testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Come inserire i video di Youtube nel Forum Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 


Nota! La determinazione degli insetti necessita quasi sempre di un'indicazione geografica e temporale precisa.
Invitiamo quindi gli utenti ad inserire questi dati ogni volta che viene richiesta una determinazione o viene postata una foto di un insetto. I dati forniti dagli utenti ci consentiranno anche di attribuire un valore scientifico alle segnalazioni, contribuendo a migliorare e integrare le attuali conoscenze sulla distribuzione delle specie postate.


 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
   INSETTI
 Coleoptera e Strepsiptera
 Identificazione: Oryctes nasicornis?
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Isha88
Utente Junior

Città: Bergamo


32 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 21 settembre 2020 : 17:58:42 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Pozzuolo Martesana (MI), prato, 19 ottobre.

Durante uno scavo è venuta alla luce questa forma larvale e avrei bisogno di una conferma nell'ID. Si tratta di Oryctes nasicornis?

Quali sono i caratteri distintivi delle larve di Oryctes nasicornis, di melolontha e di cetonia?

Immagine:
Identificazione: Oryctes nasicornis?
239,8 KB

Isha88
Utente Junior

Città: Bergamo


32 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 21 settembre 2020 : 17:59:26 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Immagine:
Identificazione: Oryctes nasicornis?
199,69 KB

Torna all'inizio della Pagina

Stregatto
Utente Senior


Città: Arezzo


1433 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 23 settembre 2020 : 23:25:12 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Isabella! Dalla tua foto sembrerebbe una larva di Oryctes nasicornis ma effettivamente sono molto simili a quelle Cetonia :

Link

Sembra che i principali caratteri distintivi siano le dimensioni dell'intera larva e della testa, entrambe maggiori in Oryctes. Qui trovi una discussione proprio su questo aspetto: che dimensioni ha il tuo esemplare?

Link

Attendiamo comunque il parere degli specialisti.

Enzo


Modificato da - Stregatto in data 23 settembre 2020 23:27:32
Torna all'inizio della Pagina

Isha88
Utente Junior

Città: Bergamo


32 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 24 settembre 2020 : 15:32:58 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie dei riferimenti! Mi rendo conto che l'assenza di foto di dettaglio renda difficile identificare con sicurezza la specie, ma vorrei lo stesso provare ad escluderne qualcuna.

Facendo altre ricerche, riporto di seguito alcuni caratteri che possono aiutare nell'id:

Cetonia: corpo tozzo e corto; capo molto piccolo rispetto a tutto il corpo.
Maggiolino: corpo snello a forma di C; capo grande, molto più chiaro e liscio; antenne lunghe e sottili; mandibole meno robuste; zampe molto lunghe e larghe.
Oryctes: corpo snello e di maggiori dimensioni (risp Cetonia); capo più grosso rispetto al corpo (a differenza della cetonia), rugoso e marrone-rossiccio; mandibole robuste; zampe di media lunghezza con unghia terminale. Disposizione delle spinule (che purtroppo non ho capito come dovrebbero essere).
Pentodon sp: le larve sono della tipica forma a "C"; corpo snello e di maggiori dimensioni; zampe di media lunghezza con unghia terminale; capo grande marroncino e liscio con antenne lunghe e sottili.

In aggiunta ai caratteri sopra, la larva di Oryctes si può distinguere per l’ultimo segmento addominale che è diviso in due metà da uno strozzamento trasversale, in modo che l’addome sembra essere formato, in visione dorsale, da dieci segmenti distinti. Nei Cetoniinae la fessura anale è trasversale. Queste indicazioni le ho ricavate da “Linee Guida per il monitoraggio dei coleotteri saproxilici protetti in Europa” di Carpaneto G, Audisio P, Bologna M, Roversi P, Mason F (Eds) (2017).

Dopo tutto ciò...il mio dubbio rimane tra Oryctes e Pentodon sp.

Se qualche esperto può darmi una mano a fare chiarezza e ordine, ne sarei grata

Torna all'inizio della Pagina

Stregatto
Utente Senior


Città: Arezzo


1433 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 24 settembre 2020 : 19:39:33 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao! Mi rendo conto che quando la distinzione tra specie affini comporta un esame dettagliato di certi caratteri e particolari ci si addentra in un lavoro davvero certosino, che inevitabilmente richiede immagini e foto che evidenzino alla perfezione i singoli dettagli.
La guida che hai consultato deve essere un ottimo lavoro.
Per caso è questa? : Link

Gli autori coincidono, ma il titolo è leggermente diverso: forse perché si tratta di un'edizione precedente rispetto alla tua (2014).
Se non l'hai già fatto, potresti provare a consultare la Fauna d'Italia (Calderini ed.): sicuramente deve esserci un volume specifico dedicato agli Scarabaeidae:

Link

Infine, potrebbe esserti utile il sito di Guido Sabatinelli, uno dei nostri massimi studiosi:
Link

Attendiamo comunque il parere degli specialisti.

Enzo


Modificato da - Stregatto in data 24 settembre 2020 19:46:59
Torna all'inizio della Pagina

Chalybion
Moderatore

Città: Bagnacavallo
Prov.: Ravenna

Regione: Emilia Romagna


9368 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 24 settembre 2020 : 21:38:30 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Non sono esperto sulle differenze tra larve di Oryctes e Pentodon, molto simili e per me le uniche possibili. Dal momento che Oryctes ha larve xilofaghe e Pentodon fitofaghe, se non c'erano residui legnosi nello scavo, dovrebbe trattarsi di Pentodon bidens; per quanto ne so, le larve di Oryctes non si allontanano mai dal cibo.

"Impegnarsi per volere a tutti i costi piacere a tutti è il peggior modo di sprecare tempo". (Chalybion)
Torna all'inizio della Pagina

Isha88
Utente Junior

Città: Bergamo


32 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 25 settembre 2020 : 16:15:20 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Stregatto:

Ciao! Mi rendo conto che quando la distinzione tra specie affini comporta un esame dettagliato di certi caratteri e particolari ci si addentra in un lavoro davvero certosino, che inevitabilmente richiede immagini e foto che evidenzino alla perfezione i singoli dettagli.
La guida che hai consultato deve essere un ottimo lavoro.
Per caso è questa? : Link

Gli autori coincidono, ma il titolo è leggermente diverso: forse perché si tratta di un'edizione precedente rispetto alla tua (2014).
Se non l'hai già fatto, potresti provare a consultare la Fauna d'Italia (Calderini ed.): sicuramente deve esserci un volume specifico dedicato agli Scarabaeidae:

Link

Infine, potrebbe esserti utile il sito di Guido Sabatinelli, uno dei nostri massimi studiosi:
Link

Attendiamo comunque il parere degli specialisti.

Enzo



Il libro che citi tu è diverso da quello riportato da me. Se fai una ricerca su internet o se accedi a "ResearchGate" puoi trovarlo senza alcun problema.

Il sito di Guido Sabatinelli non lo conoscevo, grazie! Purtroppo però non hanno ancora creato le schede delle due specie che si contendono l'ID.

Grazie anche per il sito di Fauna d'Italia, ho preso nota dei futuri libri da prendere

Torna all'inizio della Pagina

Isha88
Utente Junior

Città: Bergamo


32 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 25 settembre 2020 : 16:25:36 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Chalybion:

Non sono esperto sulle differenze tra larve di Oryctes e Pentodon, molto simili e per me le uniche possibili. Dal momento che Oryctes ha larve xilofaghe e Pentodon fitofaghe, se non c'erano residui legnosi nello scavo, dovrebbe trattarsi di Pentodon bidens; per quanto ne so, le larve di Oryctes non si allontanano mai dal cibo.



Nel terreno c'erano solo radici di piante erbacee, per cui protendo sempre di più per Pentodon bidens. Grazie per i suggerimenti.

Torna all'inizio della Pagina

Stregatto
Utente Senior


Città: Arezzo


1433 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 25 settembre 2020 : 18:19:13 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Isha88:

Messaggio originario di Stregatto:

Ciao! Mi rendo conto che quando la distinzione tra specie affini comporta un esame dettagliato di certi caratteri e particolari ci si addentra in un lavoro davvero certosino, che inevitabilmente richiede immagini e foto che evidenzino alla perfezione i singoli dettagli.
La guida che hai consultato deve essere un ottimo lavoro.
Per caso è questa? : Link

Gli autori coincidono, ma il titolo è leggermente diverso: forse perché si tratta di un'edizione precedente rispetto alla tua (2014).
Se non l'hai già fatto, potresti provare a consultare la Fauna d'Italia (Calderini ed.): sicuramente deve esserci un volume specifico dedicato agli Scarabaeidae:

Link

Infine, potrebbe esserti utile il sito di Guido Sabatinelli, uno dei nostri massimi studiosi:
Link

Attendiamo comunque il parere degli specialisti.

Enzo



Il libro che citi tu è diverso da quello riportato da me. Se fai una ricerca su internet o se accedi a "ResearchGate" puoi trovarlo senza alcun problema.

Il sito di Guido Sabatinelli non lo conoscevo, grazie! Purtroppo però non hanno ancora creato le schede delle due specie che si contendono l'ID.

Grazie anche per il sito di Fauna d'Italia, ho preso nota dei futuri libri da prendere


Ciao! Grazie mille per la dritta su "ResearchGate": proverò a cercarlo lì: registrandosi si può scaricare in Pdf?
Per quanto riguarda invece la "Fauna d'Italia", alcuni titoli sono fuori catalogo e difficilmente reperibili: in tal caso, ti consiglio di cercare su Maremagnum, Abebooks, Comprovendolibri, Amazon o Ebay, dove si trovano sempre dei libri un po' datati:
Link
Link
Link

Buon lavoro!
Enzo

Torna all'inizio della Pagina

Isha88
Utente Junior

Città: Bergamo


32 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 27 settembre 2020 : 15:25:31 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sì, si può scaricare il pdf!

Grazie delle dritte sui siti, ne farò buon uso.

Torna all'inizio della Pagina

Stregatto
Utente Senior


Città: Arezzo


1433 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 27 settembre 2020 : 15:46:23 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Isha88:

Sì, si può scaricare il pdf!

Grazie delle dritte sui siti, ne farò buon uso.


Grazie mille, allora mi registro: ci sono dei lavori davvero eccellenti!

Enzo

Torna all'inizio della Pagina

gabrif
Moderatore


Città: Milano

Regione: Lombardia


3259 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 28 settembre 2020 : 19:10:15 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao, se a qualcuno interessa (in inglese):

Ritcher, P. O. (1967). Keys for identifying larvae of Scarabaeoidea to the family and subfamily (Coleoptera). Occ. Pap. Bur. Ent. Calif., No. 10(10), 1–8

può mandarmi un MP. Neanche questo però dà dei caratteri per distinguere la larva di un Pentodon da quella di un Oryctes. Restano solo le dimensioni.

G.

Nulla è piccolo in Natura. (George Perkins Marsh (1801-1882))
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,35 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net