testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Conosci la funzione scorciatoia? Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
  INSETTI
   Mantodea, Blattodea, Isoptera, Phasmatodea, Dermaptera
 Dermaptera
 Cuore di mamma: Forficula auricularia
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

paolofon
Utente Super

Città: Reggio nell'Emilia
Prov.: Reggio Emilia

Regione: Emilia Romagna


6985 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 30 novembre 2006 : 22:00:07 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Classe: Hexapoda Ordine: Dermaptera Famiglia: Forficulidae Genere: Forficula Specie:Forficula auricularia
Oggi sotto una pietra nel cortile: è una mamma che cura i suoi piccoli o un predatore con il suo pasto ?

Immagine:
Cuore di mamma: Forficula auricularia
251,49 KB

Paofon

Modificato da - Mantis in Data 18 gennaio 2007 16:09:08

Seraph
Moderatore


Città: Torino
Prov.: Torino

Regione: Piemonte


4787 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 30 novembre 2006 : 22:32:25 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Direi la prima..che fortuna, bell'incontro!!

ho letto sul sito Link
questo:
Certe cure parentali invece sono molto più impegnative, un esempio in Forficula auricularia in cui la madre è costretta a "leccare" frequentemente le uova per mantenere un costante grado di umidità delle uova.

sono rimasto sbalordito...


Ale

Quando si è determinati, l'impossibile non esiste: allora si possono muovere cielo e terra---Yamamoto Tsunetomo
Torna all'inizio della Pagina

paolofon
Utente Super

Città: Reggio nell'Emilia
Prov.: Reggio Emilia

Regione: Emilia Romagna


6985 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 01 dicembre 2006 : 22:13:52 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
la madre è costretta a "leccare" frequentemente le uova


...ed io non sapevo nemmeno che gli insetti avessero la lingua!!
Queste piccole bestie sono sempre più affascinanti...

aggiungo due altre immagini di Forficula auricularia, femmina e maschio, visto che sono un po' trascurate dal Forum...

Immagine:
Cuore di mamma: Forficula auricularia
74,85 KB

Immagine:
Cuore di mamma: Forficula auricularia
86,9 KB

Paofon
Torna all'inizio della Pagina

elleelle
Moderatore Trasversale

Città: roma

Regione: Lazio


30256 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 10 gennaio 2010 : 19:51:40 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Roma, 10-1-2010
Anche questa mi sembra una Forficula auricularia.
Confermate?
luigi

Immagine:
Cuore di mamma: Forficula auricularia
271,43 KB


Torna all'inizio della Pagina

gigi58
Moderatore Trasversale


Città: Trapani
Prov.: Trapani

Regione: Sicilia


17657 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 10 gennaio 2010 : 19:53:57 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di elleelle:

Roma, 10-1-2010
Anche questa mi sembra una Forficula auricularia.
Confermate?
luigi

CREDO DI SI

Gigi
Torna all'inizio della Pagina

elleelle
Moderatore Trasversale

Città: roma

Regione: Lazio


30256 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 10 gennaio 2010 : 20:03:36 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Mi chiedo come facciano a deporre tante uova. A occhio, nella pancia non ci dovrebbero entrare. Forse le depongono in più volte? oppure dopo deposte si gonfiano di umidità?
luigi



Torna all'inizio della Pagina

gigi58
Moderatore Trasversale


Città: Trapani
Prov.: Trapani

Regione: Sicilia


17657 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 10 gennaio 2010 : 20:06:09 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di elleelle:

Mi chiedo come facciano a deporre tante uova. A occhio, nella pancia non ci dovrebbero entrare. Forse le depongono in più volte? oppure dopo deposte si gonfiano di umidità?
luigi





sai che non avevo mai fatto riflessione su questo?

Gigi
Torna all'inizio della Pagina

Hemerobius
Moderatore


Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


4855 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 10 gennaio 2010 : 21:27:54 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di paolofon:

la madre è costretta a "leccare" frequentemente le uova

...ed io non sapevo nemmeno che gli insetti avessero la lingua!!
Queste piccole bestie sono sempre più affascinanti...
Ed infatti NON CE L'HANNO ! Il verbo leccare è utilizzato in questo caso per analogia, significa detergere con l'apparato boccale (ed in particolare mascelle e labbro inferiore). Gli insetti in realtà possono avere una "lingua" (o ipofaringe o epifaringe), ma in realtà non è un'appendice boccale ma bensì una estroflessione del capo (però qui andiamo sul difficile ed io non ho voglia di fare lezione ).

Ciao Roberto

verum stabile cetera fumus
Torna all'inizio della Pagina

elleelle
Moderatore Trasversale

Città: roma

Regione: Lazio


30256 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 16 febbraio 2011 : 20:51:34 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Arricchisco questa discussione con alcune foto fatte a La Tolfa, 15-2-2011.
luigi

Nelle prime si vede una coppia; la femmina a sinistra.

Immagine:
Cuore di mamma: Forficula auricularia
221,33 KB

Immagine:
Cuore di mamma: Forficula auricularia
229,82 KB

La coppia tendeva a rimanere unita nella buchetta che avevano scavato sotto la pietra.

Immagine:
Cuore di mamma: Forficula auricularia
277,35 KB

Questa è un po' fuori fuoco, ma la posto per Catherine (Juventino): so che le piacciono le foto così

Immagine:
Cuore di mamma: Forficula auricularia
167,87 KB
Torna all'inizio della Pagina

elleelle
Moderatore Trasversale

Città: roma

Regione: Lazio


30256 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 16 febbraio 2011 : 20:53:17 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sotto un'altra pietra, invece, c'era una covata anticipata, con i resti della femmina, apparentemente morta di vecchiaia, e i neonati.
Però, questi sono stati sfortunati; spesso la femmina sopravvive e li alleva.
luigi

Però, sono sempre perplesso sulla questione del volume: l'insieme delle uova è più grande di quanto poteva essere l'addome della femmina e i neonati sono decisamente più grandi dell'uovo. Secondo me, o si gonfiano di umidità o di aria ...

Immagine:
Cuore di mamma: Forficula auricularia
182,01 KB

Immagine:
Cuore di mamma: Forficula auricularia
201,05 KB
Torna all'inizio della Pagina

Claude54
Utente Senior

Città: Roma

Regione: Lazio


2253 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 17 febbraio 2011 : 09:35:45 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Bel servizio Luigi, grazie per averlo condiviso. A proposito delle dimensioni delle uova, non potrebbe essere che crescono una volta deposte?
Riguardando le foto fatte il 15.02.2011 - Macchia di Gattaceca (lato Sud Ovest) - Mentana (RM) - Alt.~150m slm - Sotto una pietra mi sembra di aver trovato un giovane di Forficula auricularia, mi sembra molto simile a quelli che si trovano intorno alle uova della tua foto, l'unica differenza è che comincia a prendere la colorazione tipica. Dimensioni circa 6 mm.
Immagine:
Cuore di mamma: Forficula auricularia
164,8 KB

Claudio

Modificato da - Claude54 in data 17 febbraio 2011 10:05:35
Torna all'inizio della Pagina

elleelle
Moderatore Trasversale

Città: roma

Regione: Lazio


30256 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 17 febbraio 2011 : 11:33:08 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sì. Questo ha già fatto un paio di mute in più. Non credo che fosse solo; probabilmente, a quell'età, viveva ancora insieme ai fratelli che dovevano trovarsi lì intorno.
Per le dimensioni delle uova, secondo me, la spiegazione più convincente è quella che hai detto anche tu.
La femmina dovrebbe deporre uova praticamente disidratate, che poi si gonfiano con l'umidità ambiente. Nella stessa zona ho fotografato anche questo mucchietto, che sembrano simili; però, non ho visto nessuna femmina accanto (forse si era infilata in quella galleria profonda che si vede).
Questa volta si trattava di un mucchio di quasi 10x10mm di superficie coperta e non è possibile che stessero tutte dentro la pancia di un'unica forficula.
Altra possibilità è che vengano deposte in successione in un arco abbastanza lungo - diciamo 2-4 settimane - mentre la femmina continua ad alimentarsi.

Mi risulta che alcuni eterotteri Reduvidae lo facciano, come del resto molti ragni che depongono numerosi ovisacchi in successione.
luigi


Immagine:
Cuore di mamma: Forficula auricularia
134,36 KB
Torna all'inizio della Pagina

elleelle
Moderatore Trasversale

Città: roma

Regione: Lazio


30256 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 17 febbraio 2011 : 11:47:17 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Avevo anche una foto fatta con la compattina e molto confusa (Santa Marinella, 28-2-2009) dove si intravede la famiglia al completo: il maschio a sinistra, la femmina a destra e alcuni giovani più o meno della stessa età del tuo.
luigi

Immagine:
Cuore di mamma: Forficula auricularia
231,82 KB
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Forum Natura Mediterraneo © 2003-2018 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,4 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Ecotrekking.it | Lynkos.net