testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Come inserire i video di Youtube nel Forum Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 


ATTENZIONE! Gli Amministratori ed i Moderatori di questa sezione del Forum di Natura Mediterraneo desiderano che l'argomento caccia sia evitato perchè ritengono che Associazioni come il WWF, Legambiente e Lipu, siano molto ben organizzate e coerentemente molto attive su questo argomento.
Inutile dire che siamo completamente in linea con gli ideali di queste associazioni.

Per contribuire alle finalità di salvaguardia che il forum si propone chiediamo inoltre a tutti gli utenti di collaborare con noi affinchè si possa contribuire a diffondere un'etica di approccio all'osservazione della fauna che rechi il minor disturbo possibile agli animali.


 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
 MAMMIFERI
 Sciacallo dorato in Italia - Raccolta segnalazioni
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva >>
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag.di 4

Stefano P
Utente Junior

Città: Udine


70 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 13 aprile 2012 : 12:02:58 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Ciao a tutti,
mi chiamo Stefano e collaboro al progetto di monitoraggio sistematico dello Sciacallo dorato in F.V.G.
Vi sarei molto grato se, qualora foste in possesso di notizie/segnalazioni inedite riguardanti lo Sciacallo dorato (anche raccolte personalmente) me lo segnalaste su questa discussione (senza divulgare la località precisa) e/o in via privata.
Sono gradite anche notizie provenienti da zone apparentemente non comprese/distanti all'areale tipico dello Sciacallo dorato europeo, in quanto le potenzialità di espansione di questa specie risultano essere molto elevate.
Qualora foste in possesso di materiale foto/video ritraente canidi di medie dimensioni e dubbia attribuzione (o comunque appartenente a soggetti riconducibili a Canis aureus), sono disponibile a visionarlo ed eventualmente sottoporlo all'attenzione di esperti.

Grazie a tutti per la collaborazione,

Stefano P.

Modificato da - Carlmor in Data 20 settembre 2013 09:20:34

Stefano P
Utente Junior

Città: Udine


70 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 13 aprile 2012 : 12:40:25 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Per avere un'idea dell'aspetto di questo canide, si può fare riferimento alla seguente serie di immagini raccolte in F.V.G. e Trentino, di cui inserisco soltanto i links.

Sciacalli dorati ripresi da foto-trappola in Carnia, Val Tagliamento:
Link

Link

Link

Esemplare di Sciacallo dorato investito da automobili in Val Tagliamento:
Link

Esemplare investito da automobili in provincia di Gorizia:
Link

Esemplare recentemente investito da automobili in Valsugana:
Link

Link

Stefano P.

Modificato da - Stefano P in data 13 aprile 2012 12:40:43
Torna all'inizio della Pagina

filtros
Utente V.I.P.


Città: Formigine
Prov.: Modena

Regione: Emilia Romagna


466 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 13 aprile 2012 : 15:42:29 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Non sapevo della diffusione di questo canide nel nostro paese....non so se dire...interessante o ...inquietante

Luciano Vaccari
Torna all'inizio della Pagina

Forest
Moderatore Tutor


Città: Sesto San Giovanni
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


9564 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 13 aprile 2012 : 15:48:47 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ricordo che alcuni anni fa (intorno al 2002) andai in vacanza d'estate in Val di Zoldo, e mi riferirono di alcuni di avvistamenti di grossi mammiferi da parte di persone della zona (se ricordo bene, uno a Fusine di Zoldo, uno ad Iral ed uno nella zona di Zoppé di Cadore); mentre due furono attribuiti al possibile passaggio di una Lince, per uno (credo fosse quello di Zoppé) ricordo che qualcuno aveva ipotizzato che si fosse trattato dello Sciacallo dorato.


Link
Link
Torna all'inizio della Pagina

Andrina
Utente V.I.P.

Città: Trento
Prov.: Trento

Regione: Trentino - Alto Adige


329 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 14 aprile 2012 : 14:29:44 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Il ritrovamento in valsugana è di quest'anno? sapevo che stavano arrivando in territorio italiano ma che si fossero spinti fino a qui è una grande notizia! Sono state messe delle fototrappole anche in territorio trentino?
Torna all'inizio della Pagina

marcospada
Utente Senior


Città: roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


1376 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 14 aprile 2012 : 15:40:16 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
E' gia' presente in provincia di trento:

Link

Link



Marco
Link
Sciacallo dorato in Italia - Raccolta segnalazioni
Torna all'inizio della Pagina

Andrea Boscherini
Moderatore

Prov.: Forlì-Cesena

Regione: Emilia Romagna


5114 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 14 aprile 2012 : 19:35:38 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di filtros:

Non sapevo della diffusione di questo canide nel nostro paese....non so se dire...interessante o ...inquietante

Luciano Vaccari


se è una espansione naturale penso debba essere preso con grande felicità...no? siamo sempre abiutati a sentire di animali alloctoni introdotti dall'uomo...se finalmente ne arriva qualcuno da solo, con le sue gambe, penso dovremmo esserne tutti felici e valorizzarlo.
Torna all'inizio della Pagina

albill
Utente Senior

Città: Poncarale
Prov.: Brescia

Regione: Lombardia


640 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 14 aprile 2012 : 20:11:05 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Andrea Boscherini:

Messaggio originario di filtros:

Non sapevo della diffusione di questo canide nel nostro paese....non so se dire...interessante o ...inquietante

Luciano Vaccari


se è una espansione naturale penso debba essere preso con grande felicità...no? siamo sempre abiutati a sentire di animali alloctoni introdotti dall'uomo...se finalmente ne arriva qualcuno da solo, con le sue gambe, penso dovremmo esserne tutti felici e valorizzarlo.



Straquoto...anche perchè è veramente una delle pochissime espansioni naturali di un mammifero non alloctono nel nostro paese.






Alberto
Torna all'inizio della Pagina

orsobblu
Moderatore

Città: Camorino (Svizzera)


7277 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 15 aprile 2012 : 14:05:33 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Andrea Boscherini:

Messaggio originario di filtros:

Non sapevo della diffusione di questo canide nel nostro paese....non so se dire...interessante o ...inquietante

Luciano Vaccari


se è una espansione naturale penso debba essere preso con grande felicità...no? siamo sempre abiutati a sentire di animali alloctoni introdotti dall'uomo...se finalmente ne arriva qualcuno da solo, con le sue gambe, penso dovremmo esserne tutti felici e valorizzarlo.


Sì, se non si tratta di uno spostamento dettato da un'innalzamento delle temperature. Difficile dirlo.

Ciao!

Alessandro (orsobblu)

"La découverte du monde commence dans ton jardin" (X. Moirandat)
Link
Torna all'inizio della Pagina

Andrina
Utente V.I.P.

Città: Trento
Prov.: Trento

Regione: Trentino - Alto Adige


329 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 15 aprile 2012 : 16:01:01 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Si parlava dell'assenza del lupo come causa probabile della diffusione dello sciacallo sulle Alpi, ma credo non sia l'unica ragione!

Per quanto riguarda l'autoctonia/alloctonia direi che in questo caso ometterei discussioni in merito

Comunque parlare di presenza in trentino mi sembra azzardato dopo il ritrovamento di un solo esemplare, per lo più avvenuto recentemente...

Modificato da - Andrina in data 15 aprile 2012 16:15:31
Torna all'inizio della Pagina

Stefano P
Utente Junior

Città: Udine


70 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 16 aprile 2012 : 15:04:47 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ringrazio tutti per le considerazioni e mi permetto di fare alcune precisazioni in merito agli argomenti trattati:

1. La sottospecie presente in Europa sud-orientale è il Canis aureus moreoticus (I. GEOFFROY SAINT-HILAIRE, 1835), lo Sciacallo dorato europeo, European Golden Jackal.
2. L'espansione dello Sciacallo dorato europeo verso l'Italia nord-orientale (attraverso le coste adriatiche orientali) è in atto da oltre vent'anni, e in essa non vi è nulla di anomalo o preoccupante, in quanto la specie non è ritenuta nociva per gli ambienti che occupa.
Ricordo che la dieta dello Sciacallo dorato non è dissimile da quella della Volpe rossa.
3. Non ci sono evidenze di una popolazione stabile in Trentino, ma i segnali non mancano. In Friuli-V.G. sono stati accertati gruppi riproduttivi tramite survey bio-acustiche ed altre prove oggettive.

Per i moderatori: avevo aperto questa discussione per permettere a chiunque fosse in possesso di notizie o materiale inedito sullo Sciacallo dorato di condividerlo utilmente, in modo che potessi trasformarlo in segnalazioni per il gruppo di ricerca che si occupa della specie. Visto l'interesse, si potrebbe valutare l'apertura di un nuovo topic per discutere dei vari aspetti legati all'espansione dello Sciacallo dorato, qualora non fosse presente una discussione analoga.

Mille grazie,
Stefano P.

Modificato da - Carlmor in data 20 settembre 2013 09:22:11
Torna all'inizio della Pagina

filtros
Utente V.I.P.


Città: Formigine
Prov.: Modena

Regione: Emilia Romagna


466 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 16 aprile 2012 : 15:41:52 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Date le vostre spiegazioni relativamente all'espansione naturale di questo animale, opto senz'altro per "interessante."

Grazie delle informazioni ragazzi.

Luciano Vaccari
Torna all'inizio della Pagina

Flavior
Determinatore

Città: Olevano Romano
Prov.: Roma

Regione: Lazio


758 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 16 aprile 2012 : 16:29:07 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
L’osservazione di Andrina sulla diffusione dello sciacallo dovuta alla riduzione del lupo nell’Europa dell’est (non a caso lo sciacallo viene da quella direzione) mi sembra una delle spiegazioni più importanti, anche se probabilmente non l’unica.
E’ vero che lo sciacallo ha una dieta diversa dal lupo, ma non ci dimentichiamo quello che è accaduto in Nord America dove la scomparsa del lupo da gran parte del suo areale ha determinato un’espansione del coyote che non solo ha esteso la sua area di distribuzione, ma si è anche “lupizzato”. Significa che in presenza del lupo, il coyote caccia per lo più in solitaria e cattura piccole prede (in questo è simile a C. aureus). Da quando non c’è il lupo, il coyote comincia a formare piccoli gruppi che hanno la possibilità di abbattere prede più grandi. Si tratta di un fenomeno chiamato esclusione competitiva: le nicchie ecologiche di due specie affini si allargano quando una delle due viene a mancare. L’allargamento dell’areale è una delle conseguenze.
Forse sta succedendo qualcosa di simile tra sciacallo dorato e lupo (per questo credo che il primo non arriverà a colonizzare l’Appennino), anche se probabilmente il problema è più complesso di quanto pensiamo.

P.S. Io direi di continuare ad inserire qui qualsiasi altra considerazione su C. aureus. E’ un argomento molto interessante quindi metto il topic in rilievo.
Torna all'inizio della Pagina

Stefano P
Utente Junior

Città: Udine


70 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 16 aprile 2012 : 18:42:26 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Flavior:

L’osservazione di Andrina sulla diffusione dello sciacallo dovuta alla riduzione del lupo nell’Europa dell’est (non a caso lo sciacallo viene da quella direzione) mi sembra una delle spiegazioni più importanti, anche se probabilmente non l’unica.
E’ vero che lo sciacallo ha una dieta diversa dal lupo, ma non ci dimentichiamo quello che è accaduto in Nord America dove la scomparsa del lupo da gran parte del suo areale ha determinato un’espansione del coyote che non solo ha esteso la sua area di distribuzione, ma si è anche “lupizzato”. Significa che in presenza del lupo, il coyote caccia per lo più in solitaria e cattura piccole prede (in questo è simile a C. aureus). Da quando non c’è il lupo, il coyote comincia a formare piccoli gruppi che hanno la possibilità di abbattere prede più grandi. Si tratta di un fenomeno chiamato esclusione competitiva: le nicchie ecologiche di due specie affini si allargano quando una delle due viene a mancare. L’allargamento dell’areale è una delle conseguenze.
Forse sta succedendo qualcosa di simile tra sciacallo dorato e lupo (per questo credo che il primo non arriverà a colonizzare l’Appennino), anche se probabilmente il problema è più complesso di quanto pensiamo.

Il passato restringimento dell'areale del Lupo balcanico (dovuto a persecuzione diretta da parte dell'uomo) ha senza dubbio permesso allo Sciacallo dorato di espandersi verso la parte settentrionale della Penisola Balcanica seguendo la costa adriatica orientale.
In futuro il Lupo, grazie ad alcune protezioni accordategli, è tornato ad occupare territori da cui era scomparso (l'esempio più vicino a noi è la Repubblica di Slovenia, dove oggi è presente una modesta popolazione di lupi, su cui viene effettuato un controllo numerico attivo per mitigare i conflitti con le attività zootecniche).
Questa potrebbe essere la causa della spinta espansionistica dello Sciacallo dorato verso nord/nordovest.
Dove l'areale delle due specie viene a sovrapporsi il lupo grigio esclude lo sciacallo dorato dalle zone forestali più integre per esclusione competitiva, anche predandolo attivamente. La rarefazione subita dal lupo (il più grande antagonista e controllore naturale dello sciacallo dorato) nel secolo scorso è stata infatti una delle cause principali dell'espansione dello sciacallo verso l'Europa centrale. Un fenomeno analogo avviene in Nord America, dove il lupo svolge un’importante azione di controllo sulle popolazioni di coyote.


P.S. Io direi di continuare ad inserire qui qualsiasi altra considerazione su C. aureus. E’ un argomento molto interessante quindi metto il topic in rilievo.

Mille grazie, onorato di averlo aperto, allora!


Stefano P.

Modificato da - Carlmor in data 20 settembre 2013 09:26:05
Torna all'inizio della Pagina

Luciano54
Moderatore


Città: Forlì
Prov.: Forlì-Cesena

Regione: Emilia Romagna


4958 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 16 aprile 2012 : 21:59:40 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ho qualche dubbio sulla competizione (anche se indiretta) lupo-sciacallo; ... vedo più una competizione diretta con la volpe; ... penso che prima o poi la popolazione di Vulpes vulpes comincerà a risentire dell'espansione dello sciacallo dorato.
Questo senza nulla togliere alla soddisfazione di vedere un inizio di colonizzazione della nostra penisola ... da parte di questo fantastico e affascinate animale.

L.

Stefano, ... continuo a pensare che ti sarebbe più consono un altro nik .... magari che inizi con la J
Torna all'inizio della Pagina

Stefano P
Utente Junior

Città: Udine


70 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 18 aprile 2012 : 19:54:49 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Luciano54:

Ho qualche dubbio sulla competizione (anche se indiretta) lupo-sciacallo; ... vedo più una competizione diretta con la volpe; ... penso che prima o poi la popolazione di Vulpes vulpes comincerà a risentire dell'espansione dello sciacallo dorato.
Questo senza nulla togliere alla soddisfazione di vedere un inizio di colonizzazione della nostra penisola ... da parte di questo fantastico e affascinate animale.

L.

Stefano, ... continuo a pensare che ti sarebbe più consono un altro nik .... magari che inizi con la J

Caro Luciano,
trovo le tue considerazioni essenzialmente corrette.

Riguardo alla competizione trofica con la Volpe, esiste senz'altro un legame fra le densità delle due specie. Negli ambienti studiati sono spesso riscontrate entrambe le specie, ma laddove è presente lo Sciacallo dorato la densità di volpe è tendenzialmente più bassa. Naturalmente non è un dato ufficiale.
Alcuni testi consultati riportano che la volpe ignora le marcature dello sciacallo. Non ho dati riguardo a eventuali comportamenti infanticidi.
Ritengo che la presenza dello Sciacallo all'interno di un ambiente non comporti la scomparsa da questo della Volpe rossa, ma solo una variabile diminuzione della densità.
Jackal S

Modificato da - Carlmor in data 20 settembre 2013 09:34:50
Torna all'inizio della Pagina

Friulscottish
Utente V.I.P.


Città: Udine/ Cambridge
Prov.: Udine

Regione: Friuli-Venezia Giulia


151 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 07 maggio 2012 : 18:51:57 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Salve Stefano, sono un amico di Luca Lapini e ho quindi avuto la fortuna di sapere sin dalle prime apparizioni in FVG di questo interessante canide. Da dire quindi, che i primi esemplari classificati come tali sono due giovani maschi catturati (uccisi) alla periferia di Udine (Pozzuolo del Friuli)nel 1985 e nel 1987 presumibilmente la madre, tutti scambiati per "strane" volpi. Ora in FVG ci sono alcuni nuclei stabili e ben monitorati. Nel 1984 comunque c'è stata la prima cattura in assoluto, a San Vito di Cadore, Belluno (loc. Serdes). Si ipotizza per il prossimo trentennio "l'invasione" di tutta l'Italia settentrionale.

Io me ne vado nella brughiera scozzese, non voglio diventare qua il più ricco del cimitero.
Torna all'inizio della Pagina

Stefano P
Utente Junior

Città: Udine


70 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 14 maggio 2012 : 17:37:34 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Friulscottish:

Salve Stefano, sono un amico di Luca Lapini e ho quindi avuto la fortuna di sapere sin dalle prime apparizioni in FVG di questo interessante canide. Da dire quindi, che i primi esemplari classificati come tali sono due giovani maschi catturati (uccisi) alla periferia di Udine (Pozzuolo del Friuli)nel 1985 e nel 1987 presumibilmente la madre, tutti scambiati per "strane" volpi. Ora in FVG ci sono alcuni nuclei stabili e ben monitorati. Nel 1984 comunque c'è stata la prima cattura in assoluto, a San Vito di Cadore, Belluno (loc. Serdes). Si ipotizza per il prossimo trentennio "l'invasione" di tutta l'Italia settentrionale.

Ciao e grazie per l'intervento.
Ho letto le pubblicazioni del lavoro svolto da Lapini sullo Sciacallo dorato.


Stefano P.

Modificato da - Stefano P in data 14 maggio 2012 17:41:19
Torna all'inizio della Pagina

beringei
Utente Senior

Città: prato
Prov.: Prato

Regione: Toscana


558 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 16 maggio 2012 : 04:09:27 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

[/quote]
Ritengo che la presenza dello Sciacallo all'interno di un ambiente non comporti la scomparsa da questo della Volpe rossa, ma solo una variabile diminuzione della densità.
Jackal S

[/quote]

Se non fosse così nell'europa sud -orientale ed in asia la volpe sarebbe estinta ed invece...

Modificato da - beringei in data 16 maggio 2012 04:11:23
Torna all'inizio della Pagina

Luciano54
Moderatore


Città: Forlì
Prov.: Forlì-Cesena

Regione: Emilia Romagna


4958 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 16 maggio 2012 : 06:46:59 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di beringei:
Ritengo che la presenza dello Sciacallo all'interno di un ambiente non comporti la scomparsa da questo della Volpe rossa, ma solo una variabile diminuzione della densità.
Jackal S


Se non fosse così nell'europa sud -orientale ed in asia la volpe sarebbe estinta ed invece...


Si parlava ovviamente solo di competizione ... e quindi di variazioni di densità relative .... certo non di estinzione di una o dell'altra specie.


Messaggio originario di Luciano54:
... vedo più una competizione diretta con la volpe; ... penso che prima o poi la popolazione di Vulpes vulpes comincerà a risentire dell'espansione dello sciacallo dorato ......


... Chiedo scusa se i concetti espressi sono risultati poco chiari.

L.
Torna all'inizio della Pagina

beringei
Utente Senior

Città: prato
Prov.: Prato

Regione: Toscana


558 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 16 maggio 2012 : 18:25:39 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie Luciano

Comunque avevo inteso il senso,era solo per fare una battuta,dalla faccina credevo si capisse.
Lo so che dove c'è lo sciacallo la volpe non si estingue,anzi penso non si estinguerebbe neanche con i velociraptor ,vista l'adattabilità...
Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 4 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Pagina Successiva >>

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,52 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net