testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Hai provato la nostra ricerca tassonomica da Browser? Clicca qui per info!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 


Nota! La determinazione degli insetti necessita quasi sempre di un'indicazione geografica e temporale precisa.
Invitiamo quindi gli utenti ad inserire questi dati ogni volta che viene richiesta una determinazione o viene postata una foto di un insetto. I dati forniti dagli utenti ci consentiranno anche di attribuire un valore scientifico alle segnalazioni, contribuendo a migliorare e integrare le attuali conoscenze sulla distribuzione delle specie postate.


 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
 INSETTI
 Uno stagnetto per gli invertebrati e progetti per il futuro
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
<< Pagina Precedente
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag.di 2

VAleP
Utente V.I.P.


Prov.: Brescia

Regione: Lombardia


391 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 14 maggio 2014 : 09:30:09 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Come consigliato ho tenuto i "mostri" alla larga dallo stagno. Ora i grandi hanno una vasca da circa 400l, mentre i 4 figlioletti sono stati trasferiti sempre all'esterno, nella vasca piccola, preventivamente svuotata nela laghetto per salvaguardare gli ospiti, ma già nuovamente colonizzata (anche qui almento 3 specie di coleotteri, larve di zanzara a centinaia, larve di Chironomidae...

Immagine:
Uno stagnetto per gli invertebrati e progetti per il futuro
230,49 KB

Torna all'inizio della Pagina

Riccardo Banchi
Utente Super


Città: PIOMBINO
Prov.: Livorno

Regione: Toscana


5308 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 22 maggio 2014 : 10:59:06 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao!
Leggo ora questa discussione e ti faccio i miei compliemnti per il lavoro.
E stai tranquilla: con le larve di zanzara non avrai problemi. Anche senza anfibi, la biodiversità non ne permetterà più l'attecchimento. Gli anfibi arriveranno comunque di sicuro.
Aggiornaci.

Un caro saluto, Ric

Io, nella sezione Anfibi, ho postato una lunga discussione sul Laghetto del Centro di Entomologia (Piombino - LI): Link
Puoi trovare info utili. Ma molti altri sono i topic sui laghetti che altri utenti hanno stanno pubblicando... Il "contagio" è inizato e non si ferma più, e a guadagnarci sono anfibi, insetti e la Natura tutta.

Modificato da - Riccardo Banchi in data 22 maggio 2014 11:04:32
Torna all'inizio della Pagina

VAleP
Utente V.I.P.


Prov.: Brescia

Regione: Lombardia


391 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 22 maggio 2014 : 12:06:17 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie per i complimenti! Ovviamente seguo da un bel po' (silenziosamente ) la discussione sul laghetto (ma anche quella sui terracquari!) del Centro di Entomologia di Piombino... e sono state proprio le numerose discussioni qui sul forum a farmi decidere di rimboccarmi le maniche e realizzare quello che era un desiderio che coltivavo da anni!

Ho già avuto conferma che le zanzare non saranno un problema: coleotteri ed emitteri sono davvero degli sterminatori formidabili!!!

(e il mio gerride stamattina si godeva un po' di sole...)
Immagine:
Uno stagnetto per gli invertebrati e progetti per il futuro
228,11 KB

Mi sono resa conto che il lavoro di sensibilizzazione che svolge il forum è encomiabile: sintomatico che tutti quelli a cui mostro il "laghetto" mi facciano la stessa domanda: "Ma allora i pesci li trasferisci qui?" e io, imperterrita, rispondo che questo non è per loro.
Certo, mi piacerebbe, magari in futuro, creare qualcosa di dimensioni simili per i miei pescetti (che, poveracci, non sono venuti a cercarmi di loro spontanea volontà, sono io che li ho comprati... imprudentemente.), ma lo farò solo se troverò una soluzione sicura per la fauna selvatica!

Torna all'inizio della Pagina

Brumen
Utente Junior

Città: Parma


25 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 26 maggio 2014 : 17:58:56 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Complimenti, soprattutto per come sei riuscita a rendere i bordi dello stagno cosi naturali! Diventarà una meraviglia con la vegetazione a regime.

Torna all'inizio della Pagina

Albisn
Utente Senior


Città: Seregno
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3917 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 27 maggio 2014 : 14:51:39 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Tutto molto interessante. Tienici aggiornati.

Saluti e complimenti
Alberto
Torna all'inizio della Pagina

Antonio92
Utente V.I.P.


Città: Mestre (VE)
Prov.: Venezia

Regione: Veneto


144 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 27 maggio 2014 : 17:18:26 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Molto interessante...bravo !!!

l' uomo è la specie più folle venera un dio invisibile e distrugge una natura visibile senza rendersi conto che il dio che sta venerando è la natura che sta distruggendo
Torna all'inizio della Pagina

VAleP
Utente V.I.P.


Prov.: Brescia

Regione: Lombardia


391 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 giugno 2014 : 10:18:18 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie a tutti per i complimenti, siete davvero troppo gentili!

In questi giorni sto cercando di sistemare meglio i bordi: nelle foto non si nota, ma lo strato di terra è veramente molto sottile. La piantumazione è stata difficoltosa e temo di avere problemi nella propagazione... insomma, siamo ancora in fase estremamente sperimentale!
Inoltre ho dovuto risistemare la juta per la terza volta nello stesso punto a questo punto inizio a pensare che ci sia qualche animaletto che si diverte a strapparla... Qualche strappo ho già iniziato a vederlo anche in altre zone, temo che dovrò iniziare a pensare a qualche altro materiale da impiegare...

Nel farattempo, settimana scorsa la grande sorpresa: è arrivata la prima ranocchia!!!!

Ovviamente è fuori discussione che si faccia avvicinare abbastanza da farsi vedere per benino: sono riuscita solo a intravederla mentre salta in acqua al mio arrivo! Le dimensioni sono ridotte, all'"occhiometro" direi sui 5 cm e mi sembra scuretta. Vai a capire che bestia è...
Per ora è single, ma sembra che lo stagnetto le sia piaciuto e la intravedo da 5-6 giorni nello stesso punto. Non potete capire la gioia la mattina che l'ho trovata...


PS: L'estate scorsa giravano in zona un po' di libellule, ma per ora non ne ho ancora vista una... troppo presto?


Modificato da - VAleP in data 03 giugno 2014 10:22:32
Torna all'inizio della Pagina

Brumen
Utente Junior

Città: Parma


25 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 04 giugno 2014 : 20:59:24 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Che bello Vale, sono felice che sia arrivata la prima ranocchietta!
Io ho messo una sedia da giardino a bordo stagno, appena arrivo si tuffano tutte sotto, ma dopo poco, stando seduto sulla sedia, riemergono tutte una dopo l'altra e ricominciano a fare i loro versi e saltare per cattutrare gli insetti.
Orsoblù mi aveva dato la dritta per fare le foto, dicendomi che se avessi fatto come l'airone, dopo poco sarebbero riemerse ed avrei potuto fotografarle con calma.
In effetti mi arrivano molto vicino alla sedia ora.
Per la iuta, comincio a vedere pezzi sfilacciati in acqua e qualche buco rotondo dove a riva è appoggiata al telo.
Se carpisci info su materiali alternativi batti un colpo!
Di nuovo evviva per la ranocchia!


Torna all'inizio della Pagina

Albisn
Utente Senior


Città: Seregno
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3917 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 05 giugno 2014 : 15:54:25 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Per libellule comincia il periodo giusto. Dipende molto dal caldo e dal sole. Vedrai che appena arriva un po' di caldo lo stagnetto sarà visitato dalle libellule.

In quello di Seregno (Link) nei giorni scorsi, cielo grigio e qualche temporale, non si vedeva nessuna libellula. Prima ancora però, in giornate soleggiate, ne vedevo alcune.

Anche le rane con il sole potrebbero diventare meno elusive.

Mi correggano gli esperti.

Saluti
Alberto
Blog Laghetto di Seregno: Link
Torna all'inizio della Pagina

VAleP
Utente V.I.P.


Prov.: Brescia

Regione: Lombardia


391 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 giugno 2014 : 09:25:21 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ho trovato un modo per avvicinarmi alla rana (una volta capito che sta sempre nello stesso punto ho provato a fare il giro largo, arrivando dll'altro lato rispetto al solito, più riparato) e stamattina ho fatto una spedizione per fotografarla... peccato che dopo il primo scatto la batteria ha deciso di abbandonarmi del tutto, così questo è tutto quello che ho ottenuto (con un crop impietoso.. )

Immagine:
Uno stagnetto per gli invertebrati e progetti per il futuro
237,77 KB

(e a questo punto lo so che sono OT nella sezione Insetti...)

Torna all'inizio della Pagina

VAleP
Utente V.I.P.


Prov.: Brescia

Regione: Lombardia


391 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 01 luglio 2014 : 18:41:18 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Tra i miei potenti mezzi e la sua timidezza, più di così ancora non sono riuscita ad andare...
Immagine:
Uno stagnetto per gli invertebrati e progetti per il futuro
192,09 KB
Sempre lei, sempre solitaria, sempre nello stesso posto (e poimi torturo guardando lo stagno sovraffollato di Brumen ).

Torna all'inizio della Pagina

VAleP
Utente V.I.P.


Prov.: Brescia

Regione: Lombardia


391 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 01 luglio 2014 : 18:44:43 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Nel frattempo urge sempre di più una manutenzione dei bordi, la juta è stata stracciata nel punto in cui la terra era più sottile (voglio un colpevole!!!):

Immagine:
Uno stagnetto per gli invertebrati e progetti per il futuro
243,06 KB

Torna all'inizio della Pagina

VAleP
Utente V.I.P.


Prov.: Brescia

Regione: Lombardia


391 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 01 luglio 2014 : 18:47:41 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
E anche dove avevo già "rattoppato", con un telo più spesso, messo doppio e coperto di terra, dopo pochi giorni era così:
Immagine:
Uno stagnetto per gli invertebrati e progetti per il futuro
234,77 KB

Torna all'inizio della Pagina

VAleP
Utente V.I.P.


Prov.: Brescia

Regione: Lombardia


391 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 01 luglio 2014 : 19:00:19 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
In compenso, dopo una decina di giorni torridi, ha piovuto un sacco e il livello dell'acqua è salito di nuovo al massimo (e così ho dovuto rimandare le manutenzioni). Per cause ancora ignote (vento... animali?) ho trovato l'Hippuris vulgaris che vagava in superficie e intanto l'ho dovuto rifermare sul fondo con una pertica come "tutore" al contrario (e incrocio le dita che le radici trovino un appiglio...).
La fauna invece sta benone: i gerridi sono numerosissimi e continuano a fare strani balletti e salti, ci sonon nuove larve di effimera e migliaia di microcrostacei che formano assembramenti nell'acqua bassa:

Immagine:
Uno stagnetto per gli invertebrati e progetti per il futuro
278,74 KB

Ogni tanto vedo anche dei piccoli ragnetti che corrono sulla superficie (appena avrò una foto decente cercherò un'identificazione nella sezione corrispondente!).

Una mattina c'è anche stata una sorta di invasione di coleotteri: mentre ero lì ad osservare l'acqua nella speranza di veder riemergere la rana ho assistito al "tuffo" di almeno una decina di "palline scure volanti" di varie dimensioni, che poi nei gioni seguenti sono sparite (probabilmente hanno fatto una sosta diretti ad altri lidi!).

Abbondantissime anche le lumache d'acqua, di cui sono presenti almeno 3 specie diverse (man mano che ho le foto le sto facendo identificare nella sezione apposita! ).

Insomma, nonostante le costanti manutenzioni da programmare, mi sembra che stia progredendo tutto bene!

Torna all'inizio della Pagina

Riccardo Banchi
Utente Super


Città: PIOMBINO
Prov.: Livorno

Regione: Toscana


5308 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 04 marzo 2015 : 15:41:54 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sì, tutto sta andando alla grande!

Ric
Torna all'inizio della Pagina

Chalybion
Moderatore

Città: Bagnacavallo
Prov.: Ravenna

Regione: Emilia Romagna


9534 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 08 marzo 2015 : 11:51:39 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ricordo, da addetto ai lavori, che gli stagni privati debbono per regolamenti comunali che credo ormai vigenti ovunque (o almeno dalle mie parti), essere popolati con pesci rossi e/o gambusie proprio per evitare le zanzare. Peraltro se vi è ricca vegetazione o altri luoghi di rifugio, larve di insetti o crostacei possono rifugiarvisi sfuggendo ai famelici pesci. Mi risulta che nessun danno hanno i girini per le sostanze repellenti della pelle. E' capitato che alcuni compaesani con laghetti abbiano ricevuto (su "soffiata" di vicini preoccupati) la visita dei vigili proprio per verificare la presenza di pescetti "antizanzare" e che forse non si sarebbero accontentati di eventuali presenze di larve acquatiche insettivore di vario tipo che peraltro difficilmente potrebbero riconoscere come efficaci. Solo in caso di laghetti entro boschi o altre aree naturali lontane da centri abitati è possibile ottenere deroghe ad introdurre pesci: è avvenuto quando ho fatto quattro grandi laghetti nel Bosco della Frattona a Imola, ottenendo comunque in breve tempo (due anni) un habitat sommerso in equilibrio con anfibi (l'obbiettivo iniziale), libellule, gerridi, gasteropodi (con Gordiacei!!) e molto altro!
Giorgio.
Torna all'inizio della Pagina

VAleP
Utente V.I.P.


Prov.: Brescia

Regione: Lombardia


391 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 10 marzo 2015 : 22:58:20 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Chalybion:

Ricordo, da addetto ai lavori, che gli stagni privati debbono per regolamenti comunali che credo ormai vigenti ovunque (o almeno dalle mie parti), essere popolati con pesci rossi e/o gambusie proprio per evitare le zanzare. Peraltro se vi è ricca vegetazione o altri luoghi di rifugio, larve di insetti o crostacei possono rifugiarvisi sfuggendo ai famelici pesci. Mi risulta che nessun danno hanno i girini per le sostanze repellenti della pelle. E' capitato che alcuni compaesani con laghetti abbiano ricevuto (su "soffiata" di vicini preoccupati) la visita dei vigili proprio per verificare la presenza di pescetti "antizanzare" e che forse non si sarebbero accontentati di eventuali presenze di larve acquatiche insettivore di vario tipo che peraltro difficilmente potrebbero riconoscere come efficaci. Solo in caso di laghetti entro boschi o altre aree naturali lontane da centri abitati è possibile ottenere deroghe ad introdurre pesci: è avvenuto quando ho fatto quattro grandi laghetti nel Bosco della Frattona a Imola, ottenendo comunque in breve tempo (due anni) un habitat sommerso in equilibrio con anfibi (l'obbiettivo iniziale), libellule, gerridi, gasteropodi (con Gordiacei!!) e molto altro!
Giorgio.


Sinceramente non so se nel mio comune ci sia un regolamento del genere, ma in realtà la cosa mi preoccupa poco: abito in campagna... e se mi facessero visita i vigili li sfiderei a trovare una larva di zanzara (se sapessero riconoscerla)!
In realtà credo che regolamenti del genere siano un'assurdità, tantopiù ora che praticamente ovunque è facile acquistare "prodotti naturali" per contrastare le larve (ciclopini e simili!).
Il problema reale, se si vuole, è che lo specchio d'acqua attira gli adulti e per questo, credo si possa fare ben poco, pesci o non pesci!
Il mio micro stagnetto ha raggiunto un eqilibrio praticamente subito, finora, a poco meno di un anno dall'allestimento, non ho più trovato larve di zanzara, in compenso la presenza di adulti è abbondante... ma lo è sempre stata!
Purtroppo pesci non sono proprio compatibili con la "naturalità" dello stagno (quantomeno del mio): è vero che una buona vegetazione proteggerebbe una parte degli abitanti invertebrati, ma per esperienza posso dire che i pesci rossi sono predatori incredibili: nel mastello in cui sono, nonostante l'abbondante vegetazione sommersa (la pulizia dell'acqua è tutta a carico della fitodepurazione!), non c'è traccia di microcrostacei, mentre le uniche larve che sopravvivono sono quelle di dittero (i soliti "vermetti rossi" nascosti nel fondo e nei vasi). Il problema per i vertebrati invece sarebbe la predazione a carico delle uova: se è vero che i girini (o le larve di tritone) possono "scamparla", le ovature sarebbero uno spuntino prelibato!

Torna all'inizio della Pagina

Chalybion
Moderatore

Città: Bagnacavallo
Prov.: Ravenna

Regione: Emilia Romagna


9534 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 15 marzo 2015 : 19:34:17 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Bene per te, ma stagnetti in zone residenziali con lotti piccoli, possono ben ospitare larve di zanzare: i regolamenti servono comunque ad evitare che persone non interessate a laghetti subiscano danni per zanzare ivi nate, come spesso capita in laghetti mal gestiti. I casi di febbre "chikungunia" legati alla zanzara tigre dalle mie parti ha creato non poco allarmismo (va bene che i laghetti non c'entravano ma vallo a spiegare ai non addetti). Ti assicuro che i vigili sanno riconoscere le larve di zanzare, fanno fede le contravvenzioni peraltro occasionali. In ultimo posso tranquillizzarti sulle ovature di rospi e batraci in genere: il mio vicino ha un laghetto di qualche mq e ricche ovature (anch'esse evidentemente poco o non appetibili da tali pesci) che producono schiere di girini ed adulti, pur in presenza di pesci rossi e gambusie (così come accade del resto nelle bassure inondate delle pinete ravennati ove le gambusie ed altre specie sono di casa): lo stesso vicino ha invece avuto problemi con un airone cinerino che gli ha fatto fuori i pesci rossi!
Torna all'inizio della Pagina

VAleP
Utente V.I.P.


Prov.: Brescia

Regione: Lombardia


391 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 12 giugno 2016 : 18:04:16 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Dopo una lunga assenza riesumo il mio post per qualche aggiornamento...

L'anno scorso lo stagnetto è stato allietato dalla presenza di qualche anfibio, con tanto di una generazione di mini-ranocchie che si sono disperse a fine stagione.
In inverno ho fatto qualche lavoro: ho aggiunto terra ai bordi e ricoperto la parte scoscesa con della rete ombreggiante (a sostituzione della juta), sistemando tutto con grossi sassi e contenuto un po'di piante acquatiche troppo esuberanti.

Purtroppo questa primavera non si sono visti anfibi. , In compenso la fauna invertebrati prospera. Le notonette la fanno da padrone sopra l'acqua, mentre sotto è il regno delle larve di libellula.
La vegetazione è floridissima e rende difficoltosa l'osservazione degli abitanti (che credo apprezzino la privacy ), ma non vedo più coleotteri e larve di effimera. Larve di zanzara zero. Gli adulti, in compenso, non mancano (lo testimonio in diretta... scrivo dal bordo dello stagno, martoriata dalle maledette...).

Immagine:
Uno stagnetto per gli invertebrati e progetti per il futuro
91,78 KB

Immagine:
Uno stagnetto per gli invertebrati e progetti per il futuro
93,52 KB


Immagine:
Uno stagnetto per gli invertebrati e progetti per il futuro
83,83 KB

Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 2 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

<< Pagina Precedente

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,51 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net