testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: L'iscrizione al nostro Forum è gratuita e permette di accedere a tutte le discussioni.
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Biologia Marina - Mare Mediterraneo
   SCHEDE DI MOLLUSCHI
 Famiglie di Molluschi
 Il genere Chrysallida nel Mediterraneo
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
<< Pagina Precedente | Pagina Successiva >>
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag.di 13

Verdemare
Utente V.I.P.


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


477 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 01 giugno 2008 : 23:00:05 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Posso aggiungermi, anch'io, ai complimenti per l'interessantissimo lavoro di Peter ?
Se mi "limito", soltanto, ai complimenti è perchè, onestamente, sono qui soltanto per imparare !
Grazie !


Fai agli altri ciò che vuoi sia fatto a te e lascia il mondo migliore di come l'hai trovato !

Modificato da - Verdemare in data 01 giugno 2008 23:01:41
Torna all'inizio della Pagina

PS
Utente Senior



Regione: Friuli-Venezia Giulia


4462 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 02 giugno 2008 : 15:20:14 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Classe: Gastropoda Ordine: Famiglia: Pyramidellidae Genere: Chrysallida Specie:Chrysallida palazzii
Immagine:
Il genere Chrysallida nel Mediterraneo
80,82 KB


Immagine:
Il genere Chrysallida nel Mediterraneo
66,99 KB



Allegato: palazzi.pdf
46,97 KB
Torna all'inizio della Pagina

Italo
Utente Senior


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


3756 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 02 giugno 2008 : 19:42:42 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Scusate il silenzio, ma ho trascorso il week end a falciare erba ed a pitturare staccionate...

C. signoidea è specie facile: il profilo allungato e turricolato, le coste flessuose (sigmoidi) e i giri completamente percorsi da striature spirali la rendono, in Mediterraneo, specie inconfondibile; in Atlantico no, perché esiste una specie simile, non per nulla chiamata parasigmoidea.
Ecco i miei ritrovamenti.

Mediterraneo:
Cala Iris, Torre Alcalà (Marocco)- 10 m
Calaburras (Malaga, Spagna), a riva
Getares (Cadiz, Spagna) a riva
Marbella (Spagna) profondità imprecisata

Atlantico:
Tarifa, 25 km a NOrd, (Spagna) a riva
Rabat, 35 km Sud, a riva
Mauritania - 80/90 m

C. moolenbeeki appartiene allla famigerata banda con due cordoni spirali sull'ultimo giro; fortunatamente per riconoscerla ha una caratteristica unica nell'ambito delle Chrysallida mediterranee: la protoconca percorsa da cordoncini spirali. Ecco i miei ritrovamenti.

Is. Marettimo, Isole Egadi, varie profondità da - 60 a - 120
Tor Paterno (Roma) varie profondità da - 22 a - 35
Ladispoli, loc. Torre Flavia (Roma) - 26
Is. S. Stefano (LT) - 46
Is. Capraia (LI) - 100
Is. Giannutri (GR) - 47
Palinuro, grotta Cook Pit - 9, (SA)
Is. di Capri, Grotta Azzurra (NA) - 20
Costa Viola (RC) - 50
Cannizzaro - 45

C. palazzii è specie di non facile determinazione; per le sue caratteristiche ricorda decussata, dalla quale si distingue per i giri non convessi e il profilo non ovoide e altre specie che vedremo presto. Particolare importante in palazzi sono le coste verticali che continuano anche sulla base, questo accade anche su altre specie ma solo parzialmente, inoltre appare quasi biconica, ovvero la base ha una dimensione importante nell'altezza totale della conchiglia.
Ecco i miei ritrovamenti.
Is. Marettimo, Isole Egadi, - 90
Civitavecchia (Roma) Astropecten su pescherecci
Capo Pecora (CA) - 80/100
Roseto (TE) - 100/200
Civitanova Marche - 85/100
Terracina (LT) detrito profondo
Salto di Fondi (LT) spiaggia
Is. Capraia (LI) - 440 ritrovamento che mi sorprende...





Ciao, Italo

Amore a parte, a cosa dovrebbe tendere l'uomo se non alla qualità? (CRM Wilson)
Torna all'inizio della Pagina

ang
Moderatore


Città: roma

Regione: Lazio


11142 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 02 giugno 2008 : 22:16:58 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
secondo offtopic
C. palazzii è estremamente simile, per non dire uguale, a C. gabmulderi van Aartsen, Gittenberger & Goud, 2000 descritta per Capo Verde, specialmente se la si confronta con la palazzii così come raffigurata da Peñas et al 1996
quello che non riesco a capire come mai gli autori non facciano minimamente riferimento alla palazzii ma confrontino la nuova specie solo con clathrata: devo pensare che gli autori olandesi non conoscano la specie di Micali?

ciao

ang
Torna all'inizio della Pagina

PS
Utente Senior



Regione: Friuli-Venezia Giulia


4462 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 03 giugno 2008 : 09:30:56 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Classe: Gastropoda Ordine: Famiglia: Pyramidellidae Genere: Chrysallida Specie:Chrysallida emaciata
Immagine:
Il genere Chrysallida nel Mediterraneo
80,19 KB

Immagine:
Il genere Chrysallida nel Mediterraneo
61,3 KB
Immagine:
Il genere Chrysallida nel Mediterraneo
67,93 KB



Allegato: emaciata.pdf
46,6 KB
Torna all'inizio della Pagina

Italo
Utente Senior


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


3756 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 giugno 2008 : 10:26:03 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Questa è una specie litorale e comunissima, quindi certamente non è il caso di fare un lunghissimo elenco di ritrovamenti.
Appartiene anch'essa al "gruppo maledetto" con 2 cordoncini sull'ultimo giro ma, generalmente, si riconosce con facilita'. Il profilo è molto allungato ed i giri sono abbastanza convessi, soprattutto l'ultimo, inoltre, carattere importante, i due cordoncini sono molto distanziati rispetto alle altre.
La protoconca è sempre intermedia fra B e C, però credo che sia più prossima a C, inoltre, rispetto alle congeneri, ha la caratteristica, guardandola dalla parte giusta, di sporgere un po' (un infinitesimo) lateralmente... naturalmente bisogna farci l'occhio, ma è un carattere costante che consente la determinazione anche di esemplari molto immaturi.
L'esemplare della seconda foto di Peter è gerontico e come quasi tutte le specie di questo gruppo, presenta il giro finale particolarmente gonfio con coste numerose, ravvicinate e con profilo ed andamento "random".

Ciao, Italo

Amore a parte, a cosa dovrebbe tendere l'uomo se non alla qualità? (CRM Wilson)

Modificato da - Italo in data 03 giugno 2008 10:27:04
Torna all'inizio della Pagina

Italo
Utente Senior


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


3756 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 giugno 2008 : 15:03:50 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Seguendo l'obiezione di Ang, sono andato a controllare C. gabmulderi descritta per Capo Verde da Aartsen, Gittenberger & Goud, 2000.
Ritengo che sia distinta da C. palazzii per il profilo più scalare e allungato e le coste spirali più marcate e nette, ovvero non "sfumanti" verso l'alto. Oggettivamente a me ricorda più clathrata che palazzii. Ciò non toglie che un confronto con C. palazzii era non solo opportuno ma indispensabile.
Se posso atteggiarmi a moralizzatore, solo per 30 secondi, un rimprovero che faccio ai "descrittori di specie" è proprio quello di trascurare spesso i confronti con le specie più vicine, cosa peraltro espressamente richiesta dall'ICZN.
Invece andando a sbirciare nel mio data base di Pyramidellidae, ho scoperto che già per mio conto avevo messo in "probabile sinonimia" C. gabmulderi con C. josae degli stessi autori, descritta soltanto 2 pagine prima... assolutamente identica, stessa località tipo, stesso habitat... qualche piccola differenza solo nella forza dei cordoni spirali. Dovrei averne un paio di esemplari in qualche meandro dei miei cassetti.
Che ne dici Ang, condividi?

Ciao, Italo

Amore a parte, a cosa dovrebbe tendere l'uomo se non alla qualità? (CRM Wilson)
Torna all'inizio della Pagina

ang
Moderatore


Città: roma

Regione: Lazio


11142 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 giugno 2008 : 18:06:40 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
ovviamente sì, mi era sfuggita ma l'impressione è che si tratti di un esemplare a coste più grosse e rade... già un esemplare dato C. josae che è stata descritta su un singolo esemplare
le differenze su consistenza e numero dei cordoni spirali che citavi sono vere guardando sia l'olotipo della palazzii, sia l'esemplare di peter, ma già quello raffigurato da peñas et al 1996, in particolare quello in fig. 32 già sembra diverso ed è per quello che l'avevo citato esplicitamente
che possa trattarsi di un'unica specie è secondo me verosimile viste le affinità tra la fauna mediterranea e quella westafricana richiamate da tra l'altro anche da Chirli&Micali in un interessante lavoro sulle Chrysallida plioceniche apparso sull'ultimo numero del bollettino malacologico, in cui alcune specie descritte da van Aartsen et al 2000 si ritrovano fossili da noi
il problema comunque è che la variabilità nei piramidellidi è notevole e rischia di diventare arbitrario stabilire cosa sia costante all'interno di una specie, bisogna lavorare con molti esemplari

ora basta sennò peter mi fucila visto che gli inquino sempre i post...

ciao

ang
Torna all'inizio della Pagina

Italo
Utente Senior


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


3756 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 giugno 2008 : 22:57:28 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Hai ragione, l'esemplare in figura 32 è un bel problema...
Il Bollettino non mi è ancora arrivato, sono in ansia!

Ciao, Italo

Amore a parte, a cosa dovrebbe tendere l'uomo se non alla qualità? (CRM Wilson)
Torna all'inizio della Pagina

PS
Utente Senior



Regione: Friuli-Venezia Giulia


4462 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 04 giugno 2008 : 09:14:56 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Classe: Gastropoda Ordine: Famiglia: Pyramidellidae Genere: Chrysallida Specie:Chrysallida dollfusi
Immagine:
Il genere Chrysallida nel Mediterraneo
63,32 KB

Foto di Italo
Immagine:
Il genere Chrysallida nel Mediterraneo
65,55 KB


Immagine:
Il genere Chrysallida nel Mediterraneo
70,43 KB



Allegato: dollfusi.pdf
47,96 KB
Torna all'inizio della Pagina

Italo
Utente Senior


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


3756 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 04 giugno 2008 : 09:43:16 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Questa è una bella specie, decisamente non comune.
A mio avviso può essere utile un confronto a tre: dollfusi, decussata e palazzii.
Decussata: profilo a goccia, giri convessi, apice abbastanza acuto, coste verticali che talvolta mancano e che raggiungono la base.
Palazzi; profilo pupoide, giri piani, un po' scalariformi, coste non molto appressate che raggiungono la base.
Dollfusi (= colungiana): profilo piramidale, giri piani, apice tozzo, primo (mezzo?) giro di teleoconca LISCIO, coste sottili, molto numerose e appressate che si interrompono a metà della base.

Ciao, Italo

Amore a parte, a cosa dovrebbe tendere l'uomo se non alla qualità? (CRM Wilson)
Torna all'inizio della Pagina

argonauta
Utente Super


Città: Guidonia
Prov.: Roma

Regione: Lazio


6662 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 04 giugno 2008 : 16:06:01 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Chrysallida dollfusi
1 solo esemplare Isola Capraia -180/200

Mario

Volgi gli occhi allo sguardo del tuo cane: puoi affermare che non ha un'anima?
(Victor Hugo)
Torna all'inizio della Pagina

Italo
Utente Senior


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


3756 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 04 giugno 2008 : 17:46:06 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ecco i miei ritrovamenti:
Is. Chafarinas, Marocco, - 120/180
Is. d'Alboran, - 100/120
Torre del Mar (Malaga, Spagna)- 75
Bocche di BOnifacio -100/200
fra Estepona e Tetuan - 25/35
Capo Pecora (CA) - 80/100
Is. Maddalena (SS) - 80
Fossa di Roseto (TE) - 100/120
Adriatico centrale, - 90
Salto di Fondi (LT) spiaggiata

Atlantico:
Mauritania, - 80/90
West Sahara,stomaco di sogliole, -35/45

Ciao, Italo

Amore a parte, a cosa dovrebbe tendere l'uomo se non alla qualità? (CRM Wilson)
Torna all'inizio della Pagina

PS
Utente Senior



Regione: Friuli-Venezia Giulia


4462 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 05 giugno 2008 : 09:31:57 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Classe: Gastropoda Ordine: Famiglia: Pyramidellidae Genere: Chrysallida Specie:Chrysallida incerta
Immagine:
Il genere Chrysallida nel Mediterraneo
72,35 KB

Immagine:
Il genere Chrysallida nel Mediterraneo
61,54 KB


Immagine:
Il genere Chrysallida nel Mediterraneo
65,56 KB



Allegato: incerta.pdf
44,14 KB
Torna all'inizio della Pagina

Italo
Utente Senior


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


3756 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 05 giugno 2008 : 09:40:44 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Questa specie è meglio conosciuta come turbonilloides (Brusina, 1869) oppure brusinai (Cossmann, 1921), ma purtroppo questi due nomi non sono utilizzabili.
E' una specie molto comune ed inconfondibile e non occorre aggiungere nulla
a quanto scritto da Peter. L'unica specie con la quale potrebbe essere scambiata è C. pellucida, tipica delle coste west Africane e che, sporadicamente, è stata rinvenuta nel mare di Alboran, ma la vedremo successivamente, devo ancora fare le foto.


Ciao, Italo

Amore a parte, a cosa dovrebbe tendere l'uomo se non alla qualità? (CRM Wilson)
Torna all'inizio della Pagina

myzar
Utente Senior


Città: Livorno
Prov.: Livorno

Regione: Toscana


3886 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 05 giugno 2008 : 23:08:31 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ho la C. incerta da svariate località, tra le quali voglio segnalare diverse località del litorale livornese, sempre di bassa profondità.
myzar
Torna all'inizio della Pagina

PS
Utente Senior



Regione: Friuli-Venezia Giulia


4462 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 06 giugno 2008 : 08:25:37 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Classe: Gastropoda Ordine: Famiglia: Pyramidellidae Genere: Chysallida Specie:Chysallida juliae
Immagine:
Il genere Chrysallida nel Mediterraneo
75,94 KB


Immagine:
Il genere Chrysallida nel Mediterraneo
68,4 KB



Allegato: juliae.pdf
48,28 KB
Torna all'inizio della Pagina

Italo
Utente Senior


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


3756 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 giugno 2008 : 09:20:01 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Peter riposta questa specie come "abbastanza comune" ed infatti, per lui che vive in Adriatico, lo è... in realtà, nel resto del Mediterraneo è molto poco frequente.
Questa specie, inoltre, è capofila di un gruppo abbastanza complesso, il secondo per complessità dopo il gruppo obtusa, e quindi necessita di ulteriori studi; questo non tanto in Mediterraneo, dove apparentemente si rinviene l'unica specie juliae, quanto nel vicino West Africa dove le opinioni dei nostri amici spagnoli ed olandesi non sembrano andare molto d'accordo. E' noto comunque come West Africa e Mediterraeno siano intimamente legate, nonché a loro volta entrambe legate ai fossili toscani (vedi lavoro apparso sulla SIM di Chirli e Micali), per cui sarà interessante vedere come evolverà la sistematica di questo gruppo di specie.
Dal punto di vista identificativo gli esemplari mediterranei sono di agevole determinazione: scultura leggera formata da tante costoline verticali intersecate da sottili strie spirali, profilo cilindrico e aspetto molto delicato.


Ciao, Italo

Amore a parte, a cosa dovrebbe tendere l'uomo se non alla qualità? (CRM Wilson)
Torna all'inizio della Pagina

argonauta
Utente Super


Città: Guidonia
Prov.: Roma

Regione: Lazio


6662 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 06 giugno 2008 : 09:50:28 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Chysallida juliae
io ne ho una da Ancona - 40 ricordo di Giovanni Buzzurro e due da Haifa Port (Israele)- 15

Mario

Volgi gli occhi allo sguardo del tuo cane: puoi affermare che non ha un'anima?
(Victor Hugo)
Torna all'inizio della Pagina

PS
Utente Senior



Regione: Friuli-Venezia Giulia


4462 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 07 giugno 2008 : 07:58:31 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Classe: Gastropoda Ordine: Famiglia: Pyramidellidae Genere: Chrysallida Specie:Chrysallida terebellum
Immagine:
Il genere Chrysallida nel Mediterraneo
77,43 KB
Immagine:
Il genere Chrysallida nel Mediterraneo
64,64 KB

Allegato: terebellum.pdf
46,41 KB
Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 13 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

<< Pagina Precedente

|
Pagina Successiva >>

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,8 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net