testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Lo sapevi che puoi aggiungere le informazioni di Google Map nel Forum? Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
 MOLLUSCHI TERRESTRI E DULCIACQUICOLI
 Erctella mazzullii (De Cristofori & Jan, 1832)
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

siciliaria
Utente Senior


Città: Catania
Prov.: Catania

Regione: Sicilia


2017 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 14 marzo 2007 : 11:10:13 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Classe: Gastropoda Famiglia: Helicidae Genere: Erctella Specie:Erctella mazzullii
Lista Rossa Europea


Dimensioni 28mm, vive in ambienti calcarei, all'interno di specifici fori prodotti a mezzo di secrezioni acidule e "raspando" la roccia.
E' presente in gran parte della Sicilia nord-occidentale "costiera".
L'esemplare in foto proviene dalla località classica: Monte Pellegrino (PA)



Immagine:
Erctella mazzullii (De Cristofori & Jan, 1832)
58,21 KB

Immagine:
Erctella mazzullii (De Cristofori & Jan, 1832)
52,1 KB

Modificato da - ang in Data 15 febbraio 2012 11:46:12

Alberto Gozzi
Moderatore


Città: Trento
Prov.: Trento

Regione: Trentino - Alto Adige


24228 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 14 marzo 2007 : 23:53:12 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia


stupenda , Agatino !!!!!! ..........alberto


P.S.
scusa la mia ignoranza......potresti rispondermi un pò più "terra-terra"
a questa frase ??? :
"all'interno di specifici fori prodotti a mezzo di secrezioni acidule e "raspando" la roccia."


albertotn1
Torna all'inizio della Pagina

siciliaria
Utente Senior


Città: Catania
Prov.: Catania

Regione: Sicilia


2017 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 15 marzo 2007 : 23:59:04 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Caro Alberto, Fabiomax sul post di Capo Gallo ha dato una risposta più esauriente della mia.
Comunque questa è la mazzulli di Capo Gallo.
Immagine:
Erctella mazzullii (De Cristofori & Jan, 1832)
99,66 KB
Torna all'inizio della Pagina

papuina
Utente Senior


Città: SAN PIETRO IN CASALE
Prov.: Bologna

Regione: Emilia Romagna


4515 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 21 marzo 2007 : 21:27:36 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Cosa ne pensi della sottospecie di Cefalù??
Hai provato ad allevarle?
Sarei curioso di sapere quante uova fanno.
Ciao
scusa le domande a mitraglia
Torna all'inizio della Pagina

siciliaria
Utente Senior


Città: Catania
Prov.: Catania

Regione: Sicilia


2017 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 dicembre 2007 : 09:59:02 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ripesco anche questo vecchio post senza risposta!

La sottospecie di Cefalù (che s'intrevede nelle teche della mostra) è così "delicata" che sarebbe meglio non parlarne....

Comunque chi le ha allevate non ha avuto grandi risultati. Riprodurre il loro habitat è a dir poco impossibile. Da successi iniziali si passa poi alla capitolazione.

Saluti
Torna all'inizio della Pagina

GiAnSa
Moderatore


Città: Cefalù
Prov.: Palermo

Regione: Sicilia


412 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 marzo 2008 : 22:32:20 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
ciao
l'ho trovata a Monte Pellegrino il 23 febbraio 2008.
Questo è l'habitat


Immagine:
Erctella mazzullii (De Cristofori & Jan, 1832)
275,58 KB

Ciao
Antoine
- - - - - - - - - - - - - - - - -

La Sicilia presenta agli occhi del naturalista contemplatore un campo vasto di osservazioni e scoperte
Rafinesque
Torna all'inizio della Pagina

GiAnSa
Moderatore


Città: Cefalù
Prov.: Palermo

Regione: Sicilia


412 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 marzo 2008 : 22:40:30 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
e questa è la chiocciola viva.

Immagine:
Erctella mazzullii (De Cristofori & Jan, 1832)
296 KB

Ciao
Antoine
- - - - - - - - - - - - - - - - -

La Sicilia presenta agli occhi del naturalista contemplatore un campo vasto di osservazioni e scoperte
Rafinesque
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8927 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 marzo 2008 : 23:15:44 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Bellissima questa specie,corrisponde esattamente a quella postata da siciliaria dalla stessa località.
E' una specie protetta ed è inserita nella lista rossa europea, è molto vulnerabile.

Mi interesserebbe sapere se i fori scavati servono come rifugio a generazioni di H.mazzulli oppure ogni esemplare scava il suo foro?



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo
Sandro
Torna all'inizio della Pagina

GiAnSa
Moderatore


Città: Cefalù
Prov.: Palermo

Regione: Sicilia


412 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 marzo 2008 : 23:41:39 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Subfoto
penso che lo stesso foro sia utilizzato da più generazioni, almeno sembrano veramente profondi.
Ma sono molto ignorante in materia meglio aspettare Fabiomax che conosce bene la specie.

Ciao
Antoine
- - - - - - - - - - - - - - - - -

La Sicilia presenta agli occhi del naturalista contemplatore un campo vasto di osservazioni e scoperte
Rafinesque
Torna all'inizio della Pagina

siciliaria
Utente Senior


Città: Catania
Prov.: Catania

Regione: Sicilia


2017 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 08 marzo 2008 : 08:59:38 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Se ogni nuovo esemplare dovesse fare un nuovo foro....avrebbero usato questa specie per le gallerie della Salerno-Reggio Calabria

Scherzo...i fori vengono usati da molte generazioni, ognuna delle quali apporterà il proprio contributo.

Ad ogni modo, io ne ebbi una a casa che visse per qualche annetto. Posi dentro il terrario un blocco calcareo tenero dove la mazzullii praticò un foro di circa 2 cm di profondità e ricordo che:

innanzitutto comincio il foro in un punto ben preciso del blocco, ovvero dove esso presentava già una concavità accentuata.

Dopo di che vidi l'animale immobile li per settimane. Curioso lo staccai ma già aveva cominciato un processo corrosivo ed erosivo.

Trovai infatti la roccia corrosa ma con "colpi di scalpello" allineati ed a gruppi di 2/3.

Dissi: cavolo ma questo mangia anche cose dure allora!

Allora introdussi carote ed altri ortaggi.

Il giorno dopo trovai feci arancioni dappartutto.

Alla fine dopo un bel po' di tempo l'animale morì.

Considerate che trovai quell'esemplare su una scalinata della rocca di Cefalù "schiacciato" da qualcuno. Nonostante ciò riuscì a sopravvivere per un bel po' restaurandosi il guscio e mi permise di osservare fenomeni altresì difficili da vedere.

Saluti
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8927 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 08 marzo 2008 : 16:52:55 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Tino,
molto interessanti le tue osservazioni su Helix mazzulli,forse se le avessero usate sulla Salerno-Reggio Calabria sarebbe finita da un pezzo.
Il fatto che una comunità occupi sempre la stessa roccia ci spiega molto bene la scarsa mobilità di questa specie e la ragione per cui si presenta con aspetto diverso da monte a monte anche se geograficamente vicini.




La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo
Sandro
Torna all'inizio della Pagina

GiAnSa
Moderatore


Città: Cefalù
Prov.: Palermo

Regione: Sicilia


412 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 27 marzo 2008 : 19:41:23 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Riprendo la discussione perchè ho trovato un masso stupendamente perforato da questa specie.
Località Monte Pellegrino.


Immagine:
Erctella mazzullii (De Cristofori & Jan, 1832)
259,11 KB

Ciao
Antoine
- - - - - - - - - - - - - - - - -

La Sicilia presenta agli occhi del naturalista contemplatore un campo vasto di osservazioni e scoperte
Rafinesque
Torna all'inizio della Pagina

Fabiomax
Moderatore


Città: Cefalù
Prov.: Palermo

Regione: Sicilia


2182 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 27 marzo 2008 : 21:17:36 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Foto stupenda !!

Calcolando che i fori hanno un diametro che varia dai 3 ai 4 centimetri, questi delicati molluschi hanno disciolto diverse centinai di chili di roccia


Sicilia: bellissima per natura
Torna all'inizio della Pagina

ang
Moderatore


Città: roma

Regione: Lazio


10999 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 27 marzo 2008 : 22:37:57 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
assolutamente spettacolare, non finirò mai di stupirmi di cosa è in grado di fare questa lumaca!

ciao

ang
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,37 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net