventano insaziabili e mangiano tutto. Quella povera piantina non sarà sufficiente e tra un po' dovrai traslocarli per forza. Questa specie non si interra: quando il bruco è pronto smette di mangiare ed inizia a cercare un posto adatto per costruire una "amaca" di tela, di solito attaccata alla parete superiore del contenitore, nella quale forma la pupa. Non so quali strategie adottino per superare il freddo.
Torna all'inizio della Pagina

vladim
Moderatore trasversale


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


30703 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 26 novembre 2008 : 07:12:27 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Bigo:

Infatti preferiscono stare di sotto dove sono meno visibili. Ti conviene iniziare a nutrirli con l'insalata. Quando sono piccoli mangiano solo la pianta sulla quale sono nati, ma poi diventano insaziabili e mangiano tutto. Quella povera piantina non sarà sufficiente e tra un po' dovrai traslocarli per forza. Questa specie non si interra: quando il bruco è pronto smette di mangiare ed inizia a cercare un posto adatto per costruire una "amaca" di tela, di solito attaccata alla parete superiore del contenitore, nella quale forma la pupa. Non so quali strategie adottino per superare il freddo.


Grazie Giuliano,
comunque poco distante da casa vi è gruppo di piante di Althea spontaneizzate, per cui mi sono rifornito di un buon numero di foglie.
Su una (molto grande) ho già spostato tre bruchi, le altre le tengo in freezer, per utilizzarle in caso di bisogno.
Intanto però il quarto bruco, e stranamente non
uno di quelli più grossi, ha iniziato a costruirsi un bozzolo.
Pensavo quindi di chiudere qui questa discussione ormai molto lunga, e di aprirne stasera un'altra, che prenda il via dalla nuova situazione.
Pensate anche voi che sia più opportuno?
Ciao
Vladim


Torna all'inizio della Pagina

ossossino
Utente Senior


Città: Mondovì
Prov.: Cuneo

Regione: Piemonte


1388 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 26 novembre 2008 : 20:48:48 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
In ogni caso penso che si tratti di un'Autographa gamma, le bande nere sulla capsula cefalica sono più che diagnostiche...giusto Paolo?

....°~Sono molte le cose che non conosco, ma non vedo l'ora di apprenderle~°....
Torna all'inizio della Pagina

Bigo
Utente Senior

Città: La Spezia
Prov.: La Spezia

Regione: Liguria


524 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 28 novembre 2008 : 00:02:51 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Non credo. Dei quattro bruchi di A. gamma che ho allevato questa estate solo due avevano la banda nera, uno dei quali poco evidente. Altri due sono attualmente impupati in una scatoletta, ma non so ancora la specie. Uno solo aveva la banda nera ed era appena accennata.
Torna all'inizio della Pagina

Bigo
Utente Senior

Città: La Spezia
Prov.: La Spezia

Regione: Liguria


524 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 31 dicembre 2008 : 00:02:30 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Per la cronaca: erano entrambi Chrysodeixis chalcites.

Modificato da - vladim in data 02 novembre 2016 15:08:26
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,55 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net