testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: L'iscrizione al nostro Forum è gratuita e permette di accedere a tutte le discussioni.
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 


Nota! La determinazione degli insetti necessita quasi sempre di un'indicazione geografica e temporale precisa.
Invitiamo quindi gli utenti ad inserire questi dati ogni volta che viene richiesta una determinazione o viene postata una foto di un insetto. I dati forniti dagli utenti ci consentiranno anche di attribuire un valore scientifico alle segnalazioni, contribuendo a migliorare e integrare le attuali conoscenze sulla distribuzione delle specie postate.


 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
   INSETTI
 Coleoptera e Strepsiptera
 Meloe violaceus - una vita pericolosa
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12844 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 26 marzo 2007 : 20:15:20 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Classe: Hexapoda Ordine: Coleoptera Famiglia: Meloidae Genere: Meloe Specie:Meloe violaceus
Meloe violaceus - una vita pericolosa




Meloe violaceus ha un ciclo vitale strano. Le femmine depongono le uova vicino alle piante. Dalle uova escono le larve (triungulus), e vanno in cima alle piante (normalmente fiori gialli) ed aspettano un'ape (Anthrenus sp.). Quando una arriva il triungulus si aggrappa al corpo dell'ape.

L'ape trasporta la larva nel nido con il polline. Qui la larva scappa e può solo sopravvivere quando è messo o va in un favo con il polline.
La larva qui mangia il polline cresce e fa la pupa (dentro il nido?)

Dopo lo stadio della pupa scivola il coleottero, che cerca un cospecifico per accoppiarsi....

Meloe violaceus; emettono dalle giunture il veleno 'Cantaridina' quando sono toccati.....

Ci sono altri Meloidae: Link

Prego un moderatore di mettere tutto in buon italiano

Le larve (Austria - Vorarlberg - Gaschurn-Partenen):
Meloe violaceus - una vita pericolosa
117,1 KB

Imago (Svizzera - Geneva - Allondon):
Meloe violaceus - una vita pericolosa
248,91 KB

ergaster
Utente Junior

Città: Orbicciano
Prov.: Lucca

Regione: Toscana


23 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 27 marzo 2007 : 18:40:11 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Bellissimo insetto, ne ha fotografato uno 2gg fa una mia collega sul Monte Pisano, se mi dà il permesso la posto qui.

Se non sbaglio, un'altra stranezza del ciclo vitale di Meloe violaceus è che ha stadi larvali addizionali.

Modificato da - ergaster in data 27 marzo 2007 18:40:49
Torna all'inizio della Pagina

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12844 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 27 marzo 2007 : 19:36:09 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
non ci serve un permesso, fai!
Torna all'inizio della Pagina

Salvatore Caiazzo
Moderatore


Città: Monteveglio
Prov.: Bologna

Regione: Emilia Romagna


3994 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 27 marzo 2007 : 22:04:31 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Clemens, si riferiva al permesso della sua collega....

Siamo parte della natura - Salvatore
Torna all'inizio della Pagina

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12844 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 29 marzo 2007 : 13:40:21 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
... ho capito, grazie!
Torna all'inizio della Pagina

uloin
Moderatore

Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


6995 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 05 aprile 2007 : 09:25:40 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Notizie molto interessanti quelle di Clemens.
Mi sembra cada a proposito una mia recente osservazione documentata con fotografia: si tratta di un'apide solitaria un'Andrena o un Halictus infestata da larve rosse che credo siano di un Meloidae.
Ho già postato la foto nel forum "le monde des insects" dove è in corso una discussione per la determinazione dell'imenottero, mi è sembrato opportuno riproporla qui perchè particolarmente pertinente.
Qualcuno conosce queste larve?

Alghero loc. Monte Dolla 31 marzo 2007
Immagine:
Meloe violaceus - una vita pericolosa
130,27 KB

Saluti

Pietro
Torna all'inizio della Pagina

ross46
Utente Super

Città: vercelli

Regione: Piemonte


8832 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 05 aprile 2007 : 11:06:55 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
ciao, ho letto del ciclo vitale del meloe e chiedo se parassita solo api solitarie o come temo anche quelle domestiche. Fin'ora non mi sono accorto della loro presenza sull'ape o sui favi nè saprei come individuare le larve, a meno che il loro effetto sull'alveare sia chiaramente visibile. All'infuori della discussione di cmb non ho notizie in proposito, nemmeno da siti che trattano di apicoltura. Si può saperne di più? Grazie
Ross
Torna all'inizio della Pagina

gisus
Utente Senior


Città: Cazzago Brabbia
Prov.: Varese

Regione: Lombardia


1473 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 aprile 2007 : 08:30:16 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
...mah, mi stavo chiedendo la stessa cosa ...anche io sono apicoltore e in letteratura non ho mai trovato annoverato tra i parassiti dell'ape mellifera i meloidi ;
Torna all'inizio della Pagina

Bigo
Utente Senior

Città: La Spezia
Prov.: La Spezia

Regione: Liguria


524 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 07 aprile 2007 : 18:01:43 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Essendo prevalentemente un cleptoparassita, come l'apicoltore, penso che i danni all'alveare siano limitati. Per causare guai seri dovrebbe esserci un'infestazione tale da rompere l'equilibrio tra il numero di nascite e di morti delle api. Non so se altrove la M.v. è molto abbondante, ma qui (La Spezia) non lo è. Le api sono molto prolifiche. Probabilmente un alveare infestato con 1/4 delle celle occupate dalla Meloe continuerebbe a vivere senza difficoltà. Bisogna anche considerare che l'apicoltore, quando ruba il miele, elimina anche le larve di Meloe.

Modificato da - Bigo in data 07 aprile 2007 18:02:57
Torna all'inizio della Pagina

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12844 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 08 aprile 2007 : 03:14:33 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Meno male che comminca la discussione - ho mandato il link a dott. lückmann in germania - specialiste per le meloidae......
Torna all'inizio della Pagina

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12844 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 10 aprile 2007 : 06:53:23 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sono larvae di Meloe proscarabaeus (det. J. Lückmann, Germania)!
Torna all'inizio della Pagina

gisus
Utente Senior


Città: Cazzago Brabbia
Prov.: Varese

Regione: Lombardia


1473 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 10 aprile 2007 : 10:14:43 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Bigo:

Essendo prevalentemente un cleptoparassita, come l'apicoltore, penso che i danni all'alveare siano limitati. Per causare guai seri dovrebbe esserci un'infestazione tale da rompere l'equilibrio tra il numero di nascite e di morti delle api. Non so se altrove la M.v. è molto abbondante, ma qui (La Spezia) non lo è. Le api sono molto prolifiche. Probabilmente un alveare infestato con 1/4 delle celle occupate dalla Meloe continuerebbe a vivere senza difficoltà. Bisogna anche considerare che l'apicoltore, quando ruba il miele, elimina anche le larve di Meloe.


una infestazione pari ad 1/4 delle celle sarebbe gravissima, quasi certamente mortale per la famiglia!
Tieni presente che in apicoltura razionale il miele non viene prelevato dal "nido" ,dove viene immagazzinato anche il polline ed allevata la covata, ma da un "melario" che dovrebbe rimanere indenne dalle larve del Meloe ;
Dal punto di vista dell'equilibrio della famiglia non credo possano esserci problemi di sorta ; la possibilità che le bottinatrici importino centinaia di Meloe mi sembrano davvero scarse;
Torna all'inizio della Pagina

ross46
Utente Super

Città: vercelli

Regione: Piemonte


8832 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 14 aprile 2007 : 22:15:50 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Comunque mi sembra di aver capito che le larve si limitano a nutrirsi di miele e usano l' ape solo come mezzo di trasporto e di introduzione nell'alveare. Non credo che possano creare danni, salvo il prelievo di miele che resta sempre abbondante nel periodo estivo. Lo stesso discorso si può fare per le formiche, le vespe o peggio ancora per la farfalla testa di morto (questa si che fa danni). In inverno se il miele scarseggia viene integrato dall'apicultore.
Tutt'altro discorso per la varroa che parassita direttamente le api. Ciao
Ross
Torna all'inizio della Pagina

ergaster
Utente Junior

Città: Orbicciano
Prov.: Lucca

Regione: Toscana


23 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 15 aprile 2007 : 03:36:29 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ecco finalmente la foto che vi dicevo, scattata sul Monte Pisano. Scusate la qualità non eccelsa.


Immagine:
Meloe violaceus - una vita pericolosa
248 KB

Modificato da - Vitalfranz in data 06 dicembre 2007 10:46:50
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,37 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net