testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Lo sapevi che puoi aggiungere le informazioni di Google Map nel Forum? Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
 UCCELLI
 Fenicotteri rosa alla Diaccia Botrona (GR)
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

vespa90ss
Utente Super


Città: Firenze

Regione: Toscana


6416 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 17 giugno 2007 : 21:20:32 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Stamattina ho fotografato questo gruppetto di fenicotteri rosa (ne ho contati sparsi una sessantina sulla piccola zona del padule che potevo osservare). Purtroppo non ho potuto avvicinarmi meno di 150 metri circa a causa della presenza di canali. Peccato! erano molto lontani dalla casetta d'avvistamento, quasi trecento metri quindi le foto erano veramente impossibili.
Ho utilizzato un catadiottrico MTO con duplicatore Vivitar il tutto montato sulla mia K10 (focale totale 1500mm) ma come vedete i risultati non sono un granchè. Ho problemi di messa a fuoco a causa della poca luminosità nel mirino. Ma forse qualcosa non funziona a dovere nell'obiettivo visto che su una cinquantina di fotogrammi questi sono quelli meglio venuti (è possibile che non metta a fuoco quasi sulle lunghe distanze?). Al contrario il Cavaliere d'Italia e la Garzetta, fotografati ad una trentina di metri sono quasi a fuoco. Un mistero.
Nella foto panoramica del padule della Diaccia Botrona potete vedere il gruppetto sullo sfondo mentre sta pasturando.

Dalla foto satellitare di Google Maps potete osservare la Casa Rossa come punto di riferimento in alto a sin. le zone chiare asciutte e salate e la parte destra el padule vero e proprio, allagata. La parte chiara e quella allagata sono divise da un camminamento e da un fossato profondo. Io avevo strisciato fino a metà circa del camminamento. I fenicotteri erano sparpagliati di fronte su quella specie di isolotti. Una quarantina erano invece sugli isolotti circolari in basso a destra, molto più lontani.
Potete notare il casottino messo a cavallo di un canale sull'angolo sin. del padule.

Link

Una buona serata a tutti,
Beppe


Panorama della Diaccia Botrona con gruppo
di fenicotteri sullo sfondo:

Fenicotteri rosa alla Diaccia Botrona (GR)
260,63 KB


Questa è la Casa Rossa Ximenes adibita a Museo e a posto d'osservazione a mezzo telecamere collegate a dei computers.

La Casa Rossa, oggi Museo Ximenes
Fenicotteri rosa alla Diaccia Botrona (GR)
250,45 KB



Immagine:
Fenicotteri rosa alla Diaccia Botrona (GR)
209,6 KB



Immagine:
Fenicotteri rosa alla Diaccia Botrona (GR)
225,88 KB


Immagine:
Fenicotteri rosa alla Diaccia Botrona (GR)
207,18 KB



Immagine:
Fenicotteri rosa alla Diaccia Botrona (GR)
227,53 KB




Una Garzetta in caccia
Fenicotteri rosa alla Diaccia Botrona (GR)
206,97 KB



Fenicotteri dal casottino
Fenicotteri rosa alla Diaccia Botrona (GR)
181,24 KB



Cavaliere d'Italia:
Fenicotteri rosa alla Diaccia Botrona (GR)
181,65 KB

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
A volte Madre Natura decide di lanciare una palla ad effetto. (Charles Bronson)

Modificato da - vespa90ss in Data 17 giugno 2007 21:34:12

vespa90ss
Utente Super


Città: Firenze

Regione: Toscana


6416 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 25 giugno 2007 : 01:59:40 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
E'tardissimo. Mi metto al lavoro soltanto adesso.
Domenica mattina, cioè...ieri... sono tornato alla Diaccia Botrona ed ho provato una nuova tecnica di scatto con la mia Pentax K10. Poichè le vecchie immagini non mi soddisfacevano, nonostante avessi la consapevolezza che stessi utilizzando un'ottica delle peggiori (MTO catadiottrico più duplicatore), ho voluto tentare la tecnica dello specchio sollevato e del cavalletto.
Quest'ultimo non era professionale, quindi piuttosto ballerino (eufemismo!!! pigiando lo scatto vibrava leggermente...). Ho comunque scattato col sistema dello specchio sollevato per eliminare le microvibrazioni dovute al suo sollevamento ed al riabbassarsi rapido. Era un tentativo da effettuare agli stessi soggetti, stesse condizioni.
Il risultato sembra sia stato migliore, con immagini più nitide. La macchina al momento dello scatto solleva lo specchio e dopo due secondi lo rilascia. Chiaramente l'immagine verrà eseguità nell'incognita più completa, ma tantando molti scatti qualcuno di sicuro sarà azzeccato nella posa desiderata.
Ingrandendo l'immagine ho notato che uno dei fenicotteri è inanellato.
Aggiungo una foto scattata ad un airone cinerino con lo stesso sistema dello specchio sollevato.

Una buona...notte
Beppe



Fenicotteri rosa: foto con specchio sollevato
Fenicotteri rosa alla Diaccia Botrona (GR)
212,41 KB



Fenicottero rosa inanellato :
Fenicotteri rosa alla Diaccia Botrona (GR)
226,29 KB



Airone cinerino:
Fenicotteri rosa alla Diaccia Botrona (GR)
99,53 KB




°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
A volte Madre Natura decide di lanciare una palla ad effetto. (Charles Bronson)
Torna all'inizio della Pagina

Fabribor
Utente Senior


Città: Savarna
Prov.: Ravenna

Regione: Emilia Romagna


1547 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 25 giugno 2007 : 18:58:23 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di vespa90ss:


Fenicottero rosa inanellato :
Fenicotteri rosa alla Diaccia Botrona (GR)
226,29 KB




Sai, credo che non sia inanellato. Nello schema di inanellamento di tutti i paesi, l'anello viene posto sulla tibia e non sul tarso come appare nella foto. Inoltre l'anello deve per forza essere largo per non creare danni, e se quella fosse la posizione dell'inanellamento, cadrebbe fino alla base delle dita e non resterebbe a metà del tarso. Credo che si tratti di un riflesso di luce birichino...

Torna all'inizio della Pagina

vespa90ss
Utente Super


Città: Firenze

Regione: Toscana


6416 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 27 giugno 2007 : 12:35:44 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie per la spiegazione, è un discorso che non fa una grinza.
Se mi dovesse capitare di arrivare più a tiro, è necessario fotografare il numero dell'anello o è sufficiente solo il colore? Mi puoi dare qualche informazione in più sugli anelli? E' molto interessante l'argomento.
Ti ringrazio molto,
Beppe

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
A volte Madre Natura decide di lanciare una palla ad effetto. (Charles Bronson)
Torna all'inizio della Pagina

Fabribor
Utente Senior


Città: Savarna
Prov.: Ravenna

Regione: Emilia Romagna


1547 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 27 giugno 2007 : 20:23:35 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Mi viene in mente che potrei scrivere un prossimo articolo sul NM Magazine sulla lettura degli anelli colorati e la trasmissione del dato all'Istituto Nazionale della Fauna selvatica in modo corretto.
Sempre che possa essere argomento di interesse abbastanza diffuso.
Altrimenti potrei fare un breve vademecum da mettere in rilevo nel forum Uccelli...
Torna all'inizio della Pagina

vespa90ss
Utente Super


Città: Firenze

Regione: Toscana


6416 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 27 giugno 2007 : 20:53:06 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Fabribor:

Mi viene in mente che potrei scrivere un prossimo articolo sul NM Magazine sulla lettura degli anelli colorati e la trasmissione del dato all'Istituto Nazionale della Fauna selvatica in modo corretto.
Sempre che possa essere argomento di interesse abbastanza diffuso.
Altrimenti potrei fare un breve vademecum da mettere in rilevo nel forum Uccelli...


scusa Fabrizio(?)
ma se non se ne parla mai come pensi che possa diventare argomento di interesse abbastanza diffuso? Se non interessa a noi che orbitiamo intorno al mondo della natura a chi dovrebbe interessare?
Io sarei più ottimista in tal senso e comincerei a scrivere l'articolo (tempo e disponibilità tua permettendo). Poi chi non vuol leggere gira pagina. Io ad esempio sto cominciando a leggermi da giorni i post anche sulle chioccioline terrestri che mai mi avevano interessato più di tanto. Alla provvidenza non c'è mai limite.
Un caro saluto e grazie per la tua risposta,
Beppe

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
A volte Madre Natura decide di lanciare una palla ad effetto. (Charles Bronson)
Torna all'inizio della Pagina

Fabribor
Utente Senior


Città: Savarna
Prov.: Ravenna

Regione: Emilia Romagna


1547 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 27 giugno 2007 : 23:57:59 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Oh, sono d'accordissimo con te.
Ma non è che non se ne parla mai... sul forum l'argomento è già stato toccato, pur senza grande profondità, già alcune volte.
Infatti di tanto in tanto capita qualche foto di uccelli inanellati.
Rimane comunque l'idea di fare l'articolo, ma deve naturalmente ricevere l'approvazione della redazione!
Una soluzione potrebbe essere fare l'articolo, con qualche foto e qualche dettaglio sulle specie più inanellate, e anche il rilievo sul forum con solo le istruzioni sintetiche su cosa fare in caso di lettura!
Torna all'inizio della Pagina

vespa90ss
Utente Super


Città: Firenze

Regione: Toscana


6416 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 02 luglio 2007 : 06:36:46 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sono tornato ieri alla Diaccia Botrona e riuscendo a strisciare lungo un percorso diverso sono riuscito ad avvicinarmi ad una distanza di circa sessanta metri. Queste sono alcune immagini che sono riuscito a scattare. Scusate se insisto ma mi sembrano interessanti e sicuramente migliori delle precedenti. Voglio segnalare due cose:

la prima: i fenicotteri si sono ridotti di numero (a meno che il grosso del gruppo - ne avevo contatato una settantina mi sembra - non si sia spostato nella parte posteriore del padule). Ne ho trovati nella stessa zono circa una decina.

la seconda: ho notato che eseguono uno strano movimento ritmico di calpestio del fondale fangoso mentre sono con il capo immerso, evidentemente per far smuovere dalla melma gli organismi di cui si nutrono. Un interessante comportamento che mi ha i ricordato i gatti quando fanno le fusa.....

In una di queste foto ho beccato un esemplare inanellato!! stavolta è un anello davvero. Il problema è che non si legge niente

Per le zanzare ho verificato che Autan plus funziona (concedetemi la segnalazione): più nessuna pustola.

Una buona giornata a tutti,
Beppe



Fenicotteri rosa alla Diaccia Botrona :
Fenicotteri rosa alla Diaccia Botrona (GR)
221,11 KB


Fenicotteri rosa alla Diaccia Botrona (GR)
61,73 KB


Fenicotteri rosa alla Diaccia Botrona (GR)
86,84 KB


esemplare con anello :
Fenicotteri rosa alla Diaccia Botrona (GR)
227,88 KB

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
A volte Madre Natura decide di lanciare una palla ad effetto. (Charles Bronson)
Torna all'inizio della Pagina

Neto
Moderatore


Città: Dozza
Prov.: Bologna

Regione: Emilia Romagna


2826 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 02 luglio 2007 : 08:01:50 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Direi che hai notevolmente migliorato le foto
Grazie per la segnalazione dell'autan
Fabrizio, interessa eccome!
ciao
Gianni

Link
Torna all'inizio della Pagina

FOX
Moderatore


Città: BAGNO A RIPOLI

Regione: Toscana


21536 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 02 luglio 2007 : 10:26:36 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sei proprio fortunato Beppe...riesci sempre ad immortalarli...

Complimenti!

un saluto da dietro la collina...

simo



Alto è il prezzo quando si sfida per vanità il mistero della Natura - I. Sheehan
Torna all'inizio della Pagina

Runner
Utente Junior



88 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 02 luglio 2007 : 10:47:56 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Belle foto, complimenti!
Sempre bella la Diaccia Botrona: ci sono andato diverse volte (andavo anche io in campeggio da quelle parti).

Forse più che problemi di messa a fuoco, per le prime foto, ci sono problemi di "foschia": a grandi distanze, specie su specchi d'acqua sotto il sole dell'estate, c'è una forte evaporazione e di conseguenza le immagini sembrano "tremolare". Infatti le foto a distanza più ravvicinata sono più nitide.
Oltre ad alzare lo specchio potresti provare (se già non lo fai) ad usare l'autoscatto, in modo da evitare di muovere la macchina con la pressione sul pulsante di scatto...
Torna all'inizio della Pagina

vespa90ss
Utente Super


Città: Firenze

Regione: Toscana


6416 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 02 luglio 2007 : 17:10:34 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Oltre ad alzare lo specchio potresti provare (se già non lo fai) ad usare l'autoscatto, in modo da evitare di muovere la macchina con la pressione sul pulsante di scatto...

Dunque, considera sempre che sto fotografando con una focale di 1500 mm. Anche il minimo respiro di una formica fa vibrare impercettibilmente tutto. I tempi di scatto si aggirano appena su 1/350 a 800 ISO. La mia Pentax K10D ha la possibilità di sollevare lo specchio utilizzando un autoscatto con due secondi di ritardo per il rilascio. In pratica tu scatti pigiando il pulsante, facendola macrovibrare per questa azione che comunque esercita una certa pressione (non ho il telecomando a infrarossi che comprerò quanto prima).
Immdeiatamente dopo solleva lo specchio e comincia a microvibrare per il contraccolpo del sollevamento. Dopo 2 secondi si apre l'otturatore, entra la luce, si richiude l'otturatore e lo specchio si abbassa (non l'ho spiegato per te che sei al top ma per chi non conosce a fondo certi meccanismi).
Si presuppone che i due secondi di ritardo siano sufficienti per smorzare qualsiasi vibrazione ma non è proprio cosi che accade, credo. A queste lunghezze focali, scopro a mie spese che il cavalletto deve essere di quelli con gli attributi e non un semigiocattolo (come il mio-provvederò quanto prima). Inoltre l'utilizzo di un telecomando dovrebbe ridurre di molto il problema delle macrovibrazioni.
Simo mi faceva notare un certo effetto flou: non so da cosa dipenda. Non credo sia per via della distanza. Ho eseguito con lo stesso cannone da 1500 delle foto alle cicindela a tre metri distanza minima utilizzando un monopiede (poi mi è riuscito di fare una di serie di foto a distanza molto ravvicinata col macro 105).
Nonostante la distanza fosse estremamente ridotta l'effetto flou rimane.
Ragazzi...è roba da 80 euro il catadiottrico MTO e 40 euro il duplicatore Vivitar ....non dimentichiamolo!!!!
Lo so, dovrei frugarmi in tasca e cercare qualche migliaio di euro che mi avanzano. No....non è che ho i coccodrilli in tasca....oppure i braccini...è che proprio questi soldini ancora non posso spenderli.
Ma sto già guardandomi intorno per studiarmi bene un buon tele da 500mm di classe per cominciare a sognare.
Ciao ciao,
Beppe


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
A volte Madre Natura decide di lanciare una palla ad effetto. (Charles Bronson)
Torna all'inizio della Pagina

LOS
Utente Junior

Città: Bagnolo
Prov.: Grosseto

Regione: Toscana


43 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 04 luglio 2007 : 19:13:00 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Caro Beppe, tanto per cominciare ci tengo a ringraziarti di nuovo per il passaggio che mi hai dato e poi non posso che congratularmi per le splendide foto, soprattutto le seconde, che hai scattato a Castiglione. Ormai avrai capito chi sono, ma non perchè mi sono fatto vivo soltanto adesso. Dove abito non sono disponibili reti telefoniche quali l'ADSL o ISDN, perciò ti puoi immaginare le difficoltà che incontro nell'effettuare anche la più semplice delle operazioni, quali visualizzare una foto o semplicemente registrarmi al sito. Per non parlare del mio feeling con il computer, photoshop e videogiochi e.. non ricordo altro.Per ora non voglio annoiarti oltre e ti saluto, aspettando tue notizie, Luca.
LOS
Torna all'inizio della Pagina

vespa90ss
Utente Super


Città: Firenze

Regione: Toscana


6416 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 04 luglio 2007 : 21:01:17 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Luca,
bentrovato.
Hai visto? Il destino ha voluto che ci incontrassimo a far fotografie al padule e che tu conoscessi Natura Mediterraneo così, per via di quattro chiacchiere scambiate in cinque minuti di "strappo" con la mia macchina (certo t'eri fatto un bel pezzo di strada a piedi, eheheh).
Come avrai visto la Diaccia Botrona è un posto splendido abbastanza sconosciuto ai più. Se non ricordo male tu venivi dal Monte Amiata, dove abiti, vero? Ma poi ci sei ritornato con la tua macchina o t'era bastata..... la fornace di quella mattinata?
Se hai delle foto buone postale, cos' ci fai anche vedere come fotografa il tuo SIGMA (300mm mi sembra?).

Ti inserisco un link di Natura Mediterraneo dove potrai trovare altre notizie e foto sulla Diaccia Botrona:

Link

Spiego ai non toscani che questo nome non è una bestemmiaccia da trivio ma significa Diaccio=Ghiaccio (toscano) e Botro=Fosso (veneto). Cosa c'entra il veneto nella maremma? Beh, ai tempi delle bonifiche fasciste quindi intorno agli anni 30 centinaia di famiglie venete emigrarono in maremma dove venne loro assegnata una casa rurale, del bestiame, del terreno da coltivare (ma anche la malaria). Ancora oggi tantissimi cognomi sono chiaramente di origine veneta. Toglietevi la curiosità e leggete questo link interessantissimo:

Link

Bene spero di non averti annoiato Luca insiema gli amici del forum.
Magari ci rincontreremo proprio alla Diaccia, chissà.

Un caro saluto,
Beppe

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
A volte Madre Natura decide di lanciare una palla ad effetto. (Charles Bronson)
Torna all'inizio della Pagina

vespa90ss
Utente Super


Città: Firenze

Regione: Toscana


6416 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 05 luglio 2007 : 09:58:34 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di FOX:

Sei proprio fortunato Beppe...riesci sempre ad immortalarli...
Complimenti!

un saluto da dietro la collina...

simo



mi era sfuggito il tuo commento, Simo. Grazie per i complimenti, purtroppo le attrezzature sono buone solo a metà: uno stupendo corpo macchina ma un cesso di ottica e di cavalletto.
La fortuna che dici tu c'è ........ma è un po' come capita a chi va a cercare tartufi: non è che li incontri già avvolti nella carta stagnola messi in un vassoio lungo il sentiero del bosco.
La fortuna è amica di chi la sa accarezzare con calde mani.....

buona giornata Simo

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
A volte Madre Natura decide di lanciare una palla ad effetto. (Charles Bronson)
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,75 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net