testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: L'iscrizione al nostro Forum è gratuita e permette di accedere a tutte le discussioni.
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Biologia Marina - Mare Mediterraneo
 SCHEDE DI MOLLUSCHI
 Profilo del fondo marino: suddivisione batimetrica
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva >>
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag.di 2

Istrice
Amministratore


Città: Ostia
Prov.: Roma

Regione: Lazio


10849 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 14 dicembre 2005 : 15:40:29 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

La batimetria



La distribuzione batimetrica, cioò la distribuzione in zone di diversa profondità, gioca un ruolo importante nella diffusione delle specie di molluschi. Cambiando la profondità infatti cambiano molte condizioni di vita e di alimentazione, legate all'illuminazione, alla temperatura ecc.
Qui di seguito trovate il disegno schematico di tale zone e una descrizione sommaria zona per zona.

Batimetria
Profilo del fondo marino: suddivisione batimetrica
135,92 KB

Istrice
Amministratore


Città: Ostia
Prov.: Roma

Regione: Lazio


10849 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 14 dicembre 2005 : 15:46:19 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

1. La zona emersa e le pozze di scogliera



E' quella zona che non viene raggiunta dal mare, neanche con l'alta marea. Solo quando il mare è agitato gli spruzzi o grosse ondate possono raggiungerla, creando delle depressioni delle rocce delle pozze.
Solo alcuni molluschi sono in grado di superare condizioni così estreme di vita, dovute al facile disseccamento e alle alte temperature estive.
Tipiche specie sono i Littorinidi e alcuni Trochidi e Patelle.



La zona emersa e le pozze di scogliera: Gibbula monodonta, Patella ferruginea, Littorina neritoides
Profilo del fondo marino: suddivisione batimetrica
59,91 KB
Torna all'inizio della Pagina

Istrice
Amministratore


Città: Ostia
Prov.: Roma

Regione: Lazio


10849 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 14 dicembre 2005 : 15:51:36 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

2. Zona litorale


Zona che va dal livello dell'alta marea al livello di bassa marea, fino a circa 1 metro di profondità.
Qui troviamo patelle, trochidi, chitoni e ceritidi. Ma anche alcuni organismi in grado di sopportare salinità minori, dovute al mescolamento di acque dolci di corsi d'acqua che sboccano a mare, come i Truncatellidi, i Potamididi e gli Hydrobidi.

Zona litorale:Truncatella subcylindrica, Chiton olivaceus, Gibbula albida, Patella caerulea var. subplana
Profilo del fondo marino: suddivisione batimetrica
58,12 KB
Torna all'inizio della Pagina

Istrice
Amministratore


Città: Ostia
Prov.: Roma

Regione: Lazio


10849 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 14 dicembre 2005 : 16:04:51 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

3. Zona sommersa



Chiamata anche zona di posidonie, va da 1 metro a circa 40 metri di profondità.
Qui troviamo zona sabbiose e fangose, ma anche zone rocciose, e il coralligeno.

Zona sabbiosa
E' il regno di molti bivalvi, di dentalidi, nassaridi, naticidi, cassidi, turritellidi, aporrhaidi.

Zona rocciosa
E' il regno di tutti quei molluschi che hanno bisogno di un substrato rigido per fissarsi, come per esempio i bivalvi mitilidi, arcidi e ettinidi, ostreidi, spondili e chamidi oppure per scavare gallerie come i bivalvi petricole, dattero di mare, foladi. Tra i gasteropodi troviamo le cipree, i coni, i columbellidi ecc.

Coralligeno
E' un associazione di organismi che hanno in comune il fatto di produrre scheletri calcarei creando quindi un ambiente da colonizzare a sua volta. Tra questi troviamo alghe calcaree, briozoi, policheti e cnidari (coralli). Su questi organismi vivono poi spughe, attinie, echinodermi e appunto molluschi.
Tra i molluschi troviamo gli epitonidi (che si cibano di attinie), i coralliofidi (che si cibano di madrepore), gli ovulidi (che si nutrono di coralli e gorgonie), i ranellidi (predatori di echinodermi) e gli eulimidi (parassiti di echinodermi). Un altro esempio è la Pteria hirundo che si fissa alle gorgonie.

Praterie di posidonia
In questo amiente troviamo gasteropodi erbivori come i rissoidi, le tricolia e i jujubinus, ma anche bivalvi filtratori come la Pinna nobilis.

Zona sommersa: Naticarius haebreus, Thracia corbuloides, Epitonium commune, Jujubinus exasperatus
Profilo del fondo marino: suddivisione batimetrica
62,85 KB


Torna all'inizio della Pagina

Istrice
Amministratore


Città: Ostia
Prov.: Roma

Regione: Lazio


10849 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 14 dicembre 2005 : 16:06:47 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

4. Zona di platea



Corrisponde allo zoccolo continentale, cioè quella fascia che circonda le coste e che scende dai 40 ai 200 metri di profondità.
Vale il discorso fatto per la zona sommersa.

Zona di platea: Chlamys pesfelis, Gibbula magus, Aporrhais pespelecani, Phalium granulatum
Profilo del fondo marino: suddivisione batimetrica
28,16 KB
Torna all'inizio della Pagina

Istrice
Amministratore


Città: Ostia
Prov.: Roma

Regione: Lazio


10849 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 14 dicembre 2005 : 16:13:50 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

5. Zona abissale



Va dai 200 metri in poi e comprende la scarpata continentale, cioè quel tratto di costa molto ripido che precipita fino ai fondi abissali.
Specie tipiche abissali sono alcuni trochidi, lacunidi, nuculanidi.




Zona abissale: Trophonopsis vaginatus
Profilo del fondo marino: suddivisione batimetrica
19,18 KB
Torna all'inizio della Pagina

Istrice
Amministratore


Città: Ostia
Prov.: Roma

Regione: Lazio


10849 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 14 dicembre 2005 : 16:17:12 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

6. Zona pelagica



E' la zona delle acque libere, del mare aperto, dove vivono molluschi che nuotano liberamente.
Nella fase larvale gran parte dei molluschi è pelagica. Ma da adulti sono poche le specie pelagiche.
Prima di tutto i cefalopodi come Spirula spirula, Argonauta argo. Tra i gasteropodi il genere Janthina che naviga grazie a zattere di schiuma da loro prodotte, la Carinaria maediterranea e tutti i Cavoliniidi.

Zona abissale: Carinaria lamarckii,Cavolinia inflexa, Janthina pallida
Profilo del fondo marino: suddivisione batimetrica
41,44 KB
Torna all'inizio della Pagina

spanter
Utente Senior


Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


3358 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 14 dicembre 2005 : 17:47:14 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Bel lavoro istrice, continua così
spanter
Torna all'inizio della Pagina

LORENZO
Utente Senior


Città: MONCALIERI
Prov.: Torino

Regione: Piemonte


2873 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 14 dicembre 2005 : 18:03:31 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Aldo si sentono gli applausi!!!
GRANDIOSO!!! così ti vogliamo !!
bravo,bravo,bravo esagerato!
Torna all'inizio della Pagina

Whitedragon
Utente Senior


Città: Terralba (OR) - Tornato in Sardegna

Regione: Sardegna


1523 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 14 dicembre 2005 : 18:45:23 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
ottimo post!!!

potremmo ingrandirlo e migliorarlo...

__________________________

Questa società è basata su di un concetto chiamato "morale", parola usata per dagli uomini per "giustificare" le proprie malefatte.
Dovrei quindi inorridire nel vedermi riconosciuto onorificenze come il "Nobel" in quanto si basano sulla soggettiva "morale umana".
Dovrei invece esser fiero nel sentirmi chiamare con appellativi come maleducato, pazzo, sordo, misantropo, talebano ed ignorante... in quanto in verità assumono il significato di "onesto" e "sincero"
Torna all'inizio della Pagina

pallinopinco
Utente Senior


Città: .
Prov.: Reggio Calabria

Regione: Calabria


567 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 14 dicembre 2005 : 20:12:30 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ora si comincia a vedere un po' di luce! Hihihi

A parte un po' di nomi da aggiustare/cambiare direi che può andare.
Una sola cosa va chiarita: per la distribuzione delle specie, conta più la biocenosi che la profondità, anche se questo non è vero in assoluto!
Faccio un esempio: all'interno di un porto, lungo un molo esposto a nord, quindi che non prende mai luce, si crea una biocenosi che è vicina a quella del coralligeno e ci si può trovare, oltre le tipiche specie di bassa batimetria, come le gibbule, anche specie del coralligeno vero, come il Chiton corallinus, madrepore e briozoi; se poi il fondo è non fangoso, ma grossolano ci vivono anche i Manupecten pesfelis, il tutto in 4 metri d'acqua!

...cerco l'atollo dei miei sogni
Torna all'inizio della Pagina

Istrice
Amministratore


Città: Ostia
Prov.: Roma

Regione: Lazio


10849 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 14 dicembre 2005 : 20:18:36 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
infatti queste suddivisioni schematiche son sempre pronte ad essere smentite da condizioni ambientali particolari....
Torna all'inizio della Pagina

pallinopinco
Utente Senior


Città: .
Prov.: Reggio Calabria

Regione: Calabria


567 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 14 dicembre 2005 : 20:22:29 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Io credo che bisogna essere chiari in queste cose, sennò si rischia di fuorviare i "neofiti".

...cerco l'atollo dei miei sogni
Torna all'inizio della Pagina

giubit
Utente Senior


Città: Verona

Regione: Veneto


831 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 15 dicembre 2005 : 07:09:38 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Complimenti Aldo...
Non potrebbero essere queste ...ehm... le prime bozze del libro che presto scriverai?
Argomenti trattati con semplicità, ma sempre rigorosi e tante foto immerse in un testo facile, elementare, essenziale...
Potrebbe essere. E' un'idea...
Credo che tutti gli amici del forum sarebbero felici di fornirti, se necessario, un valido aiuto (foto, consulenze, ricerca esemplari, ecc.)...
Pensaci. Io il sasso l'ho lanciato...
Torna all'inizio della Pagina

Istrice
Amministratore


Città: Ostia
Prov.: Roma

Regione: Lazio


10849 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 15 dicembre 2005 : 07:32:41 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
esagerato!!!!
Torna all'inizio della Pagina

danishell
Utente V.I.P.


Città: Albissola Marina
Prov.: Savona

Regione: Liguria


394 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 15 dicembre 2005 : 16:08:18 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Bravo Aldo,
molto chiaro e sintetico
Dani

Danishell
Torna all'inizio della Pagina

Phobos
Utente Super


Città: Cellatica
Prov.: Brescia

Regione: Lombardia


7290 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 19 dicembre 2005 : 10:56:43 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Complimenti Istrice. Davvero interessante!

E' un po' come i piani altidudinali in botanica ... anche se pure in questo contesto, come giustamente avete fatto notare, con tutte le eccezioni del caso.

Un ciao da phobos.
Torna all'inizio della Pagina

macromicro
Utente Super


Città: Piovene Rocchette
Prov.: Vicenza

Regione: Veneto


7113 Messaggi
Macrofotografia

Inserito il - 19 dicembre 2005 : 14:24:50 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Istrice,
per me che sono assolutamente neoficta, ma sempre interessato ad apprendere, vanno bene se
non benissimo le spiegazini schematiche.
Così posso diradare la mia nebbia di conoscenza in questo settore. Mi vanno a pennello le
spiegazioni del tipo 'Manuale delle giovani Marmotte'


Gianfranco
Torna all'inizio della Pagina

PS
Utente Senior



Regione: Friuli-Venezia Giulia


4462 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 04 gennaio 2006 : 16:56:50 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
In base al buon lavoro di Aldo e allacciandomi al discorso di pallinopinco “per la distribuzione delle specie, conta più la biocenosi che la profondità, anche se questo non è vero in assoluto” aggiungo alcuni termini che spesso si usano parlando di molluschi ed il loro habitat.
La biocenosi è l'insieme di specie, animali o vegetali che vivono a contatto sufficientemente stretto e vincolati da una dipendenza reciproca.
Il dominio bentonico (ambiente marino che va dalla costa sino in profondità ed è popolato da organismi che vivono con il stretto contatto con il fondale) viene suddiviso in vari piani, stabiliti in base alla profondità (come ha descritto Aldo), ma anche e soprattutto sulla presenza o meno di determinati esseri viventi.
Come ha evidenziato pallinopinco diversi fenomeni localizzati possono influenzare la presenza (o l’assenza) di determinate specie. Per esempio le correnti fredde o calde, la limpidezza delle acque, quindi la presenza di più o meno luce, la presenza di fiumi (vedi l’Alto Adriatico), l’altezza delle onde, il raggio d’azione delle maree… tutto questo fa variare la profondità dei vari piani.

Va ricordato che i primi quattro piani (Sopralitorale. Mesolitorale, Infralitorale, Circalitorale), vengono a loro volta raggruppati nel Sistema Fitale, per la presenza in esso di vegetali bentonici che attuano la fotosintesi clorofilliana.
I successivi tre piani formano il Sistema Afitale, (Batiale, Abissale Adale) dove non vivono i vegetali di cui sopra.

Sopralitorale
Fascia costiera che comprende la fascia che va dalla zona più alta raggiunta dalla marea sino alla zona che viene raggiunta dalle onde e dagli spruzzi. In pratica è il confine tra il mare e la terra ferma.

Mesolitorale
Fascia compresa tra il livello più alto raggiunto dalle onde, con l’alta mare, sino al livello più basso raggiunto con la bassa marea.

Infralitorale
Fascia compresa tra il limite più basso raggiunto dalla bassa marea sino alla profondità massima entro la quale vivono i vegetali che attuano la fotosintesi clorofilliana. (Posidonia oceanica, Cymodocea nodosa … ). In genere la profondità di questa fascia oscilla tra i 10 m. e i 40m.

Circalitorale
Fascia compresa si estende dalla profondità massima nella quale vivono le fanerogame marine sino alla platea continentale circa 200 m, che dovrebbe anche essere la massima profondità dove troviamo gli organismi vegetali.

Batiale
Il piano batiale coincide con la platea continentale da circa 2000 m. ai 3000m .

Abissale
Il piano abissale si trova in corrispondenza delle pianure abissali che formano i fondali marini.

Adale
Il piano adale include i fondi delle fosse oceaniche quindi assente nel Mediterraneo.

Torna all'inizio della Pagina

ghost78
Utente V.I.P.


Città: Siracusa
Prov.: Siracusa

Regione: Sicilia


200 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 05 aprile 2006 : 13:03:39 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Io direi che il circalitorale occupa normalmente la zona della Plaea continentale, mentre il piano batiale occupa la scarpata continentale (da 200 m a 2000 m circa)
Antonello
Torna all'inizio della Pagina

Valentina Martini
Utente nuovo

Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


7 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 27 aprile 2006 : 01:03:30 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Si si molto carino...bella idea
anche io sarei felice di dare tutto il supporto tecnico-scientifico necessario (nelle mie capacità  si intende!) per fare post di questo tipo...
Una sola precisazione circa il post:
Il fattore influenzante la distribuzione delle specie non è soltanto la luce (e quindi suddivisione in base alla profondità, ma un ruolo ancor più importante viene svolto dall' idrodinamismo sul quale viaggia il sistema zonale.

Ciò che determina la zonazione di un insieme di comunità  che sfumano l'una nell'altra è smpre un gradiente complesso, non è mai dato da un solo fattore ma è una combinazione in cui sicuramente idrodinamismo e luce rappresentano gli elementi guida.........

Valenta

Valentina Martini
Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 2 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Pagina Successiva >>

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,51 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net