testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Lo sapevi che puoi aggiungere le informazioni di Google Map nel Forum? Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
 MOLLUSCHI TERRESTRI E DULCIACQUICOLI
 Erctella cephalaeditana
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Fabiomax
Moderatore


Città: Cefalù
Prov.: Palermo

Regione: Sicilia


2182 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 24 agosto 2012 : 17:38:40 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Classe: Gastropoda Famiglia: Helicidae Genere: Erctella Specie:Erctella cephalaeditana
[blue]Salve a tutti

E' stato pubblicato un nuovo contributo su Erctella cephalaeditana,
specie rupicola, saxicava, endemica della Rocca di Cefalù.

buona lettura
Fabio

Giannuzzi-Savelli R., Sparacio I. & Oliva N., 2012 - Nomenclatural observations on the Erctella Monterosato, 1894 species (Gastropoda, Helicidae) from the “Rocca” of Cefalù (Italy,Sicily)
Biodiversity Journal, 3 (2): 107-110


Erctella cephalaeditana


Sicilia: bellissima per natura

kryp
Utente V.I.P.

Città: Göttingen

Regione: Germany


137 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 25 agosto 2012 : 11:51:08 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Un buon lavoro ed una buona idea di descrivere questa specie come nuova. Questa è una soluzione pulita del problema nomenclaturale.

kryp

Link
Torna all'inizio della Pagina

fern
Utente Senior

Città: Vicenza


2102 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 25 agosto 2012 : 15:00:27 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ho apprezzato il cenno a "the broad debate on the Internet after the publication of this monograph" (per chi se l'era persa v. qui). Mi piace pensare che come forum abbiamo dato un contributo. Ciao,

fern

Torna all'inizio della Pagina

ang
Moderatore


Città: roma

Regione: Lazio


10999 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 25 agosto 2012 : 18:39:38 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
grazie per la segnalazione, prima però di leggere l'articolo vorrei rivedere con calma tutte le discussioni che hanno riguardato il problema della nomenclatura di questa specie (v. qui e qui)

ps. io ho avuto problemi per aprire il link, si può accedere a questo articolo anche dalla pagina indice (v. qui) dove si possono scaricare numerosi altri interessanti articoli

ciao

ang



Anche se nessuno di noi sa esattamente dove sta andando o dove andrà a finire.....comunque lascerà la sua indelebile striscia di bava (Beppe/papuina)
Torna all'inizio della Pagina

Fabiomax
Moderatore


Città: Cefalù
Prov.: Palermo

Regione: Sicilia


2182 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 04 settembre 2012 : 21:09:48 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao

Io sono contento che Krip abbia accolto bene questa soluzione,
e ringrazio tutti i partecipanti del nostro forum per l'attenzione e il contributo.

Fabio




Sicilia: bellissima per natura
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8927 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 05 settembre 2012 : 00:32:08 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Il vero problema di priorità di questa specie è con Helix costae Benoit,1857 di cui si è discusso qui senza arrivare ad una conclusione condivisa.
In: Giannuzzi-Savelli R., Sparacio I. & Oliva N., 2012 - Nomenclatural observations on the Erctella Monterosato, 1894 species (Gastropoda, Helicidae) from the “Rocca” of Cefalù (Italy,Sicily)
Biodiversity Journal, 3 (2): 107-110
il problema non è neanche accennato, anzi l'opera di Benoit 1857 non è citata neanche in bibliografia, svista o voluta dimenticanza?
Secondo me la descrizione di Benoit è valida e prioritaria dunque il nome da usare è Erctella costae (Benoit,1857).



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

Fabiomax
Moderatore


Città: Cefalù
Prov.: Palermo

Regione: Sicilia


2182 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 05 settembre 2012 : 12:57:15 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Innazitutto pongo l'attenzione su questo commento di Benoit

"Non potrà negarsi impertanto a favore
del Costa la priorità della pubblicazione di siffatta specie, la quale per la stessa
ragione dovrebbe ritenere il nome di Helix crispata impostole da lui, e ciò con
giusto titolo di preferenza de'nomi di Jan e di Menke [Helix Mazzullii Jan. Consp.
meth. Testac. 18:50 — Helix retirugis Menke Synop. metod. Mollusc. 1830), che sono
posteriori di un anno. Ma per mala ventura il nome di Helix crispata era già stato
dato sin dal 1821 dal Ferussac [Prodr.p. 56. e Hist. T. 23. Fig. 7. 8.) ad altra specie di
lumaca esotica vivente nell'Isola Haiti: ed è per ciò che il nome indicato non potrà
compatibilmente ritenersi per la specie siciliana. Purtuttavolta giustizia esige
che si tenga ricordo dell'egregio Naturalista napolitano sul conto della specie presente,
sendo egli stato il primo a descriverla e a divulgarla. Il perche d'ora in
avanti dovrà con più ragione nominarsi Helix Costae."



1) A me sembra evidente che il taxon costae sia stato espressamente istituito in sostituzione dei taxa crispata (già utilizzato per altra specie) e mazzullii (che invece è disponibile e in uso).

2) nella letteratura il taxon costae è sempre stato considerato sinonimo di mazzullii

3) la specie della Rocca di Cefalù è sempre stata distinta con il nome cephalaeditana e mai con quello di costae

4)Benoit scrive: "Trovasi vivente verso Barcelona, sopra Cefalù, e sul Monte Pellegrino presso Palermo"
Dato che non si conosce cosa sia la popolazione di Barcellona è possibile attribuire in maniera univoca il taxon costae alla specie di Cefalù? Io penso di no.

4) Benoit scrive: "reputiamo stabilire come tipo della specie la conchiglia
di color giallo uniforme con la spira molto rialzata, e con la superficie
degli anfratti fortemente increspata (vedi fig. e, d.), la quale è stata da noi rinvenuta in alcuni luoghi esclusivamente."

Benoit in questa frase non cita Cefaù; le figure 10 c e 10 d (ingrandite a guardate attentamente) a mio giudizzio potrebbero essere attribuite alla popolazione della parte alta di Monte Pellegrino.

Fabio


Sicilia: bellissima per natura
Torna all'inizio della Pagina

kryp
Utente V.I.P.

Città: Göttingen

Regione: Germany


137 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 13 settembre 2012 : 23:13:20 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Fabio,

1) Helix costae Benoit, 1857 è stato espressamente istituito in sostituzione del nome Helix crispata Costa, 1829 non Helix crispata Férussac, 1821 (specie dell'isola Haiti). Non era stato istituito in sostituzione del nome mazzullii. Benoit pensava che mazzullii non potrebbe essere usato come nome di sostituzione per questa specie, per raggione di giustizia (perché era Costa che aveva donato il primer nome a questa specie).

4) Come il nome Helix costae era stato espressamente istituito come nome di sostituzione di Helix crispata Costa, 1829, non è rilevante di verificare che materiale aveva Benoit, e de che località l'aveva. Le tipi sono unicamente quelle da Costa:
Link
(sotto il numero 23) (o un neotipo che dovrebbe correspondere con questa descrizione). Il materiale addizionale da Benoit non ha rilevanza nessuna per l'identità di queste nome.

kryp

Link
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8927 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 14 settembre 2012 : 01:16:40 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Non sono completamente d'accordo,il nome Helix crispata Costa,1829 è omonimo primario di Helix crispata Férussac, 1821, di conseguenza il nome di Costa non è un nome disponibile.
Di conseguenza quando nel 1857 descrive Helix costae descrive una specie formalmente non descritta, dunque istituisce una nuova specie e non un nuovo nome.



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

kryp
Utente V.I.P.

Città: Göttingen

Regione: Germany


137 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 14 settembre 2012 : 11:06:24 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Helix crispata Costa, 1829 è un nome disponibile, soltanto non può essere utilizzato. Un omonimo primario sempre è un nome disponibile.

kryp

Link
Torna all'inizio della Pagina

fern
Utente Senior

Città: Vicenza


2102 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 05 febbraio 2013 : 20:16:52 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Segnalo un articolo di L.Seguenza: "I vertebrati fossili in provincia di Messina", parte terza, in Bollettino della società geologica italiana, v. XXI, 1902, p.440 dove si legge che nella "Grotta di contrada Grotte presso S. Teresa di Riva" è stato ritrovato "qualche raro esemplare di Helix mazzullii Jan".
La località non era indicata nell'articolo fra i siti paleontologici. Ciao,

fern



Il n'y a de petit dans la Nature que les petits esprits.
Torna all'inizio della Pagina

Fabiomax
Moderatore


Città: Cefalù
Prov.: Palermo

Regione: Sicilia


2182 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 05 febbraio 2013 : 20:48:36 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
ciao Fern

Nella pubblicazione di Colomba et al. 2011 la segnalazione di Sequenza è riportata nelle citazioni bibbliografiche di E. mazzullii.

Qualche altra segnalazione di mazzullii per la Sicilia orientale è stata pubblicata da De Gregorio, tuttavia allo stato attuale delle nostre conoscenze non possiamo confermare la presenza di Erctella nella Sicilia orientale.




Sicilia: bellissima per natura
Torna all'inizio della Pagina

fern
Utente Senior

Città: Vicenza


2102 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 10 febbraio 2014 : 23:23:30 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
In questa pagina dell' Archiv für Naturgeschichte 58 v.1 (1892), Otto Schuberth fornisce alcuni dettagli anatomici su "Helix mazzulli" di Messina, ottenuta da Benoit. Ciao,

fern
Torna all'inizio della Pagina

Fabiomax
Moderatore


Città: Cefalù
Prov.: Palermo

Regione: Sicilia


2182 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 11 febbraio 2014 : 21:49:48 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Caro Fern

Non conoscevo questa importante descrizione!
Ti ringrazio per la tua preziosa attenzione verso le Erctella.

Ho svolto parecchie ricerche sul campo nei monti Peloritani, ma fino ad oggi non ho trovato nulla di riconducibile a mazzullii.
Ritrovare la popolazione di Benoit sarebbe di grande interesse!
Fabio


Sicilia: bellissima per natura
Torna all'inizio della Pagina

oigres
Utente Junior

Città: valderice
Prov.: Trapani

Regione: Sicilia


88 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 15 febbraio 2014 : 00:51:01 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
girovagando in rete credo di essermi imbattuto in un altro sinonimo del mazzullii, Helix rugosa, Megerle. Si trova in
VILLA A. & VILLA G. B. 1841.04.00 - Dispositio systematica conchyliarum terrestrium et fluviatilium quae adservantur in collectione fratrum Ant. et Jo. Bapt. Villa Link
ciao

Torna all'inizio della Pagina

iperione
Utente Senior

Città: Cremona


2218 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 15 febbraio 2014 : 08:36:44 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di oigres:

girovagando in rete credo di essermi imbattuto in un altro sinonimo del mazzullii, Helix rugosa, Megerle. Si trova in
VILLA A. & VILLA G. B. 1841.04.00 - Dispositio systematica conchyliarum terrestrium et fluviatilium quae adservantur in collectione fratrum Ant. et Jo. Bapt. Villa Link
ciao


Interessante il sito che hai segnalato (non l'avevo mai trovato...); la "Dispositio systematica..." dei Villa ce l'abbiamo anche linkata negli "Indirizzi di interesse malacologico" del Forum, da dove si può consultare tutta intera e/o scaricare in pdf.

ciao

Iperione
Torna all'inizio della Pagina

Fabiomax
Moderatore


Città: Cefalù
Prov.: Palermo

Regione: Sicilia


2182 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 15 febbraio 2014 : 21:56:51 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Johann Carl Megerle von Mühlfeld (1765-1840) fu un malacologo ed entomologo che lavorò al Museo di Vienna.
Alzona cita per questo autore tre pubblicazioni (Megerle 1816, 1818, 1824), tutte consultabili on-line.
In nessuna di queste ho trovato la descrizione di Helix rugosa.

Se invece si trovasse un lavoro di Megerle con la descrizione di Helix rugosa per la Sicilia ciò potrebbe richiedere una application non solo su H. mazzullii ma anche su Cernuella rugosa (Lamrk 1822)

Ad ogni modo i Villa erano noti commercianti di conchiglie e potrebbero aver ricevuto esemplari etichettati come "Helix rugosa Megerle", anche se il taxon non fu mai pubblicato dall'autore viennese.

Helix rugosa è stato pubblicato da Megerle ?


Sicilia: bellissima per natura
Torna all'inizio della Pagina

kryp
Utente V.I.P.

Città: Göttingen

Regione: Germany


137 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 15 febbraio 2014 : 23:00:01 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ci sono varie Helix rugosa descritte fino a questa epoca.

Helix rugosa [Lightfoot], 1786 (della Madeira)
Helix rugosa Lamarck, 1822 (= Cernuella rugosa) (della Sicilia)
Helix rugosa, un sinonimo menzionato da Rossmässler 1836 (della Roma, Marmorana muralis)
Helix rugosa Anton, 1838 (della Dalmazia, Helix cincta)
Helix rugosa Pfeiffer, 1846 (della Jamaica)

Inoltre ho trovato una che non ho potuto verificare:
Helix rugosa Aradas & Maggiore, Atti Acc. Gioenia, XVI. 1841, p. 72.
Non conosco questa rivista.

Ciao a tutti
Francisco






Link
Torna all'inizio della Pagina

Fabiomax
Moderatore


Città: Cefalù
Prov.: Palermo

Regione: Sicilia


2182 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 16 febbraio 2014 : 00:37:46 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Helix rugosa Aradas e Maggiore ?1840 a mio parere è una Trochoidea cfr trochoides (vedi anche Liberto et al. 2010)

La descrizione di H. rugosa Aradas & Maggiore si trova a p. 68-69 qui: Link

ed anche qui Link

Sia H. rugosa di Aradas e Maggiore, sia H. rugosa degli altri autori sono nomi più giovani di H. rugosa Lamrk 1822.

H. rugosa Lightfoot 1786 di Madeira dovrebbe essere una specie appartenente ad un genere diverso da Cernuella, e che probabilmente non è mai stato posto in sinonimia con il taxon di Lamrk;
quindi per la specie della Sicilia si dovrebbe contunuare a usare Cernuella rugosa (Lamark 1822)


Sicilia: bellissima per natura
Torna all'inizio della Pagina

kryp
Utente V.I.P.

Città: Göttingen

Regione: Germany


137 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 16 febbraio 2014 : 14:22:46 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Molto grazie per queste link. Non sapeva che nel mio proprio proggetto abbiamo digitalisato questa obra, tre anni fa. Abbiamo ricevuto come 100 libri della bibblioteca di Firenze per digitalisare, e li abbiamo ritornato tre mesi dopo. È per questo che si puo trovare pubblicazioni italiani della epoca 1800-1899 digitalisate da noi. Ha stato un progetto europeo.

La monografia da Aradas ha stato pubblicato con un'anno indicato 1840, ed il articolo nel giornale in 1841. In caso di non esistire più informazioni il anno corretto per il nome Helix rugosa Aradas dovrebbe essere 1840.

kryp

Link
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,45 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net