testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Leggi il nostro regolamento!! Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
 MOLLUSCHI TERRESTRI E DULCIACQUICOLI
 Marianna Paulucci (1835-1919)
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

SnailBrianza
Moderatore


Città: Besana in Brianza
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


1609 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 28 ottobre 2010 : 22:22:20 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia


Marchesa
Marianna Panciatichi
Ximenes d'Aragona Paulucci


Marianna Paulucci (1835-1919)




Biografia:

La Pulucci nacque il 3 febbraio 1835 in una famiglia aristocratica toscana. Figlia di Giulia De Saint Seigne e del marchese Ferdinando Panciatichi.
Già nel 1600 la famiglia Panciatichi nutrivono un interesse naturalistico e nel settecento il Padre Ferdinando Panciatichi appassionato di botanica introdusse numerose piante esotiche nell'Hortus Panciaticus di Villa La Loggia tra cui la prima sequoia in Italia.
Studiò al collegio Ripoli di Firenze e a soli diciotto anni sposò il marchese Alessandro Anafesto Paulucci che grazie a lei si appassionò di botanica.
Già nel 1862, quando aveva 26 anni, iniziò ad interessarsi della malacologia.
Quattro anni dopo, nel 1866 fece stampare il suo primo lavoro scientifico sul gasteropode fossile Murex veranyi
Nel 1878 compilò il primo elenco delle specie della malacofauna non marina italiana e a seguire fece editare dei lavori sulla fauna regionali della Calabria, Abruzzo, Sardegna e Monte Argentario. I suoi lavori vennero bubblicati nel "Bollettino della società malacologica italiana" e nel "Journal de chonchyliologie" dove contribuì fino al 1886.
Nel 1887 il marito morì e la Paulucci dovette abbandonare gli studi e abbandonò anche definitivamente il suo progetto sulla Fauna Malacologica Italiana che non si realizzò mai.
Nel 1897 morì anche il padre e fu costretta a dedicarsi solo al patrimonio di famiglia e donò le sue collezioni malacologiche al Museo di storia naturale dell’Università di Firenze, quelle ornitologiche al Comune di San Gimignano e quelle botaniche all’Istituto tecnico Galileo Galilei.
Morì il 7 dicembre 1919 nella sua villa presso Regello.

Pubblicazioni:

- PAULUCCI 1878 "Matériaux pour servir à l'étude de la faune malacologique terrestre et fluviatile de l'Italie et de ses îles"

- Paulucci 1879 "Fauna malacologia della Calabria specie terrestri e fluviatili enumerate e descritte da M. Paulucci. Con tavoleillustrative"

- Paulucci 1879 "Replica alle osservazioni critiche dei signori Pini, De Stefani e Tiberi" in «Bullettino della Società malacologica italiana», 5, 1879, pp. 164-200.




"La grandezza dell'uomo si misura in base a quel che cerca e all'insistenza con cui egli resta alla ricerca." (M.Heidegger)
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,13 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net