testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Lo sapevi che puoi aggiungere le informazioni di Google Map nel Forum? Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Città, Montagne, Laghi, Itinerari, Immagini del Mediterraneo
 CITTA' E PAESI DEL MEDITERRANEO    Regione Emilia Romagna
 Ravenna ed i suoi mosaici
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva >>
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag.di 7

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 31 dicembre 2011 : 15:33:15 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia  Controlla la Mappa di Google dal Satellite  Latitudine e Longitudine 44.41594223915605, 12.204866409301757 clicca per visualizzare la mappa Google dal Satellite

Nazione: Italia Regione: Emilia Romagna Provincia: RA Comune: Ravenna Localitŕ:
Sollecitato dall' amico Theco, ravennate doc, (con cui in passato ho avuto epiche discussioni, il che non ci ha però impedito di tenere rapporti di amicizia e di stima reciproca) avvio questa discussione, di carattere sperimentale , in cui in linea di massima gli proporrei di mettere io le foto e lui i testi (spero sia d' accordo). Ovviamente è ben accetto il contributo di tutti, a cominciare dall' amico Maurizio.

Due parole di premessa. Non conoscevo Ravenna, che ho avuto modo di visitare solo durante l' ultimo ponte dell' Immacolata. La città mi è piaciuta particolarmente sia per la sua vivibilità, sia per le numerose testimonianze artistiche, fra cui i meravigliosi mosaici.

Comincio con questa foto che mostra il Duomo ed il Battistero Neoniano

cliccare sulla foto
Ravenna ed i suoi mosaici
125,5 KB

Giuseppe

Modificato da - marz in Data 31 dicembre 2011 15:38:44

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 31 dicembre 2011 : 15:57:22 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Intenderei procedere in questo modo. Dapprima inserirò le foto che ho scattato in notturna (senza nessun filo conduttore specifico, nell' ordine in cui, tranne la prima già inserita, le ho scattate girovagando senza nessuna meta particolare, di notte per Ravenna). Le inserirò un pò per volta per dare tempo a Theco (ed a chi avrà voglia) di intervenire. Poi inserirò le foto dei mosaici.

Alcune precisazioni, per così dire tecniche . Dopo la cena e dopo aver lasciato gli amici in albergo, mi sono messo a girare per Ravenna di notte, munito dell' apparecchio fotografico e di un solido treppiedi (accessorio indispensabile per fare buone foto in notturna), tra gli sguardi un pò incuriositi dei (pochi) passanti.

Di valido supporto, oltre al treppiedi, mi è stata la mezza bottiglia (abbondante... ) di ottimo sangiovese bevuto a cena, che mi ha proficuamente supportato nell' affrontare i rigori invernali. Ma questi sono dettagli tecnici di scarso interesse... Partiamo.


Basilica di Sant' Apollinare Nuovo
Ravenna ed i suoi mosaici
148,31 KB



Giuseppe

Modificato da - marz in data 31 dicembre 2011 16:23:35
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 31 dicembre 2011 : 16:01:05 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Il Campanile della Basilica di Sant' Apollinare Nuovo (prima di proseguire attendo un cenno da Theco ).


Ravenna ed i suoi mosaici
139,32 KB

Giuseppe

Modificato da - marz in data 31 dicembre 2011 16:21:50
Torna all'inizio della Pagina

theco
Utente Super




6096 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 01 gennaio 2012 : 19:05:01 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Come sai, Giuseppe, le 'cose sperimentali' mi piacciono.

Mi piacerebbe però che fossi tu stesso a narrare le immagini, io mi limiterò ad aggiungere particolari al tuo racconto, dal punto di vista dell'osservato più che da quello dell'osservatore.

E se di esperimento si deve trattare, che esperimento sia fino in fondo: chi non conosce Ravenna, ma ama affabularsi, potrebbe utilizzare il flusso principale del racconto proposto da Beppe come spunto per proporci diversioni ed emissari verso altri mondi (sempre che marz sia d'accordo e che non si finisca tutti agli antipodi senza biglietto di ritorno).

Ciao, Andrea
Torna all'inizio della Pagina

theco
Utente Super




6096 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 01 gennaio 2012 : 22:09:01 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
cliccare sulla foto
Ravenna ed i suoi mosaici
125,5 KB

Il Duomo di Ravenna, in un'insolita visione posteriore.

A differenza di molte altre città, a Ravenna, il Duomo è una delle chiese meno interessanti (spero che l'attuale inquilino non se ne abbia a male). Si tratta di un edificio del 18° secolo, il cui principale pregio risiede nel fatto che ricalca l'impianto di una precedente chiesa 'un tantinello più antica': si tratta della Cattedrale Ursiana, edificata dal vescovo Orso a metà del 4° secolo.

Siamo molto indietro nel tempo, grosso modo al periodo dell'editto di Costantino, cioè dell'atto imperiale che pose fine alle persecuzioni 'governative' contro i cristiani (e tanti altri culti) e qui già sorgeva una cattedrale a cinque navate. I pochissimi resti musivi di quella antica cattedrale sono visibili dietro la luminosa stella cometa nella foto di marz: quello è l'ingresso del museo arcivescovile, un piccolo museo ravennate di fama minore (e di dubbio gusto negli addobbi natalizi) che però vale la pena visitare.

Museo a parte nella foto di marz ci sono due cose incompatibili con un architettura ottocentesca: quali sono?

Ma basta con le date e la storia, vediamo un po' di colore locale... per fare questa foto marz ha appoggiato tutti e cinque i piedi sul marciapiede dell'Inps, uno dei luoghi moderni dove, durante il giorno, si formano code di miseria umana, sempre più lunghe in tempi di spread.

A proposito dell'inquilino: Ravenna è un arcidiocesi metropolitana, quindi non ha un vescovo, ma un arcivescovo metropolita che tuttavia, dopo il Concilio Vaticano II, ha mantiene poteri gerarchici molto limitati nei confronti delle altre diocesi suffraganee.

Ciao, Andrea
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 01 gennaio 2012 : 23:17:17 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Theco. Leggo con grande interesse le tue puntualizzazioni e, sul momento, non sono in grado di rispondere sulle "incompatibilità". spero lo faccia qualcun' altro.

A quanto hai già detto, mi sento di aggiungere che in effetti il Duomo generalmente non viene visitato dai turisti (nè io l' ho fatto). Però, come hai detto, il Museo Arcivescovile la cui entrata è quella sotto la cometa natalizia, merita senz' altro di essere visto.

Stranamente è anche l' unico posto in cui è vietato fotografare. Non ho capito perchè, mentre è tranquillamente possibile scattare foto in tutte le chiese (sia pure, giustamente, senza cavalletto e flash), mosaici compresi, nel Museo Arcivescovile è vietato fotografare.

Del Museo mi ha colpito particolarmente la straordinaria Cattedra d' Avorio dell' Arcivescovo Massimiano, probabile dono dell' imperatore Giustiniano (è un vero peccato che non possa farvela vedere).

Mi ha molto incuriosito anche una lastra di marmo che conteneva il calendario liturgico per il calcolo della Pasqua per il periodo dal 532 al 626. Magnifica.

Ma è un pò tutto il Museo ad essere interessante, andrebbe visitato e consiglio senz' altro di farlo.

Giuseppe

Modificato da - marz in data 02 gennaio 2012 00:00:29
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 01 gennaio 2012 : 23:34:26 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Proseguendo il mio itinerario notturno e girando un pò a caso sono arrivato in Piazza del Popolo, che credo possa essere considerata la Piazza principale di Ravenna. In questa foto vediamo la Torre dell' Orologio e l' albero di Natale addobbato col tricolore. Per far prima riporterei un commento (in un' altra discussione) di Theco.

Questa è Piazza del Popolo, la piazza centrale, per l'occasione adorna di addobbi natalizi... è la prima volta che si fa un albero tricolore, immagino si tratti dell'ultimo tributo al 150tenario; anche le bancarelle in legno fanno parte del Natale, spariscono subito dopo.
L'orologio della torre segna le 22.20 e questo giustifica il deserto immortalato da Giuseppe, a quell'ora così tarda il centro città è poco frequentato... tutti a letto presto

L'edificio a sinistra, attualmente sede di Unicredit, era la residenza di uno dei quattro rami di una famiglia nobile locale, i Rasponi del Sale... era la casa di Gugù (indaghi, chi è curioso); completamente riedificato alla fine del 18° secolo.

L'edificio di fronte è ciò che risulta dall'unione di due antiche chiese (San Marco e San Romualdo) ad opera di Camillo Morigia (seconda metà del 18° secolo) oggi Torre dell'Orologio.

L'edificio a destra è il Palazzo del Governo, da sempre sede di tutti gli organi amministrativi centrali e ancora oggi sede della prefettura. Data all'inizio del 18° secolo, siamo nel periodo del tardo barocco romano (confontate il portale di questo palazzo con quello di Palazzo Farnese a Roma).

La cupola che si intravede in fondo, nell'angolo a sinistra, è Santa Maria dei Suffragi, una simpatica chiesetta barocca di inizio 1700.

Però il palazzo più bello della piazza è quello che si trova alle spalle di Giuseppe, si tratta della residenza municipale, si chiama Palazzo Merlato ed è un ricordo del breve periodo di dominazione veneziana su Ravenna... qui, in oltre duemila anni di storia, hanno dominato più di una decina di popoli diversi, provenienti da ogni parte del mondo antico e questo ha regalato alla città 8 siti dichiarati patrimonio dell'umanita dall'Unesco (... è un record mondiale per una sola città)



Ravenna ed i suoi mosaici
138,85 KB

Giuseppe
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 01 gennaio 2012 : 23:46:32 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Questa è invece l' altra parte di Piazza del Popolo. Si vede bene il Palazzo Merlato (che prende il nome dalla merlatura in cima al Palazzo).
Le due statue in cima alla colonna raffigurano San Vitale (quello con la picca in mano) e San Apollinare, entrambi patroni di Ravenna,

A dire il vero, inizialmente al posto di San Vitale, c' era il Leone di San Marco, perchè le due colonne furono collocate durante il breve dominio veneziano. Successivamente il leone fu sfrattato e San Vitale prese il suo posto.


Ravenna ed i suoi mosaici
149,43 KB

Giuseppe

Modificato da - marz in data 01 gennaio 2012 23:50:29
Torna all'inizio della Pagina

theco
Utente Super




6096 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 02 gennaio 2012 : 18:55:14 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di marz:
sul momento, non sono in grado di rispondere sulle "incompatibilità". spero lo faccia qualcun' altro.


Coraggio signori, quasi di quiz si tratta: quali elementi 'stonano' in quel quadro?

La stradina in pavè (si scrive così?...) dalla quale hai fatto la foto porta il nome di uno dei miei concittadini preferiti: tale Romolo Gessi, esploratore dell'ottocento in terra d'Africa, conoscitore di mille popoli e mille idiomi, persecutore di schiavisti e, non ultimo, insignito del titolo onirifico di Pascià.

Ma la cosa curiosa è che circa una decina di anni fa la strada a lui intitolata fu divisa in due segmenti e uno di questi fu intitolato ad un altro ravennate, probabilmente più celebre, ma di certo meno affascinante: tale Raul Gardini, che forse i meno giovani ricorderanno.

Nell'occasione ci fu una crasi cittadina tra chi sosteneva l'opportunità di dedicare una via al fondatore della chimica italiana e chi invece riteneva deprecabile intitolare una via ad una persona coinvolta al massimo livello nei meccanismi di tangentopoli.

Voi che ne pensate?

Ciao, Andrea
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 02 gennaio 2012 : 19:02:08 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Io posso solo dire che quando ho letto il nome della via Raul Gardini in pieno centro a Ravenna mi sono stupito tantissimo e facevo fatica a crederci (a dire il vero non so quanti, fra gli iscritti del forum, ricordino chi era Raul Gardini).

Non ho però conoscenze sufficienti per esprimere un giudizio sulla sua persona e perciò non mi sento di farlo. In linea generale credo che ogni personaggio debba essere giudicato in relazione al contesto storico in cui è vissuto. Ma non vorrei fare discorsi troppo difficili.

Giuseppe

Modificato da - marz in data 02 gennaio 2012 19:05:21
Torna all'inizio della Pagina

theco
Utente Super




6096 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 02 gennaio 2012 : 21:19:07 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di marz:

Questa è invece l' altra parte di Piazza del Popolo. Si vede bene il Palazzo Merlato (che prende il nome dalla merlatura in cima al Palazzo).
Le due statue in cima alla colonna raffigurano San Vitale (quello con la picca in mano) e San Apollinare, entrambi patroni di Ravenna,

A dire il vero, inizialmente al posto di San Vitale, c' era il Leone di San Marco, perchè le due colonne furono collocate durante il breve dominio veneziano. Successivamente il leone fu sfrattato e San Vitale prese il suo posto.


Ravenna ed i suoi mosaici
149,43 KB

Giuseppe


Personalmente penso che Raul Gardini 'abbia fatto grandi cose, terribili certo, ma grandi' per mantenere il parallelismo della citazione è un po' come se a Hogwarts campeggiasse 'via di colui che non deve essere nominato'.

Il mio parere, che non rappresenta per nulla quello della mia città, è che le pubbliche vie non dovrebbero necessariamente essere intitolate sulla base di un giudizio etico: Gardini ha fatto molto per Ravenna, nel bene e nel male, non vedo perchè non riconoscerlo (e di certo nessun'altra città italiana si sognerebbe di intitolargli una via)... l'unico dispiacere è che mi abbiano dimezzato l'amato Romolo Gessi.

Ma veniamo ai merli... in simpatico stile veneziano.

Le statue qui sono conosciute con l'appellativo, a dire il vero poco rispettoso, di 'bamboz imburnè'... come sempre le traduzioni dal dialetto restituiscono il senso delle cose ma non la loro anima, ciò non di meno tradurrò nel migliore modo possibile: pupazzi fuligginosi, con riferimento al fatto che, a parte i periodi di pulizia recente come l'attuale, sono solitamente nerastri.

Il patrono di Ravenna è Sant'Apollinare, si festeggia il 23 luglio, un discepolo niente meno che di San Pietro, martirizzato a Ravenna nel 1° secolo le cui reliquie sono nell'omonima Cattedrale di Classe.

San Vitale è un martire del 3° secolo, anch'egli martirizzato a Ravenna e custodito nella Basilica di San Vitale, a mio parere il più bell'edificio della città, che si trova un poco più avanti nella passeggiata di marz.

Ma per trovare i veneziani dobbiamo fare un salto in avanti di 13 secoli e di una decina di dominazioni: nel 1441 i veneziani si impossessano della città di cui manterranno il controllo per una settantina di anni, tutto sommato un periodo florido per la città, testomoniato non solo dal palazzo dietro le cui bandiere si riunisce oggi la giunta comunale, ma anche dalla Rocca Brancaleone (è un po' fuori dal centro, non so se marz è riuscito a passarci) e poi proprio da quelle due statue, i bamboz imburnè, eretti in cima a due colonne a immagine e somiglianza... indovinate un po' di quale famosa piazza italiana? (leone compreso...)

Ciao, Andrea
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 02 gennaio 2012 : 21:37:43 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Beh, Theco, visto che hai lanciato questo parellelismo fra Ravenna e Venezia (che invece conosco abbastanza bene), adesso andiamo sul raffinato e su una storia che quando racconterò sembrerà incredibile (ma è incredibilmente vera).

C'è un sottile (e neanche tanto sottile) filo conduttore che lega il ravennate Raul Gardini a Venezia. Vi faccio vedere una foto un pò enigmatica; poi, se nessuno lo saprà, spiegherò...


Ravenna ed i suoi mosaici
125,56 KB

Giuseppe

Modificato da - marz in data 02 gennaio 2012 21:46:48
Torna all'inizio della Pagina

RockHoward
Utente Super


Città: Udine
Prov.: Udine

Regione: Italy


9441 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 02 gennaio 2012 : 22:05:16 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
quello in ristrutturazione coperto dai teli è il Palazzo Ca' Dario, in stile rinascimentale (1487), costruito da Pietro Lombardo.
Ha la triste fama di essere maledetto poichè molti suoi proprietari hanno perso la vita in modo violento, (l'ultimo dei quali fu l'industriale Raul Gardini).



Ciao Nicola
--
Un fiore schiacciato sotto ai piedi si vendica donando l'ultimo suo profumo. (Anonimo)
Torna all'inizio della Pagina

Albisn
Utente Senior


Città: Seregno
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


3975 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 02 gennaio 2012 : 22:33:08 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sono da quelle parti tutte le estati, ho consultato diverse guide della città, conosco luoghi e persone, ma qui imparo diverse cose inaspettate e per giunta con divertimento e curiosità crescente.

Ravenna ha una storia complicata e importante legata soprattutto alla fine dell'Impero Romano e alle acque con cui ha sempre interagito. Il tessuto urbano appare quello di un tranquillo borgo romagnolo padano, interrotto da gioielli di straordinario valore storico artistico e contiguo a una natura di grandissimo interesse: almeno pinete e piallasse (queste da valorizzare).

Bravissimi Marz e Theco a cui lascio la parola e che ringrazio.
Alberto

"Ogni nostra cognizione prencipia da sentimenti".
"Come è più difficile a 'ntendere l'opere di natura che un libro d'un poeta"
"La natura è piena d'infinite ragioni, che non furon mai in isperienzia." (L.d.V.)
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 gennaio 2012 : 19:00:18 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie Alberto per il commento che mi ha fatto molto piacere. Fra un pò racconterò la storia di Ca' Dario (pare però che il palazzo, dopo molti anni in cui nessuno avevo più voluto acquistarlo dopo la morte di Raul Gardini, sia stato recentemente acquistato da una multinazionale che dovrebbe farne un hotel di lusso, come è successo per molti palazzi che si affacciano sul Canal Grande). Ho bisogno di un pò di tempo.

Nel frattempo inserisco un' altra foto di Piazza del Popolo.


Ravenna ed i suoi mosaici
144,6 KB

Giuseppe
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 gennaio 2012 : 19:03:41 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Dopo Piazza del Popolo ho raggiunto la Basilica di San Vitale (un pò meno a caso, perchè ho seguito alcune indicazioni turistiche).
Il Campanile della Basilica.


Ravenna ed i suoi mosaici
109,2 KB

Giuseppe
Torna all'inizio della Pagina

mauriziocaprarigeologo
Moderatore

Città: marina di montemarciano
Prov.: Ancona

Regione: Marche


3314 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 gennaio 2012 : 20:56:39 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
seguo con estremo interesse il lavoro di marz e theco e...un commento "geologico" in senso lato, tanto per tenermi caldo: alcuni di questi luoghi e monumenti della Ravenna storica hanno per caso subito gli effetti dell'abbassamento del suolo verificatosi in quella parte della pianura?

ciao




maurizio
____________________

“Un géologue est essentiellement un lithoclaste, ou rompeur de pierre…” - D. Dolomieu

“Non crederai a tutte queste sciocchezze, vero Teddy?” - M. Ewing (geofisico e oceanografo) a E. Bullard (geofisico), a proposito della tettonica delle placche (NY, 1966)
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 gennaio 2012 : 21:01:22 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Quello che posso dirti io è che, ad esempio, la Basilica di San Vitale oggi è al livello della falda freatica e viene tenuta asciutta solo con l' ausilio delle pompe. Credo che Theco potrà essere sull' argomento molto più esaustivo.

Giuseppe
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 gennaio 2012 : 21:05:35 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Inserisco ancora un paio di foto della Basilica di San Vitale, che viene generalmente considerata la più bella chiesa di Ravenna (ed anch' io sono di questo parere). Poi si sa che i gusti sono gusti.


Ravenna ed i suoi mosaici
173,27 KB

Giuseppe
Torna all'inizio della Pagina

marz
Utente Super

Città: Bergamo

Regione: Lombardia


8788 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 gennaio 2012 : 21:07:28 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Particolare della Basilica di San Vitale.


Ravenna ed i suoi mosaici
144,3 KB

Giuseppe
Torna all'inizio della Pagina

theco
Utente Super




6096 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 gennaio 2012 : 21:13:30 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Allora Alberto appuntamento anche con te alla prima occasione.
La città riserva sorprese e curiosità, ma appena fuori c'è un mondo da scoprire, di natura ma anche e soprattutto di storia.

Ciao, Andrea
Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 7 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Pagina Successiva >>

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 1,79 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net