Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Leggi il nostro regolamento!! Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
  INSETTI
   Mecoptera Megaloptera Neuroptera Raphidioptera Siphonaptera
 Mecoptera
 MECOPTERA d'Italia
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12749 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 26 dicembre 2012 : 10:26:57 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia



MECOPTERA d'Italia


1. Panorpidae




Panorpa Linnaeus 1758

Siti nel rete:

P. alpina, communis, germanica, vulgaris con preparati dei genitali.

Qui si trova il lavoro di A. Letardi sulle Mecoptera per la checklist della fauna d'Italia da 1995.

Bakker & al. (2007) hanno pubblicato un bel lavoro su la vita "panorpese" del prof. K. P. Sauer.

Un bel sito delle mecotteri della Francia da Pierre Tillier si trova sul titolo "Les Mecoptères de la France et de l'Europe".


Letteratura:

ASPÖCK H., ASPÖCK U. & HÖLZEL H., 1980. Die Neuropteren Europas. Eine zusammenfassende Darstellung der Systematik, Ökologie und Chorologie der Neuropteroidea (Megaloptera, Raphidioptera, Planipennia) Europas, 1-2. - Goecke & Evers, Krefeld.

Beckenbach, A. T. 2011: Mitochondrial genome sequences of representatives of three families of scorpionflies (Order Mecoptera) and evolution in a major duplication of coding sequence. - Genome, 54(5):368-76.

Brauer, F. 1862: Beiträge zur Kenntnis der Panorpiden-Larven. - Zool. Bot. Ges. Wien. 13: 307-326.

LAUTERBACH K. E. 1970: Eine neue Rasse von Panorpa communis L. aus Piémont, zugleich ein Beitrag zur Kenntnis von Panorpa vulgaris Imhoff und Labram (Insecta-Mecoptera). - Jh. Ges. Naturkde. Württemberg, 125:284-290.

Letardi, A. 1994: Dati sulla distribuzione italiana di Megaloptera Sialidae, Raphidioptera Inocelliidae e Planipennia Mantispidae, con particolare riferimento all'Italia Centrale (Neuropteroidea). - Bollettino della Società Entomologica Italiana, 125:199-210.

Misof B., Erpenbeck D., & Sauer K.P. 2000: Mitochondrial gene fragments suggest paraphyly of the genus Panorpa (Mecoptera, Panorpidae). - Mol Phylogenet Evol. 17(1):76-84.

Rudnick K, & A. Gruppe 2010: Skorpionsfliegen (Panorpa) aus Mecklenburg-Vorpommern (Insecta: Mecoptera, Panorpidae). - Virgo, Mitteilungsblatt des Ent. Ver. Mecklenburg 13(1): 41-46.

Whiting, Michael F. 2002: Mecoptera is paraphyletic: multiple genes and phylogeny of Mecoptera and Siphonaptera. - Zoologica Scripta 31 (1): 93–104.
Abstract: Phylogenetic relationships among members of the Mecoptera and Siphonaptera were inferred from DNA sequence data. Four loci (18S and 28S ribosomal DNA, cytochrome oxidase II and elongation factor-1α) were sequenced for 69 taxa selected to represent major flea and mecopteran lineages. Phylogenetic analyses of these data support a paraphyletic Mecoptera with two major lineages: Nannochoristidae + (Siphonaptera + Boreidae) and Meropidae + ((Choristidae + Apteropanorpidae) (Panorpidae + (Panorpidae + Bittacidae))). The flea family Ctenophthalmidae is paraphyletic, and the Ceratophylloidea is monophyletic. Morphological evidence is discussed which is congruent with the placement of Siphonaptera as sister group to Boreidae.

Willmann, R. 1976: Zur Kenntnis der italienischen Mecoptera (Insecta). - Boll. Mus. Civ. S. Verona 3: 157-177.

Willmann, R. 1977: Zur Phylogenie der Panorpiden Europas (Insecta, Mecoptera). - Z. zool. Syst.Evolut.-forsch., 15: 208 - 231.




MECOPTERA d''Italia
Fig. 1a: Addome maschile secondo di una foto da Claudio Baffo

Davide Badano: Come è già stato detto numerose volte, trattandosi di una femmina, non è possibile andare oltre Panorpa sp.

A. Letardi: purtroppo le femmine, che sono nettamente distinguibili dai maschi per il carattere sopra menzionato (Fig. 1a), sono invece molto difficilmente determinabili a livello specifico, eccetto per alcune singole situazioni.... ed ad un altro posto: la risposta non è facilissima, poiché le posizioni divergono su Panorpa communis che alcuni distinguono in P. communis e P. vulgaris (secondo un amico entomologo olandese, la seconda in realtà non ci sarebbe in Italia, mentre ci sarebbe un altra specie di questo gruppo). Poi ci sono tre specie del gruppo cognata (P. cognata, P. etrusca - di gran lunga la più comune in Italia centrale... - e P. annexa - solo in Sardegna, Sicilia e Meridione), P. germanica e P. alpina.
In tutto quindi, nella checklist della Fauna d'Italia del 1995 ne ho listate 6.
Per la determinazione (fatto salvo che avete gia' correttamente discusso nel Forum come distinguere femmine e maschi) la maculatura alare è di poco aiuto (forse tranne per P. alpina, generalmente senza macule o quasi, e P. germanica, in genere, ma non sempre, con maculatura molto ridotta.
Per le altre specie è meglio lasciar perdere se non si può vedere l'esemplare al binoculare o con una buona lente, per vedere gli ultimi uriti addominali del maschio (per le femmine, lasciamo perdere, si tratta di fare un preparato dei genitali interni.... figuriamoci), sebbene il settimo urite addominale del maschio sia specifico di gruppi di Panorpa: ad esempio, se è ondulato in vista laterale si tratta di Panorpa del gruppo cognata e, se si è in Sicilia o Sardegna, si può essere certi che si tratta di P. annexa.
In conclusione, è difficile comunque determinarli a livello specifico.
Infine consiglio la visione del bel sito (in lingua francese) che Tissier ha recentemente elaborato per i Mecoptera francesi (Link) che può risultare di grande aiuto per determinare le panorpe.

Le larve (Fig. 1b) si nutrano essenzialmente di insetti morti (anche se talvolta non disdegna afidi vivi).


MECOPTERA d''Italia
Fig 1b: bruco di una Panorpa foto: Alberto Gozzi

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12749 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 27 dicembre 2012 : 11:54:19 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Panorpa alpina
Rambur 1842 (N, S)


Rambur J. P., 1842: Histoire naturelle des insectes, Névroptères. - Fain et Thunot, Paris. 534 pp.


A. Letardi (1995): In S nota con certezza solo dell'Appennino Tosco-Emiliano.


MECOPTERA d''Italia
Foto: Arp Kruithof (Mail 29.XII.2012)
Torna all'inizio della Pagina

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12749 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 27 dicembre 2012 : 11:59:20 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Panorpa annexa McLachlan 1869 (N?, S, Si, Sa) [E]


A. Letardi (1995): In N presenza segnalata da citazioni storiche dubbie.

A. Letardi: Ad esempio, una femmina di Panorpa fotografata in Sardegna sara' praticamente sicuramente Panorpa annexa.... ma solo perché è l'unica specie nota per la Sardegna.


MECOPTERA d''Italia
Maschio e femmina - Foto: Ciro Amata - det. A. Letardi

Torna all'inizio della Pagina

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12749 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 27 dicembre 2012 : 11:59:46 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Panorpa cognata
Rambur 1842 (N, S, Si)


A. Letardi: Posso però dire che gli esemplari di Panorpa gr. communis (vi sono svariati taxa compresi in questo gruppo) hanno l'occipite nero, mentre negli esemplari di Panorpa gr. cognata (ma non solo in questi...) l'occipite è rossastro. Vedi fig. 2!

Allegato: MECOPTERA d''Italia Letardi_2004e.pdf



MECOPTERA d''Italia
Maschio Foto: Luca Colonnelli ...................... e femmina Foto: Gianpiero Secco - entrambe gruppo P.-cognata - det. A. Letardi
Torna all'inizio della Pagina

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12749 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 27 dicembre 2012 : 12:02:46 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Panorpa communis
Linnaeus 1758 (N, S)


Pierre Tillier: Il faut cependant faire mention de quelques individus présentant des caractères intermédiaires entre les deux espèces et dont l’examen laisse vraiment dans l’embarras. Pour ces individus, il est préférable de rester prudent et de ne pas vouloir absolument y associer un nom d’espèce. When I identify specimens, I do not hesitate to write P. communis / vulgaris for the intermediate specimens.

A. Letardi: Posso però dire che gli esemplari di Panorpa gr. communis (vi sono svariati taxa compresi in questo gruppo) hanno l'occipite nero, mentre negli esemplari di Panorpa gr. cognata (ma non solo in questi...) l'occipite è rossastro. Vedi fig. 2!

Vedi Letardi (2004) sopra!


MECOPTERA d''Italia
Fig. 2 - Foto: Claudio Piredda





Sauer, K. P. & P. Hensle, 1977: Reproduktive Isolation, ökologische Sonderung und morphologische Differenz der Zwillingsarten Panorpa communis L. und P. vulgaris Imhoff und Labram (Insecta, Mecotera). Eine vergleichende biologische und evolutionsökologische Studie. - Z. Zool. Syst. Evolut.-forsch. 15, 169–207.

Aumann, N. 2000: Lebenslaufgeschichte und Paarungssystem der Skorpionsfliege Panorpa communis L. (Mecoptera, Insecta). - Diss. Mathematisch-Naturw. Fakultät der Rhein. Friedrich-Wilhelms-Univ. Bonn.



MECOPTERA d''Italia
Foto: Roberto Scherini - Panorpa del gruppo communis det. A. Letardi
Torna all'inizio della Pagina

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12749 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 27 dicembre 2012 : 12:03:14 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Panorpa etrusca
Willmann 1976 (N, S)


Willmann, R. 1976: Zur Kenntnis der italienischen Mecoptera (Insecta). - Boll.o Mus. civ. Stor. nat. Verona, 3 : 157-177.



MECOPTERA d''Italia
Foto: Sarah Gregg
Torna all'inizio della Pagina

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12749 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 27 dicembre 2012 : 12:03:48 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Panorpa germanica
Linnaeus 1758 (N, S)


Da vedere la specie in dettaglio è consigliato da consultare il contributo su FEI.


MECOPTERA d''Italia
Mascio e femmina - Foto: Claudio Baffo e Luciano Nuccitelli - entrambe det. A. Letardi
Torna all'inizio della Pagina

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12749 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 27 dicembre 2012 : 12:04:04 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Non della fauna italiana:


Panorpa vulgaris Imhoff & Labram 1836



MECOPTERA d''Italia
Austria ovest, Brand-Sonnenlagant, 1.450 m, Foto: C.M.Brandstetter




A. Letardi: Panorpa meridionalis Rambur 1842 è una specie della penisola iberica e zone strettamente limitrofe.

Torna all'inizio della Pagina

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12749 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 28 dicembre 2012 : 11:56:19 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

2. Boreidae




Boreus Latreille 1816



Letteratura:

Keithner, A. 2001: Über Boreus-Arten aus den Alpen: Taxonomische Charakterisierung und Verbreitung (Insecta, Mecoptera, Boreidae) - Ber. nat.-med. Verein Innsbruck, 88: 213-236.

Letardi A. & A. Vigna Taglianti 2003: Il genere Boreus in Italia, nuovo per la fauna appenninica (Mecoptra, Boreidae). - Boll. Assoc. Rom. Entomol. 58: 95-100..
Summary: Boreus hyemalis (Linné, 1767, a boreal species previously known in Italy only for the Alps, is reported from various localities in Central Italy. All the italian records are quoted and revised, including several new data. The distribution of the Boreidae family is extended to the Italian peninsula, confirming its significance as a postglacial relict in the Apennines.

HÅGVAR S. & E. ØSTBYE 2011: Distribution of Boreus westwoodi Hagen, 1866 and Boreus hyemalis (L., 1767) (Mecoptera) in Norway. - Norwegian Journal of Entomology.



Boreus hyemalis (Linnaeus 1767) (N)

Davide Badano: Boreus hyemalis è un mecottero appartenente alla famiglia Boreidae che include oltre una ventina di specie diffuse nell'Emisfero Boreale. Sono lunghi dai 2 ai 7 mm, entrambi i sessi sono brachitteri, nei maschi le ali sono una sorta di astuccio ben evidente, le femmine sono dotate di ovopositore (ben visibile nella foto). La loro particolarità consiste nel fatto che sono insetti esclusivamente invernali. Nel complesso non sono particolarmente ben noti. Vivono nei e sui muschi che possono occasionalmente abbandonare per avventurarsi sulla neve (dove sono molto più visibili). Sono probabilmente onnivori anche se gran parte della dieta è costituita da muschi. B. hyemalis è ampiamente diffuso in Europa centro-settentrionale dove può trovarsi dal livello del mare ad ambienti montani; in Italia è diffuso lungo le Alpi e gli Appennini.

Agostino Letardi: Si tratta proprio di femmine di Boreus hyemalis, nel Lazio specie citata per i Lepini (ne raccolse Alberto Zilli qualche esemplare pochi anni fa'). In Italia centrale la specie è segnalata per vari complessi appenninici del Lazio, Marche e (mi pare di ricordare anche) Abruzzo.
Anni fa' esaminai anche grazie all'amico Stefano Vanin, grande raccoglitore di questi insetti poiché interessato alla fauna nivale (lui in particolare ai ditteri del genere Chionea), centinaia di esemplari, giungendo alla conclusione che i caratteri sinora utilizzati per distinguere B. hyemalis e B. westwoodii fossero inconsistenti, tanto da considerare le due forme, presenti in sinpatria, sinonimi.
In questo sono stato confortato dai colleghi nordamericani (in particolare da N. Penny) e da quelli sudeuropei, mentre la maggior parte dei nordeuropei continua a considerarle due specie distinte (e in una tesi di una dottorata sudtirolese addirittura un paio di forme intermedie sono state considerate ulteriori due specie "A" e "B", una delle quali basata su uno o due esemplari... insomma, tanto per cambiare un bel casino...).
Per chi fosse interessato, ho a disposizione una buona mole bibliografica sull'argomento e un po' di materiale di confronto (e l'indirizzo di dove vedere molto altro materiale....). I Boreidi sono veramente appassionanti anche se con i Mecotteri classici (panorpe e bittacidi) italici hanno forse poco a che spartire, essendo molto più affini ai Siphonaptera....


MECOPTERA d''Italia
Foto: Giovanni Carotti (su muschio) e Alberto Gozzi (Boreus con un dito sulla neve)

Boreus westwoodi Hagen 1866 (N)

Davide Badano: Non posso fare a meno di segnalare che due dei lavori che citi sono in realtà fonte di confusione tassonomica su questi insetti (particolarmente il primo). Il lavoro di Letardi (2003) è invece molto meglio. La questione è semplice B. westwoodi è quasi sicuramente sinonimo di B. hyemalis, come è già stato fatto notare più volte da numerosi specialisti di mecotteri, mentre la questione è totalmente ignorata da studiosi "occasionali".

Vorrei aspetare un commento da HÅGVAR & ØSTBYE perchè hanno ignorati l'opinione attuale.
Torna all'inizio della Pagina

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12749 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 28 dicembre 2012 : 12:33:11 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

3. Bittacidae





Bittacus Latreille 1805


Bittacus hageni Brauer 1860 (N)


Brauer, F. 1860: Bittacus hageni, eine neue europäische Art, beschrieben und mit den verwandten Arten verglichen. - Verh. Zool. Bot. Ges., Vienna. 10: 691-696.

Devetak, D. 1991: The genus Bittacus LATR. (Bittacidae, Mecoptera) in Yugoslavia and Albania. - Arbeitsgemeinschaft Österreichischer Ent., Wien, 43: 51-54.

PRZYBYLOWICZ, L. 2006: Bittacus hageni BRAUER, 1860 (Mecoptera: Bittacidae) – new to the fauna of Poland, with some remarks on Polish specimen of Bittacus italicus (O. F. MÜLLER, 1766). - POLISH JOUR. ENT. 75: 333-337.

Tillier, P. 2008: Contribution à l’étude des Mécoptères de France. 3ème partie: Présence de Bittacus hageni Brauer dans le Val-d’Oise (Ile-de-France/France). Synthèse des données françaises et européennes (Mecoptera Bittacidae). - L’Entomologiste, 64 (3) : 131-138



MECOPTERA d''Italia
Foto: Pierre Tillier (Ritrovamento: Val d'Oise)
Torna all'inizio della Pagina

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12749 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 03 gennaio 2013 : 18:09:55 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Bittacus italicus (O.F. Müller 1766) (N)


Müller, O. F. 1766: Manipulus insectorum Taurinensium a Carolo Allionio editus. - Miscellania Taurinensia, 3: 185-198.

Gepp, J. 1982: Die Mecopteren Kärntens mit Bemerkungen über Lautäußerungen von Bittacus italicus (MÜLLER). - Carinthia II 172/92: 341-350.



MECOPTERA d''Italia
Foto: Pierre Tillier (Ritrovamento: Gard 2010)




Torna all'inizio della Pagina

Cmb
Moderatore


Città: Buers
Prov.: Estero

Regione: Austria


12749 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 novembre 2016 : 21:15:02 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Metto il mio contributo unpo in alto!


"Good people don't go into government" (D. Trump)

MECOPTERA d''Italia
Link - nothing is more dangerous than the truth - solo chi conosce il passato, può capire il presente!
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Forum Natura Mediterraneo © 2003-2017 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,45 secondi. TargatoNA.it | SuperDeeJay.Net | Snitz Forums 2000

Cooperativa Darwin | Leps.it | Herp.it | Ecotrekking.it | Lynkos.net