testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Conosci la funzione scorciatoia? Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 


Nota! La determinazione degli insetti necessita quasi sempre di un'indicazione geografica e temporale precisa.
Invitiamo quindi gli utenti ad inserire questi dati ogni volta che viene richiesta una determinazione o viene postata una foto di un insetto. I dati forniti dagli utenti ci consentiranno anche di attribuire un valore scientifico alle segnalazioni, contribuendo a migliorare e integrare le attuali conoscenze sulla distribuzione delle specie postate.


 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
   INSETTI
 Hymenoptera
 La rossa delle antenne fragili: Rhynchium oculatum
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

uloin
Moderatore

Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


6590 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 02 novembre 2006 : 14:49:08 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Classe: Hexapoda Ordine: Hymenoptera Famiglia: Vespidae Eumeninae Genere: Rhynchium Specie:Rhynchium oculatum
Sembra una gossa vespa (oltre 22 mm.), la colorazione assomiglia alla Vespa orientalis ma il disegno è diverso (confronto con le immagini presenti nel web).
Aggiungo una strana osservazione: il soggetto è stato fotografato ieri nei pressi di Alghero e si vede chiaramente che ha l'antenna sinistra amputata. Ebbene ho in archivio altre 2 sequenze fotografiche della stessa specie ed anche l'esemplare fotografato nel luglio 2005 ha l'antenna sinistra amputata mentre un terzo, fotografato nel luglio 2006, ha amputata quella destra.
Qualcuno conosce "la rossa delle antenne fragili"?

Immagine:
La rossa delle antenne fragili: Rhynchium oculatum
161,34 KB

Immagine:
La rossa delle antenne fragili: Rhynchium oculatum
175,25 KB

Saluti

Pietro

Modificato da - vladim in Data 01 gennaio 2017 09:33:43

Velvet ant
Moderatore


Città: Capaci
Prov.: Palermo

Regione: Sicilia


3767 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 02 novembre 2006 : 16:42:29 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sulla fragilità antennale non so darti spiegazioni precise, ma so a chi appartengono!
Si tratta di un Eumenidae, il Rhynchium oculatum, specie molto simile nella livrea generale ad un altro Eumenidae, il Delta unguiculatum, ma dal quale si distingue subito per avere l'addome sessile, cioè non peduncolato (come in D. unguiculatum).
Nei suoi nidi sono stati trovati bruchi della comune Autographa gamma.


Marcello


La rossa delle antenne fragili: Rhynchium oculatum
 

Modificato da - Velvet ant in data 02 novembre 2006 16:43:30
Torna all'inizio della Pagina

XXX
Utente V.I.P.


Città: San Felice s/P
Prov.: Modena

Regione: Emilia Romagna


341 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 02 novembre 2006 : 17:37:46 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Se ne era già parlato nel nostro forum anche in passato, anche all'interno di quella bellissima scheda sugli Eumenidi fatta proprio da Marcello.

Aggiungo una precisazione (correggetimi se sbaglio).
Gli Eumenidi sono Imenotteri sott. Apocrita nella quale si distinguono (o distinguevano?) 2 sezioni: Sez. Terebrantia (nei quali l'ovopositore è trasformato in una più o meno lunga terebra); Sez Aculeata (nei quali l'ovopositore è trasformato in aculeo).
Gli Eumenidi sono quindi Imenotteri Apocriti aculeati.
La distinzione tra i due sottordini sta nel fatto che gli Imenotteri sinfiti hanno tutti addome sessile, mentre gli Apocriti hanno tutti addome peduncolato.
Quindi sia Rhynchium oculatum che Delta unguiculatum hanno addome peduncolato, ma in D. unguiculatum è molto meglio visibile. In poche parole, nel R. oculatum l'addome è "poco" peduncolato, mentre in D. unguiculatum è "molto" peduncolato.

Ciao, Luca
Torna all'inizio della Pagina

uloin
Moderatore

Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


6590 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 02 novembre 2006 : 22:07:10 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie Marcello e Luca,
non c'è dubbio è proprio lui! Non trovavo le discussioni precedenti perchè mi ostinavo a cercarlo tra i Vespoidea.

Saluti

Pietro
Torna all'inizio della Pagina

Velvet ant
Moderatore


Città: Capaci
Prov.: Palermo

Regione: Sicilia


3767 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 02 novembre 2006 : 22:46:40 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie Luca per avermi ricordato la scheda sugli Eumenidae, dove era presente una foto del Rynchium oculatum, scelta fra le belle immagini da te scattate più di un anno fa a questa specie.
Ho provveduto a mettere la determinazione nella tua discussione, la cui mancanza mi aveva impedito di trovarla nell'elenco tassonomico.
Per quanto riguarda l'uso da parte mia del termine "sessile", per descrivere l'addome di questa specie, in effetti può risultare improprio, anche se lo stesso Berland, specialista di Imenotteri, lo adopera nel suo libro sugli Imenotteri Vespiformi, parlando proprio del R. oculatum.
Il termine sessile, indica, come tu giustamente osservi, più propriamente l'addome dei Sinfiti, che fa seguito direttamente al torace, senza restringimenti.
Nel Sottordine Apocrita, l'addome è più o meno ristretto in avanti (il famoso "vitino di vespa"): nei casi più evidenti si osserva un vero e proprio peduncolo.
Un'altra differenza assai importante fra i due Sottordini riguarda il primo segmento dell'addome, che nei Sinfiti non è incorporato nel torace, mentre negli Apocriti è fuso con esso e costituisce quello che viene chiamato propodeo.
Ripropongo una delle immagini di Pietro del R. oculatum (a sinistra), mettendola a confronto con una di D. unguiculatum fatta da Sarah, per rendere più chiare a tutti le somiglianze e le differenze.






La rossa delle antenne fragili: Rhynchium oculatum La rossa delle antenne fragili: Rhynchium oculatum







P.S. - Pietro, non ti sbagliavi a cercarlo nella Superfamiglia Vespoidea, di cui fa effetivamente parte. E aggiungo che nelle più recenti classificazioni, la Famiglia degli Eumenidae viene considerata una Sottofamiglia dei Vespidae!









Marcello


La rossa delle antenne fragili: Rhynchium oculatum
 

Modificato da - Velvet ant in data 02 novembre 2006 22:53:14
Torna all'inizio della Pagina

elleelle
Moderatore Trasversale

Città: roma

Regione: Lazio


30428 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 ottobre 2011 : 23:36:14 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Aggiungo una foto fatta in Sardegna (Porto Liscia, 6-9-2011) che mette in evidenza il peduncolo.
luigi


Immagine:
La rossa delle antenne fragili: Rhynchium oculatum
114,01 KB
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Forum Natura Mediterraneo © 2003-2018 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,61 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Ecotrekking.it | Lynkos.net