testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Conosci la funzione scorciatoia? Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Astronomia - Il cielo del Mediterraneo
 IL CIELO DEL MEDITERRANEO
 Oggetto sconosciuto in movimento
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva >>
Autore Discussione Discussione Successiva
Pag.di 2

Marco Spiller
Utente Senior


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


2811 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 19 novembre 2018 : 17:03:34 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

L'altro ieri sera, durante un test di settaggio della mia camera cmos che puntava Marte, mi è capitato di osservare in modo puramente casuale un oggetto alquanto strano per caratteristiche e comportamento. Si trovava in una zona di cielo compresa tra marte e la stella 45 Aqr come è possibile vedere nelle immagini che seguiranno.
Immagine:
Oggetto sconosciuto in movimento
89,76 KB
Immagine:
Oggetto sconosciuto in movimento
88,83 KB
Immagine:
Oggetto sconosciuto in movimento
24,81 KB
17.11.2018, inizio osservazione ore 18:08:38. Obiettivo Canon EF 55-250 mm (a 55 mm) + Gpcam2 color.

Ovviamente, si possono tranquillamente escludere corpi celesti come comete, meteoriti, satelliti artificiali o altro considerando i tempi e la modalità con cui è avvenuto lo spostamento. E' possibile, inoltre, percepire una variazione di forma dovuta probabilmente ad una possibile rotazione dell'oggetto durante il suo spostamento relativo rispetto alla prospettiva di osservazione.
L'unica ipotesi che mi è venuta in mente è quella che potesse trattarsi di un drone ma, considerando l'altezza a cui si trovava marte (31°) e il suo spostamento relativo rispetto al pianeta (circa mezzo grado), non ho avuto modo di capire a quale distanza potesse trovarsi da me e di quale dimensione fosse.
Vista la stranezza del fenomeno, ho pensato di condividerlo con voi per sentire opinioni a riguardo.

Marco

Link
Link
Link
Link

Hoplocampa
Utente Senior

Città: Vicobarone di Ziano P.no
Prov.: Piacenza

Regione: Emilia Romagna


1286 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 20 novembre 2018 : 21:56:10 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Dall'alto della mia astronomica ignoranza, direi...Mah....
Renato

Più poeti, meno banchieri!

Modificato da - Hoplocampa in data 20 novembre 2018 21:56:54
Torna all'inizio della Pagina

Marco Spiller
Utente Senior


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


2811 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 22 novembre 2018 : 16:59:31 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ti ringrazio Renato, è già qualcosa....

Marco

Link
Link
Link
Link
Torna all'inizio della Pagina

theco
Utente Super




6052 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 23 novembre 2018 : 15:04:39 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Provo a fare qualche considerazione, sperando di non dire sciocchezze.

Dalla tua descrizione ricavo che lo spostamento è stato di circa mezzo grado ed è avvenuto in circa 13 minuti.

Se fosse stato un oggetto in movimento a bassa quota, per esempio un drone ad un centinaio di metri di quota, se ne ricaverebbe che in quei 13 minuti di volo il drone avrebbe coperto una distanza di 87 centimetri. Impossibile...

Si tratta quindi di un oggetto molto più distante dal suolo.

Se si trattasse di un satellite geostazionario si troverebbe ad una quota di circa 36.000 metri e in 13 minuti percorrerebbe circa 2.400 km. Questa distanza però spazzerebbe un angolo alla base di circa 3° anziché il 1/2 grado che riporti.

Salvo miei più che possibili errori di calcolo, se pensi che il valore dell'angolo di spostamento possa aggirarsi attorno ai 3 gradi allora probabilmente hai ripreso un satellite geostazionario, cosa per altro ben verificabile in future osservazioni perché dovrebbe trovarsi sempre lì, mentre la volta celeste gli ruota dietro.
Viceversa si tratta di un oggetto più vicino al suolo, magari un satellite spia...



Modificato da - theco in data 23 novembre 2018 15:12:27
Torna all'inizio della Pagina

Marco Spiller
Utente Senior


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


2811 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 23 novembre 2018 : 21:53:10 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ti ringrazio Theco per le tue considerazioni, senza dubbio utili alla comprensione del fenomeno. Un satellite geostazionario è plausibile. Comunque, ho riportato l'intera sequenza del movimento al seguente link:
Link


Marco

Link
Link
Link
Link
Torna all'inizio della Pagina

vladim
Moderatore trasversale


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


26829 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 24 novembre 2018 : 05:32:14 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Non hai pensato di interpellare qualche osservatorio astronomico?

Torna all'inizio della Pagina

Marco Spiller
Utente Senior


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


2811 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 24 novembre 2018 : 09:15:21 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Cercherò piuttosto informazioni su eventuale presenza di satelliti geostazionari in quella zona...

Marco

Link
Link
Link
Link
Torna all'inizio della Pagina

vladim
Moderatore trasversale


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


26829 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 24 novembre 2018 : 10:34:55 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di theco:

....
Se si trattasse di un satellite geostazionario si troverebbe ad una quota di circa 36.000 metri.....


36.000 Km...
Scusate, ma se fosse geostazionario non divrebbe apparire sempre nello stesso punto? Se no, che "stazionario" sarebbe? Le antenne paraboliche sono fisse...

Torna all'inizio della Pagina

ninocasola43
Utente Super

Città: s.agnello
Prov.: Napoli

Regione: Campania


6306 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 24 novembre 2018 : 11:24:10 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di vladim:

Messaggio originario di theco:

....
Se si trattasse di un satellite geostazionario si troverebbe ad una quota di circa 36.000 metri.....


36.000 Km...
Scusate, ma se fosse geostazionario non divrebbe apparire sempre nello stesso punto? Se no, che "stazionario" sarebbe? Le antenne paraboliche sono fisse...



il satellite è fermo nel punto di riferimento delle coordinate terrestri mentre gli altri astri ruotano e cambiano posizione istante per istante!

nin
Torna all'inizio della Pagina

vladim
Moderatore trasversale


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


26829 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 24 novembre 2018 : 11:43:16 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Esatto!
Allora se l'ogetto in questione è sempre alle stesse coordinate, vuol dire che è geostzionaro e lo si dovrebbe vedere lì...anche oggi.

Torna all'inizio della Pagina

ninocasola43
Utente Super

Città: s.agnello
Prov.: Napoli

Regione: Campania


6306 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 24 novembre 2018 : 13:31:48 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di vladim:

Esatto!
Allora se l'ogetto in questione è sempre alle stesse coordinate, vuol dire che è geostzionaro e lo si dovrebbe vedere lì...anche oggi.



esatto! il geostazionario è praticamente un punto fermo del cielo!
In termini matematici (o meglio geometrici)la velocità angolare dell'orbita del satellite è uguale alla velocità angolare della rotazione terrestre
questi satelliti sono anche denominati "equatoriali"

nin
Torna all'inizio della Pagina

vladim
Moderatore trasversale


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


26829 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 24 novembre 2018 : 13:45:22 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ed allora, dov'è il problema?
Se puntando "là" il telescopio l'oggetto c'è ancora, si tratta di un satellite geostazionario, altrimenti si devono prendere in considerazine alte ipotesi.
Non ti sembra?
Torna all'inizio della Pagina

Marco Spiller
Utente Senior


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


2811 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 24 novembre 2018 : 19:28:17 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Allora ragazzi.... dalle informazioni che mi risultano, l'unico satellite geostazionario che poteva trovarsi in quella posizione a quell'ora sembrerebbe essere il GORIZONT 17 di provenienza russa e adibito alle comunicazioni. L'unico particolare che mi lascia perplesso è la sua magnitudine che viene riportata intorno a 13...

Marco

Link
Link
Link
Link
Torna all'inizio della Pagina

vladim
Moderatore trasversale


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


26829 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 24 novembre 2018 : 20:45:20 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Marco Spiller:

Allora ragazzi.... dalle informazioni che mi risultano, l'unico satellite geostazionario che poteva trovarsi in quella posizione a quell'ora sembrerebbe essere il GORIZONT 17....

Scusa, ma perchè specificare l'ora?
Se è geostazionario non dovrebbe apparire sempre nella steaaa posizione?

La magnitudine sì che potrebbe variare, a seconda quantità/angolazione della luce solare che lo colpisce.

Torna all'inizio della Pagina

Marco Spiller
Utente Senior


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


2811 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 25 novembre 2018 : 09:30:23 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
si..certo... l'ora non ha importanza ma la visibilità è correlata all'ora di osservazione e a quell'ora la sua luce riflessa, secondo le stime di stellarium dopo aggiornamento, equivale ad una magnitudine circa 13 e questo non corrisponderebbe a quella rilevata da me ( intorno a 6-7 se paragonata alle altre stelle vicine)

Marco

Link
Link
Link
Link
Torna all'inizio della Pagina

vladim
Moderatore trasversale


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


26829 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 25 novembre 2018 : 14:00:56 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Stando così le cose, non mi resta che tornare alla mia idea di
porre il problema ad un ossrvatorio o istituzione analoga, magari anche
alla NASA.
Torna all'inizio della Pagina

ninocasola43
Utente Super

Città: s.agnello
Prov.: Napoli

Regione: Campania


6306 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 25 novembre 2018 : 14:48:31 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
cerchiamo di chiarire un po' la questione:
i satelliti geostazionari vengono posti su un'orbita equatoriale e viaggiano ad una velocità uguale a quella della rotazione terrestre tanto che si trovano sempre sullo stesso punto del cielo, mentre gli astri descrivono orbite che permettono loro di trovarsi giorno per giorno in punti diversi nel cielo rispetto alla Terra.
Quindi ogni giorno, condizioni meteorologiche permettendo, il satellite lo trovi sempre nello stesso punto.
per la messa in orbita di tali satelliti l'Italia aveva installato due piattaforme, la San Marco e la Santa Rita (oggi abbandonate), davanti alle coste del Kenia, dove al comando del prof. Broglio, venivano posti in orbita satelliti nostrani o satelliti di altre nazioni che ce ne facevano richiesta.
Del gruppo faceva parte (permettetemi questo piccolo vanto, un mio cugino generale dell'aeronautica e ingegnere meccanico addetto proprio al calcolo di tali orbite

nin
Torna all'inizio della Pagina

ninocasola43
Utente Super

Città: s.agnello
Prov.: Napoli

Regione: Campania


6306 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 25 novembre 2018 : 14:55:01 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
un paio di anni fa fu pubblicato un libro scritto dal dott. Francesco Pinto direttore di Rai 3 intitolato "lancio perfetto" che parla di questi lanci italiani da queste basi ormai abbandonate. Il libro si legge con molto piacere (Francesco è una magnifica penna) e lo consiglio a chi vuole applicarsi.
Alcuni nomi dei componenti il gruppo Broglio sono stati celati da pseudonimi:

nin
Torna all'inizio della Pagina

vladim
Moderatore trasversale


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


26829 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 25 novembre 2018 : 16:24:10 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Storicamente interessante, ...ma non mi pare porti alcun contributo
alla determinazione..dell'UFO di Marco.

Che un satellite geostazionario sia sempre nello stesso punto rispetto ad un osservatore terrestre è assodato.

Sei sicuro che i satelliti lLanciati dalla piattaforma San Marco (l'altra era di supporto) raggiungessro l'orbita geostazionaria?
A me sembra rimanessero in orbite molto più basse.
Mi pare che il primo satellite geostazionario italiano fosse il Sirio, lanciato da Cape Canaveral con un razzo Delta.
Torna all'inizio della Pagina

Marco Spiller
Utente Senior


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


2811 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 25 novembre 2018 : 18:47:57 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Comunque, la cosa che posso fare è di puntare il mio obiettivo nuovamente in quel punto appena il tempo si sistema, credo che forse martedi sera dovrei avere uno squarcio di sereno su Milano. Vi farò sapere quanto prima..... almeno spero...

Marco

Link
Link
Link
Link
Torna all'inizio della Pagina

ninocasola43
Utente Super

Città: s.agnello
Prov.: Napoli

Regione: Campania


6306 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 25 novembre 2018 : 21:28:57 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di vladim:

Storicamente interessante, ...ma non mi pare porti alcun contributo
alla determinazione..dell'UFO di Marco.

Che un satellite geostazionario sia sempre nello stesso punto rispetto ad un osservatore terrestre è assodato.

Sei sicuro che i satelliti lLanciati dalla piattaforma San Marco (l'altra era di supporto) raggiungessro l'orbita geostazionaria?
A me sembra rimanessero in orbite molto più basse.
Mi pare che il primo satellite geostazionario italiano fosse il Sirio, lanciato da Cape Canaveral con un razzo Delta.

Carissimo, le piattaforme furono allestite sulle coste del Kenia proprio per mettere in orbita satelliti geostazionari tipo Meteosat, Landsat etc.: Che poi si siano messi in orbita satelliti più alti o più bassi, con differenti velocità di rotazione è possibile: All'epoca le committenze erano molte e rendevano soldi: per lanciare il Sirio, gli U.S.A. si facevano pagare e molto!
per sapere se l'oggetto in argomento è un satellite e in particolare del tipo geostazionario bisognerà attendere una successiva osservazione e possibilmente poter calcolare o misurare altezza e azimut.
poi. per avere la carta d'identità dell'oggetto non identificato bisognerebbe rivolgersi alla NASA o a Marte

nin
Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 2 Discussione Discussione Successiva  

Pagina Successiva >>

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Forum Natura Mediterraneo © 2003-2018 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,49 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Ecotrekking.it | Lynkos.net