testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Hai provato la nostra ricerca tassonomica da Browser? Clicca qui per info!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
 LE TRACCE DEGLI ANIMALI
 fatte e scortecciamenti
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Buccia97
Utente nuovo

Città: Casalfiumanese
Prov.: Bologna

Regione: Emilia Romagna


11 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 31 marzo 2021 : 21:21:09 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Buonasera a tutti, mi chiamo Umberto e sono un nuovo utente di questo interessantissimo forum. Vorrei sottoporvi alcuni ritrovamenti che ho fatto nel corso della camminata di oggi pomeriggio. Non ho avuto mai modo di confrontarmi con nessuno riguardo alle mie osservazioni e perciò, per ogni foto, tenterò anche di spiegare il ragionamento che ho fatto per arrivare alle conclusioni. Vi chiedo, oltre ad un po' di clemenza riguardo alle possibili (e probabili) cavolate che potrei scrivere, se i ragionamenti che ho fatto sono corretti e dove sono sbagliati.

Riguardo alla prima foto che allego qui sono certo che si tratti di fatte di tasso. Chiedo scusa per l'evidente sfocatura, ma al momento non me ne ero reso conto. Dalla foto credo si capisca che si tratta di una latrina, anche se non si vedono tutte le fatte al di sotto di quella beige in primo piano. L'aspetto abbastanza informe di quest'ultima è possibile che sia dovuta ad una alimentazione particolarmente ricca di lombrichi?
Immagine:
fatte e scortecciamenti
151,03 KB

Sulla seconda foto sono un po' più dubbioso. L'aspetto e la quantità mi fanno propendere verso il tasso. Si può infatti notare la presenza di fatte "schiacciate" in secondo piano, che mi fanno pensare che sia un punto in cui ci siano state più deposizioni successive. Inoltre le ho osservate nei pressi della latrina della prima foto, a 2 metri di distanza circa.

La terza foto riguarda un possibile scortecciamento. Data l'altezza alla quale si trovava (circa un metro) ho subito pensato ad un capriolo, in quanto in zona sono gli unici cervidi la cui presenza è accertata. Tuttavia mi da da pensare il fatto che i bordi sfrangiati siano quelli inferiori, e che anzi, i bordi superiori sono piuttosto netti (particolare che forse si nota meglio nella quarta foto, un dettaglio ingrandito della terza)! Se può aiutare il tronco scortecciato era posto sul bordo di un campo coltivato.

Le foto 2,3,4 le allego nel post successivo. Intanto ringrazio anticipatamente tutti quelli che mi aiuteranno!

Buccia97
Utente nuovo

Città: Casalfiumanese
Prov.: Bologna

Regione: Emilia Romagna


11 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 31 marzo 2021 : 21:21:52 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
foto 2
Immagine:
fatte e scortecciamenti
248,5 KB
Torna all'inizio della Pagina

Buccia97
Utente nuovo

Città: Casalfiumanese
Prov.: Bologna

Regione: Emilia Romagna


11 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 31 marzo 2021 : 21:22:23 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
foto 3
Immagine:
fatte e scortecciamenti
240,15 KB
Torna all'inizio della Pagina

Buccia97
Utente nuovo

Città: Casalfiumanese
Prov.: Bologna

Regione: Emilia Romagna


11 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 31 marzo 2021 : 21:23:11 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
foto 4
Immagine:
fatte e scortecciamenti
177,44 KB
Torna all'inizio della Pagina

Buccia97
Utente nuovo

Città: Casalfiumanese
Prov.: Bologna

Regione: Emilia Romagna


11 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 31 marzo 2021 : 21:26:25 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Mi sono dimenticato di dire riguardo alle foto 3 e 4 che ho escluso potesse trattarsi di fregoni in quanto non mi sembra siano presenti i solchi profondi lasciati dai palchi.
Torna all'inizio della Pagina

Hystrixcristata
Utente Senior

Città: Viterbo
Prov.: Viterbo

Regione: Lazio


3531 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 aprile 2021 : 22:38:07 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Buccia97:

Buonasera a tutti, mi chiamo Umberto e sono un nuovo utente di questo interessantissimo forum.


Andiamo con ordine, per prima cosa BENVENUTO!


Non ho avuto mai modo di confrontarmi con nessuno riguardo alle mie osservazioni e perciò, per ogni foto, tenterò anche di spiegare il ragionamento che ho fatto per arrivare alle conclusioni. Vi chiedo, oltre ad un po' di clemenza riguardo alle possibili (e probabili) cavolate che potrei scrivere, se i ragionamenti che ho fatto sono corretti e dove sono sbagliati.


Un inizio c'è per tutti. Quindi non ti preoccupare e avanti. Le "cavolate" se non sono volute servono solo a far migliorare.... procediamo oltre...


Riguardo alla prima foto che allego qui sono certo che si tratti di fatte di tasso. Chiedo scusa per l'evidente sfocatura, ma al momento non me ne ero reso conto. Dalla foto credo si capisca che si tratta di una latrina, anche se non si vedono tutte le fatte al di sotto di quella beige in primo piano.



Dunque il ragionamento fila e appoggio il fatto che sia una latrina di tasso.


L'aspetto abbastanza informe di quest'ultima è possibile che sia dovuta ad una alimentazione particolarmente ricca di lombrichi?


Non so dirti. Una annotazione però la faccio. Ho più volte fotografato feci di volpe deposte SOPRA a feci di tasso come se una specie volesse marcare sull'altra. In questo caso credo comunque sia tasso anche la deiezione più chiara.


Sulla seconda foto sono un po' più dubbioso. L'aspetto e la quantità mi fanno propendere verso il tasso. Si può infatti notare la presenza di fatte "schiacciate" in secondo piano, che mi fanno pensare che sia un punto in cui ci siano state più deposizioni successive. Inoltre le ho osservate nei pressi della latrina della prima foto, a 2 metri di distanza circa.


Ragionamento corretto. In aggiunta alla morfologia e al quantitativo che fanno propendere per il tasso piuttosto che ad una volpe. Inoltre è comune che il tasso faccia deizioni in punti vicini e non necessariamente al 100% in latrine. Qualche volta usa anche una leggera depressione del terreno.

La terza foto riguarda un possibile scortecciamento. Data l'altezza alla quale si trovava (circa un metro) ho subito pensato ad un capriolo, in quanto in zona sono gli unici cervidi la cui presenza è accertata. Tuttavia mi da da pensare il fatto che i bordi sfrangiati siano quelli inferiori, e che anzi, i bordi superiori sono piuttosto netti (particolare che forse si nota meglio nella quarta foto, un dettaglio ingrandito della terza)! Se può aiutare il tronco scortecciato era posto sul bordo di un campo coltivato.


Qui ho qualche dubbio. Il tronco scortecciato mi pare troppo duro per essere appetito da un capriolo che predilige germogli.... Io propendo per l'opera di equini in particolar modo asini. Non so se sono presenti in zona.

Un saluto

ciao

Alessandro
Torna all'inizio della Pagina

Buccia97
Utente nuovo

Città: Casalfiumanese
Prov.: Bologna

Regione: Emilia Romagna


11 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 02 aprile 2021 : 10:48:09 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Hystrixcristata:
Andiamo con ordine, per prima cosa BENVENUTO!


Innanzitutto grazie per l'accoglienza!!

Ho più volte fotografato feci di volpe deposte SOPRA a feci di tasso come se una specie volesse marcare sull'altra.


Molto interessante! Non ho mai notato ciò, le prossime uscite terrò conto anche di questa cosa e chissà se riuscirò ad osservarla.

Qui ho qualche dubbio. Il tronco scortecciato mi pare troppo duro per essere appetito da un capriolo che predilige germogli.... Io propendo per l'opera di equini in particolar modo asini. Non so se sono presenti in zona.


Se devo essere sincero di equini nella zona non ne ho mai visti. E' però anche vero che c'è un discreto numero di pecore e può benissimo essere che qualche pastore abbia anche degli asini. Mi pare anche di capire che in questi casi è utile anche tenere conto dello spessore della corteccia che appare mangiata per risalire all'animale, giusto?

Grazie mille per la risposta e per la disponibilità!
Umberto
Torna all'inizio della Pagina

Hystrixcristata
Utente Senior

Città: Viterbo
Prov.: Viterbo

Regione: Lazio


3531 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 02 aprile 2021 : 14:07:38 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Se devo essere sincero di equini nella zona non ne ho mai visti. E' però anche vero che c'è un discreto numero di pecore e può benissimo essere che qualche pastore abbia anche degli asini. Mi pare anche di capire che in questi casi è utile anche tenere conto dello spessore della corteccia che appare mangiata per risalire all'animale, giusto?

Grazie mille per la risposta e per la disponibilità!
Umberto


Più che allo spessore è opportuno pensare a quello che un animale mangia abitualmente. Nel caso specificio il capriolo non si alimenta di cortecce... e comunque non così legnose. Quindi possiamo escluderlo..
Se fai caso quella pianta presenta vecchi segni di scortecciamento in parte già cicatrizzati.
Ecco, le pecore potrebbero averlo fatto. Soprattutto se sono animali che sono al pascolo ristretto (con recinzione). Le cause sono varie, fame (se il pascolo scarseggia), oppure semplice sfizio. Non sempre lo scortecciato viene mangiato.
Una cosa che può aiutarti è anche l'altezza a cui arriva lo scortecciamento. Ovvio che più alto è, più "animali nanerottoli" escludi. Comunque per me pecora o asini o cavalli.

ciao

Alessandro
Torna all'inizio della Pagina

Buccia97
Utente nuovo

Città: Casalfiumanese
Prov.: Bologna

Regione: Emilia Romagna


11 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 aprile 2021 : 12:00:19 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Più che allo spessore è opportuno pensare a quello che un animale mangia abitualmente. Nel caso specificio il capriolo non si alimenta di cortecce... e comunque non così legnose. Quindi possiamo escluderlo..
Se fai caso quella pianta presenta vecchi segni di scortecciamento in parte già cicatrizzati.
Ecco, le pecore potrebbero averlo fatto. Soprattutto se sono animali che sono al pascolo ristretto (con recinzione). Le cause sono varie, fame (se il pascolo scarseggia), oppure semplice sfizio. Non sempre lo scortecciato viene mangiato.
Una cosa che può aiutarti è anche l'altezza a cui arriva lo scortecciamento. Ovvio che più alto è, più "animali nanerottoli" escludi. Comunque per me pecora o asini o cavalli.


Chiarissimo! Grazie mille delle informazioni!
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,23 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net