testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: L'iscrizione al nostro Forum è gratuita e permette di accedere a tutte le discussioni.
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
 MOLLUSCHI TERRESTRI E DULCIACQUICOLI
 mimetismo nei molluschi
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

fern
Utente Senior

Città: Vicenza


2007 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 19 gennaio 2011 : 20:02:31 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

In questa discussione si trovano interessanti immagini di Ena (Merdigera) obscura ricoperta di licheni e detriti. Altri casi ben noti sono alcuni Chondrinidae.
Già nell'800 i malacologi sospettavano che alcuni molluschi utilizzassero di proposito certi materiali per mimetizzarsi. Non so quale sia lo stato dell'arte, ma voglio condividere un interessante articolo su un Enidae di Tenerife: Yanes et al. Journal of Conchology 40, 2010 Tradizione di Famiglia?

SnailBrianza
Moderatore


Città: Besana in Brianza
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


1590 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 19 gennaio 2011 : 22:33:40 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Un fenomeno di mimetismo in questa famiglia mi è capitato di osservarlo anche in Chondrina multidentata dove la maggior parte degli esemplari erano ricoperti da una sorta di incrostazione bianca che rendeva il guscio ben mimetizzato sopra il calcare bianco del loro habitat. Non saprei se in questo caso l'incrostazione abbia influenzato la selezione di questa specie ma sulla parete spiccavano solo gli esemplari giovani completamente puliti.

Vittorio


"La grandezza dell'uomo si misura in base a quel che cerca e all'insistenza con cui egli resta alla ricerca." (M.Heidegger)
Torna all'inizio della Pagina

ang
Moderatore


Città: roma

Regione: Lazio


10697 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 21 gennaio 2011 : 12:31:02 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
d'altra parte, come ricordava sandro, il genere Merdigera è stato coniato proprio per l'aspetto delle conchiglie di questo enide; è molto probabile che le incrostazioni che si riscontrano in queste specie che avete citato siano accidentali, ma certamente hanno un effetto nel mimetizzazione

ciao

ang
Torna all'inizio della Pagina

ang
Moderatore


Città: roma

Regione: Lazio


10697 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 26 gennaio 2011 : 11:13:17 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
su questo argomento, ripropongo questo interessante post di alberto (v. qui)

ciao

ang
Torna all'inizio della Pagina

fern
Utente Senior

Città: Vicenza


2007 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 27 gennaio 2011 : 18:41:09 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie! Il mollusco di fig. 3 (non saprei se una giovane Chondrina o Merdigera) pare ricoperto di licheni, che forse si sviluppano spontaneamente sul terriccio che aderisce alla conchiglia.
In passato pensavo anch'io che il fango su quei gusci si fosse attaccato casualmente, ma ora sospetto l'opposto: aderisce troppo bene, anche sotto la pioggia, come se fosse impastato con il muco. I licheni non sarebbero cresciuti se il fango non fosse rimasto per molto tempo. Ciao,

fern
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8884 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 28 gennaio 2011 : 16:11:05 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Molto interessante questo discorso sul mimetismo,non ho letto mai niente a riguardo.
Se confermata l'ipotesi di fern di un processo attivo nell'incollamento dei detriti sulla conchiglia non si potrebbe più parlare di casualità del fenomeno.
Lo stesso fenomeno è osservabile in un altro Enidae, Mastus pupa ma non è sempre presente,lo si può osservare specialmente su esemplari al termine dell'ibernazione che trascorrono sotto terra,in seguito però la conchiglia perde questi detriti e si presenta pulita. In questo caso sarei più propenso a ritenerlo un fatto contingente all'ecologia di questa specie.
Molto intrigante è anche il caso dei Chondrinidi, i licheni generalmente non sono presenti in tutti gli esemplari della popolazione, anche osservazioni mirate su queste popolazioni potranno essere indicative.



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Forum Natura Mediterraneo © 2003-2018 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,38 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Ecotrekking.it | Lynkos.net