Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: L'iscrizione al nostro Forum è gratuita e permette di accedere a tutte le discussioni.
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Piante - Natura Mediterraneo
  PIANTE
   ANGIOSPERMAE
 DICOTYLEDONES
 Acer negundo / Acero americano  Specie aliena Specie aliena
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Angelo p
Utente Senior


Città: Albenga
Prov.: Savona

Regione: Liguria


3071 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 27 marzo 2007 : 10:27:40 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Classe: Dicotyledones Ordine: Sapindales Famiglia: Sapindaceae Genere: Acer Specie:Acer negundo
Un Acero poco comune e dioico. Ecco i maschietti:

Acer negundo
Acer negundo / Acero americano
198,86 KB

Gli scatti sono di ieri.
a p

Modificato da - Centaurea in Data 09 aprile 2016 15:27:42

Angelo p
Utente Senior


Città: Albenga
Prov.: Savona

Regione: Liguria


3071 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 27 marzo 2007 : 10:30:46 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

E qui invece ci sono le femminucce:

Acer negundo
Acer negundo / Acero americano
213 KB

Purtroppo questa non è molto nitida perché c'era il vento che muoveva tutto, anche me!
Per le foglie e i frutti "maturi" ci risentiamo un pò più in là.
a p

Modificato da - Phobos in data 28 marzo 2007 22:11:44
Torna all'inizio della Pagina

eliozoo
Utente Senior

Città: Roma

Regione: Lazio


2153 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 27 marzo 2007 : 11:46:08 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Altro che poco comune!

In realtà Acer neguno, di origine Nordamericana, è specie aliena nel nostro paese e considerata naturalizzata ed invasiva.

Assieme a Robinia pseudoacacia ed Ailanthus altissima è tra le specie più dannose, sopratturro per la biodiversità, essendo molto adattabile ed invadendo molti tipi di habitat, ove entra in competizione con le specie alloctone....spesso vincendo la battaglia...


Ciao!
Eliozoo

Modificato da - eliozoo in data 27 marzo 2007 11:46:32
Torna all'inizio della Pagina

Angelo p
Utente Senior


Città: Albenga
Prov.: Savona

Regione: Liguria


3071 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 27 marzo 2007 : 12:57:07 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Che l'Ailanthus fosse una specie invasiva si capisce: basta guardarsi attorno, nelle zone dove ce n'è una pianta si moltiplica rapidamente; della Robinia non ne parliamo (oltretutto nonostante i suoi bellissimi grappoli profumati, mi è anche personalmente antipatica). Ma di questo Acero non lo sapevo, anzi qui da noi vivacchia abbastanza in pace con le altre essenze di pari dimensioni. Ciao.
a p
Torna all'inizio della Pagina

perfect
Utente Senior

Città: Roma


1788 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 27 marzo 2007 : 21:46:53 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Non so lì in Liguria, ma qui a Roma è usato molto spesso nelle alberature stradali. A torto, perchè il suo habitat originario è costituito da terreni periodicamente allagati.
Il mio prof. di botanica mi diceva che è una delle essenze più "fastidiose" per quanto riguarda le allergie da polline, per quanto riguarda la sua invasività invece credo sia molto minore di quella di Robinia e Ailanto (antipaticissimp pure a me), imbattibili nel prendere possesso di tutte le nicchie ecologiche possibile e immaginabili!

Modificato da - perfect in data 27 marzo 2007 21:48:19
Torna all'inizio della Pagina

Phobos
Utente Super


Città: Cellatica
Prov.: Brescia

Regione: Lombardia


7290 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 27 marzo 2007 : 22:59:20 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Questo albero ornamentale Nordamericano, nel bresciano, si è inselvatichito abbastanza bene soprattutto lungo i fiumi, ma almeno apparentemente senza l' invasività che caratterizza le due specie precedentemente citate.

Un ciao da phobos.
Torna all'inizio della Pagina

eliozoo
Utente Senior

Città: Roma

Regione: Lazio


2153 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 28 marzo 2007 : 10:27:27 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di perfect:

Non so lì in Liguria, ma qui a Roma è usato molto spesso nelle alberature stradali. A torto, perchè il suo habitat originario è costituito da terreni periodicamente allagati.
Il mio prof. di botanica mi diceva che è una delle essenze più "fastidiose" per quanto riguarda le allergie da polline, per quanto riguarda la sua invasività invece credo sia molto minore di quella di Robinia e Ailanto (antipaticissimp pure a me), imbattibili nel prendere possesso di tutte le nicchie ecologiche possibile e immaginabili!


Il termine "Invasivo", secondo le recenti definizioni date dal gruppo di floristica della SBI per il censimento della Flora Esotica d'Italia, fa riferimento, non solo alla riduzione della Biodiversità (sicuramente determinata maggiormente dalla Robinia e dall'Ailanto), ma anche:

- da danni alle attività umane (vedi specie infestanti i campi coltivati, quali gli Amaranthus spp.);
- da danni alla salute umana (allergie ed intossicazioni): in questo caso, come confermi anche tu, proprio l'Acer negundo (se sei di Roma, conoscerai, inoltre, la famigerata Ambrosia artemisifolia, presente con una popolazione cospicua alle pendici di Monte Mario).

Dunque Acer negundo può, comunque, considerarsi invasiva (oltre che naturalizzata)

Ciao!
Eliozoo

Modificato da - eliozoo in data 28 marzo 2007 10:28:39
Torna all'inizio della Pagina

Albisn
Utente Senior


Città: Seregno
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3375 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 gennaio 2011 : 21:43:43 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Il testo pubblicato recentemente sulla flora alloctona e segnalato da Alessandro qui: Link fa chiarezza su alcuni punti discussi sopra:
L'acero negundo è invasivo in Piemonte, Lombardia, Marche e Abruzzo, naturalizzato in altre regioni del centro nord. In Liguria e Lazio la presenza è solo casuale.

Interessante il concetto di invasività ricordato sopra. Non sapevo che fosse allergenico.

In effetti all'Oasi WWF del Caloggio desta minori preoccupazioni del Pruno serotino, che viene eliminato annualmente e della Robinia che viene sostituita nel tempo. Ma forse questo punto di vista dovrà essere rivisto.

Saluti
Alberto

"Ogni nostra cognizione prencipia da sentimenti".
"Come è più difficile a 'ntendere l'opere di natura che un libro d'un poeta"
"La natura è piena d'infinite ragioni, che non furon mai in isperienzia." (L.d.V.)

Modificato da - Albisn in data 01 gennaio 2011 21:50:18
Torna all'inizio della Pagina

Albisn
Utente Senior


Città: Seregno
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3375 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 gennaio 2011 : 22:16:10 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Nel testo citato sono definite:
"Specie invasive - un sottogruppo di specie naturalizzate in grado di diffondersi velocemente, a considerevoli distanze dalle fonti propaguli originarie e quindi con la potenialità di diffondersi su vaste aree" pag 10.

A pag 6 si dice: "Le invasioni sono a causa di ingenti danni all'ambiente, ai beni e alla salute sell'uomo e i rischi ad esse associati riguardano una gran varietà di ambiti (Pimental 2002)".

Questo però nonm sembra un criterio per valutare la invasicità.

Saluti
Alberto


"Ogni nostra cognizione prencipia da sentimenti".
"Come è più difficile a 'ntendere l'opere di natura che un libro d'un poeta"
"La natura è piena d'infinite ragioni, che non furon mai in isperienzia." (L.d.V.)
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Forum Natura Mediterraneo © 2003-2017 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,82 secondi. TargatoNA.it | SuperDeeJay.Net | Snitz Forums 2000

Cooperativa Darwin | Leps.it | Herp.it | Ecotrekking.it | Lynkos.net