testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Hai provato la nostra ricerca tassonomica da Browser? Clicca qui per info!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Città, Montagne, Laghi, Itinerari, Immagini del Mediterraneo
   CITTA' E PAESI DEL MEDITERRANEO
 Musei naturalistici e del territorio
 Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva >>
Autore Discussione Discussione Successiva
Pag.di 2

Stepa
Utente Senior

Città: Pescara

Regione: Abruzzo


2965 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 05 febbraio 2012 : 00:28:05 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

MUSEO DEL MARE
SEZIONE ANIMALI MARINI PROTETTI "CARMINE DI SILVESTRO"
MAMMIFERI E RETTILI DEL MEDITERRANEO
PESCARA


Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
72,12 KB

L'attuale Museo del Mare nacque negli anni cinquanta come Museo Ittico grazie alla passione e alla competenza dell'allora direttore del Mercato Ittico di Pescara, il dottor Guglielmo Pepe, persona squisita che ebbi la fortuna di conoscere. Oggi purtroppo il museo non è fruibile, in attesa della sistemazione definitiva in un bell'edificio nella zona portuale nei pressi del neonato Ponte del Mare, edificio già assegnatogli, ma nel quale, per motivi sui quali è meglio tacere, ancora non può essere allestito.
Si è pensato quindi di riaprirne almeno un'ala in un locale vicino, e così, poco più di tre anni fa è nata questa sezione.
A presto le prime foto.

Stefano

Stepa
Utente Senior

Città: Pescara

Regione: Abruzzo


2965 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 05 febbraio 2012 : 01:20:18 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Balaenoptera physalus (Linneo, 1758)


Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
75,28 KB


Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
80,28 KB


Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
65,48 KB


Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
73,05 KB


Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
67,34 KB

E' lo scheletro di una Balenottera comune di circa 14 metri che andò ad arenarsi e a morire il 25 maggio 1987 in Sardegna, nei pressi di Olbia, dopo la collisione con un traghetto. La carcassa fu acquisita e recuperata dal museo, e lo scheletro fu preparato ed assemblato da un'equipe capitanata dal dottor Vincenzo Olivieri, l'attuale direttore, nonchè referente per l'Abruzzo del Centro Studi Cetacei della Società Italiana di Scienze Naturali.

Stefano

Modificato da - Stepa in data 05 febbraio 2012 01:26:52
Torna all'inizio della Pagina

Stepa
Utente Senior

Città: Pescara

Regione: Abruzzo


2965 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 05 febbraio 2012 : 12:36:41 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Physeter macrocephalus (Linneo, 1758)


Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
70,11 KB


Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
62,76 KB


Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
59,46 KB


Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
71,14 KB

Questo giovane Capodoglio di 10,5 metri invece, fu trovato agonizzante davanti alla spiaggia di Ortona(CH), pochi chilometri a sud di Pescara, nel maggio del 1984. Si cercò di restituirlo al mare aperto, ma ogni tentativo si rivelò vano.
Nel suo stomaco fu trovata una buona quantità di sacchetti di plastica, ceramente ingeriti perchè scambiati per cefalopodi (calamari o totani), dei quali il cetaceo si nutre. Nel corso della necroscopia fu inoltre trovato vicino allo sfiatatoio questo proiettile, sparato chissà da quale imbecille con un fucile.

Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
75,41 KB

Stefano

Modificato da - Stepa in data 05 febbraio 2012 12:38:43
Torna all'inizio della Pagina

clse
Utente V.I.P.

Città: como
Prov.: Como

Regione: Lombardia


382 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 05 febbraio 2012 : 16:36:24 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
non sono certo un'esperto, ma l'allestimento mi sembra bellissimo, tutt'altro che provvisorio... aspettiamo alte foto!!
grazie, claudio
Torna all'inizio della Pagina

Stepa
Utente Senior

Città: Pescara

Regione: Abruzzo


2965 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 05 febbraio 2012 : 20:05:14 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Si Claudio, effettivamante l'allestimento è bellissimo, e il tutto ti dà una sensazione particolare, ti rendi realmente conto della maestosità di questi giganti (a proposito, non l'ho detto, ma forse s'era capito, la sagoma sul pavimento riproduce il profilo dell'animale integro). Ma purtroppo devo deluderti, questa è l'unica sala attrezzata in questo modo, il resto è quasi tutto esposto in vetrine, anche se con un certo buon gusto. Chissà in futuro, con la sistemazione definitiva....

Stefano
Torna all'inizio della Pagina

Fabiolino pecora nera
Moderatore


Città: Napoli
Prov.: Napoli

Regione: Campania


4984 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 05 febbraio 2012 : 20:14:16 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Mamma mia, ma sono spettacolari ed io non ci sono mai venuto!!

Levatemi tutto ma non il mio mare...
Torna all'inizio della Pagina

luigi g
Utente Senior

Città: Terracina
Prov.: Latina

Regione: Lazio


1665 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 05 febbraio 2012 : 22:22:40 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Stefano,il problema dei sacchetti di plastica é certamente serio,non solo perchè inquinano e hanno una biodegrabilità molto lunga,ma risultano molto pericolosi per tutti gli animali che li ingeriscono,oltre alla balene e i capodogli,anche i delfini,i tursiopi,le tartarughe a altri.A riguardo dell'idiota che ha sparato non ho parole,é vergognoso e ignobile.L'istituzione museale é sempre bello e importante finché siano seguiti i criteri giusti sperando che non vengano abbandonati come spesso accade.Originale la sagoma sotto gli scheletri.Mi auguro che il museo raggiunga la sua sede definitiva nel più breve tempo possibile.

luigi g
Torna all'inizio della Pagina

Stepa
Utente Senior

Città: Pescara

Regione: Abruzzo


2965 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 05 febbraio 2012 : 23:51:00 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Hai perfettamente ragione Luigi, purtroppo avrai modo di vedere in questo post altri danni fatti a questi animali dalla irresponsabilità o dalla cattiveria umana, non è tutto qui, purtroppo.

A Fabio (ma anche a Claudio, a Luigi e a quanti ne fossero interessati): ti aspetto quando vuoi. Il problema è che purtroppo attualmente il museo è visitabile solo su appuntamento, quindi avvertimi almeno un paio di giorni prima della tua eventuale venuta, magari con un messaggio privato, cercherò di organizzare e anche di rendermi disponibile.

Stefano
Torna all'inizio della Pagina

Stepa
Utente Senior

Città: Pescara

Regione: Abruzzo


2965 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 07 febbraio 2012 : 11:26:37 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Stenella coeruleoalba (Meyen, 1833)

Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
32,63 KB

Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
29,86 KB

Non ho potuto o saputo fare di meglio nel fotografare questa Stenella striata arenatasi sulle coste abruzzesi. La "cartolina" della seconda foto, comunque, riproduce la torre civica del Palazzo Comunale della mia città.

Stefano
Torna all'inizio della Pagina

Stepa
Utente Senior

Città: Pescara

Regione: Abruzzo


2965 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 07 febbraio 2012 : 17:22:56 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Tursiops truncatus (Montagu, 1821)

Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
43,95 KB
La foto di uno scheletro di Delfino comune, quello che sembra essere il cetaceo più presente nei mari di tutto il mondo.

Stefano
Torna all'inizio della Pagina

Stepa
Utente Senior

Città: Pescara

Regione: Abruzzo


2965 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 07 febbraio 2012 : 19:34:49 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Monachus monachus (Hermann, 1779)

Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
41,28 KB
Un giovane esemplare di Foca monaca dalla Sardegna, Cala Gonone, tanto tempo fa.

Stefano
Torna all'inizio della Pagina

Stepa
Utente Senior

Città: Pescara

Regione: Abruzzo


2965 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 08 febbraio 2012 : 23:14:26 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Dermochelys coriacea (Vandelli, 1761)


Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
43,04 KB


Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
62,25 KB


Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
54,88 KB
Due esemplari di Tartaruga liuto, la più grande esistente. Presente in tutti i mari, si rinviene anche in Mediterraneo, dove però non sembra riuscire a riprodursi. Il primo esemplare è un vecchio reperto, non so di quanto tempo fa. Il secondo ha il cranio fracassato, ucciso dall'elica di un motoscafo a Taranto, nel 1959.

Stefano
Torna all'inizio della Pagina

GClaudia
Utente V.I.P.

Città: St-Vincent
Prov.: Aosta

Regione: Val D'Aosta


278 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 09 febbraio 2012 : 08:45:47 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Che meraviglia questo museo....
Claudia

Claudia
Torna all'inizio della Pagina

Stepa
Utente Senior

Città: Pescara

Regione: Abruzzo


2965 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 10 febbraio 2012 : 21:11:10 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Caretta caretta (Linneo, 1758)


Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
54,1 KB


Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
71,83 KB
La Tartaruga comune, la più piccola mediterranea, è presente con un discreto numero di esemplari. Voglio sottolineare che naturalmente nessuno di questi esemplari è stato "sacrificato" per il museo, anzi devo dire che in passato diverse tartarughe ferite sono state curate e rimesse in libertà dal gruppo di veterinari e biologi del Museo Ittico, le ultime non molto tempo fa. Le radiografie qui riportate documentano un paio di ami di palamiti, utilizzati per la pesca di tonni e pescispada, rinvenuti in passato in due esemplari di tartaruga.

Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
23,75 KB

Stefano
Torna all'inizio della Pagina

Rupibex
Utente Senior

Città: Ferrara
Prov.: Ferrara

Regione: Emilia Romagna


1260 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 27 febbraio 2012 : 14:47:27 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Stepa:

Monachus monachus (Hermann, 1779)

Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
41,28 KB
Un giovane esemplare di Foca monaca dalla Sardegna, Cala Gonone, tanto tempo fa.

Stefano


Ma siete sicuri che sia una foca monaca? Perché secondo me è un'otaria: ha le orecchie esterne ele pinne caudali separate...
Comunque gli altri allestimenti sono molto belli!

"Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata." A. Einstein
Rupibex
Torna all'inizio della Pagina

Stepa
Utente Senior

Città: Pescara

Regione: Abruzzo


2965 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 27 febbraio 2012 : 20:51:49 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Filippo,
essendo io abbastanza ignorante in materia, sto cercando di contattare il direttore del museo, presto cercherò di risponderti.

Stefano



Torna all'inizio della Pagina

botta
Utente Senior


Città: varese
Prov.: Varese

Regione: Lombardia


643 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 27 febbraio 2012 : 21:18:51 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Bel museo ben allestito ciaoo.
Torna all'inizio della Pagina

Stepa
Utente Senior

Città: Pescara

Regione: Abruzzo


2965 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 01 marzo 2012 : 00:50:19 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Rupibex:

Ma siete sicuri che sia una foca monaca? Perché secondo me è un'otaria: ha le orecchie esterne ele pinne caudali separate...
Rupibex

Quando ho girato il tuo quesito al dottor Olivieri mi sono sentito rispondere testualmente: "non ha tutti i torti". Il discorso è abbastanza complesso. Quello è un esemplare acquisito più di mezzo secolo fa, proveniente dalla Sardegna, e preparato non si sa più da chi. Intanto è un cucciolotto e (penso io) potrebbe avere sembianze leggermente diverse da quelle di un adulto, e poi chissà come è stato preparato. Credo sia impagliato, le orecchie, che negli adulti, è vero, sono rudimentali, potrebbero essere state erroneamente allargate dal preparatore (ovviamente è una mia ipotesi). E le pinne caudali sono separate si, ma non del tutto, quelle potrebbero essere proprio da Foca monaca. Le pinne delle otarie dovrebbero essere un più staccate e più ventrali, più adatte, oltre che al nuoto, alla deambulazione. Comunque i dubbi ci sono...e rimangono.

Stefano
Torna all'inizio della Pagina

Rupibex
Utente Senior

Città: Ferrara
Prov.: Ferrara

Regione: Emilia Romagna


1260 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 01 marzo 2012 : 18:58:16 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Stepa:

Messaggio originario di Rupibex:

Ma siete sicuri che sia una foca monaca? Perché secondo me è un'otaria: ha le orecchie esterne ele pinne caudali separate...
Rupibex

Quando ho girato il tuo quesito al dottor Olivieri mi sono sentito rispondere testualmente: "non ha tutti i torti". Il discorso è abbastanza complesso. Quello è un esemplare acquisito più di mezzo secolo fa, proveniente dalla Sardegna, e preparato non si sa più da chi. Intanto è un cucciolotto e (penso io) potrebbe avere sembianze leggermente diverse da quelle di un adulto, e poi chissà come è stato preparato. Credo sia impagliato, le orecchie, che negli adulti, è vero, sono rudimentali, potrebbero essere state erroneamente allargate dal preparatore (ovviamente è una mia ipotesi). E le pinne caudali sono separate si, ma non del tutto, quelle potrebbero essere proprio da Foca monaca. Le pinne delle otarie dovrebbero essere un più staccate e più ventrali, più adatte, oltre che al nuoto, alla deambulazione. Comunque i dubbi ci sono...e rimangono.

Stefano


Ho capito... Comunque secondo me (anche se fosse un giovane) assomiglierebbe di più ad un leone marino della California che a una foca monaca.

"Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata." A. Einstein
Rupibex
Torna all'inizio della Pagina

Stepa
Utente Senior

Città: Pescara

Regione: Abruzzo


2965 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 05 marzo 2012 : 01:03:59 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Eretmochelys imbricata (Linneo, 1766)


Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
26,82 KB


Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
46,6 KB

La Tartaruga embricata, praticamente ubiquitaria, è presente, ma molto rara in Mediterraneo. Gli individui presenti nel museo sono stati sequestrati dagli uomini del Corpo Forestale dello Stato nell' aeroporto di Fiumicino a turisti di ritorno da paesi tropicali.

Stefano
Torna all'inizio della Pagina

Stepa
Utente Senior

Città: Pescara

Regione: Abruzzo


2965 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 05 marzo 2012 : 02:03:14 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Lepidochelys kempii (Garman,1880)


Il MUSEO DEL MARE di PESCARA
44,7 KB

Soltanto una corazza per la Tartaruga di Kemp, la più piccola, ma anche la più rara tartaruga esistente. E' specie atlantica, ma è presente con qualche individuo erratico anche nel Mediterraneo.

Stefano
Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 2 Discussione Discussione Successiva  

Pagina Successiva >>

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,45 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net