testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Leggi il nostro regolamento!! Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 


Nota! La determinazione degli insetti necessita quasi sempre di un'indicazione geografica e temporale precisa.
Invitiamo quindi gli utenti ad inserire questi dati ogni volta che viene richiesta una determinazione o viene postata una foto di un insetto. I dati forniti dagli utenti ci consentiranno anche di attribuire un valore scientifico alle segnalazioni, contribuendo a migliorare e integrare le attuali conoscenze sulla distribuzione delle specie postate.


 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
   INSETTI
 Hymenoptera
 Cephidae, anzi no, Ichneumonidae
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

dtvd
Utente Super

Città: Avigliana
Prov.: Torino

Regione: Piemonte


5101 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 10 gennaio 2019 : 22:57:06 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Facendo una "passeggiata" lungo l'argine della Dora, ho visto una pianta spezzata dal vento, che era stata tutta rosicchiata. In alcune zone vi erano diversi fori, e nelle zone rosicchiate si vedevano diversi cunicoli.
Pensavo si trattasse di Scolytidae, ma loro, i cunicoli li scavano sotto corteccia, quindi cercando anche sulla parte abbattuta, qualcosa ho trovato.

12-12-2018 Lungo Dora, Avigliana (TO)
Immagine:
Cephidae, anzi no, Ichneumonidae
192,76 KB
Immagine:
Cephidae, anzi no, Ichneumonidae
164,07 KB



Modificato da - gomphus in Data 15 gennaio 2019 22:25:48

dtvd
Utente Super

Città: Avigliana
Prov.: Torino

Regione: Piemonte


5101 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 10 gennaio 2019 : 22:57:42 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Il primo insetto che avevo trovato dentro il cunicolo, su un pezzo di corteccia, come si vede non era molto in salute.
Quindi ho staccato ancora qualche pezzo di corteccia, ed alla fine uno(morto anche lui) miracolosamente integro l'ho trovato!

Più grande dei primi che avevo trovato(14 MM. abbondanti)ho avuto l'impressione che fosse un Cephidae.
Ma non è che ne abbia visto chissà quanti, e qualche dubbio ancora mi resta.


Potrebbe essere?

Vincenzo

12-12-2018 Lungo Dora, Avigliana (TO)
Immagine:
Cephidae, anzi no, Ichneumonidae
217,76 KB
Immagine:
Cephidae, anzi no, Ichneumonidae
219,95 KB


Modificato da - dtvd in data 10 gennaio 2019 22:58:54
Torna all'inizio della Pagina

dtvd
Utente Super

Città: Avigliana
Prov.: Torino

Regione: Piemonte


5101 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 10 gennaio 2019 : 23:08:40 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
L'ho liberato con tutta la cautela possibile, e me lo sono portato a casa.
...A casa ho cercato poi di pulirlo più che potevo, ma il timore di rovinarlo
era troppo forte, e quindi l'ho lasciato cosi.

Immagine:
Cephidae, anzi no, Ichneumonidae
227,61 KB
Immagine:
Cephidae, anzi no, Ichneumonidae
234,66 KB



Torna all'inizio della Pagina

dtvd
Utente Super

Città: Avigliana
Prov.: Torino

Regione: Piemonte


5101 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 10 gennaio 2019 : 23:09:57 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Qualche particolare.
Immagine:

Cephidae, anzi no, Ichneumonidae
182,1 KB
Immagine:

Cephidae, anzi no, Ichneumonidae
234,98 KB
Immagine:
Cephidae, anzi no, Ichneumonidae
250,17 KB

Ed anche la dimensione.

Vincenzo

Cephidae, anzi no, Ichneumonidae
191,39 KB
Immagine:

Torna all'inizio della Pagina

gomphus
Moderatore


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


9113 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 11 gennaio 2019 : 11:26:30 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
sono proprio Cephidae gli esemplari attualmente li ho io arrivati giusto un paio d'ore fa , li ho messi in alcool, appena sono ammorbiditi li preparo e poi li esamino... eh sì, perché nei Cephidae, già per arrivare al genere, fra le altre cose bisogna vedere il numero di spine preapicali (non apicali ) delle tibie post.

a presto

maurizio

quando l'ultimo albero sarà stato abbattuto,
l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce pescato,
allora ci accorgeremo che i soldi non si possono mangiare

Torna all'inizio della Pagina

dtvd
Utente Super

Città: Avigliana
Prov.: Torino

Regione: Piemonte


5101 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 11 gennaio 2019 : 18:20:49 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sono già arrivati!! non ti ho neanche avvisato che li avevo inviati!
Ne sono tre perché vi ero tornato un paio di settimane dopo per fare qualche foto alla pianta,(che mi ero dimenticato di fare) e mentre mi trovavo ho staccato ancora qualche pezzo di corteccia.
Ne ho trovati ancora qualcuno, anche una femmina, ma era così malridotta che mi si è sbriciolata appena ho cercato di liberarla.
Notavo che erano tutte posizionate con la testa verso la corteccia come se fossero pronte ad uscire ...sarà successo qualcosa che glie lo ha impedito?

... Allora speriamo che si riescano a vedere ancora le spine preapicali! che già riuscire a sapere il genere sarebbe già un ottimo risultato.

Grazie mille Maurizio, e buon lavoro!

Vincenzo

P.S. Inserisco un paio di foto della pianta, scattate oggi.

Immagine:
Cephidae, anzi no, Ichneumonidae
240,07 KB
Immagine:


Pensavo che la scorticatura fosse opera dei cinghiali, però mi sa che(visto l'altezza)sarà stato qualche picchio.
Cephidae, anzi no, Ichneumonidae
199,54 KB
Immagine:
Cephidae, anzi no, Ichneumonidae
227,74 KB

Torna all'inizio della Pagina

gomphus
Moderatore


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


9113 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 12 gennaio 2019 : 00:22:55 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
li ho lasciati ancora in alcool, perché le zampe erano ancora un po' rigide, conto di prepararli lunedì, cmq sono in perfette condizioni, spine comprese

il genere dovrebbe essere Calameuta, ma come specie finora non ho trovato niente che quadra , vediamo quando saranno preparati e potrò esaminarli meglio
ne hai trovati altri ? potrebbero essere i benvenuti e se ne trovi ancora, meglio
dato che i tre exx. che ho ricevuto sono femmine e nei maschi c'è un carattere importante per la determinazione


maurizio

quando l'ultimo albero sarà stato abbattuto,
l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce pescato,
allora ci accorgeremo che i soldi non si possono mangiare

Torna all'inizio della Pagina

elleelle
Moderatore Trasversale

Città: roma

Regione: Lazio


30256 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 12 gennaio 2019 : 08:30:13 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Non sapevo che fossero xilofagi.
Certo, tra gli xilofagi capita spesso che non riescano ad uscire dalla cella. Io l'ho notato spesso con i Buprestidae.
Che alberi erano? Robinie? Olmi? Legno duro o marcescente?

Modificato da - elleelle in data 12 gennaio 2019 08:31:10
Torna all'inizio della Pagina

dtvd
Utente Super

Città: Avigliana
Prov.: Torino

Regione: Piemonte


5101 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 12 gennaio 2019 : 09:31:21 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di gomphus:

li ho lasciati ancora in alcool, perché le zampe erano ancora un po' rigide, conto di prepararli lunedì, cmq sono in perfette condizioni, spine comprese

il genere dovrebbe essere Calameuta, ma come specie finora non ho trovato niente che quadra , vediamo quando saranno preparati e potrò esaminarli meglio
ne hai trovati altri ? potrebbero essere i benvenuti e se ne trovi ancora, meglio
dato che i tre exx. che ho ricevuto sono femmine e nei maschi c'è un carattere importante per la determinazione

Come vedi dalla foto, di corteccia nella parte della pianta ancora in piedi non ne è rimasta, nella parte bassa in cui un po di corteccia c'è ancora, non ci sono bestiole. Forse prevedendo l'aumento del livello del fiume, le femmine ovidepongono un po in alto, o forse perché nella parte bassa essendoci più umidità è più facile che venga attaccata dai funghi ...io non ne ho idea,le mie sono solo ipotesi.

Nella parte spezzata, a terra, è li che ho trovato qualche bestiola, ieri ne ho trovata solo una. Un po più piccola (9 MM.) ma se sia una femmina o maschio non ne ho idea.
In quella parte della pianta, ormai siamo verso i rami, e penso che le probabilità di trovarne ancora siano molto poche ...comunque posso poi provare!
Certo me ne fossi accorto qualche mese fa,(prima che i picchi banchettassero)qualche bestiola in più l'avrei trovata! ma comunque loro hanno senz'altro la precedenza!

Vincenzo

Torna all'inizio della Pagina

dtvd
Utente Super

Città: Avigliana
Prov.: Torino

Regione: Piemonte


5101 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 12 gennaio 2019 : 09:42:15 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di elleelle:

Non sapevo che fossero xilofagi.
Certo, tra gli xilofagi capita spesso che non riescano ad uscire dalla cella. Io l'ho notato spesso con i Buprestidae.
Che alberi erano? Robinie? Olmi? Legno duro o marcescente?

Ciao Luigi, la pianta è un salice, se dovessi dire di quale specie non ne ho idea, comunque quando vengono grandi sviluppano una corteccia molto ruvida.
Era secco ma non ancora marcescente, forse solo per il fatto che qui è un po di inverni che c'è la siccità, anche per quello la corteccia invece di marcire diventa durissima, e loro una volta scavato nel legno che è tenero poi si ritrovano nella corteccia durissima che non riescono a forare ...si vede che non sono "attrezzati come i Siricidae che forano qualsiasi cosa!

Vincenzo

Torna all'inizio della Pagina

gomphus
Moderatore


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


9113 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 12 gennaio 2019 : 14:55:58 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
i Cephidae si sviluppano all'interno di fusti vegetali, per lo più in piante erbacee, oppure in giovani rametti di alberi e arbusti, più di rado in grossi rami o tronchi di specie arboree

Messaggio originario di dtvd:

...si vede che non sono "attrezzati" come i Siricidae che forano qualsiasi cosa!

o semplicemente non sono "attrezzati" per resistere alla disidratazione quando il fusto in cui si trovano, invece che rimanere umido, va incontro a una siccità abnorme


maurizio

quando l'ultimo albero sarà stato abbattuto,
l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce pescato,
allora ci accorgeremo che i soldi non si possono mangiare

Torna all'inizio della Pagina

dtvd
Utente Super

Città: Avigliana
Prov.: Torino

Regione: Piemonte


5101 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 12 gennaio 2019 : 23:24:08 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di gomphus:

i Cephidae si sviluppano all'interno di fusti vegetali, per lo più in piante erbacee, oppure in giovani rametti di alberi e arbusti, più di rado in grossi rami o tronchi di specie arboree

Messaggio originario di dtvd:

...si vede che non sono "attrezzati" come i Siricidae che forano qualsiasi cosa!

o semplicemente non sono "attrezzati" per resistere alla disidratazione quando il fusto in cui si trovano, invece che rimanere umido, va incontro a una siccità abnorme


Sarà proprio come dici Maurizio, qui anche se piove un po 'estate, sono ormai parecchi inverni che a parte qualche rara spruzzata di neve, di acqua non se ne vede, se non verso aprile o maggio, quindi le piante per diversi mesi stanno all'asciutto, se poi ci mettiamo che qui in valle soffia spesso il vento, la situazione è ancora di più peggiorata.

Lunedì(tempo permettendo)torno a vedere se trovo ancora qualcosa nei rami e ti faccio sapere.

Vincenzo




Modificato da - Chalybion in data 13 gennaio 2019 19:46:24
Torna all'inizio della Pagina

gomphus
Moderatore


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


9113 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 15 gennaio 2019 : 22:25:03 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia


sono riuscito a preparare gli exx. senza fare malanni e ho potuto finalmente esaminarli nei dettagli, compresa la cosa più importante, la venulazione alare

e così ho capito perché, da quel poco che riuscivo a distinguere, non arrivavo a niente di convincente

perché non sono cefidi sono icneumonidi , di quelli con la "vita di vespa" poco evidente

ammetto che non avevo idea che ci fossero icneumonidi con le antenne fatte in quel modo, cmq con gli esemplari sotto mano, e la possibilità di rivoltarli a piacere, spero che a qualcosa si possa arrivare... e se poi salta fuori anche il maschio, ancora meglio

a presto

maurizio

quando l'ultimo albero sarà stato abbattuto,
l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce pescato,
allora ci accorgeremo che i soldi non si possono mangiare

Torna all'inizio della Pagina

dtvd
Utente Super

Città: Avigliana
Prov.: Torino

Regione: Piemonte


5101 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 16 gennaio 2019 : 00:30:19 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di gomphus:



sono riuscito a preparare gli exx. senza fare malanni e ho potuto finalmente esaminarli nei dettagli, compresa la cosa più importante, la venulazione alare

e così ho capito perché, da quel poco che riuscivo a distinguere, non arrivavo a niente di convincente

perché non sono cefidi sono icneumonidi , di quelli con la "vita di vespa" poco evidente




Accipicchia! ecco perché quelle antenne non mi convincevano!
Le vedevo un po lunghe ed anche molto robuste, ma non conoscendo i Cefidi, e ancor meno gli Icneumonidi, vedendoli cosi lunghi e sottili avevo pensato ai primi.
Lunedì sarei dovuto andare a vedere se ne trovavo ancora, ma c'era un vento talmente forte, che mi ha fatto passare la voglia.
Vi sono andato(ormai)ieri, ma non ho trovato nulla, ho trovato qualcosa in una pianta vicino, ma erano così vecchi che si sbriciolavano solo a guardarli.
Ora ho solo una bestiola che avevo trovato l'altro giorno, è ancora più piccola delle altre(9MM.)ma se sia maschio o femmina non ne ho idea.

Se pensi possa servire potrei farti avere anche questo.

In ogni caso, ti ringrazio molto per essere intervenuto Maurizio.

Vincenzo

Torna all'inizio della Pagina

gomphus
Moderatore


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


9113 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 16 gennaio 2019 : 13:54:50 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di dtvd:

... Ora ho solo una bestiola che avevo trovato l'altro giorno, è ancora più piccola delle altre(9MM.)ma se sia maschio o femmina non ne ho idea.

Se pensi possa servire potrei farti avere anche questo...

penso proprio di sì in ogni caso per sapere se è maschio o femmina basta fare una foto dell'estremità addominale vista da sotto

maurizio

quando l'ultimo albero sarà stato abbattuto,
l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce pescato,
allora ci accorgeremo che i soldi non si possono mangiare

Torna all'inizio della Pagina

dtvd
Utente Super

Città: Avigliana
Prov.: Torino

Regione: Piemonte


5101 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 16 gennaio 2019 : 21:40:51 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di gomphus:

in ogni caso per sapere se è maschio o femmina basta fare una foto dell'estremità addominale vista da sotto

Ciao Maurizio, ci ho provato, ma quanta fatica! ...pensa che era talmente leggero che dovevo far attenzione a non respirare troppo forte.

Oltre ad essere il più piccolo di tutti, è anche il più rinsecchito, praticamente c'è rimasto solo l'esoscheletro.
Spero tanto di sbagliarmi, ma anche questa bestiola a me sembra una femmina, ma vedi un po tu ...inserisco un paio di foto sperando si riesca a capire.

Vincenzo

Immagine:
Cephidae, anzi no, Ichneumonidae
218,8 KB
Immagine:
Cephidae, anzi no, Ichneumonidae
207,59 KB

Torna all'inizio della Pagina

gomphus
Moderatore


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


9113 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 17 gennaio 2019 : 09:36:03 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di dtvd:

... Spero tanto di sbagliarmi, ma anche questa bestiola a me sembra una femmina...

sembra anche a me ad ogni modo può servire

appena ho le foto (che non faccio io ) di uno degli exx. preparati, le posto sul nostro forum partner dove bazzicano un paio di specialisti dai quali spero di sapere qualcosa

p.s. un collega qui in museo, buon conoscitore di imenotteri in generale, mi dice di non aver mai visto niente del genere

maurizio

quando l'ultimo albero sarà stato abbattuto,
l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce pescato,
allora ci accorgeremo che i soldi non si possono mangiare

Torna all'inizio della Pagina

dtvd
Utente Super

Città: Avigliana
Prov.: Torino

Regione: Piemonte


5101 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 17 gennaio 2019 : 14:59:00 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di gomphus:
p.s. un collega qui in museo, buon conoscitore di imenotteri in generale, mi dice di non aver mai visto niente del genere

Bene! anche se non sono dei Cephidae, speriamo possano rivelarsi qualcosa di interessante!

Grazie ancora Maurizio.

Vincenzo

Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Forum Natura Mediterraneo © 2003-2018 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,68 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Ecotrekking.it | Lynkos.net