testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Lo sapevi che puoi aggiungere le informazioni di Google Map nel Forum? Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
  INSETTI
   Mecoptera Megaloptera Neuroptera Raphidioptera Siphonaptera
 Neuroptera
 Deleproctophylla australis a Sperlonga (LT)
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

mazzeip
Moderatore


Città: Rocca di Papa
Prov.: Roma

Regione: Lazio


12855 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 30 giugno 2008 : 22:45:13 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Classe: Hexapoda Ordine: Neuroptera Famiglia: Ascalaphidae Genere: Deleproctophylla Specie:Deleproctophylla australis
è la prima volta che mi capita un ascalafo trasparente: o meglio è la seconda volta che lo vedo, sempre nello stesso posto (vicno Sperlonga, in provincia di Latina), ma queste sono le prime foto che riesco a fare, e da lontano: sono ritagli sottoesposti e poi schiariti, ma come mi sono avvicinato è volato via...

Deleproctophylla australis a Sperlonga (LT)

Deleproctophylla australis a Sperlonga (LT)





Deleproctophylla australis a Sperlonga (LT) Paolo Mazzei   Link   Link

neurottero
Utente Senior


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


1097 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 luglio 2008 : 14:21:46 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Ebbravo Paolo! La sghignazzata di cui sopra è al pensare che in questi stessi giorni un simpatico professore texano (incidentalmente attuale presidente delll'Associazione Internazionale di Neurotterologia) è in giro per le coste croate alla disperata ricerca di questa bestia (tre anni fa' continuava a cercarla in parchi dell'Abruzzo, dove l'avevo accompagnato insieme a colleghi brasiliani ed austriaci.., nonostante gli ripetessi che per cercarla bisognava andare sulla costa...).

Si tratta di Deleproctophylla australis (un maschio, oserei dire, anche se non si vede benissimo...), di cui si è gia' parlato in questo forum...

Complimenti per la pazienza!

Buone cose

Agostino Letardi
Torna all'inizio della Pagina

mazzeip
Moderatore


Città: Rocca di Papa
Prov.: Roma

Regione: Lazio


12855 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 luglio 2008 : 15:59:16 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
In quella località stiamo (io e mia moglie) seguendo la Melanargia arge quasi quotidianamente, e se il simpatico professore texano o chi per lui ha bisogno ben lieto di accompagnarlo, di render nota la località esatta con l'errore del GPS, di prendere esemplari, di fare foto o tutto quello che è necessario: nella stessa esatta località ho appena trovato il saettone occhi rossi, e la segnalazione sarà pubblicata a breve su Acta Herpetologica:
Link




Deleproctophylla australis a Sperlonga (LT) Paolo Mazzei   Link   Link
Torna all'inizio della Pagina

Dilar
Utente V.I.P.

Città: Arma di Taggia
Prov.: Imperia


403 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 luglio 2008 : 17:43:19 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Bellissima foto!! Complimenti!!
Tra l'altro quest'esemplare è interessante, non si vedono le tipiche macchie alari della specie!
L'hai fotografata il giorno stesso in cui l'hai postata?
Torna all'inizio della Pagina

mazzeip
Moderatore


Città: Rocca di Papa
Prov.: Roma

Regione: Lazio


12855 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 luglio 2008 : 18:00:09 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
La foto è di sabato scorso 28/06/2008 (compare anche nei dati exif delle due foto), e il precedente avvistamento, che mi ha portato a ricercarlo, è esattamente di sette giorni prima, sabato 21/06/2008. Sabato prossimo sarò di nuovo lì, se a qualcuno interessa venire a dare un'occhiata mi contatti per MP...



Deleproctophylla australis a Sperlonga (LT) Paolo Mazzei   Link   Link
Torna all'inizio della Pagina

Dilar
Utente V.I.P.

Città: Arma di Taggia
Prov.: Imperia


403 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 luglio 2008 : 19:14:54 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Non male come proposta, sarei quasi tentato .
Spero di non abusare della tua pazienza se ti chiedo in quali circostanze e in che orario l'hai fotografato.
Sto raccogliendo informazioni sugli ascalafidi europei non del genere Libelloides, sono tutti poco noti ed alcuni hanno abitudini peculiari.
Ancora congratulazioni per la foto, spero ne seguano altre!!!!
Torna all'inizio della Pagina

Hospiton
Utente Senior

Città: Quartu S.E.
Prov.: Cagliari

Regione: Sardegna


966 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 luglio 2008 : 19:40:02 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Davide, Erika ed io abbiamo trovato una numerosa colonia domenica, nella costa orientale della Sardegna, giornata molto calda, gli adulti svolazzavano nel primo pomerigggio in un campo incolto fra le molte graminacee secche. Intorno un pendio roccioso con macchia da una parte e un fiume dall'altra. Forte tendenza all'aggregazione, immagino per motivi riproduttivi, erano tutti concentrati in alcuni punti dove ne abbiamo visti diverse decine, nel resto del campo nulla... Poco distante, intorno al crepuscolo, un maschio dava la caccia alle zanzare che cacciavano noi!!
Non è un'ascalafide comune in Sardegna anche se diffuso.




Daniele

Modificato da - Hospiton in data 01 luglio 2008 19:42:44
Torna all'inizio della Pagina

mazzeip
Moderatore


Città: Rocca di Papa
Prov.: Roma

Regione: Lazio


12855 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 luglio 2008 : 22:03:13 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
L'ora in cui sono state fatte le due foto: 8:22 e 8:23. Si è alzato in volo quando mi sono avvicinato, ha volato lentamente e molto vicino al terreno, posandosi di nuovo su un ampelodesma sul quale l'ho fotografato; appena ho tentato di avvicinarmi, si è alzato in verticale in modo più deciso e si è allontanato senza che lo potessi seguire.

Il luogo, foto fatta il 23/05/2008:

Deleproctophylla australis a Sperlonga (LT)

Altri "cugini" presenti nello stesso momento:

Deleproctophylla australis a Sperlonga (LT)

Deleproctophylla australis a Sperlonga (LT)





Deleproctophylla australis a Sperlonga (LT) Paolo Mazzei   Link   Link
Torna all'inizio della Pagina

Dilar
Utente V.I.P.

Città: Arma di Taggia
Prov.: Imperia


403 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 02 luglio 2008 : 09:21:12 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie ad entrambi per le utili informazioni!

Hospiton sei sicuro che l'esemplare che volava al crepuscolo fosse una Deleproctophylla???
Da quanto ne so, gli esponenti di questo genere sono strettamente diurni ed eliofili!!
Torna all'inizio della Pagina

Dilar
Utente V.I.P.

Città: Arma di Taggia
Prov.: Imperia


403 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 02 luglio 2008 : 09:32:46 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Paolo, le foto di Palpares e di Macroneumurus sono bellissime!!!
Un ultima curiosità: l'altitudine?
Torna all'inizio della Pagina

Dilar
Utente V.I.P.

Città: Arma di Taggia
Prov.: Imperia


403 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 02 luglio 2008 : 09:35:16 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Errore ortografico: il nome corretto è Macronemurus appendiculatus!!
Facile sbagliarsi dopo queste belle foto di Neurotteri
Torna all'inizio della Pagina

mazzeip
Moderatore


Città: Rocca di Papa
Prov.: Roma

Regione: Lazio


12855 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 02 luglio 2008 : 09:52:50 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Altitudine: devo controllare i dati GPS, a spanne direi 200 metri.



Deleproctophylla australis a Sperlonga (LT) Paolo Mazzei   Link   Link
Torna all'inizio della Pagina

Hospiton
Utente Senior

Città: Quartu S.E.
Prov.: Cagliari

Regione: Sardegna


966 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 02 luglio 2008 : 09:57:54 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Dilar:
Hospiton sei sicuro che l'esemplare che volava al crepuscolo fosse una Deleproctophylla???
Da quanto ne so, gli esponenti di questo genere sono strettamente diurni ed eliofili!!


100%! Ed era un maschio, cacciava le zanzare come le libellule, volando alto e poi buttnadosi in picchiata vicino alle nostre teste (dove stavano le zanzare...). Ho due testimoni!


Daniele
Torna all'inizio della Pagina

Dilar
Utente V.I.P.

Città: Arma di Taggia
Prov.: Imperia


403 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 02 luglio 2008 : 14:16:13 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Hospiton, la tua osservazione, riguardante il volo al tramonto, è molto interessante!!
Non ti metto in dubbio, è che quando sento parlare di ascalafidi che volano al crepuscolo penso a ben altre specie!!
Dato che l'hai vista così bene da capire che si trattava un maschio, era senz'altro lei .

Ciao!
Torna all'inizio della Pagina

neurottero
Utente Senior


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


1097 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 03 luglio 2008 : 11:45:55 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Palpares libelluloides fotografato da Paolo è una femmina (giusto per la cronaca... )
La caccia serale di Deleproctophylla australis non mi sembrava una novità, o almeno non lo era per me, avendolo osservato in simile comportamento nella Puglia salentina oltre quindi anni fa' (gasp, come passa il tempo )

Buone cose

Agostino Letardi
Torna all'inizio della Pagina

Dilar
Utente V.I.P.

Città: Arma di Taggia
Prov.: Imperia


403 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 03 luglio 2008 : 13:37:56 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
La caccia serale sarà allora un comportamento abituale, ma in bibliografia si legge che è prettamente diurna, cosa non strana data scarsità di informazioni su molte specie di neurotteri.
Anche a me una volta è capitato di osservare un Libelloides in caccia al crepuscolo, anche se spesso basta una nuvola che oscuri il sole per indurli a posarsi.
Ciao
Torna all'inizio della Pagina

mazzeip
Moderatore


Città: Rocca di Papa
Prov.: Roma

Regione: Lazio


12855 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 16 luglio 2008 : 22:51:17 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Aggiornamento: un altro maschio ieri e uno oggi, trovati da mia moglie Ilaria nella stessa località, quello di oggi eccolo qui, attualmente è qui da me nel nostro gabbione per gli accoppiamenti delle farfalle in giardino, se qualcuno lo volesse vedere:

Deleproctophylla australis a Sperlonga (LT)

Deleproctophylla australis a Sperlonga (LT)

stavolta con tanto di macchie regolamentari , è possibile che il precedente fosse appena sfarfallato e con il pattern ancora non definitivo? Questo era attivo verso le ore 14.



Deleproctophylla australis a Sperlonga (LT) Paolo Mazzei   Link   Link
Torna all'inizio della Pagina

Hemerobius
Moderatore


Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


4823 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 17 luglio 2008 : 07:48:30 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di mazzeip:
stavolta con tanto di macchie regolamentari , è possibile che il precedente fosse appena sfarfallato e con il pattern ancora non definitivo?


Sì, secondo me è l'ipotesi più probabile. L'esemplare delle prime foto mi aveva dato immediatamente l'impressione che fosse appena sfarfallato, tanto che mi ero sorpreso fosse già in grado di volare.

Se ti sarà possibile facci sapere come si comporta nel "gabbione" (insieme alle dimensioni del gabbione stesso). Sarebbero osservazioni molto interessanti.

Ciao Roberto

verum stabile cetera fumus
Torna all'inizio della Pagina

Dilar
Utente V.I.P.

Città: Arma di Taggia
Prov.: Imperia


403 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 17 luglio 2008 : 08:25:06 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Riguardando con più attenzione la foto, ha senz'altro ragione Hemerobius!
L'esemplare della prima foto è probabilmente neosfarfallato anche se effettivamente l'estensione delle macchie alari è piuttosto variabile da individuo a individuo.

Mazzeip, mi auguro che nella gabbia non vi siano farfalle: è vero che le prede degli ascalafidi sono in genere piuttosto piccole, ma è pur sempre un predatore ed in una gabbia...
Torna all'inizio della Pagina

mazzeip
Moderatore


Città: Rocca di Papa
Prov.: Roma

Regione: Lazio


12855 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 17 luglio 2008 : 09:31:42 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
No, niente farfalle, solo un certo numero di invidui della mantide Deleproctophyllophaga ferox...



Deleproctophylla australis a Sperlonga (LT) Paolo Mazzei   Link   Link
Torna all'inizio della Pagina

Dilar
Utente V.I.P.

Città: Arma di Taggia
Prov.: Imperia


403 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 22 luglio 2008 : 21:13:20 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Paolo!
Com'è andato il soggiorno della Deleproctophylla nella tua gabbia? Reclami ?
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Forum Natura Mediterraneo © 2003-2018 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,49 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Ecotrekking.it | Lynkos.net