testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Hai provato la nostra ricerca tassonomica da Browser? Clicca qui per info!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
 MOLLUSCHI TERRESTRI E DULCIACQUICOLI
 Candidula cavannae (Paulucci, 1881)
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8914 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 19 febbraio 2008 : 01:45:47 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Classe: Gastropoda Famiglia: Hygromiidae Genere: Candidula Specie:Candidula cavannae
Preparando alcune foto per Animalbase mi sono accorto che non avevamo ancora postato Candidula cavannae, piccolo Hygromiide descritto dalla Paulucci(1881) per i Monti del Matese.


Candidula cavannae (Paulucci, 1881)
Candidula cavannae (Paulucci, 1881)


La specie presenta una carenatura anche se meno evidente che in C.grovesiana,l'altezza della spira è piuttosto variabile,gli esemplari provengono dal Matese dove sono stati reperiti ad una quota di circa 1000 m.

Nel 1954 Sacchi descrisse un'altra Candidula in Campania: Candidula claudia con areale di distribuzione indicato in: Penisola Sorrentina e Capri.
Questa specie è perfettamente sovrapponibile a C.cavannae sia come conchiglia che come anatomia,il diverso areale di distribuzione consiglia un po' di prudenza nel considerarla un sinonimo o una sottospecie,purtroppo mancano notizie sulla presenza di questa specie sui rilievi tra il Matese e la Penisola Sorrentina ma questa è una delle zone malacologicamente meno studiate.
Gli esemplari illustrati provengono da una quota di 700 m presso Vico Equense(NA),anche le dimensioni sono simili al tipo.

Candidula claudia Sacchi,1954
Candidula cavannae (Paulucci, 1881)
160,75 KB



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo
Sandro

kryp
Utente V.I.P.

Città: Göttingen

Regione: Germany


137 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 25 gennaio 2012 : 15:15:28 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sandro,
avemmo qualcun'informazione sull'habitat? Ho visto quote di 700 a 1950 m, sono queste le extreme?

Link
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8914 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 25 gennaio 2012 : 19:09:49 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

L'abitat di Candidula cavannae del Matese è quello tipico delle Candidula appenniniche, prati montani su terreno pietroso,le quote a cui ho trovato questa specie vanno dai 1000 ai 1350 metri, la Paulucci la segnala a 2050 sulla cima del Monte Miletto ma personalmente non ho mai campionato il piano cacuminale di questo monte.
Più basso è l'habitat di Candidula claudia descritta da Sacchi per la Penisola Sorrentina e Capri, i luoghi di ritrovamento di questa specie sono prevalentemente boscosi, su rocce coperte di vegetazione.
Oltre la segnalazione di Vico Equense 700m posso segnalare un ritrovamento di soli nicchi vuoti sul Monte Faito 1000m presso grandi rocce nella faggeta, a Capri si trova anche a quote più basse ma non ho campionamenti personali.

La conchiglia e l'anatomia delle due specie non sono distinguibili per questo ho preferito considerarle una sola specie anche se hanno un areale ed un habitat diversi.

Mancano notizie sulla eventuale presenza di questa specie nei monti che dividono i due areali ma credo che in mancanza di studi genetici rimarranno dei dubbi sull'esatto status di queste due popolazioni.



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12844 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 25 gennaio 2012 : 20:23:38 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
@Franzisco: - il mondo è paese - dimmi perchè usi il termine "habitat" invece del "biotop" - penso anche in italiano si distingue le due parole!?

@Sandro: era il biotop simile, quando ci siamo stati in monti del Matese - quando si, posso postare qui qualche foto....



"La distinction des espèces de limaces est extrêmement difficile,
et aucun zoologiste n’est encore parvenu à quelque chose
d’un peu satisfaisant sous ce rapport."
H. M. DUCROTAY DE BLAINVILLE 1823

Vieni nel mondo dei Limax d'Italia

Candidula cavannae (Paulucci, 1881)
Torna all'inizio della Pagina

kryp
Utente V.I.P.

Città: Göttingen

Regione: Germany


137 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 26 gennaio 2012 : 12:30:37 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie Sandro.

Clemens: utilizzo le parole in italiano come le capisco in tedesco. Biotop è Froschteich. Una località dove vivenno molte organisme. Habitat è più differenziato, più specializzato, cosa come Uferbereiche stehender Gewässer bei der-und-der Vegetation, pH 7,5, auf kalkhaltigem Substrat und sandigem Untergrund, habitat è solo una parte di un biotop, rifieresi solo a una sola specie.

Link
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,21 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net