testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Conosci la funzione scorciatoia? Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Città, Montagne, Laghi, Itinerari, Immagini del Mediterraneo
 PAESAGGI DEL MEDITERRANEO    Regione Abruzzo
 PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

fabri64
Utente Senior


Città: Vitinia
Prov.: Roma

Regione: Lazio


872 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 26 maggio 2008 : 20:36:52 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia  Controlla la Mappa di Google dal Satellite

Nazione: Italia Regione: Abruzzo Provincia: AQ Comune: barrea Localitŕ:
Giornata ricca di emozioni grazie a ben quattro incontri del tutto inaspettati con fauna selvatica anche se, in un’area ricca di vita come quella del PNA, incontri simili sono molto frequenti e non dovrebbero stupire.

Un appunto a parte merita l’ambiente.
La spettacolare e vetusta faggeta che ho attraversato.
Un mondo a parte, un’altra dimensione in cui alberi pluricentenari si fondono alle rocce calcaree sparse nel bosco. Immensi blocchi di roccie isolate, grandi da pochi centimetri fino alle dimensioni di piccole case di 8-10 metri d'altezza, tutte completamente ricoperte di muschio.
Alcuni esemplari centenari di faggi creavano un tutt’uno con le rocce stesse. Tronchi, pietra e muschio, tutti uniti in una fantastica composizione dalle forme più svariate che la fantasia di chiunque potrebbe accostare a strane figure allegoriche.
Possenti tronchi avvolti a spirale attorno ad altri alberi quasi a creare una danza, un abbraccio.
Così procedevo in quella specie di paesaggio fiabesco e senza tempo incontrando altri esemplari, sempre più maestosi, dalle forme più bizzarre e ricoperti da spessi cuscinetti di muschio.

Dopo un ora e mezza di cammino in salita in questo sensazionale mondo, il tunnel verde termina all'improvviso e la sorpresa che ho avuto davanti agli occhi non può che destare sensazioni di grande effetto emotivo.
Abituato al buio della foresta, ora devevo strizzare gli occhi per adattarmi ad una nuova luce, intensa e calda.

Ben presto mi rendo conto di trovarmi davanti ad uno scenario costituito da un anfiteatro di cime innevate, rocciose, che spuntano da immense faggete dai tenui colori verdi. Al centro dello scenario già fin troppo bello, è adagiato un lago di origine glaciale dal colore celeste pastello che assume tonalità differenti a seconda del punto in cui lo si osserva. Il bacino si trova a 1591 mt.

Trascorro qui più di due ore.

L’intenzione iniziale era quella di raggiungere la cima innevata del Petroso, che domina lo scenario con i suoi 2249 mt. d’altezza e contornato da altre cime over 2000, tutte parzialmente ricoperte di neve, ma ho rinunciato a proseguire per una serie di ragioni unite al motivo principale che molte volte ho spiegato ma che non mi stanco mai di ripetere.
Lo spirito con cui vivo la montagna non mi fa vedere l’escursione come una gara alla conquista della cima ad ogni costo. Quello che per me conta è vivere l’ambiente a 360 gradi, sentendolo parte di me, e questo mi basta.

Proseguendo nella lettura di questo diario, effettivamente capirete che mi è enormemente bastato tutto ciò che ho visto e provato in questa giornata memorabile.

Gli incontri con gli animali selvatici:



Premesso che non sono un esperto di fauna, credo di aver visto un giovane esemplare di cervo che mi attraversava il sentiero di corsa, evidentemente spaventato da me. Il suo passo al galoppo era molto pesante tanto da farmi tremare la terra sotto i piedi e il suo corpo era grande poco meno di quello di un cavallo. Il suo mantello era marrone rossiccio, lucido. Aveva piccole corna rivoltate all’indietro. Ha proseguito la sua corsa scomparendo tra i faggi. Sono andato ad osservare le sue orme. Erano formate soltanto da due incisioni parallele nel terreno: la lunghezza era di circa 6-7 cm. e la larghezza di 2-3 cm.

Nel secondo incontro, sono quasi sicuro di aver visto un camoscio femmina o un capriolo. Appena mi ha visto si è allontanata, non di corsa ma percorrendo brevi tratti intervallati da soste in cui si fermava a guardarmi. Quando ho raggiunto il punto preciso del sentiero in cui si trovava prima che si allontanasse, ho potuto constatare un forte odore (buonissimo) simile al latte di capra.

Il terzo incontro l'ho soltanto ascoltato. Ero seduto in riva al lago a mangiare un panino e ad un certo punto ho sentito, nel bosco di fronte, proprio sopra al lago, uno strano suono a intervalli, durato per quasi un ora. Cercherò di descriverlo usando l’unico esempio che istintivamente mi è venuto in mente appena l’ho udito. L’esempio potrebbe far sorridere qualcuno. Il suono era simile a quando cerchi di tirare il filo per mettere in moto il decespugliatore, ma non vuole saperne di partire e allora insisti... trrrrrr.... trrrrrr.... Niente da fare, non parte. Riprovo a mettere in moto… trrrr…. E così per un ora.
La tonalità era molto bassa, come se quel suono provenisse dal centro della terra. Devo dire con tutta sincerità di aver provato anche un leggero senso d’inquietudine, ma la presenza di pochi escursionisti ha allontanato subito questa sensazione.
E se fosse stato il ruglio di un orso? E' pieno di orsi qui! Ma no, la mia fantasia come al solito corre sfrenata.

Quarto incontro, uno splendido serpente di circa 60 cm. nero, con le squame che brillavano al sole e che rilasciavano riflessi blu e viola. Davvero spettacolare. Me lo sono ritrovato davanti mentre procedevo fuori sentiero, in un prato d’erba bassa. Ci siamo guardati negli occhi per qualche secondo, entrambi immobili a studiarci a mezzo metro di distanza. Gli ho scattato qualche foto. Poi, lentamente si è allontanato. La sua testa era piccola e ovale.

All’interno del bosco, ho potuto notare un gran fermento di vita grazie a numerosi simpatici topolini, credo moscardini, che facevano capolino tra il tappeto di foglie.
Insomma, una vera Arca di Noè su quelle montagne!!!

Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
299,12 KB




------------
Socio WWF
------------
Saliremo sugli altopiani dove passan le nubi ad una ad una, lente, a fior di neve come velieri su di un lago pallido - dal libro "Le parole della montagna"

Modificato da - fabri64 in Data 26 maggio 2008 20:51:21

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12844 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 26 maggio 2008 : 20:43:16 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Un posto per Limax - vedi: Link





"La distinction des espèces de limaces est extrêment difficile,
et aucun zoologiste n’est encore parvenu à quelque chose
d’un peu satisfaisant sous ce rapport."
H. M. DUCROTAY DE BLAINVILLE 1823

Torna all'inizio della Pagina

fabri64
Utente Senior


Città: Vitinia
Prov.: Roma

Regione: Lazio


872 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 26 maggio 2008 : 20:55:34 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Prima parte.
In salita nella faggeta.



Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
260,04 KB


Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
197,78 KB


Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
290,94 KB



------------
Socio WWF
------------
Saliremo sugli altopiani dove passan le nubi ad una ad una, lente, a fior di neve come velieri su di un lago pallido - dal libro "Le parole della montagna"
Torna all'inizio della Pagina

fabri64
Utente Senior


Città: Vitinia
Prov.: Roma

Regione: Lazio


872 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 26 maggio 2008 : 21:02:54 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
212,32 KB


Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
220,23 KB


Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
229,15 KB

Immagini fiabesche di castelli incantati sotto la volta verde della foresta.
Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
217,31 KB

La natura piano piano si riprende ciò che ha creato.
Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
223,03 KB


Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
209,7 KB


Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
186,42 KB

------------
Socio WWF
------------
Saliremo sugli altopiani dove passan le nubi ad una ad una, lente, a fior di neve come velieri su di un lago pallido - dal libro "Le parole della montagna"
Torna all'inizio della Pagina

fabri64
Utente Senior


Città: Vitinia
Prov.: Roma

Regione: Lazio


872 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 26 maggio 2008 : 21:09:51 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Seconda parte.
Fuori dal bosco


Appena terminata la faggeta, dopo quasi 2 ore trascorse quasi al buio, la luce accecante impedisce quasi di godere del nuovo spettacolo che si presenta davanti agli occhi. Ben presto mi adatto a quella nuova luce e posso rendermi conto del paradiso che ho di fronte.

Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
195,01 KB


Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
223,6 KB


Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
227,6 KB


Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
217,35 KB


Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
227,56 KB




------------
Socio WWF
------------
Saliremo sugli altopiani dove passan le nubi ad una ad una, lente, a fior di neve come velieri su di un lago pallido - dal libro "Le parole della montagna"
Torna all'inizio della Pagina

fabri64
Utente Senior


Città: Vitinia
Prov.: Roma

Regione: Lazio


872 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 26 maggio 2008 : 21:21:20 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Terza parte - intorno al lago Vivo - 1591 mt.



Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
238,32 KB


Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
239,52 KB

Immensi faggi nei pressi della Fonte degli Uccelli, una sorgente d'acqua freschissima.
Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
230,15 KB


Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
239,79 KB


Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
214,46 KB

La Fonte degli Uccelli
Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
242,69 KB


Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
236,86 KB


Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
234,16 KB



------------
Socio WWF
------------
Saliremo sugli altopiani dove passan le nubi ad una ad una, lente, a fior di neve come velieri su di un lago pallido - dal libro "Le parole della montagna"
Torna all'inizio della Pagina

fabri64
Utente Senior


Città: Vitinia
Prov.: Roma

Regione: Lazio


872 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 26 maggio 2008 : 21:25:55 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
236,82 KB


Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
257,5 KB


Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
249,86 KB

Un saluto a tutti
Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
289,77 KB

Concludo il report con un'immagine di Barrea e di parte del suo lago artificiale formato dal fiume Sangro.
Immagine:
PNA - escursione nelle faggete di Barrea fino al lago Vivo,
227,14 KB


------------
Socio WWF
------------
Saliremo sugli altopiani dove passan le nubi ad una ad una, lente, a fior di neve come velieri su di un lago pallido - dal libro "Le parole della montagna"
Torna all'inizio della Pagina

AngelaI
Utente Super


Città: Sant'Elia Fiumerapido (FR) - 03049
Prov.: Frosinone

Regione: Lazio


13740 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 27 maggio 2008 : 09:06:29 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Affascinante descrizione di un luogo bellissimo.
Hai saputo creare l'atmosfera che emana la faggeta e l'emozione che ti invade quando esci dal bosco e ti trovi davanti il lago con le sue acque color "genziana".

Prima o poi ci capiterà di incontrarci lì.

Angela e Gianni

Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,45 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net