testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: L'iscrizione al nostro Forum è gratuita e permette di accedere a tutte le discussioni.
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 


ATTENZIONE! Poiché la manipolazione dei rettili è potenzialmente dannosa e sempre causa di stress agli animali, soprattutto se operata da persone inesperte, invitiamo tutti gli utenti di questa sezione a non postare foto di esemplari 'maneggiati'. Questo tipo di foto d'ora in poi saranno rimosse.
Eventuali foto inerenti studi o indagini scientifiche possono essere postate previa autorizzazione da parte dei moderatori di sezione o degli amministratori.
Grazie a tutti per la collaborazione


 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
 RETTILI
 Povera Murgia, maledetti cinghiali alloctoni!
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva >>
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag.di 10

aspis
Moderatore

Città: Bari
Prov.: Bari

Regione: Puglia


2482 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 ottobre 2010 : 00:34:20 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Dopo le piaghe bibliche del disboscamento, incendi, diserbanti e pesticidi, macinazione delle rocce, presenza eccessiva di falchidi e corvidi, felidi e canidi randagi, ora è la volta dei cinghiali.

La proliferazione abnorme ed incontrollata di questi suidi, immessi tempo addietro da scellerate organizzazioni nel parco Nazionale dell'alta murgia, sta dando il colpo di grazia a quella che viene chiamata fauna minore, nella quale sono ricompresi anche i rettili e gli anfibi.

Ogni notte branchi sterminati di queste idrovore terrestri fagocitano, scavando, svellendo, arando: ecco, finanche, cosa sono capaci di fare....



Immagine:
Povera Murgia, maledetti cinghiali alloctoni!
138,12 KB

Mauro Grano
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


3756 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 ottobre 2010 : 07:48:37 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
E che vuoi fare....so tutte creature di Charles !!!

Mauro
Torna all'inizio della Pagina

aspisatra
Moderatore


Città: Svizzera

Regione: Switzerland


2170 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 09 ottobre 2010 : 08:12:35 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Brutta cosa!

Greg Meier

Link
Torna all'inizio della Pagina

orsobblu
Moderatore


Città: Camorino
Prov.: Estero

Regione: Switzerland


7081 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 09 ottobre 2010 : 08:51:36 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Mauro Grano:

E che vuoi fare....so tutte creature di Charles !!!

Mauro


Già, ma le pratiche venatorie e l'eliminazione dei loro concorrenti naturali ne hanno determinato la diffusione incontrollata. Sono una calamità anche qui (i ciclamini del Monte Generoso (nei pressi di Mendrisio, Ticino) sono a rischio perché le bestiacce sono golose dei loro bulbi.
Sono creature del vecchio Charles soprattutto nel senso che sono abbastanza opportunisti e si sono adattati a ciò che abbiamo offerto loro.

Ciao!

Alessandro
(orsobblu)

"La découverte du monde commence dans ton jardin" (X. Moirandat)

Modificato da - aspis in data 09 ottobre 2010 18:12:29
Torna all'inizio della Pagina

Mauro Grano
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


3756 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 ottobre 2010 : 09:23:19 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Esatto Alessandro, hai colto la mia provocazione !
Poi se Homo sapiens ci mette lo zampino.....

Mauro
Torna all'inizio della Pagina

carlosky
Utente V.I.P.

Città: Venezia (e Perth, Australia)


189 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 ottobre 2010 : 11:37:46 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Un disastro simile lo si vede bene anche nel Parco Nazionale dell'Isola d'Elba. Un ambiente chiuso, dove, (addirittura!), anni fa furono, mi si dice , introdotti cinghiali dall'Ungheria, che si sono moltiplicati e, alla ricerca di cibo arrivano anche vicino ai paesi.
Il suolo del sottobosco di tutta l'isola è letteralmente arato, con danno indescrivibile a fauna e flora e conseguente erosione da piogge etc.
Non è un bell'esempio di come si conduce un parco.
Carlosky
Torna all'inizio della Pagina

Chris Tower
Utente Senior


Città: trento
Prov.: Trento

Regione: Trentino - Alto Adige


947 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 ottobre 2010 : 14:52:01 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Orrore! Ma cosa si può fare per limitare questi danni?
Non vorrei che il rischio sia un progressivo annullamento dell'erpetofauna tale da cancellare popolazioni intere...
Vero è che l'essere umano ha provocato seri danni a molte specie, ma l'azione dei cinghiali secondo me può essere ancora più mirata e costante, perchè in ballo c'è la ricerca di cibo.
Un pò come nelle riserve africane dove gli elefanti sono rinchiusi in aree ristrette che non permettono agli alberi di rinnovarsi prima di essere devastati dai numerosi branchi.

"Per scrivere sugli animali bisogna essere ispirati da un affetto caldo e genuino per le creature viventi, e penso che a me questo requisito verrà senz'altro riconosciuto".
(Konrad Lorenz)
Torna all'inizio della Pagina

Ananconda
Utente V.I.P.

Città: Scandicci
Prov.: Firenze

Regione: Toscana


403 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 09 ottobre 2010 : 15:04:44 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ma un piano nazionale di eradicazione? Non sarebbe d'uopo?

Sara Lady Snake
<I serpenti sono i Figli della Terra, quando non esisteranno più, non esisterà più la Terra>
Torna all'inizio della Pagina

zulo
Utente Senior

Città: acilia (Roma)
Prov.: Roma

Regione: Lazio


1941 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 ottobre 2010 : 15:42:36 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Ananconda:

Ma un piano nazionale di eradicazione? Non sarebbe d'uopo?

Sara Lady Snake
<I serpenti sono i Figli della Terra, quando non esisteranno più, non esisterà più la Terra>



vallo a dire ai fantomatici animalisti, quelli che liberano i conigli e i visoni rabici e radioattivi, quelli che tagliano le voliere degli avvoltoi che muoiono a pochi metri, quelli che si agghindano di campanaggi per interferire coi prelievi venatori al cinghiale li dove davvero non c'è più un metro quadrato senza incontrarne una ventina di questi voraci suini. per carità, non voglio fare di tutta l'erba un fascio, c'è chi giustamente sostiene i diritti di tutti gli animali con manifestazioni pacifiche proponendo a volte anche delle alternative che possono essere più o meno intelligenti e attuabili, ma c'è anche chi si incappuccia la notte e va a liberare dai laboratori animali alloctoni che già di loro sono nocivi alla fauna locale, e che spesso sono anche portatori di virus devastanti per la fauna e per l'uomo (molti casi noti).

"te li stai a prende tutti sti Tonni dar mare, ne lasci uno pe le generazioni future?"

"e che quarcuno duecento anni fa s'è preoccupato de lasciamme un Bisonte a me?"

Link
giuliano petreri
Torna all'inizio della Pagina

Ananconda
Utente V.I.P.

Città: Scandicci
Prov.: Firenze

Regione: Toscana


403 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 09 ottobre 2010 : 17:40:57 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Hai ragione caro Zulo, io sono per l'eliminazione di specie alloctone nocive come il Gambero della Louisiana, la Nutria, il cinghiale alieno ed altri ... Ma dico io, i lupi non riescono a controllare queste bestie? Comunque vi do una bella notizia, oggi ho trovato un Biacco!!!!!!! era su una strada di campagna era di un colore verde oliva scuro con macchie gialle! Io guidavo,e subito mi sono arrestata per scendere e cercare di fotografarlo e quello è scappato con una velocità immane, giuro è stato una saetta verde/giallo. Peccato ora tornerò di mattina a piedi in quel tratto onde vedere un biacco e fotografarlo... sono felicissima ... Li non ci sono cinghiali, nè gatti, nè cani, immagino ce ne sia molti di biacchi... . Spero anche di Vipere e di coronelle... .

Sara Lady Snake
<I serpenti sono i Figli della Terra, quando non esisteranno più, non esisterà più la Terra>
Torna all'inizio della Pagina

aspis
Moderatore

Città: Bari
Prov.: Bari

Regione: Puglia


2482 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 ottobre 2010 : 18:37:51 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ananconda: ma quali lupi, in Puglia, poi!

Caro Mauro, prima che la Murgia resti un deserto polveroso completamente sterile, io saprei cosa fare!

Questi squilibri sono stati determinati dall'uomo e l'uomo dovrebbe risolverli!

Ma quale volumetria cerebrale minima è necessaria per capire che siamo davvero in emergenza, che il territorio non è più in grado di sostenere branchi di migliaia di bestie, peraltro alloctone, che raggiungono e superano anche i cento kg, che si muovono e si riproducono indisturbate e colmo dei colmi, protette, provocando giorno dopo giorno l'estinzione delle ultime specie di fauna e di flora, uniche e peculiari?

Io penso che non sia questione di essere animalisti o cacciatori, ma di essere intelligenti o ottusi!

Scusate lo sfogo, ma ora ho avuto la conferma che queste (dis)gustose bestiacce riescono a predare anche gli individui adulti delle ultime testuggini pugliesi...
Torna all'inizio della Pagina

Ananconda
Utente V.I.P.

Città: Scandicci
Prov.: Firenze

Regione: Toscana


403 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 09 ottobre 2010 : 21:30:46 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ma scusa caro Aspis, so che nel Gargano il lupo è tornato altrove, ma i cinghiali da voi dilagano pure nella pianura non alberata? Ma non li abbattono in massa i selecontrollori?

Sara Lady Snake
<I serpenti sono i Figli della Terra, quando non esisteranno più, non esisterà più la Terra>
Torna all'inizio della Pagina

betalfa
Utente V.I.P.

Città: Berluskonistan
Prov.: Estero


431 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 09 ottobre 2010 : 22:31:42 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Come è stato accennato, l'introduzione del cinghiale ungherese, di taglia maggiore del nostrano e molto più prolifero, ha causato questa abnorme crescita demografica.
Anche nel Lazio e Abruzzo ho visto intere vallate ''arate''.
Torna all'inizio della Pagina

aspisatra
Moderatore


Città: Svizzera

Regione: Switzerland


2170 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 10 ottobre 2010 : 09:35:54 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Purtroppo il problema é maggiore e supera i fanatici animalisti ottusi.
Pensate, la Svizzera depositario della convenzione di Berna, ha votato una legge in cui la protezione del lupo vien presa a calci nel sedere.
Cinghiali e una miriade di animali introdotti, o mal gestiti, devastano l'equilibrio ecologico mentre il popolino e i grandi politici si preoccupano per un paio di lupi che sbranano poche decine di pecore e capre lasciate incustodite nei pascoli, mentre vari incidenti, i cani e la malattia uccidono diverse centinaia di ovini annualmente!

Scusate l'OT, ma l'argomento me lo ha fatto tirar fuori...

Greg Meier

Link
Torna all'inizio della Pagina

elleelle
Moderatore Trasversale

Città: roma

Regione: Lazio


29939 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 10 ottobre 2010 : 10:25:55 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sottoscrivo in pieno quello che è stato detto. Tempo fa avevo partecipato ad una discussione simile, ma più controversa, con una maggior componente animalista; questa, invece, è quasi "corale"!
Credo anch'io che alcuni animali non siano più "figli di Charles", ma siano delle creature della nostra società, e che quindi solo noi le possiamo mantenere in condizioni di equilibrio ecologico.
Per questo, non serve illudersi con i lupi; per tenere sotto controllo l'intera popolazione di cinghiali che si è costituita a seguito dei ripopolamenti ci vorrebbero così tanti lupi che, in una certa misura, terrebbero sotto controllo anche la nostra popolazione, mangiando qualche cercatore di funghi e qualche fotografo naturalista.
La soluzione è una sola, chiara e semplice: dobbiamo disfare quello che abbiamo fatto in maniera errata, e qualsiasi metodo va bene, purché funzioni. Il fine giustifica abbondantemente i mezzi.
Quello che si dice dei cinghiali vale anche per i gabbiani e le cornacchie, che crescono di numero grazie ai nostri rifiuti e poi si dedicano comunque al loro sport preferito: predare i nidi altrui e tutti gli animali di piccola e media taglia; e ci sarebbero altri esempi, come gli storni che, quando calano su un terreno, fanno piazza pulita di insetti e ragni ....
La natura non recupererà mai l'equilibrio precedente, ma potrà solo procedere verso un nuovo equilibrio, che immagino sarà molto più povero di biodiversità.
Allego un'immagine della pineta di Castelfusano (area protetta); a camminarci si rischiano le distorsioni a causa delle buche.
luigi

Immagine:
Povera Murgia, maledetti cinghiali alloctoni!
219,25 KB
Torna all'inizio della Pagina

Ananconda
Utente V.I.P.

Città: Scandicci
Prov.: Firenze

Regione: Toscana


403 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 10 ottobre 2010 : 14:55:45 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Saggie parole caro Elleelle ...

@Aspisatra: Questa cosa dei lupi mi disintegra ... ma cosa volete fare? Sterminarli dalla Svizzera? Come si fa a cacciare moderatamente i lupi se ce ne sono si e no 10? Quanti ne faranno abbattere? 5? Non capisco .... sono amareggiata ...

Sara Lady Snake
<I serpenti sono i Figli della Terra, quando non esisteranno più, non esisterà più la Terra>
Torna all'inizio della Pagina

bernardo borri
Utente Senior


Città: Firenze
Prov.: Firenze

Regione: Toscana


3002 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 14 ottobre 2010 : 11:53:32 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Ananconda:

Ma un piano nazionale di eradicazione? Non sarebbe d'uopo?

Sara Lady Snake
<I serpenti sono i Figli della Terra, quando non esisteranno più, non esisterà più la Terra>



Ci provano già da anni a convincere chi di dovere a tornare alle densità di 30 anni fa....
Ma i cacciatori non vogliono, perché giustamente più c'è da cacciare meglio è!

La caccia al cinghiali andrebbe liberalizzata tutto l'anno... e Senza esclusione di colpi per scrofe gestanti e piccoli.


Che importa se le miniere si riempiono di apparecchi elettronici e scorie nucleari, il mio giardino è in ordine e pieno di fiori; che importa se le foreste diventano pellet da combustione, a me l'ossigeno non manca; che importa da dove viene ciò che mangio, basta che ci sia da mangiare; che mi importa di montagne che crollano a suon di martellate, quando la mia casa sta in piedi...

Se solo potessi rendermi conto che è il mondo la mia casa...

Bernardo

Torna all'inizio della Pagina

Luciano54
Moderatore


Città: Forlì
Prov.: Forlì-Cesena

Regione: Emilia Romagna


4958 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 14 ottobre 2010 : 13:42:05 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di aspis:
.... il territorio non è più in grado di sostenere branchi di migliaia di bestie, peraltro alloctone, che raggiungono e superano anche i cento kg, che si muovono e si riproducono indisturbate e colmo dei colmi, protette, provocando giorno dopo giorno l'estinzione delle ultime specie di fauna e di flora, uniche e peculiari? ....


Pensavo che dire cose inesatte e pressapochiste ... fosse una peculiarità dei mezzi di informazione.... mi devo ricredere!

Ciaoo


P.s. dove e come i cinghiali sono protetti?
quando e dove sono stati osservati branchi di migliaia di animli?
dove e chi ha scritto o detto che il cinghiale è una specie alloctona?

Ragioniamo seriamente e con cognizione di causa sulle possibili azioni di contenimento .... senza farneticare eradicazioni impossibili e impensabili.

Link
Torna all'inizio della Pagina

Ananconda
Utente V.I.P.

Città: Scandicci
Prov.: Firenze

Regione: Toscana


403 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 14 ottobre 2010 : 14:41:00 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Il cinghiale oggi presente in Italia è della sottospecie nominale ossia Sus scrofa scrofa od a volte pure vittatus o peggio che mai della sottospecie attila oppure sono ibridi tra queste sottospecie ed il maiale. Ora, poichè naturalmente in Italia penisulare esisteva la sola sottospecie majoris e la meridionalis in Sardegna/Corsica, mentre oggi la majoris sopravvive solo nel Parco dell'Uccellina in Toscana e nel Bosco della Mensola in Emilia Romagna più mi pare a Castel Porziano nel Lazio, il resto delle popolazioni sono od ibridi o delle sottospecie sovra dette che sono ALLOCTONE per l'Italia ... . Ora come è consuetudine, le sottospecie nordiche (attila e nominale) sono più grandi della nostra, più feroci e più riproduttive ... ergo non è improbabile che vi siano già migliaia di Cinghiali in Italia .. pertanto! Auspicherei l'eliminazione di tutti i cinghiali che non siano della sottospecie majoris o della meridionalis ed auspicherei parimenti la reintroduzione della majoris al posto della nominale!
Saluti


Sara Lady Snake
<I serpenti sono i Figli della Terra, quando non esisteranno più, non esisterà più la Terra>
Torna all'inizio della Pagina

carlosky
Utente V.I.P.

Città: Venezia (e Perth, Australia)


189 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 14 ottobre 2010 : 15:08:19 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Giusta precisazione Ananconda! Temo però che quanto auspichi (eradicazione totale delle specie alloctone..) sia difficile da adottare.Purtroppo stiamo pagando errori di valutazione fatti nel passato non so se per ignoranza o interessi di categoria. Una cosa è certa , qualcosa di più va fatto. Soprattutto nei parchi nazionali (e mi riferisco in particolare a quello dell'arcipelago toscano circondato dal mare, dove il soprannumero non può autoregolarsi per migrazioni)se no diventeranno terreni arati e "monodiversità".
Carlosky
Torna all'inizio della Pagina

aspis
Moderatore

Città: Bari
Prov.: Bari

Regione: Puglia


2482 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 14 ottobre 2010 : 18:44:48 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Brava Sara, non posso che essere daccordo con te, Carloski e Bernardo!

Caro Luciano, il lato più doloroso di questa faccenda è proprio quello di dover convincere gli increduli, che per natura, convinzione, pregiudizio, ignoranza o partito preso, continuano a non voler prendere atto della tragica situazione creatasi

Vero è che forse sono stato poco preciso nelle mie affermazioni, supponendo di rivolgermi ad interlocutori che conoscessero il territorio di cui sto parlando, e cioè del Parco Nazionale dell'Alta Murgia,(... ma mi sembrava di averlo detto....) dove, proprio perchè da pochi anni è stata vietata la caccia, questi cinghiali alloctoni,(Sus scrofa attila - grossi cinghiali diffusi nella penisola balcanica) provenienti da precedenti immissioni sconsiderate, si sono riprodotti in maniera esponenziale, non avendo più, in 67.739 ettari, alcun nemico nè naturale nè umano..

Del resto non credo bisogna essere Archimede Pitagorico per fare un semplice calcolo: mettiamo che 100 scrofe nel 2004 partoriscono in media 20 cinghialini ciascuna, di cui diciamo che la metà sono femmine, che a loro volta........
etc... etc...

Ah, ho parlato di branchi di migliaia di cinghiali: hai ragione non è vero: i cinghiali sono animali sociali, che vivono in gruppi composti da una ventina di femmine adulte coi propri cuccioli, guidate dalla scrofa più anziana: in alcune zone con grande ricchezza di cibo, tuttavia, si trovano gruppi comprendenti anche più di 50 animali, spesso frutto della fusione di più gruppi.

E non lo dico io, senza andare a scartabellare la copiosa bibliografia esistente al riguardo, basta leggere anche solo Wikipedia:

"provoca danni sia alla copertura arborea (che viene consumata e non rinnovata perché anche i semi e le giovani piante vengono consumati) che alla presenza animale nella zona: in particolare, è stato dimostrato un legame fra la presenza massiccia di cinghiali e la diminuzione del numeero di altri mammiferi ed uccelli...

Nelle aree (nazioni) nelle quali questo animale viene introdotto, invece, esso si dimostra estremamente nocivo, in quanto soppianta altre specie di suidi e pecari eventualmente presenti nella zona e devasta le aree forestali con la sua continua opera di scavo...

Esso inoltre causa il declino e la scomparsa di molte specie rettili, anfibi ed uccelli terricoli, in quanto si nutre attivamente sia degli animali che delle loro uova....

Quello che più però mi darebbe fastidio è dover dire tra qualche anno, quando anche gli increduli si convertiranno, ma ormai non ci saranno più tartarughe nè serpenti nè ramarri, nè orchidee, ma solo cinghiali, "l'avevo detto io" anzi, l'avevo anche scritto....


Immagine:
Povera Murgia, maledetti cinghiali alloctoni!
263,56 KB


Immagine:
Povera Murgia, maledetti cinghiali alloctoni!
251,63 KB
Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 10 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Pagina Successiva >>

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Forum Natura Mediterraneo © 2003-2018 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,57 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Ecotrekking.it | Lynkos.net