testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Hai provato la nostra ricerca tassonomica da Browser? Clicca qui per info!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Città, Montagne, Laghi, Itinerari, Immagini del Mediterraneo
 MONTAGNE D' ITALIA
 La Bella e la Bestia
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

theco
Utente Super




6081 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 02 gennaio 2011 : 00:40:36 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

La mia intenzione era solo quella di trascorrere qualche giorno di relax tra i boschi innevati, ma in quell'algido silenzio incorsi nel mio destino, celato dietro le sembianze di un'eburnea creatura dei boschi: una bellissima Alseide, che si prese cura di me.

Lascio alla vostra immaginazione il racconto di quei giorni nei quali fummo una sola anima, fino al momento infausto nel quale io, immemore della lezione dei classici, palesai alla mia fata il desiderio di ritornare tra le mie genti, assicurandole che avrei presto fatto ritorno da lei, per godere ancora e sempre della sua compagnia... al mio risveglio la splendida creatura non era più al mio fianco. Mi avviai mestamente, rassicurando me stesso sul fatto che avrei di nuovo salito quei monti ben presto e con questa certezza in cuore giunsi al mio paese.

Scoprii ben presto che la magica creatura, offesa dal mio volgermi indietro, aveva avvolto la mia mente in un terribile incantesimo: potevo ricordare ogni minimo particolare, ogni istante della nostra comunione, ma non potevo più ricordare i luoghi, i sentieri, le vie per giungere a lei.
Ero stato condannato a vivere un'eterna nostalgia e un'eterna inutile ricerca. Avrei consumato invano la mia esistenza cercando un luogo ormai irraggiungibile, con gli occhi umidi della felicità perduta.

Mi ricordai di avere scattato alcune fotografie alla mia ninfa e mi precipitai a scaricarle sul pc: vidi solo aghi di pino, bacche di sorbo, muschi e corteccie: naturalmente la mia diva non si era materializzata in una cosa tanto volgare come una memory card, avevo solo una triste raccolta di sfondi privi di soggetto, però...

... però su alcuni dei miei inutili sfondi si vedono con chiarezza alcune cime innevate; ahimè, io sono uomo di paludi e marcite, più avezzo alla zanzare che non ai caprioli e quelle fisionomie rocciose non mi suggeriscono nulla... mi occorre un aiuto: in questo forum ci sono persone capaci di discernere con sapienza picchi e forre.

Vi mostro le foto in questione, aggiungendo per ognuna di esse l'angolo (calcolato al centro del fotogramma) che il mio obiettivo faceva con il nord geografico al momento dello scatto (posseggo una digitale che registra dati EXIF particolarmente ricchi).

Se qualche bravo oro-fisionomo riuscisse a riconoscere questi monti e quindi, conoscendo l'angolo tra il nord e l'asse ottico dell'immagine fosse così gentile da fare per me le opportune triangolazioni, costui potrebbe rivelarmi da quale località esatta sono state scattate le mie foto, permettendo a un triste cuore derelitto di ricongiungersi per sempre con la silvestre felicità perduta.

Me la date una mano? cosa mai potrò offrirvi in cambio... magari gli auguri di buon anno.


FOTO 1 - 97° rispetto al Nord
La Bella e la Bestia


FOTO 2 - 117° rispetto al Nord
La Bella e la Bestia


FOTO 3 - 146° rispetto al Nord
La Bella e la Bestia

Tre punti sarebbero sufficienti ad un prode topografo, ma visti i margini di errore nella determinazione degli angoli per fortuna possiedo il ritaglio di una quarta immagine, i cui dati exif si riferiscono alla cima indicata dalla linea rossa, che può essere eventualmente usata come verifica.

FOTO 4 - 155° rispetto al Nord
La Bella e la Bestia

Ciao, Andrea

carlosky
Utente V.I.P.

Città: Venezia (e Perth, Australia)


191 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 02 gennaio 2011 : 02:44:21 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Direi altopiano del Renon. Ma puoi dirci qualcosa di piu` dell'Alseide?
Ciao,
Carlo
Torna all'inizio della Pagina

Stekal
Moderatore


Città: CANTU'
Prov.: Como

Regione: Lombardia


4435 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 02 gennaio 2011 : 11:23:18 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao, permettimi un passo dalla poesia alla geografia:

foto 1: gruppo dello Sciliar
foto 2: Torri del Vajolet e Cima Catinaccio (Rosengarten),
foto 3: gruppo del Latemar
foto 4: gruppo del Latemar, in particolare il Corno d'Ega. La cima sotto la linea rossa dovrebbe essere il Monte Agnello, nei pressi di Pampeago.





Stefano
Torna all'inizio della Pagina

gabrielebesostri2
Utente Senior


Città: Torre d'Arese
Prov.: Pavia

Regione: Lombardia


889 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 gennaio 2011 : 14:22:51 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
buongiorno

quoto Stekal in particolar modo per il panettone Sciliar

Lele

Viva la Montagna
Torna all'inizio della Pagina

Pezzo da Gaeta
Utente Senior


Città: Lecco
Prov.: Lecco

Regione: Lombardia


2141 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 gennaio 2011 : 15:22:05 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
La cartografia che ho in mano certo non è delle più precise ma Renon mi sembra il luogo che cerchi.
La tua Alseide ti ha colpito così profondamente? E se te la terresti per sempre come sogno non sarebbe più bello?

Pezzo da Gaeta
Torna all'inizio della Pagina

bepilovato
Utente V.I.P.

Città: bolzano
Prov.: Bolzano

Regione: Trentino - Alto Adige


494 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 gennaio 2011 : 15:55:01 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Per me non è il Renon, manca qualcosa, ES. il monte Balzo, il monte Nicola, davanti al Catinaccio. posto due fito fatte sul Renon
Immagine:
La Bella e la Bestia
161,95 KB

bepi
Torna all'inizio della Pagina

bepilovato
Utente V.I.P.

Città: bolzano
Prov.: Bolzano

Regione: Trentino - Alto Adige


494 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 gennaio 2011 : 15:57:40 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Come vedete cè la Pala di Santa attaccata al Latemar, non sò qualcosa non quadra.
Immagine:
La Bella e la Bestia
186,26 KB

bepi
Torna all'inizio della Pagina

theco
Utente Super




6081 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 gennaio 2011 : 22:22:51 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Pezzo da Gaeta:
La tua Alseide ti ha colpito così profondamente? E se te la terresti per sempre come sogno non sarebbe più bello?


Sciolse i capelli
in riflessi ondulati di luce,
lasciò cadere le vesti
e rimase illuminata dalla luna


E' una severa prova quella che mi suggerisci, Pezzo da Gaeta.

Ringrazio tutti per l'aiuto, per quel poco che ne capisco condivido appieno le prime tre determinazioni di Stefano, sulla quarta ho avuto un fugace dubbio, legato al fatto che la cima rosso-segnalata sembra più distante e apparentemente in discontinuità morfologica con il Latemar, le cui pendici meridionali compaiono alla sua sx... mi chiedevo se per caso non potesse già essere una cima del Lagorai... ma immagino che Stefano abbia ragione.

In effetti tutto sembra ricondurre al Renon, tredici secchi tornanti che portano ad un piccolo paradiso, ma giustamente Bepi avanza qualche perplessità... in effetti il Renon è più grande di quel che si possa supporre e i suoi panorami possono modificarsi tra l'una e l'altra località... ma soprattutto è troppo grande per cercarvi una ninfa adirata che l'ultima cosa che desidera è di essere trovata... o forse no?

Guardando con attenzione le mie vuote foto ho trovato un altro indizio che potrebbe aiutarci a far luce sulla località, o quanto meno restringere il campo di ricerca sull'altipiano.


La Bella e la Bestia

Ricordo molto bene il momento in cui scattai questa immagine e naturalmente il nome della località era completo e ben leggibile, non può essere stata altro che lei ad annebbiare il fotogramma, per celare la sua dimora... però mi chiedo per quale ragione non abbia completato la sua opera, perchè ha lasciato quella quota leggibile? ebbene il mio cuore afflitto pensa che lei abbia voluto sì punirmi, ma non perdermi, che abbia lasciato flebili traccie per verificare fino a che punto la mia volontà di ritrovarla fosse forte... penso che abbia voluto lasciare integro un solo sottilissimo filo della nodosa corda che ci ha intrecciato... vuole che io la ritrovi!

Cari amici, sono certo che avendo riconosciuto i monti, sapendo la loro distanza angolare dal punto di ripresa e la quota da cui gli scatti furono fatti potrete individuare con precisione la località, risolvendo in tal modo il quiz dell'Alseide e consentendo ad un povero mortale di lasciare le nebbie eterne del suo paese, dove le quote hanno il meno davanti e raggiungere le nevi immacolate, dove la luna bacia il volto delle ninfe dei boschi.

Ciao, Andrea
Torna all'inizio della Pagina

leonella55edo47
Utente Super



5652 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 gennaio 2011 : 22:24:21 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Concordo per l'esteso Altopiano del Renon e azzardo: Costalovara


Paola




Modificato da - leonella55edo47 in data 03 gennaio 2011 22:44:51
Torna all'inizio della Pagina

bepilovato
Utente V.I.P.

Città: bolzano
Prov.: Bolzano

Regione: Trentino - Alto Adige


494 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 gennaio 2011 : 23:08:36 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Le angolazioni delle foto sono fatte senza dubbio con un tele,che sei sopra Longomoso? potrebbe essere. Tra Longomoso e Collalbo, li potresti trovare il tuo amore perduto.

bepi
Torna all'inizio della Pagina

Pezzo da Gaeta
Utente Senior


Città: Lecco
Prov.: Lecco

Regione: Lombardia


2141 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 04 gennaio 2011 : 18:25:02 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sciolse i capelli
in riflessi ondulati di luce,
lasciò cadere le vesti
e rimase illuminata dalla luna


Dopo queste parole caro Theco, non posso che darti ragione.
Prendiamo la cosa seriamente, lasciamo perdere i luoghi anche se siamo ormai vicini, e riflettiamo su questo: L'importante non è il posto in cui stare ma il posto in cui "essere".

Certamente se ti ha lasciato una traccia essa ti si svelerà al momento opportuno.

L'uomo è nato anche per cercare. Buon Anno.

Pezzo da Gaeta
Torna all'inizio della Pagina

Pezzo da Gaeta
Utente Senior


Città: Lecco
Prov.: Lecco

Regione: Lombardia


2141 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 04 gennaio 2011 : 19:28:32 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Credevo di non aver altro da dire ma, un mio amico Elfo mi ha detto che da quelle parti vede sempre una bellissima Alseide che vaga per i boschi piangendo e disperandosi.
Io in quel posto non ci sono mai stato, ho chiesto all'Elfo che chiesa fosse quella della foto e mi ha risposto che è la chiesetta di Costalovara sul Renon.

Se ti può essere di aiuto e.. mettere un po' di pace fra quei boschi..

Pezzo da Gaeta
Torna all'inizio della Pagina

theco
Utente Super




6081 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 04 gennaio 2011 : 21:14:03 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Paola e Pezzo uber alles, la prima in base ad audaci slanci trigonometrici, il secondo in base a sapienti deduzioni architettoniche, sono giunti alla soluzione dell'arcano e hanno proferito la parola magica, l'incantesimo è svanito, tutto torna al proprio posto...


La Bella e la Bestia

Non mi resta che raggiungere la mia bella per braccarla nel bosco fino a fiaccarne l'orgoglio...

Ecco: io t'amo, son pazzo, soffoco, è troppo, non reggo più;
siccome dentro un sonaglio, sta nel mio cuore il tuo nome,
e poi che senza posa l'anima mia vacilla,
senza posa il sonaglio s'agita, e il nome squilla.
Tutto io di te ricordo, ho di te tutto amato;
e talmente ho preso per mio sole la tua chioma lucente,
che, come quando al sole troppo si è fisso il ciglio,
si vede poi dovunque un gran disco vermiglio,
quand'io gli occhi distolgo dal sol di cui m'inondi,
ovunque m'abbacinano gli occhi barbagli biondi.


Novello elfo non più nel fiore, la calzamaglia non mi starà un granchè e il pan di zucchero scivolerà giù dalla nuda sommità del mio ingegno mentre saltellerò felice tra gneiss e cembri, ma che saranno mai queste piccollezze. Se capitate da quelle parti passate a trovarmi, non faticherete a riconoscermi.

Salgo dunque a cogliere il fiore del desio: la vita è solo un sogno.

Ciao, Andrea (l'elfo Rostand)
Torna all'inizio della Pagina

bepilovato
Utente V.I.P.

Città: bolzano
Prov.: Bolzano

Regione: Trentino - Alto Adige


494 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 05 gennaio 2011 : 08:25:06 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Il lago di Costalovara è in una buca a 1170mcirca, la strada continua e arrivi alla frazione, sulla destra cè il museo dell'agricoltura, se non sbaglio, poi la strada gira a sin, e va verso l'arrivo della funivia. Mi stò ancora chiedendo dove tu abbia fatto quelle foto, dovevi essere in campo aperto, cioè sopra il paese. Forse da quel campo dove passa il trenino?

bepi
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,36 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net